[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Si torna alle urne il 4 e 5 ottobre

Rocca di Papa al ballottaggio: il Caffè intervista i candidati Cimino e Calcagni

Il 4 e 5 ottobre i cittadini di Rocca di Papa dovranno tornare alle urne per il ballottaggio delle elezioni comunali. A contendersi il ruolo di sindaco roccheggiano troviamo Veronica Cimino (Vivi Amorocca, Rocca in Comune, Insieme per Rocca di Papa, Apertamente) e Massimiliano Calcagni (Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia, Siamo Rocca di Papa). Al primo turno Veronica Cimino si è attesta su su 2.215 voti, 27,46% e l'avversario Massimiliano Calcagni su 2.085 voti, 25,85%. Il Caffè ha intervistato i due candidati a pochi giorni dal voto: ecco cosa pensano di fare una volta eletti, quali sono i progetti da mettere in campo fin da subito per l’annosa questione delle antenne su Monte Cavo e per rilanciare il centro storico e l’economia roccheggiana.

VERONICA CIMINO: “I giovani sono la nostra risorsa: vogliamo aprire un dialogo con tutti”

1 - Qual è il punto di forza del suo programma, cosa intende fare nei primi 100 giorni da sindaco?

“Quello che ho fatto nell’ultimo anno: lavorare molto per affrontare le tante criticità che caratterizzano la vita amministrativa di un comune di quasi 18mila abitanti. Potrei enumerare una bella lista di priorità, ma la verità è che bisogna procedere in modo coordinato su vari fronti. C’è molto da fare, dall’innovazione della macchina amministrativa, fino, per esempio, a rilanciare il turismo. Su questo dobbiamo essere coraggiosi. Consapevoli della nostra storia, dobbiamo ripartire costruendo una realtà nuova e innovativa, chiedendoci cosa possiamo offrire e come collocarci all’interno dell’attuale offerta turistica. In questo mutato scenario sociale, Rocca di Papa continua a mantenere inalterate tutte le prerogative per restare una meta privilegiata dei Castelli Romani: gli scorci mozzafiato, le bellezze naturali, la Via Sacra, la fortezza medievale, il Museo Geofisico e l’osservatorio astronomico, solo per fare qualche esempio. Ma d’altra parte stiamo lavorando anche per realizzare un asilo comunale, che offra servizi di alto livello e che sia gratuito per tutte le famiglie che ne hanno bisogno. Un progetto da attuare in collaborazione con istituti religiosi e associazioni del nostro territorio”.

2 - I temi caldi di Rocca di Papa: antenne e rilancio del centro storico, quali saranno le iniziative da prendere?

“Ci sono già stati i primi segni di ripristino della legalità. Infatti, nel 2019 è stata demolita un’antenna di 25 metri, a spese del responsabile dell’abuso. Ad agosto 2019 ho firmato personalmente le ordinanze di demolizione per tutti i tralicci presenti, pericolosamente vicini al centro abitato. Successivamente, il TAR ha rigettato tutti i ricorsi presentati, dando ragione alla nostra azione. Anche in questo caso, se gli “antennari” non toglieranno subito le antenne, ci penseremo noi ma con i loro soldi! Parallelamente, ho stabilito un contatto con il Ministero per i beni culturali, per uno specifico provvedimento di dichiarazione di interesse culturale per Monte Cavo, da estendersi anche alla via Sacra. Un progetto per riqualificare l’area, origine della civiltà latina, con un percorso che ne privilegi le potenzialità”.

3 - Quali sono gli aspetti positivi della città da cui ripartire?

“I giovani di Rocca di Papa rappresentano una risorsa fondamentale per la nostra società. Spesso sono depositari di conoscenze tecniche molto avanzate, hanno un acuto spirito critico, slancio creativo e anche capacità organizzative. Per questo vogliamo intensificare il dialogo già aperto con i tanti giovani, continuando a coinvolgerli attivamente nella vita cittadina, alimentando un senso di appartenenza che li faccia sentire accolti e parte integrante di un progetto sociale condiviso. Un laboratorio di idee, per disegnare insieme il futuro di Rocca di Papa, senza tralasciare le utopie apparentemente più irrealizzabili, perché è dai sogni che nasce la passione, la tensione etica del cambiamento. Lavorare come abbiamo fatto noi per Rocca di Papa vuol dire garantire prospettive di sviluppo, dignità, decoro, sicurezza, solidarietà verso i cittadini che ne hanno più bisogno. Una città senza ultimi, che non lascia indietro nessuno. Noi non siamo politici di professione, né lo vogliamo diventare. Noi siamo liberi. Facciamo tutto con le nostre forze. La passione muove le nostre azioni e vogliamo continuare a cambiare in meglio Rocca di Papa”.

MASSIMILIANO CALCAGNI: “Metteremo in sicurezza centro storico ed edifici scolastici”

1 - Qual è il punto di forza del suo programma, cosa intende fare nei primi 100 giorni da sindaco?

“Il nostro è un progetto politico valido, poiché studiato per il territorio, un vero e proprio piano di lavoro nel segno della lungimiranza, caratteristica fondamentale che dovrebbe avere qualsiasi programma di governo. Considerata la situazione vergognosa in cui versa il paese, sono molte le priorità da affrontare, ma già i primi interventi dovranno lanciare alla città un segnale di vita, di lotta al degrado sociale ed economico. Fra i tanti obiettivi primari vi sono la richiesta al Ministero dell'Interno di un contributo di 5 milioni di euro per il completamento della nuova sede Comunale (ex albergo Europa) e messa in sicurezza di tutti gli edifici scolastici e pubblici, la nomina e l'insediamento dei commissari per i Comitati di quartiere, la rivisitazione della viabilità cittadina e delle zone a parcheggio, l'avvio dei contatti con INVG per la riapertura del Museo geofisico, l'istituzione dell’ufficio Bandi Europei per richiesta di finanziamenti pubblici Europei e Nazionali;ed altri punti non meno importanti. Questi obiettivi, lavorando notte e giorno, come intendiamo fare, potranno essere raggiunti nei primi 100 giorni coinvolgendo in quest’opera tutti i dipendenti comunali che, sono certo, troveranno l'entusiasmo e l’orgoglio di partecipare al risveglio di Rocca di Papa”.

2 - I temi caldi di Rocca di Papa: antenne e rilancio del centro storico, quali saranno le iniziative da prendere?

“Per quanto riguarda il tema antenne, recentemente, a seguito della variazione del piano regionale delle frequenze, è stato stabilito che circa metà degli impianti dovranno essere spostati altrove, ma provvedimenti definitivi in tal senso non hanno ancora avuto luogo. Questa compagine politica ed il sottoscritto opererà affinché vengano rafforzate le risorse tecniche presso l'ufficio urbanistica e l’ufficio lavori pubblici. Questo consentirà alle poche risorse di potersi dedicare all'ultima fase rimasta da mettere in campo: demolizione! Metterò in campo tutti gli strumenti possibili per garantire un aggiornamento continuo alla cittadinanza circa i passaggi tecnici per raggiungere un obiettivo comune a tutti indistintamente. Per il centro storico intendiamo riqualificazione delle piazze, dei vicoli, delle pavimentazioni stradali e delle fontane storiche realizzando finalmente un piano del decoro urbano da approvare annualmente e che finalmente preveda degli interventi di pulizia e sistemazione scadenzati e programmati mensilmente con continuità e non effettuati una tantum; favorire ed incentivare una equa distribuzione sul territorio comunale degli sportelli che erogano servizi essenziali; realizzare un piano della mobilità che ridisegnerà la viabilità della Città al fine di renderla più organizzata, favorendo le zone non servite dal trasporto pubblico. Tutti i mezzi di trasporto utilizzati saranno rigorosamente ecologici”.

3 - Quali sono gli aspetti positivi della città da cui ripartire?

“Rocca di Papa ha molte peculiarità: boschi, natura, patrimonio storico-culturale, eccellenze enogastronomiche; tutte risorse a cui fino ad oggi non è stata affiancata una politica di programmazione lungimirante. Per questo è necessario un cambio di passo affinché queste qualità siano adeguatamente sostenute da una politica seria. Basta un buon governo che sappia mettere in campo strategie di gestione territoriale in grado di conciliare gli obiettivi economici con quelli di sviluppo e che sappia proporre visioni e azioni innovative”.

 cura di Laura Alteri 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
10:50 1607075400 Maxi controllo sul pescato: mercati, ristoranti e grossisti sotto controllo
10:44 1607075040 Covid: tamponi antigenici rapidi presso il San Raffaele di Rocca di Papa
10:17 1607073420 Lanuvio: spunta un palo simile a un monolite, forse è il gesto di un artista
10:14 1607073240 Nuova passerella pedonale a Cisternole: strade chiuse al traffico per 2 giorni
10:04 1607072640 Weekend di pioggia e gelo in arrivo ai Castelli, ma per la neve c'è da attendere
09:58 1607072280 Tornano a Marino i Buoni Spesa: dal 10 dicembre possibile fare domanda
09:37 1607071020 Dischetti sul lungomare: Comune di Latina parte civile al processo
09:33 1607070780 Frascati: al via i tamponi rapidi per la cittadinanza effettuate dalle farmacie
09:07 1607069220 Manca il certificato antimafia, bloccato il nuovo maxi appalto rifiuti ad Ardea
09:04 1607069040 Tamponi in farmacia, partenza a rilento. Ostacolo occupazione suolo pubblico
08:29 1607066940 Incarichi facili e stipendi d'oro, Pomezia si prepara a chiedere soldi indietro
08:17 1607066220 Il tribunale sospende l'interdittiva antimafia per la Loas di Aprilia
08:11 1607065860 La Procura indaga sui 18 anziani morti con il Covid alla Rsa di Cori
08:07 1607065620 I Carabinieri gli sequestrano (per la seconda volta) la macchina: denunciato
03/12 1607019960 Il sindaco di Terracina chiede al prefetto di chiudere le scuole
03/12 1607016420 L’assessore Noce: “Ecco gli impegni del Comune di Nettuno per i disabili”
03/12 1607016240 Lavori in corso ad Anzio per il restyling integrale della Riviera Mallozzi
03/12 1607016180 Esenzioni impossibili al Barberini di Nettuno, l’odissea di una cittadina
03/12 1607013360 Coronavirus, nella Asl Roma 6 altri 143 casi in un giorno. Sei decessi
03/12 1607013060 Condannato per tentato omicidio, si nasconde tra i bisognosi all'hotel di Latina
03/12 1607011380 Covid, Latina e provincia ancora sopra i 200 casi. Sono 59 solo a Terracina
03/12 1607009520 Buoni spesa Covid: a Pomezia tempo fino al 18 dicembre per richiederli online
03/12 1607008740 Covid, il sindaco Coletta dimesso dall'ospedale: «Grazie Latina per l'affetto»
03/12 1607004060 Luminarie di Natale: ecco come saranno quest'anno a Latina
03/12 1607002500 «Nei prossimi 6 mesi differenziata e teatro. Nel mandato bis le grandi opere»

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli