[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Strumento acquistato dal Comune

Un defibrillatore salvavita consegnato al Museo delle Navi Romane di Nemi FOTO

Questa mattina a Nemi il sindaco Alberto Bertucci ha donato il primo di due defibrillatori che saranno posizionati nel paese delle fragole e del lago, al Museo delle Navi Romane di Nemi sul lungolago. Consegnato nelle mani della direttrice Daniela De Angelis e del direttore regionale del Lazio del Mic (Ministreo della Cultura) Stefano Petrocchi, giunto da Roma appositamente.

L'altro defibrillatore acquistato sempre dal Comune sarà installato nel centro storico ed a breve saranno organizzati dei corsi all'uso del prezioso strumento salvavita per tutti gli operatori comunali, del museo e per gli agenti della polizia locale. "Stamattina è stata un occasione, oltre che per consegnare il defibrillatore, ha detto il primo cittadino nemese, anche per stabilire alcune iniziative comuni con il Museo delle Navi Romane di Caligola e la direzione locale e regionale del Mic, volte a rilanciare il turismo culturale, storico e archeologico della struttura e di tutta l'area adiacente. Nemi, dopo la capitale, era considerata la più importante località turistica, preferita dai più importanti imperatori romani".

Molti reperti storici delle due navi "tempio" romane sono ancora visibili al Museo del lago, altri sono delle ricostruzioni in varie scale di quelle che sono state le navi di Caligola, l'imperatore romano Cesare Augusto Germanico, così chiamato per le sue particolari calzature, chiamate in questo modo dai suoi soldati. "Fino ai primi anni '50 del '900, continua Bertucci, si era pensato che le navi appartenessero all'imperatore Tiberio Augusto, da qui il nome dato al lungolago, ad alcune pubblicazioni, scritti, canzoni romane. Ma poi negli anni '50, dopo gli scavi e il prosciugamento del lago, voluto dal capo del governo di allora Benito Mussolini, furono rinvenuti alcuni grossi canali in piombo che portavano le acque sorgive sulle due navi tempio, con le scritte riferite a Cesare Augusto "Germanico", appunto Caligola.

In poco tempo, così fu cambiata la storia della zona e riviste molte pubblicazioni che ne parlavano. Altri reperti originali delle navi romane sono custoditi ancora integri al Museo Romano di Palazzo Massimo, ma potrebbero presto tornare a Nemi, grazie ad un accordo tra il Comune e il Ministero della Cultura. Le navi e molti altri strumenti, purtroppo furono date alle fiamme nel 1944, durante le sanguinose battaglie delle truppe naziste contro le truppe alleate nella Seconda Guerra mondiale". 

"Caligola", che ha regnato per soli 4 anni, dal 37 al 41 D.C. prendeva il suo nome dalla "piccola caliga", la calzatura dei legionari romani, affettuoso soprannome datogli a Cesare Augusto Germanico, in giovane età dai soldati stessi del padre, ma che lui però secondo la storia romana, non voleva che si usasse. Caligola, nato come Gaio Giulio Cesare Germanico, era il terzo figlio di Agrippina maggiore e di Germanico Giulio Cesare, generale molto amato dal popolo romano. Nacque nato ad Anzio e morì giovane, ad appena 29 anni al quartiere Palatino di Roma, assassinato dai suoi nemici, era lo zio del sanguinario imperatore romano Nerone.  L.S.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
03/12 1638555780 Genzano, controlli della Polizia locale alle auto senza assicurazione
03/12 1638552540 Paolo Masciarelli confermato alla guida della Filca Cisl in provincia di Latina
03/12 1638552240 Ardea-Albano, il 6 gennaio arriva la Festa della Befana Ardeatina
03/12 1638551880 Si lancia dal terzo piano per motivi sentimentali: la Polizia evita la tragedia
03/12 1638551520 Accoltella un uomo dopo la lite. Arrestato per tentato omicidio
03/12 1638544920 Fa avance sessuali all'amica, lei lo allontana e lui la stalkerizza: arrestato
03/12 1638544260 Postano il video dei loro atti vandalici a scuola: lo vedono anche i carabinieri
03/12 1638543840 "Marino come metafora": la mostra personale di Mara Lautizi fino al 30 dicembre
03/12 1638543720 Tre auto distrutte dalle fiamme ad Anzio Colonia, indagano i Carabinieri
03/12 1638543300 Sanremo 2022, svelati i nomi dei primi 16 cantanti in gara: c’è Ariete
03/12 1638539040 A Sabaudia arriva una palestra all'aperto gratuita: ecco dove
03/12 1638538620 Dal 6 dicembre chiude il drive-in di Campoverde e si sposta all'ex Claudia
03/12 1638537600 Colpo notturno al supermercato di Velletri, i ladri ripuliscono la cassaforte
03/12 1638530280 Albano, dal Comune sostegno al commercio locale. Soddisfatta Nobilio (Fdi)
03/12 1638530220 Interventi da 5 mln sulla Cisterna-Valmontone: il punto sui lavori
03/12 1638524520 Ritardi sulla Roma-Velletri per un guasto elettrico, disagi per i pendolari
03/12 1638524100 Con i fondi europei sarà bonificata la ex discarica da 25 ettari di Aprilia
03/12 1638520980 Carabinieri a Tor San Lorenzo: 70 persone controllate fuori dal parco e nei bar
03/12 1638519180 Discarica di Albano, Colle Verde insiste per biogas. Ignorati 4 "no" degli Enti
03/12 1638518880 Rifiuti, la politica si scaglia contro il commissario per l'emergenza
03/12 1638518400 Medico sospeso perché non vaccinato, ma continuava a firmare ricette: denunciato
03/12 1638517500 Il Calendario della Terra Pontina 2022: 6 artisti, 12 vedute da incorniciare
03/12 1638517140 Sicamb e i suoi 290 lavoratori sono salvi: lo Stato entra nel capitale sociale
03/12 1638517020 Aprilia celebra i 100 anni della scoperta dell'insulina con un annullo postale
03/12 1638516240 Ascensori, videosorveglianza e allagamenti: il punto sui lavori in stazione

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli