[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

a cura di ITALIA SOLIDALE

Perché nelle persone e nella cultura permane tanta confusione morale e di Fede?

La vita non si inganna: è creata e sostenuta da Dio, per questo è naturalmente morale e sacra. La vita morale è la vita vera, pienamente sviluppata, completamente ordinata, libera, che resta continuamente nell’amore con Dio e con gli uomini.

La vita è morale quando è continuamente vissuta nel rapporto sacro con Dio e nell’impegno della persona a permanere in Spirito, verità, ordine e libertà, nelle energie vitali che sono inserite in essa.
Cristo è il più grande esempio di questa vita sempre vera e libera, pienamente espressa nei contenuti e nell’ordine delle proprie energie personali, completamente unite alla forza di Dio e tese all’amore per gli uomini. Ognuno, per essere vero, vivo e libero, ha bisogno di essere fondato in Cristo.

Cristo è tutta la vita vera, tutta la nostra dignità, tutta la natura che abbiamo in noi. Noi siamo morali, viviamo nella fede quando esistenzialmente ci ritroviamo in Lui e rimaniamo con Dio e con gli uomini, con Lui, come Lui. Questa è la Sua immagine e somiglianza, la sostanza con cui ci ha creati che è profondamente costitutiva di noi.

Quando poi gli uomini hanno offuscato (come ancora oggi accade) tanta dignità, tanta qualità e tanto ordine di energie di vita, Egli è sempre stato pronto a salvarci non con ragionamenti o con leggi, ma incarnandosi tra di noi e dedicandosi a noi fino a dare il suo corpo e il suo sangue perché ogni persona abbia la possibilità di ritornare alla sua vera vita ricca di luce, forza, amore e pace.

Ogni persona realmente può ritrovarsi se incontra esistenzialmente la sua vita nel rapporto con la luce, la forza, l’amore di Cristo. Dobbiamo poi avere il coraggio di dirci che, nei secoli passati e ancora ai nostri giorni, Cristo è ben poco presente nella storia e nella vita delle persone. Ci può essere verità o esistenza morale senza l’esperienza esistenziale della propria vita in Cristo, vissuta naturalmente come Lui, insieme al Padre, che l’ha creata?
Vi può essere vera esperienza di Fede senza vivere tutta la verità della vita in comunione permanente con Cristo e con lo Spirito Santo di Dio? Solo l’esperienza completa della verità della vita è morale; la fede è il vissuto pieno di un’esistenza mai ridotta o distaccata dall’Amore creativo, salvifico e sempre vivificante di Dio.

La persona morale e di fede non ha paura di nulla; non si perde negli uomini; supera, come Cristo, ogni ragione o legge. Essa, come la Madonna, è sempre fondata sulle proprie energie personali, continuamente sperimentate, pulite, uniche, complete perché sempre libere da ogni riduzione e costantemente inserite nella Grazia e nella sapiente forza d’amore di Dio. Quando le persone non sperimentano questa pienezza di vita vera e perciò morale, quando non sperimentano questa totalità dell’essere nel potente amore di Dio e quindi questa ricchezza di fede, sono sempre disturbate e, in proporzione, sofferenti, facili a perdersi e ad essere preda di mille condizionamenti ed illusioni idolatriche di ogni genere.

Le cose materiali, il potere, il sesso senza amore sono veleni facilmente ricercati da queste persone nella sincera convinzione che siano un grande bene. Molte altre persone, incapaci di vera moralità e Fede, s’accontentano di essere sottoposte a leggi, ragioni, tecniche o ritualismi vari che mai aiuteranno a sperimentare in pieno la dignità personale della libertà, della moralità e della libertà d’amore nell’incontro vero con Dio e con gli uomini. Cristo e la vita non si trovano mai nel materialismo, nel potere, nel sesso senz’amore, nelle varie leggi, ragioni o idolatrie.

Attualmente mi trovo a Nago – Torbole: un paese sul lago di Garda. Dal lago si ergono nel cielo altissime montagne e tutto è naturalmente bellissimo. In tutto il paese, al tempo della mia infanzia e adolescenza, non vi era una coppia o una famiglia separata. Oggi moltissime coppie, specie giovani, non riescono più a convivere nel matrimonio e si separano. Erano morali e fedeli prima? Sono morali e fedeli adesso? Si può affrontare questa realtà esistenziale di una moltitudine di persone vive, che produce tanto sconvolgimento e sofferenza, ristabilendo il tradizionale legalismo antecedente? È possibile superare queste difficoltà attraverso la grande confusione, la grande superficialità, il forte relativismo morale e religioso attuali?

Come non vedere una connessione tra il travolgimento del legalismo passato e l’attuale, distruttivo relativismo morale? Perché, poi, non è stata affrontata prima tutta questa realtà, da sempre contro la persona e la famiglia? Come si affronta ora tutto questo insieme che coinvolge genitori, figli, parenti ed ogni forma di lavoro e di cultura?
Appare chiaro che la vita non si inganna. Appare chiaro che ogni errore antropologico personale, familiare, culturale si paga sempre.
È quindi tempo che ognuno ricerchi, nel modo dovuto, tutto ciò che è necessario per arrivare ad una coltivazione, ad una cultura di vita adeguata, a ciò che le sue energie esistenziali e personali esigono e a ciò che Dio vuole. Il Signore ci chiama ad essere liberi da tutti i condizionamenti del retaggio passato, proprio per non ricadere in altri condizionamenti peggiori nel presente.
Il senso morale non è però frutto di impegno umano, ma di Grazia di Dio, come nella Madonna. Ma anche ciò che colpisce la dignità delle forze di Dio, dell’anima, del sesso nell’amore, dei nervi, del corpo e della mente principalmente non è dell’uomo, ma è del maligno, che sempre attraverso il non amore o debolezza umana ci invade, ci allontana da Dio, ci guasta l’anima, ci rovina il sesso, ci fa ammalare i nervi e il corpo e quindi ci impedisce di avere la sapienza della mente.

Abbiamo bisogno di ritornare completamente come la Madonna a Dio per far fuori col Sangue di Cristo tutti i nostri diavoli e così, come Cristo Crocifisso, risorgere e guarire ogni nostra e altrui malattia.
Per questo Cristo ci dice: «I miei discepoli parleranno lingue nuove; faranno fuori ogni diavolo; non si faranno più condizionare e così guariranno ogni malattia». Questa è la volontà del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo “come era nel principio, ora e sempre, nei secoli dei secoli”. I miei libri testimoniano tutta questa nuova antropologia e cultura scientifica e religiosa, necessaria per uscire dalla “poltiglia, mucillagine e liquefazione” dell’oggi e, così convertiti, risorgere alla nostra dignità personale, famigliare, comunitaria, veramente religiosa e scientifica oggi.

Padre Angelo Benolli


Salva un bambino, l’amore ti salverà
“Italia Solidale - Mondo Solidale” è presente in ogni quartiere e città. Se vuoi approfondire la realtà del movimento, delle “Comunità” e dei “gemellaggi mondiali” per salvare i bambini, chiama lo 06.68.77.999 o scrivi a: [email protected]
Non avrai a che fare con un call center, ma direttamente con i volontari attivi nel territorio.
www.italiasolidale.org


Il Movimento Italia Solidale Mondo Solidale

Italia Solidale – Mondo Solidale del Volontariato per lo sviluppo di vita e missione è un movimento laico grazie al quale moltissime persone, a Roma, in Italia e nel mondo, stanno uscendo da inganni secolari, ritrovano le loro energie personali, la loro sana spiritualità per ben amare e ben lavorare, fino ad essere sussistenti e solidali. Oggi questa esperienza è la prima necessità di ognuno.

Alla base del movimento c’è “Il Carisma di sviluppo di Vita e Missione”: una nuova e completa cultura di vita sviluppata da P. Angelo Benolli O.M.V., fondatore e presidente di “Italia Solidale – Mondo Solidale”.
Nei suoi 60 anni di esperienza come sacerdote scienziato, antropologo e missionario e sostenendo migliaia di persone di molte culture e religioni, ha sviluppato questa nuova cultura di vita e il nuovo modo di far missione e adozione a distanza. Sintetizzando il tutto nei suoi 10 libri e documenti tradotti in 35 lingue.
Con questa base si sta salvando la vita di 2.500.000 di persone in tutta Italia e in 140 missioni di Africa, India e Sud America.

Italia Solidale è in tutti i Municipi di Roma.
Se vuoi saperne di più chiama lo 06.68.77.999 o invia una mail a: [email protected]
Entrerai in contatto con un volontario del tuo territorio.


 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
17/01 1642440960 Incidente sulla 148 Pontina. Strada chiusa e traffico deviato. Coda chilometrica
17/01 1642436520 Rocca di Papa, la sindaca Cimino: "No a raduno no vax ai Pratoni del Vivaro"
17/01 1642435920 Ospedale di Marino, al centro pediatrico gli operatori intrattengono i bimbi
17/01 1642433520 Lanuvio, nuovi alberi anche nel parchetto di via Enrico Berlinguer
17/01 1642432380 Pomezia, parte il cantiere per la riqualificazione integrale di Santa Palomba
17/01 1642432020 Genzano, i cittadini possono chiedere al comune contributo per l'affitto di casa
17/01 1642429320 Apre a Cisterna il centro antiviolenza: ecco i servizi gratuiti offerti
17/01 1642428060 Vaccini adolescenti: successo per l'open day. Si replica, ma con prenotazione
17/01 1642426800 Potenziato l'ufficio Tari. La prossima bolletta sarà rateizzabile in 4 rate
17/01 1642425900 Rapina dell'incasso il titolare di un bar del centro di Pomezia: arrestato
17/01 1642424400 Latina, beccato in flagranza con 100 grammi di marijuana: arrestato
17/01 1642417440 Lariano, grave incidente tra due auto: quattro ragazzi feriti
17/01 1642415880 Latina, lunghissime file al Drive In località Piccarello (ex fabbrica Rossi sud)
17/01 1642415700 Castelli romani-sud pontino: agricoltori e produttori diretti in ginocchio
17/01 1642415160 Gestione casi Covid a scuola e lunghe file al drive-in: il racconto di una mamma
17/01 1642414680 Anzio, Lucia Bronzetti si qualifica per il torneo di tennis di Melbourne
17/01 1642413420 Castel Gandolfo, via Garibaldi semi/interdetta al traffico: nuova fogna in vista
17/01 1642412580 Ospedale di Marino: in Comune l'incontro tra Giunta Cecchi e operatori sanitari
17/01 1642412280 Lanuvio, 50 alberi per villa Sforza col progetto 'Ossigeno' della Regione Lazio
17/01 1642411440 Ventotene, recupero carcere di S.Stefano: progetto intitolato a Sassoli
17/01 1642410420 Albano, cadono frammenti dall'arco di piazza San Paolo: strada chiusa d'urgenza
17/01 1642409820 Rottwailer uccidono gattino ad Anzio, si cercano testimoni per la denuncia
17/01 1642409640 Frascati, in corso i lavori di potatura degli alberi (anche) in piazza Marconi
17/01 1642408740 Cluster Covid all’Ospedale di Anzio, nove pazienti positivi a Medicina generale
17/01 1642408200 Smarrita la fede nuziale al reparto pediatria del Goretti: «Restituitemela»

L’incredibile ponte d’amore

Uscire da ogni emergenza

L’incredibile ponte d’amore

Da anni nel mondo c’è un’emergenza che nessuno vede: 1 miliardo di persone non hanno da mangiare. Eppure...

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli