[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Molte rinunce, si cerca ancora

Scuole, arrivano 32 medici e infermieri anti Covid in provincia di Latina

Immagine d'archivio
Immagine d'archivio

Si ritorna a scuola e, tra mille precauzioni e nuove regole da rispettare, entrano a regime anche le equipe anticovid. Ogni Asl ne ha una ed il referente di ogni scuola dovrà rapportarsi con essa in caso di necessità. L’equipe è supportata nel suo lavoro, anche da ulteriore personale sanitario: un gruppo multidisciplinare denominato “Scuole che Promuovono Salute” (SPS) voluto dalla Regione Lazio (composto da medici, infermieri e assistenti sanitari) che ha l’obiettivo di favorire il rispetto delle norme comportamentali e l’azione tempestiva in presenza di casi e focolai da virus Sars-CoV-2. Proprio in questi giorni l'azienda sanitaria sta selezionando i professionisti che entreranno in servizio presso il Dipartimento di Prevenzione di Latina e che andranno a costituire il gruppo: il tetto massimo indicato dalle linee guida nella Regione Lazio (290 in tutta la regione), uscite lo scorso 7 settembre, per Latina è di 32 e la Asl ha pensato ad una suddivisione in 10 medici e 22 infermieri. Le selezioni sono state già avviate: sono del 14 settembre scorso le prime due determine della Asl, che indicano assunzioni a tempo determinato. Per un anno è stata stabilita la durata del contratto dei primi 15 collaboratori infermieri, non legata – almeno nell’atto amministrativo – alla riapertura delle scuole, ma genericamente all’emergenza coronavirus, con un impegno di spesa di circa 368mila euro. Nell’altra determina, invece, che nomina nove medici selezionati per lo svolgimento dell’incarico in libera professione fino al 30 giugno 2021, il riferimento alle scuole è esplicito: sono previste 40 ore settimanali retribuite 40 euro l’ora per ciascun medico, con un impegno di spesa per la Asl di circa 191mila euro per il 2020 e di 382mila per il 2021, per un totale di oltre 573mila euro per l’intero anno scolastico. Con i medici, però, c’è un problema. Finora infatti avrebbero accettato il lavoro soltanto alcuni di loro: il problema sarebbero infatti le incompatibilità tra i diversi incarichi ricoperti da questi ultimi, prevalentemente giovani specializzandi, e questa difficoltà amministrativa non sarebbe in alcun modo superabile, se non attraverso uno specifico provvedimento del governo che attui una deroga: la situazione non sarebbe infatti limitata alla sola provincia di Latina, ma più generalizzata. L’alternativa sarebbe continuare a cercare, e a scorrere nelle graduatorie, con un conseguente slittamento temporale. Nel frattempo la Asl, in collaborazione con l’Ordine provinciale dei medici della provincia di Latina, sta cercando di reclutare questi dieci medici per svolgere quel ruolo di coordinamento e prevenzione anticovid nelle scuole che la Regione Lazio ha reso obbligatorio in ciascuna Asl del territorio con l’ordinanza del 31 agosto. Il personale sanitario che entrerà in servizio avrà un ruolo fondamentale per il contenimento dei contagi durante l’anno scolastico perché avrà un doppio ruolo: in una fase preparatoria dovrà coordinare gli attori coinvolti nella valutazione iniziale del rischio, in monitoraggio, formazione, informazione e comunicazione, e poi – in fase di gestione dei possibili casi e focolai nelle scuole e servizi educativi – valutare le azioni messe in campo. Lo scopo è uniformare sul territorio regionale le strategie ed azioni adottate per la prevenzione e il contenimento della circolazione di infezione all’interno delle scuole fino al secondo grado, ed agire in maniera ancora più tempestiva in presenza di casi e focolai. 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
15:57 1603547820 Muratore e pusher arrestato a Genzano mentre cede erba a un cliente
15:14 1603545240 Ad Ariccia set blindato per il film L'Ombra di Caravaggio con Riccardo Scamarcio
15:06 1603544760 Primo consiglio comunale ad Ariccia, si presenta la giunta Staccoli
12:21 1603534860 Abbazia di Valvisciolo in rosa come simbolo della prevenzione del tumore al seno
12:15 1603534500 I sindaci pontini al premier: subito aiuti a ristoratori e commercianti
10:20 1603527600 Ok al progetto del completamento della palestra della scuola Orzini di Aprilia
10:09 1603526940 Droga e astice in carcere a Latina, chieste condanne per 121 anni
10:07 1603526820 Trovato agonizzante sul ciglio della 148: due indagati per la morte di un 28enne
09:56 1603526160 Confagricoltura Latina, Luigi Nicolini confermato presidente per altri 4 anni
23/10 1603465380 Centro commerciale in via del Lido, archiviato il procedimento giudiziario
23/10 1603464900 Uil: nel 2020 66 contagi da Covid sul luogo di lavoro in provincia di Latina
23/10 1603464240 Asl Roma 6, 124 nuovi contagi da Covid-19 nelle ultime 24 ore
23/10 1603461420 Nemi senza vicesindaco da mesi: proposta la mozione di sfiducia al sindaco
23/10 1603460220 Coronavirus, boom di casi a Latina e provincia: 126 nuovi contagi in 24 ore
23/10 1603457400 «Geolocalizzazione dei contagi per fasce d'età», la strategia della Asl Latina
23/10 1603456680 Commesse aggredite da quattro ladre a Castel Romano: salvate dalla polizia
23/10 1603454100 La Finanza di Aprilia scopre abiti di marca contraffatti venduti in tutta Italia
23/10 1603452600 Bici elettrica rubata trovata a casa di un 20enne: restituita ai proprietari
23/10 1603452420 Minaccia un passante col coltello per farsi dare i soldi, ma la vittima scappa
23/10 1603450560 Genzano: la ditta rifà via Grandi... ma asfalta anche i tombini
23/10 1603450320 Annunciati nuovi posti letto nella Asl Rm6: 80 in più tra Albano, Ariccia e Nemi
23/10 1603450080 Frascati: dal centro ricerca Enea arriva un sensore per test rapidi sul respiro
23/10 1603447740 Covid: nel Lazio tamponi effettuati anche dai medici di base e in farmacia
23/10 1603447620 Festival Pontino di Musica: sfida a suon di quartetti fra Boccherini e Haydn
23/10 1603447260 Salgono i contagi in provincia di Latina. La prefettura: "Serve responsabilità"

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli