[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Pratica di Mare, progetto Alba Lavinium

Borgo, Mengozzi: In passato il Comune ha ceduto, ora cancellare la lottizzazione

Stefano Mengozzi, consigliere comunale di Pomezia Domani
Stefano Mengozzi, consigliere comunale di Pomezia Domani

Da alcuni giorni il borgo di Pratica di Mare è aperto, anche se al momento risulta accessibile solo il piazzale d’ingresso. Ma quale sarà il futuro del gioiello medievale incastonato a poche centinaia di metri dal centro di Pomezia? Lo abbiamo domandato al consigliere comunale di centrosinistra Stefano Mengozzi, uno dei protagonisti del fronte politico-associativo che chiede la completa accessibilità al pubblico del borgo medievale.

Consigliere Mengozzi, lei è schierato con le associazioni che chiedono la riapertura del borgo di Pratica di Mare al pubblico ed è stato critico nei confronti dell'amministrazione comunale. Eppure nell'ultimo anno sono state emesse numerose ordinanze in cui si imponeva alla società Nova Lavinium di rimuovere il cancello. A suo parere dove sta sbagliando il sindaco?

«Innanzitutto si deve evidenziare un evidente cambio di atteggiamento dell’amministrazione comunale sulla questione della riapertura del borgo di Pratica di Mare ai cittadini: credo che questa sia la prima e importante vittoria che abbiamo ottenuto, forze politiche e associazioni, grazie alla mobilitazione che abbiamo avviato in questi anni. Un successo che però non basterà se da parte del Comune non ci sarà la piena presa di coscienza sull’importanza di questa azione e del riconoscimento del borgo di Pratica di Mare come sito di preminente importanza pubblica e bene collettivo, inteso dal punto di vista della sua fruibilità. Devo sottolineare che la differenza di approccio tra l’ex sindaco Fucci, prono alle richieste dei privati, e l’attuale sindaco è un passo in avanti per una soluzione positiva della vicenda».

Tuttora la proprietà delle strade interne del borgo non è stata chiarita (si andrà in udienza al Tar a marzo 2021). Consideriamo però l'ipotesi che queste vengano dichiarate pubbliche, o ad uso pubblico. In che modo e con quali risorse il Comune potrà mantenere la fruibilità del borgo e impedire che ricada nello stato di degrado in cui era piombato solo pochi anni fa?

«Ogni comune italiano - questa è la forza del nostro Paese! – si trova a dover far fronte a spese di manutenzione per beni storici o artistici, semplicemente per il fatto che abbiamo l’obbligo di conservare ciò che ci è stato tramandato. Sarà la stessa cosa per le strade interne al borgo, per le quali però non mi sembra si prevedano costi eccessivi. Consideri peraltro che buona parte dei servizi primari sono già stati realizzati, proprio dal Comune, nei decenni passati. Segno ulteriore che è stata una follia della precedente amministrazione comunale non contestare la tesi della proprietà privata delle strade».

La Nova Lavinium è proprietaria di quasi tutti gli immobili interni e ne decide di fatto anche l'utilizzo (commerciale, ricettivo, ristorazione, etc.), per questo resta un interlocutore necessario per il Comune nella riqualificazione del borgo. Considerata la guerra di ordinanze e cause in corso, pensa che sarà possibile intavolare un dialogo proficuo tra pubblico e privato?

«La guerra in sede giudiziaria si è resa necessaria proprio per ristabilire i giusti rapporti tra pubblico e privato, anzi proprio su questo l’amministrazione Zuccalà sarà chiamata a dare prova di tenuta e difesa delle ragioni pubbliche anche in futuro. Sulla questione io stesso non ho mai puntato l’indice solo sul privato, che per me ha le responsabilità minori perché alla fine ha cercato di inseguire i propri interessi. Spettava al Comune, sotto la guida Fucci e M5s, difendere l’interesse pubblico invece di assecondare i privati. Su questo punto c’è stato un drammatico cedimento del potere pubblico».

La lottizzazione Alba Lavinium (oltre 100.000 mc di costruzioni su terreni di proprietà della famiglia Borghese) sembra scomparsa dal dibattito e al momento è rimasta solo sulla carta. Lei ritiene che la questione borgo-aree archeologiche e Alba Lavinium siano collegate?

«Sono collegate, o così è sembrato in passato, ed il dibattito sul tema non è affatto scomparso, anche perché nel prossimo Consiglio comunale si discuterà una mia mozione in cui propongo di eliminare il progetto di Alba Lavinium dalla programmazione urbanistica. Anche qui, non per una stupida guerra contro qualche privato ma per garantire l’interesse pubblico: si immagina cosa provocherebbe una nuova lottizzazione sulla via del Mare in termini di viabilità, traffico e qualità della vita? Sarebbe un disastro che è bene togliere subito dal tavolo della discussione!»

 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
07/03 1615134360 Covid, a Latina e provincia altri 151 contagi. Due morti, tra cui un 31enne
07/03 1615131780 Lanuvio, alunno positivo al Covid: sospeso scuolabus del centro urbano
07/03 1615126260 Covid 19, nella Asl Roma 6 altri 122 contagi. Il bollettino di oggi
07/03 1615124580 8 marzo, le iniziative del Comune di Lanuvio per la festa della donna
07/03 1615124340 Vaccino anti Covid: nel Lazio stop alle prenotazioni per i nati nel 1956-1957
07/03 1615112940 Genzano, il percorso dell'imbrattamento: cittadina deturpata dalla volgarità
07/03 1615112040 L’attore di Baby Riccardo Mandolini a spasso per Anzio, le foto con i fans
07/03 1615111920 Raccolti rifiuti di ogni genere a Lido dei Pini, assurda inciviltà delle persone
07/03 1615109700 Covid, nel Lazio da metà marzo il certificato per i cittadini vaccinati
06/03 1615056900 Genzano, inaugurata stamattina nuova sede del centro servizi e caf della Confael
06/03 1615049880 Coronavirus, anche oggi 148 nuovi casi e due decessi in provincia di Latina
06/03 1615048920 Castelli-Litorale: via ai vaccini in studi medici di base, tante le difficoltà
06/03 1615047240 Nuove rassicurazioni sul sottopasso di Casello 45: «Manca poco all'apertura»
06/03 1615044900 Bibite e caffè servite al banco dopo le 18, carabinieri chiudono bar di Ariccia
06/03 1615030140 Tamponamento sulla Pontina all'altezza di Pomezia, traffico verso la Capitale
06/03 1615027680 Andrea Agresti delle Iene a Corso Italia per aiutare le famiglie sfrattate
06/03 1615027560 Al via i lavori al parcheggione di Nettuno, variante da un milione di euro
06/03 1615027440 Edoardo Leo gira un film ad Anzio e Nettuno, riprese anche di notte dal 9 marzo
06/03 1615023120 Sanremo, doppio premio per Wrongonyou: l'artista ringrazia la sua Grottaferrata
06/03 1615021020 Coronavirus: Aprilia sorvegliata speciale, ma per ora i parchi restano aperti
06/03 1615019460 Carabinieri, 11° corso triennale Allievi Marescialli: domande entro il 15 marzo
06/03 1615019160 Il teatro Europa di Aprilia per ora non riapre: «Non ci sono le condizioni»
06/03 1615018800 Il carcere non piega il clan Di Silvio: in un pizzino i progetti criminali
05/03 1614969960 Il Lazio resta in zona gialla. Ecco le regole da sapere
05/03 1614968220 A fuoco il tetto di una abitazione alla periferia di Aprilia: pesanti danni

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli