[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

La pandemia 'dimenticata'

"A Pasqua state a casa", appello di medici e infermieri allo stremo delle forze

File di ambulanze al pronto soccorso del Santa Maria Goretti di Latina
File di ambulanze al pronto soccorso del Santa Maria Goretti di Latina

“A Pasqua state a casa”. L’appello risuona in tutta Italia, non solo dalle istituzioni, a lanciarlo in forma di supplica sono proprio le persone impegnate in prima fila negli ospedali che cercano di riportare l’attenzione su quello che realmente sta accadendo nei pronto soccorso dedicati ai malati di Covid19. Dottori, infermieri e addetti alle ambulanze hanno davvero gravi difficoltà ad assistere il numero purtroppo crescente di richieste di aiuto. 

LA TERZA ONDATA È PIÙ DURA
Questa terza ondata è più dura delle precedenti, perché le varianti hanno reso più subdolo il virus e anche perché la società intorno a noi sembra quasi non voler più interessarsene. Si pensa più ai soldi che alla vita delle persone, ai propri interessi più che alla propria sicurezza. Il risultato è che nemmeno più i periodi di zona rossa e l’avanzamento del numero dei vaccinati bastano a frenare il virus.
Sarà perché ormai è più di un anno che siamo invischiati in questa pandemia, sarà perché l’inizio delle vaccinazioni ci ha fatto sentire un po’ fuori dal tunnel del Covid, ma una grossa fetta di popolazione non sembra essere cosciente di cosa si sta vivendo oggi negli ospedali. Chi si ammala di Covid e non può restare a casa, perché magari la saturazione è calata troppo o la febbre non accenna a scendere o ci sono altre gravi complicazioni, viene catapultato in una realtà che nemmeno immaginava. Lunghe code delle ambulanza davanti agli ospedali, con ore di attesa su una barella, giorni e giorni su un letto del pronto soccorso in attesa che se ne liberi uno in qualche reparto di qualche ospedale nel Lazio e, per i più gravi, la difficoltà ora anche di trovare un posto in terapia intensiva. Un vero incubo, purtroppo molto reale.

LA PANDEMIA 'DIMENTICATA'
Che senso ha allora riaprire per soli 2 giorni le scuole prima delle vacanza di Pasqua, oppure sbrigarsi a passare da rosso ad arancione, appena un indice cala sotto il limite anche di un solo centesimo di punto? Gli ospedali che traboccano di malati e i numeri quotidiani di nuovi casi non dipingono certo un quadro “arancione”.
Chi si appella poi all’enorme danno economico che sta subendo, dovrebbe riflettere sul fatto che per fare oggi una settimana in più in arancione (con comunque scarsissimi guadagni), allunghiamo l’uscita dalla pandemia di due settimane; il vero guadagno lo avremmo avuto tutti a stare chiusi in “super-rosso”, abbattere totalmente la diffusione del virus e a quel punto tornare alla vita ‘normale’. E non è un’utopia: diverse nazioni nel mondo hanno già raggiunto questo risultato, altre, come noi, sono ancora in piena pandemia. Troppi nostri politici sembrano guardare più agli indici di popolarità che alla soluzione giusta. 
“A Pasqua stiamo a casa” è l’appello che ognuno di noi dovrebbe fare a se stesso, per preservare la propria salute e quella dei propri cari e anche per non allungare di mesi e mesi questa agonia fatta di troppi morti e di enormi perdite economiche.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
09/05 1620576000 Rocca di Papa, il Sindaco ricorda Peppino Impastato a 43 anni dalla morte
09/05 1620575460 Velletri, inaugurati percorsi playgroung sul monte Artemisio
09/05 1620571620 Asl di Latina: 88 nuovi positivi al Covid e un decesso nelle ultime 24 ore
09/05 1620570660 Covid, 58 nuovi positivi nelle ultime 24 ore nel territorio della Asl Roma 6
09/05 1620569580 Intitolata una via a Spinelli all'interno del parco Falcone e Borsellino
09/05 1620557280 Marino, escursionista soccorso sulle montagne del reatino dopo un malore
09/05 1620549180 Cittadini si rimboccano le mani per dare nuova vita al giardino della biblioteca
09/05 1620546660 Nessun open day delle vaccinazioni senza prenotazioni a Latina
09/05 1620546000 Razzo cinese: «Concluse le attività operative». Dove è caduto questa notte
08/05 1620510420 Operaio cade dalla scala nel cantiere navale a Nettuno, arriva l'eliambulanza
08/05 1620510300 Nettuno, ancora una bonifica a via delle Grugnole: zozzoni devastano il bosco
08/05 1620510180 Inaugurato al Cimitero di Nettuno il Monumento alle vittime del covid 19
08/05 1620496620 Ariccia, i "gioielli vegetali" del Brasile arrivano al Parco Romano
08/05 1620496200 Luca Guadagnini & band al contest musicale nazionale di Radio Italia
08/05 1620486480 Dopo un anno e mezzo riapre lo Zoo delle Star di Aprilia con gli animali-attori
08/05 1620485400 A Latina il 15 maggio arriva la statua del giovanissimo beato Carlo Acutis
08/05 1620483060 Frammenti di razzo cinese a rischio caduta stanotte nel Lazio: come comportarsi
08/05 1620482460 La campionessa del volley Marika Bianchini: «Ho scoperto Nettuno e...»
08/05 1620481440 Individuato ad Ardea dalla Polizia stradale un capannone pieno di moto rubate
08/05 1620472680 Azalee della ricerca: l'iniziativa Airc nel weekend anche a Lanuvio e Campoleone
08/05 1620470640 Controlli della Polizia sul territorio di Frascati, sanzioni ad alcuni negozi
08/05 1620469440 Scoperti i resti di 9 uomini di Neanderthal in una grotta al Circeo
08/05 1620467520 Maria prega per noi, Nostra Signora delle Grazie torna a San Giovanni a Nettuno
08/05 1620467400 Coronavirus: Nettuno piange la sua 59esima vittima, 5 i nuovi casi registrati
08/05 1620461220 Giornata della Croce Rossa: la Torre Civica di Pomezia si accende di rosso

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli