[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Ha avuto un malore in carcere

Addio a Vincenza, a Pomezia era un simbolo (ma forse non di ciò che pensiamo)

Non è facile per una pometina scrivere queste poche righe. Avremmo potuto trattare la morte di Vincenza Pistola come una delle tante notizie della giornata, approfittare della sicura eco mediatica che ci avrebbe garantito il pubblicare un articolo per primi. Non ce la siamo sentita. Lo facciamo oggi, a qualche ora di tempo di distanza e con qualche certezza in più da dare ai nostri lettori.
Quello che sappiamo è che Vincenza è mancata ieri nel carcere femminile di Rebibbia, dove era detenuta, a quanto pare a seguito di un attacco di cuore. Non c'è dubbio che con la sua morte la comunità di Pomezia abbia perso qualcosa, ma che cosa esattamente?

Molti in queste ore dicono che Vincenza era un simbolo, ed è certamente vero: era forse il simbolo vivente dei limiti del nostro sistema socio-assistenziale. È morta in carcere, lontano dalla città in cui ha vissuto la sua breve vita. Il suo trascorso era noto, i diversi generi di violenza subita fin dalla tenera età anche, le sue attuali problematiche erano sotto gli occhi di tutti. Ma Vincenza era anche il desiderio nascosto e poche volte confessato di provare a raddrizzare la sua vita, trovare una parvenza di serenità, essere lasciata in pace.  

Non poteva riuscirci da sola, e negli ultimi anni qualcuno con cui si era aperta più del solito ha provato a fare qualcosa per aiutarla a raggiungere questo flebile desiderio (sapete che Vincenza in carcere partecipava al laboratorio teatrale?). Tuttavia, la morte dietro le sbarre rappresenta con crudezza quello che come società riserviamo alle vite "marginali". L'emarginazione, appunto, la messa ai margini di un mondo che scorre a un ritmo diverso, che non ha tempo da perdere. 
Non c'è in questo articolo la volontà di condannare qualcuno, di puntare il dito e di trovare responsabilità. Ma se l'addio a Vincenza deve lasciare un segno, che sia almeno quello della riflessione.

Ognuno di noi conserva il suo ricordo di Vincenzina e chi l'ha guardata con più attenzione sa anche tracciarne qualche dettaglio. Chi scrive ricorda l'imbarazzo che le ha letto in volto quella volta che si era messa una maglia «da femmina» e si sentiva brutta, ma soprattutto quella capacità di osservare le persone e istintivamente capire chi si trovava di fronte. Per qualcuno si preoccupava anche, seguendo un suo personalissimo metro di giudizio, e a modo suo diceva le cose come stavano, come le sapeva dire. Alla comunità di Pomezia oggi resta soltanto la possibilità di scegliere come salutarla, magari tributandole la stessa onestà che lei spesso ha bruscamente rivolto a noi.

 

 

 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
17:17 1603379820 Cadavere ritrovato ad Anzio, si indaga su due uomini scomparsi da anni
17:16 1603379760 Fondi Covid a Nettuno, l’opposizione: “Discutiamone in commissione”
17:14 1603379640 Minorenni spacciatori in monopattino fermati dalla polizia ad Anzio
16:57 1603378620 Covid, altri 82 casi nella Asl Roma 6. La Regione richiama medici in pensione
16:52 1603378320 Asl Latina: 89 nuovi contagi da coronavirus. Si conferma il link familiare
16:07 1603375620 Borgo, Mengozzi: In passato il Comune ha ceduto, ora cancellare la lottizzazione
15:28 1603373280 Coronavirus, il Comune di Pomezia chiude anche ufficio Cultura e Istruzione
15:19 1603372740 Pomezia, al via la manutenzione di marciapiedi e aree pedonali del centro
15:17 1603372620 Ecco il modulo di autocertificazione per gli spostamenti notturni nel Lazio
14:14 1603368840 Drive in: il test del tampone da domani si prenota on-line. Ecco la procedura
12:35 1603362900 Minacce con pistola dopo l'incidente stradale: denunciato
12:21 1603362060 Rubano un furgone con materiale industriale e fuggono, ma vengono intercettati
11:51 1603360260 Sulle scale di casa viene morso dal cane del vicino, 22enne al pronto soccorso
11:09 1603357740 Albano-villa Doria, si chiude il 16 dicembre s-vendita definitiva dell’ex Isfol
11:05 1603357500 Labbra: è uscito il nuovo singolo pop-indie di Andrea "Pawa" Vaccaro
10:30 1603355400 Genzano: gheppio ferito da colpi di fucile recuperato e messo in salvo
10:26 1603355160 Violenza sessuale di gruppo su una minore durante il lockdown: tre fermi
09:57 1603353420 Incidente tra tre mezzi a Sabaudia: perde la vita un ragazzo di 17 anni
09:46 1603352760 Alto Ritmo: Jacopo Taddei al saxofono e Samuele Telari alla fisarmonica bajan
09:26 1603351560 Latina, aperte le iscrizioni all'albo dei presidenti di seggio
08:47 1603349220 Fornai col reddito di cittadinanza (e lavoravano in nero): la Finanza li scopre
08:28 1603348080 Il campo di calcio Aldo Ballarin di San Felice Circeo verso la riapertura
08:20 1603347600 30mila tamponi per le scuole superiori della provincia usati per le urgenze
08:20 1603347600 Più controlli anti Covid e più tutele alla Polizia locale di Velletri
08:14 1603347240 Violenze sessuali sulla pista ciclabile di Latina, un informatico a processo

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli