[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Ora è in forza all'Onda Volley

La campionessa del volley Marika Bianchini: «Ho scoperto Nettuno e...» FOTO

È con grande piacere e altrettanto stupore che la Nettuno sportiva accoglie Marika Bianchini: da qualche settimana, infatti, la 28enne schiacciatrice fiorentina – che può vantare una larga militanza nella Lega Pallavolo Serie A femminile – si allena con le ragazze dell’Onda Volley. Una presenza inaspettata quanto gradita, che conferisce lustro e visibilità alla società biancazzurra, di cui Marika racconta i dettagli.

Com’è finita da queste parti una professionista del tuo livello?

«Mia madre e mio fratello vivono a Nettuno, io sono reduce da una gravidanza e cercavo una palestra in zona dove potermi allenare per rimettermi in forma il prima possibile in vista della prossima stagione. Mi è stata indicata l’Onda Volley e devo dire che non potevano consigliarmi scelta migliore, perché ho trovato l’ambiente perfetto per ricominciare. Il presidente Davide Garzi è stato contentissimo di accogliermi, facendomi sentire a casa da subito. Mi sto divertendo, con le ragazze si è già creato un ottimo feeling dopo un mese e mezzo insieme, ridiamo e scherziamo, è una sorta di piccola famiglia. Ci sono i presupposti per creare legami futuri anche al di fuori dalla palestra».

A che livello hai trovato la squadra, attualmente immersa nella preparazione dei playoff di Serie C?

«Sinceramente reputo che la rosa si attesti su un buon livello per la categoria, il gruppo è tecnicamente valido e mette in pratica le idee tattiche del mister. In allenamento, poi, sono tutte determinate e non mancano scambi anche molto intensi…».

A tal proposito, dai racconti che ci giungono qualche ragazza torna a casa con le braccia piuttosto arrossate.

«Tra me e capitan Eleonora c’è un conto aperto, il suo obiettivo è sempre farmi muro e out: a volte riesce a limarmi le unghie, altre volte sono io a scattarle qualche bella fotografia (ride, ndr). Desirée Mennella è una delle mie vittime preferite, l’ultima volta aveva davvero il braccio rosso dopo aver provato a respingere un mio attacco, ma ci scherziamo su. Loro mi chiedono di insistere e sono felice di poter fungere da stimolo».

Che ne pensi della filosofia societaria di puntare sempre sui giovani del territorio?

«Anche io sono partita da una piccola realtà come Sorgane, un quartiere di Firenze ai confini con Bagno a Ripoli, il mio paese natale. Giocavo con l’attuale EuroRipoli, dove Matteo Morettini aveva la stessa mentalità, assolutamente condivisibile. Sono d’accordo con la volontà di puntare sui giovani, purché lanciati in un contesto dov’è presente il giusto mix anche con atleti più esperti. Bisogna far giocare chi è forte e merita, a prescindere dall’età, perché alla fine il giudice è sempre il campo, in qualsiasi categoria».

Nel 2015 ti sei laureata campione d’Italia con Casalmaggiore, ma vanti anche un doppio oro con la Nazionale (agli Europei Under-19 nel 2010 e ai Mondiali Under-20 nel 2011) e la Challenge Cup 2019 con Monza: a quale successo sportivo sei più legata?
«Senza nulla togliere alle altre vittorie, confesso di essere legatissima allo scudetto. Fu un anno meraviglioso non solo per il titolo, ma anche perché mai avevo trovato una squadra così affiatata: spogliatoio compatto nelle difficoltà, gruppo in totale sintonia, tutte a remare nella stessa direzione. Personalmente, poi, riuscii ad impormi da protagonista per più di metà stagione, compreso il set decisivo di gara 5 contro Novara».

Dopo la vittoria dello scudetto ti sei trasferita in Francia per giocare in Ligue A, un’esperienza durata solo metà stagione: troppe differenze tra i due Paesi o problemi di ambientamento con annessa nostalgia di casa?

«Andai in Francia per trovare più spazio, ma notai subito differenze tra i due campionati. Quello italiano è uno dei più competitivi al mondo e io volevo tornare a confrontarmi con un livello superiore».

 

Come hai vissuto la pandemia, sia dal punto di vista sportivo che personale?

«Ci sono stati pro e contro. Da una parte l’ho vissuta meravigliosamente, perché sono rimasta incinta e non poteva capitare anno migliore per la mia carriera pallavolistica. D’altro canto, non è facile restare chiusi in casa e trascorrere una gravidanza lontana da tanti affetti cari. Penso a mia sorella a Firenze, che ancora non ha avuto modo di conoscere mia figlia».

Ci salutiamo con un auspicio, che le strade possano nuovamente incrociarsi in futuro…

«Qui mi trovo benissimo, ho anche preso casa nuova con mio marito ad Anzio. Chissà, a fine carriera il mio percorso potrebbe incontrarsi nuovamente con quello dell’Onda Volley, magari in Serie B, a metà strada. A dire il vero ho già accennato l’idea al presidente Garzi, mai dire mai…».

Manuel Gavini

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
15:51 1624197060 Latina-Savoia, invade il campo a fine gara: denunciato a piede libero
15:41 1624196460 Ariccia, al Parco Romano attivo il "BookCrossing", il libero scambio di libri
11:38 1624181880 Torvaianica, muore mentre entra in acqua a fare il bagno, per cause naturali
11:26 1624181160 Ciampino, successo della Festa dei Fiori in centro, con i quadri infiorati
09:39 1624174740 Assassinio Desiree, la sentenza: 4 condanne, ma c'è uno scarcerato: Brian Minteh
07:59 1624168740 Albano: 8 sindaci, associazioni e comitati uniti contro riavvio della discarica
19/06 1624116180 Castelli Romani secondo "Junior Open Day" del mese, 1.600 adolescenti vaccinati
19/06 1624112340 Milagro, la cultura incontra i territori. «Un progetto per consumare arte»
19/06 1624108260 A Ostia l'ultimo saluto ai fratellini Daniel e David, uccisi senza motivo
19/06 1624108020 L’opposizione di Nettuno presenta una mozione per salvare Torre Astura
19/06 1624107840 Con la droga a bordo del mezzo della Protezione civile: arrestati ad Anzio
19/06 1624100040 Due giovani accoltellati sulla spiaggia del lago di Castel Gandolfo: un fermo
19/06 1624099800 A fuoco il garage seminterrato di un condominio, distrutte due motociclette
19/06 1624095300 Mons. Marcianò incontra gli Artiglieri Controaerei del COMACA di Sabaudia
19/06 1624095000 Finto radiologo palpeggiava le giovani pazienti: per lui sorveglianza speciale
19/06 1624094100 Sfruttamento dei braccianti nelle campagne pontine, cinque persone a processo
19/06 1624093500 Sindaci in protesta contro la riapertura della discarica di Albano
19/06 1624093080 Elezioni a Marino, otto liste civiche scelgono Stefano Cecchi candidato sindaco
19/06 1624092000 “Trombosi dopo il vaccino AstraZeneca”, la denuncia della madre di un 33enne
19/06 1624091460 Investì l'immigrato con cui aveva discusso poco prima: condannato a quattro anni
19/06 1624090440 Ultraleggero precipita, indagato il proprietario del velivolo per disastro aereo
19/06 1624083600 Albano, riavvio discarica: il sindaco Borelli risponde per le rime al ministro
18/06 1624034100 Doppio incendio a Nettuno, la Protezione civile in azione a Tre Cancelli
18/06 1624033860 Ubriaco crea il panico in centro a Nettuno, fermato e rilasciato dalla polizia
18/06 1624033320 Estratte le anfore dai fondali del lago di Nemi: un esperimento ben riuscito

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli