[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Associazioni e comitati in festa

Il Tar conferma il vincolo dei Castelli Romani. Respinto ricorso Castel Gandolfo FOTO

<
>
L'area che il comune avrebbe voluto lottizzare, ampia 120 ettari, quanto 240 campi di calcio si serie A, sui cui però pendono le tutele Ministeriali
L'area che il comune avrebbe voluto lottizzare, ampia 120 ettari, quanto 240 campi di calcio si serie A, sui cui però pendono le tutele Ministeriali
Il vicesindaco di Castel Gandolfo Cristiano Bavaro
Il vicesindaco di Castel Gandolfo Cristiano Bavaro
La sindaca di Castel Gandolfo Milvia Monachesi
La sindaca di Castel Gandolfo Milvia Monachesi
Il vincolo dei Castelli Romani nella sua interezza, 'abbraccia' 1400 ettari di campagna che insiste su tre comuni: Albano, Castel Gandolfo e Marino
Il vincolo dei Castelli Romani nella sua interezza, 'abbraccia' 1400 ettari di campagna che insiste su tre comuni: Albano, Castel Gandolfo e Marino

Il vincolo dei Castelli Romani è salvo, le associazioni e i comitati territoriali sono letteralmente in giubilo dopo una lunga battaglia prima mediatica poi giudiziaria. Il Tar del Lazio con la sentenza n. 3238/2021 ha rigettato quest'oggi, 17 marzo, il ricorso giudiziario intentato dal comune di Castel Gandolfo a febbraio 2020 contro il Ministero dei Beni Culturali, guidato da Dario Franceschini. Parliamo, in particolare, delle tutele paesaggistiche istituite dal Ministero dei Beni Culturali e Turismo su 1400 ettari di campagna ricompresa tra i comuni di Castel Gandolfo, Marino e Albano: un’area ampia quanto 2800 campi da calcio di serie A. Così ha stabilito la sezione seconda quater del Tribunale Amministrativo Regionale composta dai due giudici Donatella Scalia e Marco Bignami. In sostanza, su questi 1400 ettari non sarà possibile costruire edifici ad uso civile/industriale ma solo avviare strutture e attività di carattere ricettivo (bed and breakfast, agriturismo, etc), enogastronomico (ristoranti, etc) e agricolo: una pratica molto diffusa, quella della valorizzazione territoriale, in tanti altri comuni d’Italia e del mondo. Basti pensare al famoso cammino di Santiago, in Spagna, attorno a cui ruota un indotto economico-occupazionale di tutto rispetto, o alla più vicina via Francigena o alla via Appia antica. Il vincolo dei Castelli Romani andrà a impreziosire l'altro vincolo, istituito anni fa sempre dal Mibact, ma su 2mila ettari di campagna ricompresa tra i due comuni di Ardea e Pomezia, istituito su richiesta dell'associazione pometina 'Latium Vetus'.  Giova forse ricordare che il ricorso al Tar del Lazio contro il vincolo del Ministero fu voluto e votato da tutto il Consiglio comunale di Castel Gandolfo, maggioranza e opposizione, con l'unica eccezione 'positiva' dei consiglieri: Gasperini, Lumaca e Belli, nel corso di una seduta particolarmente incandescente. Il comune di Castel Gandolfo non ha ancora comunicato se e quando, contro la sentenza del Tar, presenterà un ennesimo ricorso al Consiglio di Stato, secondo grado della Giustizia amministrativa. 

LE REAZIONI

"Finalmente - sostiene Paolo Gasperini, consigliere di minoranza di Castel Gandolfo - possiamo dire in maniera definitiva che Pavona salvaguarda le proprie aree verdi e che la battaglia portata avanti, con il supporto dei concittadini che hanno firmato a tutela del vincolo, ci ha dato ragione. Adesso spero si volti pagina e si cambi la mentalità di sviluppo urbano che non significa sviluppo edilizio. L'equazione nuove case nuovi servizi è raccontata da chi "subisce" l'iniziativa privata e a poco da dire come interlocutore pubblico. Spero che adesso si percorra quella strada già intrapresa con il "Tavolo su una nuova urbanistica" che l'attuale amministrazione ha accettato ed istituito con una parte dell'opposizione (Movim. Aurora e M 5 S). Consumo zero di territorio e rigenerazione urbana dell'esistente, questi sono i pilastri intorno ai quali stiamo dialogando e sui quali costituire l'agenda urbanistica per il futuro." "Sono felice - gli fa eco Marco Alteri, consigliere comunale di maggioranza di Albano - di vivere all'interno di un'area tutelata dal vincolo paesaggistico, confermato dal TAR del Lazio, adesso dobbiamo lavorare per restituire la terra a chi la ama, per valorizzarla e creare lavoro e benessere duraturo e per tutti. Il merito va agli amministratori di Marino alle funzionarie del MIBAC, agli amministratori locali che difendono il territorio e anche agli oltre 240 concittadini insieme ai quali abbiamo firmato le motivazioni a difesa della nostra terra". "Apprendiamo, senza alcun stupore e con pacata soddisfazione - ci racconta invece Paolo Belli, consigliere comunale di minoranza di Castel Gandolfo - che il TAR del Lazio ha rigettato il ricorso proposto dal Comune di Castel Gandolfo contro il decreto del MIBACT dell’11 marzo 2020, il quale poneva un vincolo paesaggistico sull’area “…di notevole interesse pubblico…sita nei Comuni di Marino, Castel Gandolfo e Albano Laziale, denominata – La Campagna romana tra la via Nettunense e l’Agro romano –“ . La sentenza al punto 3 recita testualmente: “Le censure, da trattare congiuntamente, sono infondate.” Segue tutta la spiegazione e i motivi che hanno portato al rigetto del ricorso. Al di la di ogni polemica o battute di basso lignaggio politico, un tale risultato, a nostro modestissimo modo di vedere, era scontato. E’ proprio per questo motivo, che ho intrapreso, assieme all’ex Consigliere Paolo Gasperini, un percorso fatto di dialogo ed apertura verso la Maggioranza. Sono fermamente convinto che solo attraverso il dialogo si possa operare al meglio nell’unico interesse della Cittadinanza. Per questo motivo, oltre un mese fa, è nato un Tavolo di lavoro politico tra Maggioranza ed Opposizione. Scopo di questa collaborazione è il cercare di invertire il paradigma che vede come unica fonte di sviluppo urbano il consumo di suolo mediante edificazione continua di nuovi edifici. Le parole d’ordine del nostro futuro, se veramente vogliamo incidere, sono: Consumo di suolo 0 e riqualificazione urbana. A volte non sempre e non subito si riescono a comprendere stravolgimenti epocali, ma come l’emergenza sanitaria ha ridisegnato le nostre abitudini e le nostre vite, allo stesso modo e con la stessa umiltà dobbiamo accettare la necessità di un drastico cambiamento anche nella politica urbanistica sia locale, sia nazionale. Questa sentenza conferma le mie più profonde convinzioni e ci pone sulla giusta strada; nello stesso tempo sono molto soddisfatto che la Maggioranza nella persona del Sindaco Milvia Monachesi e la Presidenza del Tavolo di Lavoro, nella persona del Vicesindaco Cristiano Bavaro, abbiano saputo accogliere favorevolmente quest’istanza di cambiamento e per questo li ringrazio. Solo le montagne non s’incontrano mai e noi uomini, con molta umiltà e spirito di servizio non siamo certamente “montagne”. Un ultimo pensiero va all’Amministrazione marinese del Sindaco Carlo Colizza che grazie anche alla collaborazione dell’ottimo Assessore all’urbanistica, Andrea Trinca, è riuscita in un’opera titanica: bloccare un immenso piano di cementificazione nell’area del Divino Amore che avrebbe portato nel territorio dei Castelli romani scompensi inenarrabili sotto ogni profilo. Un moderna riproposizione del biblico Davide contro Golia".

LATIUM VETUS E ITALIA NOSTRA

"Si tratta - aggiunge Giacomo Castro, presidente dell'associazione Latium Vetus di Pomezia e promotore del vincolo di 2mila ettari tra Ardea e Pomezia - di una storica tappa a beneficio della Tutela del territorio dopo il vincolo paesaggistico di #Pomezia ed #Ardea emesso nel 2017. Le motivazioni riportate nell'odiena sentenza sono veramente storiche. Piena soddisfazione quindi, da parte di Associazione Latium Vetus, la quale aveva collaborato direttamente con gli enti di tutela affinché venisse ratificata la dichiarazione di notevole interesse pubblico de 'La Campagna romana tra la via Nettunense e l'Agro Romano (Tenuta storica di Palaverta, Quarti di S. Fumia, Casette, S. Maria in Fornarolo e Laghetto)". "La sezione di Italia Nostra sezione Castelli Romani - commenta Enrico Del Vescono, presidente di Italia Nostra sezione Castelli - si dice molto soddisfatta per questa sentenza in merito al ricorso del comune di Castel Gandofo.Italia Nostra si e' costituita legalmente  all'udienza in difesa del vincolo del MIBACT".

PARTITO COMUNISTA DEI CASTELLI ROMANI

"Bellissima vittoria al TAR del Ministero dei Beni Culturali - sostiene Danilo Ballanti, del partito Comunista dei Castelli Romani - ma anche delle associazioni ambientaliste, dei comitati e dei cittadini al TAR, che ha confermato il vincolo dei Castelli Romani. Sono stati sconfitti gli interessi degli speculatori, dei costruttori e del comune di Castel Gandolfo, che vogliono continuare a cementificare e distruggere il nostro territorio. Il Partito Comunista dei Castelli Romani chiede al Sindaco di Castel Gandolfo le immediate dimissioni in quanto non rappresenta in alcun modo gli interessi della popolazione e del territorio".

IL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE URBANISTA LAZIO

"Il vincolo paesaggistico dei Catelli romani è salvo - annuncia Marco Cacciatore, consigliere regionale ma soprattutto presidente della Commissione Urbanistica del Lazio - dopo la sentenza della Consulta sulla legge a firma mia e della collega @marta Bonafoni, che ha chiarito una volta per tutte quel che dovrebbe essere ovvio, la prevalenza del paesaggio sui diritti edificatoria, la sentenza del TAR di oggi respinge i ricorsi che gli si erano opposti e  rappresenta un grande risultato per cittadini e associazioni, che si sono battute in favore della tutela del nostro territorio. 
Questa vittoria è merito della volontà espressa dalle Comunità di diversi Comuni dei Castelli. In particolare dal Comune di Marino, che ha proposto l'ampliamento del vincolo di e cui vanno i miei più vivi complimenti, a partire dall'assessore @andrea trinca e il sindaco @carlo Colizza, che sono sempre rimasti suoi ferrei fautori. 
Purtroppo non tutte le amministrazioni hanno agito con lo stesso spirito, come nel caso di Castel Gandolfo, che ha fatto ricorso contro  l'estensione del Vincolo e dove è presente un'amministrazione di centro-sinistra, tuttavia in questo caso schierata dalla parte più liberista e sviluppista".


ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
17:49 1621352940 Spazi pubblici in più per i commercianti di Pomezia: gratis fino a fine 2021
17:14 1621350840 Vaccini Lazio under 50: da venerdì possono prenotare i nati nel 1974-1977
17:09 1621350540 Casi Covid, 33 positivi in più rispetto a ieri nella Asl Roma 6. Il bollettino
15:07 1621343220 15 nuovi contagi e nessun decesso: i numeri del Covid in provincia di Latina
14:40 1621341600 Albano, 9 associazioni e comitati chiedono l’ampliamento del Parco dei Castelli
13:45 1621338300 Lariano, insediato il nuovo comandante della Polizia Locale Di Bartolomeo
13:43 1621338180 A gennaio hanno rubato denaro in un negozio di animali, denunciata una coppia
12:28 1621333680 Il Sindaco di Anzio ricorda Battiato, l’applauso del consiglio neroniano
12:26 1621333560 Impianto rifiuti ad Anzio, Gruppo Misto – Europa Verde interrogano la Regione
12:24 1621333440 Il Sindaco di Anzio: “Le minacce alla Giannino a orologeria, colpiscono me”
12:23 1621333380 Il consigliere di Anzio Russo lascia i 5 stelle: “Grazie per questi 10 anni”
12:17 1621333020 Antenna 5G in via delle Molette a Marino: protestano i residenti e le famiglie
09:30 1621323000 Genzano: spunta antenna di 20 m. a Monte Cagnolo, i residenti scendono in strada
09:03 1621321380 Ripartono da oggi i concorsi al Comune di Ardea
08:20 1621318800 Rilancio del centro storico: nuova circolazione intorno alle mura di Lanuvio
08:18 1621318680 In provincia di Latina +8% di aziende nel 2021, mai così alto in 10 anni
08:15 1621318500 Sabaudia inaugura una sala lettura per bambini 0-6 anni in biblioteca
08:06 1621317960 Lancia un bicchiere addosso alla vigilessa che gli impone di rispettare le norme
17/05 1621273620 Cadavere nel container pieno di cocomeri: macabra scoperta a Pontinia
17/05 1621269900 Alicandri: “Le Vele ad Anzio sul ddl Zan violente e ignoranti, esterrefatto”
17/05 1621266840 Vaccino ai maturandi nel Lazio: ci sono le date. E nel week end Open day over 40
17/05 1621265820 Sorvegliato speciale al bar con un coltello a serramanico in tasca: arrestato
17/05 1621264560 Asl Roma 6: 32 casi Covid e un decesso tra Castelli e litorale nelle ultime 24h
17/05 1621263840 A Nettuno i positivi scendono sotto 200, sono due 2 i ricoverati in ospedale
17/05 1621259340 Ardea, gruppi di nomadi alle Salzare: la polizia locale allontana le roulotte

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli