[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Prime indiscrezioni dalla Procura

Incendio tossico di rifiuti alla Loas di Aprilia, c'è un primo indagato

Spunta un primo indagato nell'inchiesta del sostituto procuratore Andrea D'Angeli sull'incendio che il 9 agosto scorso ha devastato la ditta di recupero rifiuti Loas Italia srl in via dei Giardini, ad Aprilia. Il magistrato ha inscritto sul registro delle notizie di reato il legale rappresentante dell'azienda, Alberto Barnabei, anche se non è ancora noto con quale accusa, così come ancora non è noto se siano state formulate ipotesi di reato anche a carico dei due soci della srl. Mentre le indagini vanno avanti e, dissequestrato il sito, restano i sigilli soltanto ai computer, non sembra intanto essere emersa traccia di traffico di rifiuti, che in tal caso avrebbe fatto passare l'indagine per competenza alla Direzione distrettuale antimafia, e nell'eventuale processo si profila così una battaglia tra gli investigatori, che in base a una stima fatta riterrebbero che al momento in cui è divampato il rogo fossero presenti nell'azienda più rifiuti di quelli per cui era autorizzata, e la Loas che, documenti alla mano sui materiali conferiti, c'è da giurare che cercherà di dimostrare il contrario. Dubbi sarebbero inoltre emersi sull'impianto anticendio, che sarebbe stato funzionante e in tal caso se attivato avrebbe potuto ridurre notevolmente i danni causati dall'enorme rogo, con una nube nera levatasi dal sito soprattutto a causa della plastica andata a fuoco. Tutti aspetti che gli inquirenti prima e poi eventualmente il giudice dovranno vagliare esaminando le consulenze di parte e disponendo eventualmente una perizia. Uno dei soci e in precedenza responsabile della ditta, il 68enne Antonio Martino, tre anni fa era stato arrestato insieme ad altre 15 persone su ordine della Direzione distrettuale antimafia di Roma, tutti accusati di aver smaltito illecitamente rifiuti in una ex cava di pozzolana in via Corta, sempre ad Aprilia, dove sarebbero state interrate quantità enormi di materiali che dovevano essere smaltiti invece in discariche autorizzate. Vicende per cui Martino ha patteggiato. In precedenza alla Loas erano state  inoltre contestate violazioni alla normativa ambientale, per cui era stato emesso un decreto penale di condanna, che sempre Martino ha impugnato davanti al Tribunale di Latina. La Provincia, che il 24 giugno scorso aveva concesso alla Loas una proroga, ha intanto negato all'azienda il rinnovo dell'autorizzazione, vietandole di recuperare nuovamente rifiuti, e la Prefettura ha eliminato la stessa società dalla white list, precisando che tale provvedimento ha lo stesso valore di un'interdittiva antimafia. Eventuali responsabilità sul rogo dell'agosto scorso dovranno però essere chiarite dall'inchiesta che sta portando avanti la Procura della Repubblica di Latina.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
12:21 1610796060 Il Lazio ancora per oggi in zona gialla, da domenica 17 gennaio sarà arancione
11:58 1610794680 A Sermoneta arriva l’app Junker che aiuta i cittadini con la differenziata
11:47 1610794020 Una nuova sede per il commissariato di Velletri entro un anno
11:15 1610792100 Palestra aperta (e allenamenti in corso) nonostante i divieti: multa e chiusura
11:00 1610791200 Tragedia in una casa di riposo: almeno 5 ospiti morti, gli altri privi di sensi
09:36 1610786160 Rapina e tentato omicidio, 38enne di Nettuno arrestato in una comunità Ciociaria
09:36 1610786160 I giudici: demolire le opere realizzate per ospitare la statua del Santo a Sezze
09:32 1610785920 Il Tar salva lo stabilimento balneare di Torvaianica chiuso dal Comune
08:01 1610780460 Va avanti a Pomezia il progetto Pegaso: barriere contro la pesca a strascico
07:52 1610779920 Gli uffici postali di Monticchio e Doganella riaprono 6 giorni la settimana
15/01 1610734140 No alla riapertura della discarica di borgo Montello: incontro coi comitati
15/01 1610732580 A Genzano parte il progetto "Io faccio l'archeologo" con la soprintendenza
15/01 1610732220 Arrestato marito violento: programmava la fuga all'estero col figlio minorenne
15/01 1610732100 Senzatetto trovato morto in un ex ristorante abbandonato alle porte di Latina
15/01 1610730780 Aggredisce 4 agenti di polizia locale al centro di Anzio, fermata una donna
15/01 1610728560 A Latina un servizio diurno di accoglienza per le persone senza dimora
15/01 1610726940 Il Sindaco di Nettuno illustra in commissione il protocollo con le Ferrovie
15/01 1610726820 Bomba carta a Nettuno, tre persone all’interno al momento dell’esplosione
15/01 1610725980 Covid, Asl Roma 6: nelle ultime 24 ore 200 nuovi casi. Cinque i decessi
15/01 1610725080 Maltrattamenti sulla convivente: 58enne arrestato dopo un'indagine lampo
15/01 1610723940 Nel Lazio iniziata la vaccinazione degli over 80, «da febbraio si può prenotare»
15/01 1610723400 Coronavirus, a Latina e provincia altri 173 casi. I dati città per città
15/01 1610721660 Aprilia, sharing monopattini elettrici: il servizio parte lunedì. Tutte le info
15/01 1610719500 I docenti del Joyce lanciano un appello "Riaprite le scuole sì, ma in sicurezza"
15/01 1610716500 Erosione, tavolo tecnico permanente e interventi nei punti critici

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli