[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Latina, un pentimento di "comodo"

Niente affidamento in prova ai servizi sociali per l'ex giudice condannato

Niente sconti per l'ex giudice Antonio Lollo. Protagonista della pagina più nera nella storia del Tribunale di Latina, ritenuto dagli inquirenti il motore di un sistema corruttivo creato attorno alla sezione fallimentare dell'ufficio giudiziario a danno di aziende e creditori e arrestato nel 2015, l'ormai ex magistrato ha patteggiato a tre anni e mezzo di reclusione. L'estate scorsa è stato quindi rimesso ai domiciliari per scontare una pena residue di due anni e dieci mesi e, prima il Tribunale di Sorveglianza di Perugia e ora la Corte di Cassazione gli hanno negato l'affidamento in prova ai servizi sociali. Una decisione presa dal Tribunale di Perugia sostenendo che "non si era ancora concretizzata una volontà dell'interessato autenticamente riparativa". Di più: "Il Lollo non solo non aveva spontaneamente intrapreso iniziative in favore della collettività, ma non aveva nemmeno fornito alcuna collaborazione per realizzare la restituzione integrale del profitto ed anzi aveva continuato ad abitare nell'immobile confiscato, giovandosi dei vantaggi materiali conseguiti con l'attività illecita". Il Tribunale ha preso "meticolosamente in esame la gravità dei reati oggetto di condanna (corruzione in atti giudiziari con conseguimento di profitti quantificati in un milione di euro) e gli aspetti negativi della personalità del condannato (il quale aveva scelto di delinquere nonostante fosse dotato di tutti gli strumenti sociali e culturali per astenersi dalla consumazione di reati) nonché le complicità fornitegli dal suo nucleo familiare (la moglie e la suocera sono state condannate per varie ipotesi di favoreggiamento nell'ambito delle stesso procedimento definito dalla sentenza in esecuzione), e poi "ha passato in rassegna le condotte successive al reato, evidenziando l'assenza di segnali convincenti di revisione critica del passato, a prescindere dalla confessione finalizzata ad ottenere un trattamento sanzionatorio più mite". Ancora: "Al riguardo ha pertinentemente osservato che il Lollo, aveva sì avviato un'attività lavorativa libero professionale (consulenza in favore di aziende con problemi finanziari e di redditività), ma aveva preferito non allontanarsi dal settore in cui aveva commesso i reati nella qualità di giudice delegato ai fallimenti ed aveva, anzi, sfruttato le conoscenze personali acquisite nell'epoca di consumazione dei reati. Risulta, infatti, dagli accertamenti indicati nella sentenza in esecuzione che il commercialista con cui attualmente collabora, in passato, gli aveva versato una somma di denaro di ventimila euro con causale sospetta ed era stato anche intestatario dell'autovettura nella disponibilità di fatto di sua moglie. Ha, infine, rilevato che il Lollo, lungi dallo svolgere attività riparativa in favore della collettività, non aveva neanche preso la distanza dai reati lasciando spontaneamente l'appartamento confiscato, preferendo attendere la definizione del procedimento esecutivo che certamente non aveva agevolato". La Cassazione ha quindi dichiarato il ricorso dell'ex giudice inammissibile.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
17:15 1627312500 560 giorni di lotta contro il Covid: premiati gli operatori della Asl Roma 6
17:08 1627312080 75 casi positivi nella Asl Roma 6. Continuano le tappe del camper vaccinale
16:59 1627311540 Ad Aprilia sospeso lo sharing dei monopattini elettrici: troppi atti vandalici
16:06 1627308360 Ariccia, successo per la Festa di Santa Apollonia patrona della Città
13:40 1627299600 Tenta di adescare e molestare due bambine in spiaggia: denunciato
13:34 1627299240 Discarica Albano, Moresco: Sindaco chieda a Asl e Arpa analisi recenti e urgenti
13:01 1627297260 Pomezia, acqua e fogne per Monachelle: entro agosto l'affidamento dell'appalto
11:18 1627291080 Ardea, altre 3 date per vaccinarsi con Johnson senza prenotazione: il calendario
11:03 1627290180 Ardea: lavori in corso sul lungomare per riasfaltare circa 5 km di strada
10:45 1627289100 Lavori al centro idrico Ponte Gregoriano, stop all'acqua per 6 ore a Marino
10:05 1627286700 Discarica Albano, anche senza camion Ama via al presidio spontaneo dei residenti
09:45 1627285500 Tiro a volo, Diana Bacosi di Pomezia vince l'argento alle Olimpiadi di Tokyo
08:43 1627281780 Marchio turistico della Provincia di Latina e un concorso per scegliere il nome
08:33 1627281180 Zuliani candidata Sindaco: cosa l'ha fatta scappare da Pd-Lbc
08:32 1627281120 Discarica Albano, in piazza il no di cittadini, senatori e consiglieri regionali
25/07 1627228980 Aggredita vigilessa ad Anzio, denunciato l’autista di un camion di mozzarelle
25/07 1627224600 84 casi Covid nella Asl pontina. Impennata di positivi a Latina e Sezze
25/07 1627224180 Covid, 86 casi nella Asl Rm6. Va avanti la campagna vaccinale itinerante
25/07 1627221300 Giuseppe Conte a pranzo ad Aprilia: l'ex premier in vacanza sul litorale laziale
25/07 1627220760 Voli Covid-tested, cosa sono e cosa si deve fare per salire a bordo
25/07 1627213920 Suoni Divini: una domenica di degustazioni, concerti e visite museali a Lanuvio
25/07 1627210920 Ruba borse e portafogli dal centro commerciale di Latina, 23enne colta sul fatto
25/07 1627207200 Incendio doloso nei cantieri Rizzaro a Nettuno, due auto distrutte
25/07 1627206900 Il Sindaco di Nettuno: “Stima alla Polizia locale, Ranucci sporga denuncia”
25/07 1627200420 Discarica di Albano, don Antonio: Decisione scellerata. Andiamo uniti in piazza

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli