[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Mengozzi (Pd) alza la voce: “Davvero no”

Roma-Santa Palomba, Raggi 'scarica' rifiuti e case popolari su Albano e Pomezia FOTO

<
>
Un classico TMB
Un classico TMB
Il post del consigliere Pd di Pomezia, Stefano Mengozzi
Il post del consigliere Pd di Pomezia, Stefano Mengozzi
Giacomo Castro, presidente ass. Latium, Vetus
Giacomo Castro, presidente ass. Latium, Vetus
L'area di Roma-Santa Palomba, a ridosso di Pomezia, Albano e Castel Gandolfo
L'area di Roma-Santa Palomba, a ridosso di Pomezia, Albano e Castel Gandolfo

Ama, la municipalizzata dei rifiuti della Capitale, sarebbe intenzionata a costruire a Roma-Santa Palomba, nel IX Municipio - proprio al confine coi due comuni di Pomezia e Albano e nei pressi anche di Castel Gandolfo (la città dei Papi e del lago) - il suo nuovo Tmb da 540mila tonnellate di rifiuti all’anno per dribblare l’ennesima crisi dei sacchetti in strada, che sembra sempre più imminente, e l’ombra del Commissariamento regionale, ormai già in corso, per di più in piena emergenza sanitaria e con l’estate alle porte. Un’area, quella si Santa Palomba, su cui lo stesso Campidoglio a 5 Stelle sta già realizzando una grossa lottizzazione immobiliare, il cosiddetto housing-sociale (edilizia sociale) di Santa Palomba, fortemente avversato da larga parte della cittadinanza dei Castelli Romani, in corso di realizzazione nei pressi di un’importante area archeologica.

Il Tmb costituisce, tecnicamente, un impianto di Trattamento Meccanico Biologico, una sorta di frullatore per rifiuti indifferenziati, dentro cui viene triturato il pattume urbano prima che venga sepolto in discarica o bruciato in un inceneritore. Si tratta di un sistema di gestione dei rifiuti, quello basato su TMB, discariche e inceneritori, che era molto diffuso negli anni ‘80, ma che non ha davvero niente a che vedere, ovviamente, con il Porta a porta, la modalità di raccolta domiciliare della spazzatura domestica, con il riciclo e la riduzione dei rifiuti, ossia con sistemi di gestione del patume urbano decisamente più evoluti e soprattutto più sostenibili a livello igienico-sanitario e ambientale. Sistemi più evoluti di gestione dei rifiuti che il 5 Stelle, almeno a livello nazionale, ha trasformato in passato in una vera e propria bandiera politica e che ora sembra aver dimenticato.

STEFANO MENGOZZI

Non si sono fatte attendere, di fronte a questa decisione, le reazioni della politica, primo tra tutti quelle di Stefano Mengozzi, consigliere di opposizione del Pd di Pomezia, visto che la Giunta pometina è al momento nelle mani del sindaco Adriano Zuccalà (M5S). “La giunta Raggi – scrive Mengozzi sui suoi canali social - starebbe pensando ad un centro di trattamento rifiuti a Santa Palomba, al confine tra Roma e Pomezia. Avrebbe incaricato Ama di redarre un progetto, così come ammesso candidamente dall'assessora ai Rifiuti di Roma Capitale, Katia Ziantoni. No, davvero no! Non abbiamo bisogno di altri impianti che Roma dovrebbe localizzare dentro i suoi confini, senza scaricarli sui comuni di confine. Il comune di Albano già sta affrontando il problema: questa mattina in consiglio comunale sono intervenuto per chiedere un coordinamento tra i due enti che impedisca alla Raggi di risolvere i suoi problemi scaricandoli sul nostro territorio”.

LUCA ANDREASSI, VICESINDACO DI ALBANO

Su tale vicenda, abbiamo posto varie domande a Luca Andreassi, vicesindaco di Albano, coordinatore di Italia Viva di Roma e provincia di professione docente universitario all'Università di Tor Vergata.

L'area di Roma-Santa Palomba, al confine con Albano e Pomezia, potrebbe ospitare presto un TMB dell'Ama da 540 mila tonnellate di rifiuti l'anno: cosa ne pensa?

"Tutto il male possibile - risponde Andreassi - Intanto la tipologia di impianto. Un impianto TMB. Un anacronistico, inutile (se si fa la differenziata), inquinante, pericoloso (ne vanno a fuoco un numero significativo ogni anno) frullatore dei rifiuti indifferenziati che produce balle di rifiuto che vanno o negli inceneritori o in discarica. Inutile dire che dalle direttive dell’Unione Europea fino al Piano Regionale dei Rifiuti del Lazio tali impianti siano stati cassati. Significa, tra le righe, che la Città di Roma sta abdicando a tentare, almeno tentare, di attuare una dignitosa gestione dei rifiuti basata sul recupero di materia.

E poi il sito. Scegliere quel sito è un’offesa a tutto il territorio che va da Albano Laziale a Pomezia. Un territorio profondamente segnato da una impiantistica pesante nel trattamento dei rifiuti. Basti pensare agli incendi dell’impianto TMB a Roncigliano o di ECOX a Pomezia. Un territorio che vede già un impianto TMB ad Aprilia. Ma poi lo stesso sito in cui la sindaca Raggi ha già previsto 950 appartamenti di social housing, edilizia sociale, che subiranno un drammatico impatto da questo impianto. Ma in fondo che importa. La logica dell’impianto è la stessa degli appartamenti. Più lontano possibile dal centro di Roma".

Su cosa si dovrebbero puntare per bloccare l'iniziativa della Giunta Raggi? 

"La gestione dei rifiuti non è qualcosa lasciata all’estro del decisore. È una scienza e prevede passaggi progettuali certi. Credo che tale scienza e tale logica debbano essere usati impedendo che un territorio che si trova al 70% di differenziata sia costretto a subire l’incapacità e i fallimenti della Giunta Raggi. Perché, anche se formalmente è Comune di Roma, l’impatto è chiaramente di area ampia. Si pensi solo alla viabilità ed all’invasione di mezzi pesanti. Ed è chiaramente un impatto non sostenibile. Quantificare tale impatto nelle sue accezioni ambientali, energetiche, infrastrutturali e dimostrarlo in tutte le sedi. Dalla Conferenza dei Servizi a cui verranno invitate le Città limitrofe al TAR, se necessario. Questa la strada".

La situazione ad Albano e, più in generale ai Castelli, qual è?

"Una situazione in cui il livello della raccolta differenziata è molto alto, superiore al 70%. Una situazione cioè, che ha reso i Castelli Romani indipendenti o quasi da impiantistiche come TMB ed inceneritori, contribuendo a minimizzare anche il ricorso alle discariche, avendo di molto ridotto la produzione di rifiuto indifferenziato. Non abbiamo certo bisogno di Roma e della Raggi che scarichino i loro problemi su di noi. Più di quanto abbiano già fatto in questi anni. Anche se, eravamo stati facili profeti a prevedere, da parecchio tempo ormai,  che sarebbe andata a finire così".

LATIUM VETUS

Sulla vicenda, interviene anche Giacomo Castro, presidente dell'associazione Latium Vetus di Pomezia, associazione nota per la sua battaglia contro il biogas di Pomezia-Tor Maggiore che per il vincolo di 2mila ettari che dal 2017 abbraccia una ampia area tra Pomezia ed Ardea. "Questa - secondo Giacomo Castro - è solo l'ultima di una serie di azioni - tese a deportare tutti i problemi sociali, ambientali, legati al ciclo dei rifiuti e a scaricarli sulle periferie - prodotte da una politica sorda, cieca e priva di idee. Una politica che anziché essere una risorsa è al contrario un peso, un problema per il territorio e per i cittadini. Una politica che esula dal perimetro di questo o quel partito, una politica di cui dovremmo seriamente sbarazzarci. Associazione Latium Vetus ha sempre difeso questo territorio, dalle mille potenzialità, ma purtroppo per lui martoriato negli anni da criminali al potere. Anche in questo caso difenderemo il territorio...sappia perciò il Campidoglio che a Santa Palomba troveranno tutta una schiera di comitati ed Associazioni, tra cui la nostra, che non daranno loro tregua e che non permetteranno questo ennesimo scempio".

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
08:05 1620885900 Un positivo alla variante indiana: nuovi tamponi a tappeto a Sabaudia
07:57 1620885420 Nuova carovana rom si stabilisce ad Ardea: è la seconda in tre settimane
07:51 1620885060 In 18 a processo per lo smaltimento illecito del compost inquinato
07:49 1620884940 Coinvolta in un incidente: risultata in stato di ebbrezza alcolica. Denunciata
12/05 1620841980 A Sabaudia linee elettriche più efficienti: benefici per 4.000 utenze
12/05 1620837180 Pomezia: tenta la rapina in farmacia a mano armata, il farmacista reagisce
12/05 1620834960 Pierpaolo Piccioli di Valentino veste le star sul palco dei David di Donatello
12/05 1620834900 Anzio aderisce alla Giornata Mondiale della Fibromialgia e dell’Infermiere
12/05 1620834840 Capolei: “Orgoglioso per la nomina di Vice Presidente della Commissione Sanità”
12/05 1620828660 Coronavirus, 99 contagi in provincia di Latina nelle ultime 24 ore e 5 morti
12/05 1620828360 A Castel Gandolfo il lago tona balneabile: il sindaco revoca il divieto
12/05 1620824580 Open day vaccinale a chi ha più di 40 anni: due le sedi in provincia di Latina
12/05 1620823680 Lazio, anche chi ha 52 e 53 anni potrà prenotare il vaccino
12/05 1620822120 Incidente sulla Nettunense ad Anzio, ferito un centauro di circa 50 anni
12/05 1620820860 Vede i Carabinieri e getta la droga: arrestato un 21enne a Pomezia
12/05 1620819480 Bomba nelle case popolari di Latina Scalo: 12 famiglie evacuate
12/05 1620814680 Pomezia, teatro nell'ex consorzio agrario: al via gara per far partire i lavori
12/05 1620812280 Niente David di Donatello per Gabriel Montesi, in gara col film Favolacce
12/05 1620811980 Grottaferrata: l'ex biblioteca comunale tornerà agibile. Avviati i lavori
12/05 1620811680 Discarica alla Cogna: i 5 passaggi chiave. Dai Sì a Rida alla bonifica mai fatta
12/05 1620811380 Ardea, proposta: intitolare spazi pubblici a chi ha fatto la storia della città
12/05 1620811200 5 milioni per lavori su fiumi Amaseno, Sisto e Torrente Pontone
12/05 1620805740 Controlli del Nas nelle case di riposo, irregolarità con la "scusa" del Covid
12/05 1620805620 Maturità 2021: tesina e protocollo di sicurezza anti-Covid. Ecco come sarà
12/05 1620805380 Taglio degli alberi sulla SR218 Rocca di Papa, restringimento della carreggiata

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli