[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

La pandemia 'dimenticata'

"A Pasqua state a casa", appello di medici e infermieri allo stremo delle forze

File di ambulanze al pronto soccorso del Santa Maria Goretti di Latina
File di ambulanze al pronto soccorso del Santa Maria Goretti di Latina

“A Pasqua state a casa”. L’appello risuona in tutta Italia, non solo dalle istituzioni, a lanciarlo in forma di supplica sono proprio le persone impegnate in prima fila negli ospedali che cercano di riportare l’attenzione su quello che realmente sta accadendo nei pronto soccorso dedicati ai malati di Covid19. Dottori, infermieri e addetti alle ambulanze hanno davvero gravi difficoltà ad assistere il numero purtroppo crescente di richieste di aiuto. 

LA TERZA ONDATA È PIÙ DURA
Questa terza ondata è più dura delle precedenti, perché le varianti hanno reso più subdolo il virus e anche perché la società intorno a noi sembra quasi non voler più interessarsene. Si pensa più ai soldi che alla vita delle persone, ai propri interessi più che alla propria sicurezza. Il risultato è che nemmeno più i periodi di zona rossa e l’avanzamento del numero dei vaccinati bastano a frenare il virus.
Sarà perché ormai è più di un anno che siamo invischiati in questa pandemia, sarà perché l’inizio delle vaccinazioni ci ha fatto sentire un po’ fuori dal tunnel del Covid, ma una grossa fetta di popolazione non sembra essere cosciente di cosa si sta vivendo oggi negli ospedali. Chi si ammala di Covid e non può restare a casa, perché magari la saturazione è calata troppo o la febbre non accenna a scendere o ci sono altre gravi complicazioni, viene catapultato in una realtà che nemmeno immaginava. Lunghe code delle ambulanza davanti agli ospedali, con ore di attesa su una barella, giorni e giorni su un letto del pronto soccorso in attesa che se ne liberi uno in qualche reparto di qualche ospedale nel Lazio e, per i più gravi, la difficoltà ora anche di trovare un posto in terapia intensiva. Un vero incubo, purtroppo molto reale.

LA PANDEMIA 'DIMENTICATA'
Che senso ha allora riaprire per soli 2 giorni le scuole prima delle vacanza di Pasqua, oppure sbrigarsi a passare da rosso ad arancione, appena un indice cala sotto il limite anche di un solo centesimo di punto? Gli ospedali che traboccano di malati e i numeri quotidiani di nuovi casi non dipingono certo un quadro “arancione”.
Chi si appella poi all’enorme danno economico che sta subendo, dovrebbe riflettere sul fatto che per fare oggi una settimana in più in arancione (con comunque scarsissimi guadagni), allunghiamo l’uscita dalla pandemia di due settimane; il vero guadagno lo avremmo avuto tutti a stare chiusi in “super-rosso”, abbattere totalmente la diffusione del virus e a quel punto tornare alla vita ‘normale’. E non è un’utopia: diverse nazioni nel mondo hanno già raggiunto questo risultato, altre, come noi, sono ancora in piena pandemia. Troppi nostri politici sembrano guardare più agli indici di popolarità che alla soluzione giusta. 
“A Pasqua stiamo a casa” è l’appello che ognuno di noi dovrebbe fare a se stesso, per preservare la propria salute e quella dei propri cari e anche per non allungare di mesi e mesi questa agonia fatta di troppi morti e di enormi perdite economiche.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
12:45 1634726700 Ridotti i voli a Ciampino, passeggeri spostati a Fiumicino. Caos negli scali
12:38 1634726280 Stefano Cecchi proclamato sindaco di Marino: festa a sorpresa a Palazzo Colonna
12:33 1634725980 Francesca Sbardella proclamata sindaca di Frascati. Ora si attende la giunta
11:21 1634721660 I due musei di Pomezia finanziati dalla Regione Lazio con 14.000 euro
11:01 1634720460 Concorso letterario Antica Pyrgos: tutti i premiati dell'edizione 2021
11:00 1634720400 Discarica, continua la lotta dei cittadini. Ieri i comitati ricevuti alla ASL
10:53 1634719980 7 mila € dalla Regione Lazio per i luoghi della cultura di Frascati e Albano
09:55 1634716500 Ciampino, giovedì 21 ottobre riapre il doppio senso di marcia su Via di Morena
09:49 1634716140 Stop alla Discarica, "Difendiamo il territorio che lasceremo ai nostri figli"
09:48 1634716080 Festival Fiati Albano, gran finale col primo fagotto dell’Orchestra S. Cecilia
09:06 1634713560 Aperta la sede del comitato di quartiere Fossignano nel locale confiscato
09:04 1634713440 Ardea, effetto green pass: altre 60 persone si vaccinano al camper della Asl
08:46 1634712360 Inizia l'era di Valentino Mantini a Cisterna: proclamato sindaco
08:46 1634712360 Precipita durante un'arrampicata e si ferisce, lo recupera l'eliambulanza
08:39 1634711940 Rubano i telefoni al datore di lavoro in ritardo col pagamento degli stipendi
08:25 1634711100 Albano, comitato in protesta sotto al municipio: "No discarica, no maxi biogas"
08:22 1634710920 Coletta proclamato Sindaco. Attesa per i nomi degli assessori
08:14 1634710440 Sfreccia sulla Pontina a 159 km all'ora: patente ritirata e maxi multa
19/10 1634678760 Blitz della Polizia a Santa Barbara contro l’abusivismo: liberate case occupate
19/10 1634678580 Nettuno piange la scomparsa di un eroe: oggi l’ultimo saluto ad Angelo Licheri
19/10 1634678340 In bicicletta investito a Tre Cancelli a Nettuno: in Ospedale in codice rosso
19/10 1634658240 Giovanissimi picchiano un automobilista "colpevole" di non aver dato precedenza
19/10 1634657460 Pomezia: discarica abusiva a due passi dalla stazione, con pneumatici ed eternit
19/10 1634657040 "Marino ha compiuto un passo decisivo": le prime parole del Sindaco Cecchi
19/10 1634656500 Discarica dietro la stazione di Santa Palomba. I cittadini: "Ora basta!"

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli