[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Chiamata in causa l'Autorità di Bacino

Discarica la Cogna: "giallo" Bonifica non invitata e nuovi timori idrogeologici

<
>
L'ex cava di pozzolana dove Paguro Srl vuol fare una grande discarica tra Aprilia, Ardea e Anzio
L'ex cava di pozzolana dove Paguro Srl vuol fare una grande discarica tra Aprilia, Ardea e Anzio
3 corsi d'acqua toccano il sito scelto per la discarica. Le curve alberate li indicano chiaramente
3 corsi d'acqua toccano il sito scelto per la discarica. Le curve alberate li indicano chiaramente
Molte case presso l'ex cava prescelta per farci la discarica
Molte case presso l'ex cava prescelta per farci la discarica

Piccolo “incidente” burocratico nel complicato iter per la discarica proposta ad Aprilia, in zona la Cogna, al confine con Ardea e vicino ad Anzio - Lido dei Pini. Alla seconda e determinante seduta del tavolo tecnico tra istituzioni non era stato invitato il Consorzio di Bonifica Litorale Nord, ente di rilevo in merito alla questioni idrauliche, in particolare competente su scarichi e fossi interessati dal progetto della società Paguro Srl. Ma c'è di più, come vedremo: emerge anche il necessario coinvolgimento di un'altra autorità. Al centro ci sono le preoccupazioni idrogeologiche, peraltro sottolineate con forza dall'Agenzia regionale per la protezione ambientale ARPA Lazio. L'ex cava che Paguro vuol trasformare in discarica con un volume totale apri a 120 palazzi di 10 piani, è infatti interessata da 3 corsi d'acqua.

LA SVISTA REGIONALE: MANCATA CONVOCAZIONE

A far emergere la mancata convocazione della Bonifica romana è stata la Provincia di Latina che gli aveva chiesto l'obbligatorio parere idraulico. I tecnici provinciali, lo scorso 28 maggio, avevano sollevato il caso davanti alla Regione Lazio. Gli ingegneri della Provincia di Latina, Gianfranco Crippa e Paolo Rossi, hanno scritto: “Non si ravvisa la convocazione del Consorzio di Bonifica Litorale Nord, Amministrazione peraltro convocata in prima seduta” della Conferenza dei servizi. Cioè il tavolo tecnico dove i vari enti, con la partecipazione di cittadini, comitati e associazioni, devono analizzare il progetto ed esprimersi ufficialmente su di esso. Il Servizio Opere Idrauliche della Provincia di Latina sottolinea pure che “i pronunciamenti” del Consorzio di Bonifica “risultano correlati e presupposti a valutazioni di competenza di questa Amministrazione, in relazione al Piano Stralcio per l'al'Assetto Idrogeologica (PAI) ed ai titoli idraulici”.

Il parere del Consorzio di Bonifica è infatti previsto dalla legge regionale del Lazio n. 39 del 1996, che contiene il PAI, Piano Stralcio per l'Assetto Idrogeologico dell'Autorità dei bacini del Lazio. Tuttavia, nonostante e dopo la lettera della Provincia alla Regione, lo stesso Consorzio di Bonifica scriveva ai tecnici provinciali di non essere stato ancora convocato dalla Regione.

LA BONIFICA RILANCIA: ESONDAZIONI E DOCUMENTI CARENTI?

Il 15 giugno lo stesso Consorzio non si era limitato a far presente la sua mancata convocazione alla seduta stabilita per giovedì prossimo 8 luglio. Il direttore generale della Bonifica Litorale Nord, il dottor Andrea Renna, sollevava una serie di osservazioni sul progetto di discarica nell'ex cava alla Cogna. Il Consorzio di Bonifica nella lettera “evidenzia che la documentazione tecnica inviata risulta carente in quanto non ha completamente ottemperato a quanto richiesto con nota n. 3068 del 01/03/2021”. Non solo. Il Consorzio chiamato ad esprimersi in materia idrogeologica, teme anche un aumento dei rischi: “Le arginature previste possono portare ad un incremento locale dei tiranti e quindi un incremento del livello di rischio delle aree limitrofe, soprattutto per quanto riguarda i punti sensibili dell'eventuale esondazione, come il depuratore presente vicino alla confluenza Fosso della Ciocca e Fosso di Buon Riposo”. Il Consorzio di Bonifica romano contesta varie presunte incongruenze nella Relazione idrogeologico-idraulica presentata dalla Paguro Srl. “Non sono indicati i valori di portata nella tabella n. 23 che erroneamente venivano riportati nella tabella 27” di un altro elaborato tecnico. “Mentre i valori di portata inseriti nella tabella 27 presenti nell'elaborato 395-PAM 65-01 (la Relazione idrogeologico-idraulica, ndr) sono discordi da quanto indicato negli elaborati e grafici in relazione all'elaborato 395 PM 65-00 tabella n. 13”.

 

LE RICHIESTE DEL CONSORZIO DI BONIFICA

E così i tecnici della Bonifica chiedono, tra l'altro, “di attestare e dimostrare, nella relazione idrologico-idraulica redatta da ingegnere abilitato, che l'intervento proposto e le eventuali opere di messa in sicurezza delle aree […] non aumentino le attuali condizioni di rischio e pericolo delle aree limitrofe, corredando lo studio con mappe delle aree inondabili per il Fosso della Ciocca, Fosso di Buon Riposo e Fosso della Moletta”. Insieme ad altri ulteriori accorgimenti di sicurezza sugli scarichi, il Direttore generale del Consorzio di Bonifica Litorale Nord scrive che “in corrispondenza dell'opera di scarica (delle acque, ndr) deve essere realizzata la protezione delle sponde e del fondo del fosso interessato con scogliera in pietra e/o materassi tipo Reno”. Questo per “evitare fenomeni erosivi”. Attraverso l'ing. Franco Passeri, la società che vuol fare la discarica ha risposto alle osservazioni dei tecnici della Bonifica. Sul rischio esondazioni, in particolare, replica che lo studio idraulico per conto della Paguro “ha permesso di valutare che non si verificano per l’area di intervento fenomeni di esondazione per eventi di piena, nemmeno con il tempo di ritorno di 200 anni”.

 

ARGINATURE: SERVE L'OK DELL'AUTORITÀ DI BACINO?

Alla fine della fiera, mercoledì scorso 30 giugno l'Area VIA della Direzione rifiuti regionale ha invitato il Consorzio di Bonifica Litorale Nord alla seconda seduta della Conferenza dei servizi sul progetto Paguro per la discarica alla Cogna.

Ma non finisce qui. La Provincia di Latina ha fatto presente un ulteriore aspetto: dovrà esprimersi anche un altro importante Ente: l'Autorità di Bacino distrettuale dell'Appennino centrale. Questo Ente è deputato alla tutela di acque, fossi e altri corsi d'acqua superficiali, alla prevenzione di alluvioni, alla difesa del suolo e alla prevenzione di rischi idraulici e al risanamento idrogeologico. In particolare – afferma la Provincia di Latina – l'Autorità di bacino entra in gioco riguardo alle “arginature dei corsi d'acqua” richieste dal Consorzio di bonifica. Tali arginature “dovranno essere approvati dall'Autorità di Bacino distrettuale dell'Appennino centrale” precisa la Provincia di Latina, visto che si stratta di aree di attenzione idraulica.

La sospirata convocazione del Consorzio di Bonifica Litorale Nord è arrivata mercoledì 30 giugno. L'appuntamento per la seconda seduta della Conferenza dei servizi sulla discarica Paguro è per giovedì 8 luglio, alle 10,30

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
16:18 1642346280 31esimo anniversario della morte di Manzù: un evento online in sua memoria
16:01 1642345260 Addio a Barbitto, Sezze e tutta la provincia di Latina piangono il ristoratore
12:53 1642333980 L'ombra del Lazio in zona arancione: quando potrebbe succedere
10:53 1642326780 Open day vaccinale per bambini nelle Asl del Lazio: come funziona
10:28 1642325280 Massimiliano Carnevale lascia il ruolo di capogruppo della Lega
10:06 1642323960 Omicidio a Latina: chi sono la vittima e l'arrestato e le prime ricostruzioni
09:55 1642323300 Clienti di un bar sorpresi a consumare senza green pass: multati
09:32 1642321920 Analisi alla Asl di Latina: impossibile scaricare i referti online
15/01 1642277340 La Tekneko di Nettuno lavora in sicurezza: tamponi al personale ogni 15 giorni
15/01 1642277040 Atterraggio d’emergenza a Nettuno, salvi il pilota e il passeggero a bordo
15/01 1642276800 Uomo accoltellato in strada ad Anzio grave in ospedale, indagano i carabinieri
15/01 1642262040 Manifestazione anti discarica, incontro (senza risposte) con Città Metropolitana
15/01 1642258200 Coppia di Ardea tenta la truffa dello specchietto ma gli va male: due arresti
15/01 1642257900 Massacra di botte la suocera, fino a provocarne la morte. Arrestato un 44enne
15/01 1642243500 Nota i carabinieri, si disfa di un pacco con più di 1 kg di coca e si allontana
15/01 1642241640 Polizie locali in sciopero, manifestazione sotto la sede della Regione
15/01 1642239180 A Roma la manifestazione per chiedere la chiusura della discarica di Albano
15/01 1642238460 Identificato il corridore investito ieri sera sull'Appia Antica. È ancora grave
15/01 1642237800 Quasi 1 milione di euro di fondi europei per sistemare 26 case popolari a Latina
15/01 1642237620 Tolte le deleghe al vice sindaco arrestato. Nuova nomina nelle prossime ore
15/01 1642236960 Uomo ferito con un coltello durante una lite. Arrestate due persone
15/01 1642235460 Gasparri ad Anzio per far ripartire Forza Italia: “Faremo la differenza”
14/01 1642199880 Dani White in radio con "Chimera". «Un segno in chi cerca una distrazione»
14/01 1642185840 Albano, attivo nuovamente il reparto covid19 all'Ospedale Regina Apostolorum
14/01 1642185360 Investito da un'auto sulle strisce pedonali: runner gravemente ferito

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli