[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Fusione dei cinque Consorzi Asi

Nasce il Consorzio Industriale del Lazio: è il più grande d'Italia

Francesco De Angelis
Francesco De Angelis

Il Consorzio Industriale del Lazio è una realtà. Sviluppo, attrazione di investimenti, occupazione sono le tre parole d’ordine per un iter avviato da tempo e che questa mattina si è ufficializzato con un atto notarile.
I cinque Consorzi Industriali del Lazio (Cassino, Frosinone, Rieti, Roma-Latina, Sud Pontino) fusi in un unico Consorzio che per dimensioni è il più grande d’Italia. Un’opportunità di sviluppo straordinaria per tutto il Lazio. Per le imprese e per i risvolti occupazionali.
Si tratta di una fusione ma evidentemente non solo di quella, fortemente voluta dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e con una nuova mission che interesserà l’ente rendendolo particolarmente efficiente per le imprese che insistono sui diversi agglomerati industriali. Un ente che avrà sede nella capitale ma che manterrà anche le strutture provinciali, che rimarranno il braccio operativo in tutti i territori.
Neo presidente, e negli ultimi tre anni commissario per la costituzione del Consorzio, Francesco De Angelis.
Da sei anni alla guida del Consorzio frusinate, già eurodeputato (fu lui il relatore della direttiva sui ritardi di pagamento alle imprese portandoli a trenta giorni, per un provvedimento che rivoluzionò i rapporti tra imprese e pubblica amministrazione) e assessore regionale alla Piccola e media impresa, De Angelis ha portato avanti questa idea di integrazione dei Consorzi al fine di dare più forza ai territori e offrire alle aziende maggiori spazi e nuove opportunità di crescita e sviluppo.
Nel consiglio di amministrazione figurano Salvatore Forte, già presidente del Consorzio per lo sviluppo industriale del Sud Pontino; Cosimo Peduto, già presidente del Consorzio per lo sviluppo industriale di Roma e Latina; Angelo Giovanni Ientile, già commissario straordinario del Consorzio per lo sviluppo industriale della Provincia di Rieti; Maurizio Tarquini, direttore generale di Unindustria.
Questa mattina erano presenti dal notaio i presidenti dei cinque Consorzi e l’assessore regionale alle Attività produttive, Paolo Orneli.
Il Consorzio sarà innanzitutto un organismo intermedio di gestione delle risorse regionali, comunitarie e del Recovery Fund, con diverse opportunità fino ad oggi non comprese nelle attività di gestione dei Consorzi industriali.
Spetterà al nuovo Consorzio un’attenta ricerca di investitori nazionali ed esteri, con la promozione internazionale delle opportunità di investimento nell’economia del territorio e la valorizzazione delle realtà produttive anche di piccola e media impresa.
Di grande importanza anche la promozione e la gestione di progetti strategici di innovazione industriale. In particolare la riqualificazione delle aree industriali dismesse, la logistica e la valorizzazione dell’ambiente.
Poi c’è il supporto alla Regione, diventando il Consorzio punto di contatto relativo a misure per lo sviluppo economico ed attrattiva territoriale per gli investimenti.
Sarà inoltre utile, in un’ottica di cooperazione, per la realizzazione di opere relative alla fornitura di servizi necessari all’insediamento, allo sviluppo, alla riqualificazione ed alla riconversione delle imprese, oltre che un sostegno alla diffusione di reti di telecomunicazione e di servizi telematici alle imprese che operano in zone che hanno un divario digitale rispetto agli obiettivi europei.
Senza dimenticare l’altra opportunità di essere strumento di promozione per la costituzione di Aree produttive ecologicamente attrezzate.
Il Consorzio unico contribuirà inoltre allo sviluppo di sinergie di tipo distrettuale, con la valorizzazione delle competenze imprenditoriali e scientifiche del territorio, oltre ad erogare servizi ad alto valore aggiunto per le imprese. Parliamo in particolare di formazione, studi e progetti per lo sviluppo tecnologico e certificazione di qualità alle imprese.
Sarà sua competenza anche la gestione di incentivi e contributi a favore delle imprese, sulla base di piani triennali di investimento approvati con deliberazione della Giunta regionale.
Grazie al nuovo organismo sarà inoltre predisposta una mappatura analitica delle aree disponibili a nuovi insediamenti produttivi.
Infine per ultimo, ma non per importanza, sarà di fondamentale supporto alle imprese nella partecipazione ai bandi di finanziamenti regionali ed europei.
«Si parte per una nuova sfida. – ha commentato con soddisfazione il neo presidente Francesco De Angelis - Abbiamo dato vita al Consorzio Industriale del Lazio, che sarà uno strumento utile per le imprese e per il territorio. Saremo più grandi e più forti e in sintonia con i processi di innovazione oggi necessari per consentire alle nostre imprese di vincere la sfida del mercato.
Grazie al presidente Nicola Zingaretti, che ha fortemente voluto questo processo di riforma e di cambiamento. Grazie al vicepresidente Daniele Leodori, all’ex capo di Gabinetto della Regione Albino Ruberti e all’assessore Paolo Orneli, che in questi anni hanno sostenuto con forza e decisione questo progetto. Decisivo è stato anche il sostegno delle Camere di Commercio, delle associazioni di categoria, dei Comuni e dei soci dei cinque consorzi.
È una sfida per la crescita di questo territorio, delle imprese e delle persone che lo abitano. Una sfida che siamo pronti a vincere».

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
17/01 1642440960 Incidente sulla 148 Pontina. Strada chiusa e traffico deviato. Coda chilometrica
17/01 1642436520 Rocca di Papa, la sindaca Cimino: "No a raduno no vax ai Pratoni del Vivaro"
17/01 1642435920 Ospedale di Marino, al centro pediatrico gli operatori intrattengono i bimbi
17/01 1642433520 Lanuvio, nuovi alberi anche nel parchetto di via Enrico Berlinguer
17/01 1642432380 Pomezia, parte il cantiere per la riqualificazione integrale di Santa Palomba
17/01 1642432020 Genzano, i cittadini possono chiedere al comune contributo per l'affitto di casa
17/01 1642429320 Apre a Cisterna il centro antiviolenza: ecco i servizi gratuiti offerti
17/01 1642428060 Vaccini adolescenti: successo per l'open day. Si replica, ma con prenotazione
17/01 1642426800 Potenziato l'ufficio Tari. La prossima bolletta sarà rateizzabile in 4 rate
17/01 1642425900 Rapina dell'incasso il titolare di un bar del centro di Pomezia: arrestato
17/01 1642424400 Latina, beccato in flagranza con 100 grammi di marijuana: arrestato
17/01 1642417440 Lariano, grave incidente tra due auto: quattro ragazzi feriti
17/01 1642415880 Latina, lunghissime file al Drive In località Piccarello (ex fabbrica Rossi sud)
17/01 1642415700 Castelli romani-sud pontino: agricoltori e produttori diretti in ginocchio
17/01 1642415160 Gestione casi Covid a scuola e lunghe file al drive-in: il racconto di una mamma
17/01 1642414680 Anzio, Lucia Bronzetti si qualifica per il torneo di tennis di Melbourne
17/01 1642413420 Castel Gandolfo, via Garibaldi semi/interdetta al traffico: nuova fogna in vista
17/01 1642412580 Ospedale di Marino: in Comune l'incontro tra Giunta Cecchi e operatori sanitari
17/01 1642412280 Lanuvio, 50 alberi per villa Sforza col progetto 'Ossigeno' della Regione Lazio
17/01 1642411440 Ventotene, recupero carcere di S.Stefano: progetto intitolato a Sassoli
17/01 1642410420 Albano, cadono frammenti dall'arco di piazza San Paolo: strada chiusa d'urgenza
17/01 1642409820 Rottwailer uccidono gattino ad Anzio, si cercano testimoni per la denuncia
17/01 1642409640 Frascati, in corso i lavori di potatura degli alberi (anche) in piazza Marconi
17/01 1642408740 Cluster Covid all’Ospedale di Anzio, nove pazienti positivi a Medicina generale
17/01 1642408200 Smarrita la fede nuziale al reparto pediatria del Goretti: «Restituitemela»

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli