[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Incendi alle auto del sindaco e del vice

Intimidazioni di fuoco per far cadere l'amministrazione di Sermoneta: 4 arresti

L'auto del vicesindaco data alle fiamme il 22 febbraio scorso
L'auto del vicesindaco data alle fiamme il 22 febbraio scorso

Risolto il giallo degli incendi del 7 e 22 febbraio scorso alle autovetture di Maria Marcelli, vice sindaco di Sermoneta, e del 9 maggio all’auto di Giuseppina Giovannoli sindaco di Sermoneta.

I carabinieri hanno arrestato Giuseppe Gentile, 46enne, commerciante e presidente della Pro Loco di Sermoneta; Emanuel Poli, 44enne, commerciante di Sermoneta; Giovanni Bernardi, 41enne, pregiudicato di Latina; agli arresti domiciliari Angela Toti, 49enne, compagna di Poli.

L’operazione è il risultato di sei mesi di indagini della stazione di Sermoneta e del Reparto Territoriale di Aprilia, svolte mediante attività tecniche d’intercettazione ed analisi degli impianti di videosorveglianza, “che hanno inequivocabilmente documentato – si legge nella nota stampa dei Carabinieri – come Gentile abbia commissionato agli altri correi l’incendio delle autovetture in uso a Maria Marcelli e a Giuseppina Giovannoli per indurle a dimettersi dalla loro carica pubblica, ritenendo che le politiche da quelle perseguite ledessero i suoi interessi economici”.

Gentile si diceva insoddisfatto dell’indipendenza dell’amministrazione comunale: i carabinieri parlano di “lesa maestà”, in quanto il sindaco non avrebbe fatto gestire alla pro Loco alcuni aspetti economici della secolare Fiera di San Michele e, soprattutto, l’amministrazione avrebbe fatto rimuovere una impalcatura nel centro storico in uso a gentile per la ristrutturazione di un immobile di sua proprietà, dopo che i lavori erano fermi da tempo e i ponteggi occupavano suolo pubblico.

I carabinieri sono intervenuti con gli arresti prima che la gang mettesse in atto un nuovo e ben più grave attentato ai danni della Giovannoli: l’incendio della sua abitazione. Come detto, l’obiettivo di Gentile era quello di far cadere la giunta e successivamente candidarsi lui stesso.

LA NOTA DEL SINDACO

“Questa mattina, appresa la notizia, ho telefonato al comandante del Reparto territoriale di Aprilia col. Riccardo Barbera e della stazione di Sermoneta mar. Antonio Vicidomini per complimentarmi, a nome mio personale e dell’intera amministrazione comunale, per la brillante conclusione delle indagini sugli attentati incendiari che hanno riguardato la mia auto e quelle del vicesindaco Maria Marcelli.

A giudicare ci penserà la magistratura: piena fiducia nel loro operato. Io non posso che esprimere la mia soddisfazione per l’attività investigativa svolta egregiamente dalla Procura di Latina e dai carabinieri e conclusa in pochi mesi. Io, l’amministrazione e l’intera comunità meritavamo risposte su episodi vili e preoccupanti per una città come la nostra, che si è sempre distinta per accoglienza, solidarietà e rispetto del prossimo.

Aver fatto chiarezza su questa vicenda è stato importante, perché a essere minacciata non ero solo io o la vice sindaco, ma tutta la comunità.

Quanto accaduto ha scosso me, Maria Marcelli e le nostre famiglie, ma non abbiamo mai abbassato la testa: la legalità e il rispetto delle regole sono stati e restano il cardine della nostra attività amministrativa e sono orgogliosa del fatto che questo sia emerso anche dalle indagini.

Andiamo avanti a testa alta con ancora più convinzione ed entusiasmo, insieme a tutti i miei consiglieri, nell’interesse esclusivo del bene comune, non di pochi ma di tutti”.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
10:30 1603355400 Genzano: gheppio ferito da colpi di fucile recuperato e messo in salvo
10:26 1603355160 Violenza sessuale di gruppo su una minore durante il lockdown: tre fermi
09:57 1603353420 Incidente tra due mezzi a Sabaudia: perde la vita un ragazzo
09:46 1603352760 Alto Ritmo: Jacopo Taddei al saxofono e Samuele Telari alla fisarmonica bajan
09:26 1603351560 Latina, aperte le iscrizioni all'albo dei presidenti di seggio
08:47 1603349220 Fornai col reddito di cittadinanza (e lavoravano in nero): la Finanza li scopre
08:28 1603348080 Il campo di calcio Aldo Ballarin di San Felice Circeo verso la riapertura
08:20 1603347600 30mila tamponi per le scuole superiori della provincia usati per le urgenze
08:20 1603347600 Più controlli anti Covid e più tutele alla Polizia locale di Velletri
08:14 1603347240 Violenze sessuali sulla pista ciclabile di Latina, un informatico a processo
21/10 1603308000 Coprifuoco anche nel Lazio: da venerdì sera spostamenti vietati dalle 24 alle 5
21/10 1603306440 Coronavirus, boom di casi anche a Nettuno, 40 positivi in 3 giorni, si sale a 68
21/10 1603298100 I residenti raccolgono i fondi per riacquistare le statue sacre rubate
21/10 1603295400 Salgono ancora i positivi in provincia di Latina: sono 101. Due morti ad Aprilia
21/10 1603294500 Trovato morto in casa il dottor Luigi Ottavio, uno dei medici storici di Genzano
21/10 1603293780 45 sospetti casi Covid in una scuola di Pomezia, scatta l'ordinanza di chiusura
21/10 1603293660 Trovato cadavere dissezionato al Caracol ad Anzio, indagano i Carabinieri
21/10 1603287060 Nove immobili abusivi da demolire: Aprilia chiede i fondi al ministero
21/10 1603286700 Chiuso per due giorni il Comune di Lanuvio: «Solo una sanificazione preventiva»
21/10 1603286040 Tentato furto al ristorante: a casa dell'arrestato trovato un telefono rubato
21/10 1603285860 85 nuovi contagi ad Anzio in appena 72 ore: i positivi totali sono ora 116
21/10 1603285740 Scomparso da 24 ore, trovato senza vita in un fossato Carlo Cifra
21/10 1603285500 Trovato morto al parco Falcone e Borsellino, si ipotizza overdose
21/10 1603283520 Chiude lo storico hotel Selene di Pomezia: via alla procedura fallimentare
21/10 1603282560 Cotral, più corse per le scuole: pubblicato bando per servizi bus aggiuntivi

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli