[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Muti Zingaretti Arpa e Ministero Perché?

Disastro Loas: solo la ASL dà qualche mezza risposta ai cittadini

<
>
Il terribile rogo alla Loas Srl di Aprilia, a 2 passi dalla via Pontina. Scoppiato il 9 agosto e spento il 17
Il terribile rogo alla Loas Srl di Aprilia, a 2 passi dalla via Pontina. Scoppiato il 9 agosto e spento il 17
L'articolo con le domande e gli indirizzi ai quali inviarle, uscito sul Caffè del 27 agosto
L'articolo con le domande e gli indirizzi ai quali inviarle, uscito sul Caffè del 27 agosto

Disastro Loas: a parte l'area nel raggio di 2 km, in cui è vietato coltivare, raccogliere a mangiare i prodotti agricoli l coltivati, non è dato sapere se si possono mangiare frutta e verdura, carni e latte prodotti anche solo un centimetro più in là. Né è dato conoscere altre informazioni, ad esempio come siano stati fatti i rilievi sull'aria riguardo ai venti ed altri aspetti importanti per la salute pubblica e la gestione del post-disastro. 

Parliamo della nube tossica sprigionata per giorni e giorni dall'incendio verificatosi il 9 agosto nel sito di lavorazione dei rifiuti a ridosso della via Pontina, direzione sud, ad Aprilia.

Un concentrato di veleni che si è sparso in lungo e in largo, verso Latina, Anzio e Nettuno, ma pure verso Ardea e i Castelli Romani. Eppure le presunte misure di precauzione a tutela della salute pubblica sono state prese solo nel raggio di 2 km dallo stabilimento andato a fuoco.

Il rogo è stato ufficialmente dichiarato spento il 17 agosto. Nove giorni e nove notti di diossine policlorobifenili emessi a ciclo continuo nei cieli di un territorio vasto.

Qui pubblichiamo la risposta inviata dalla ASL di Latina ad alcuni cittadini che chiedono lumi e indicazioni pratiche sugli effetti del disastro Loas.

Le loro domande le hanno inviate anche al Ministero dell'ambiente, all'Arpa Lazio, al presidente del Lazio Zingaretti e agli assessori regionali all'Ambiente Enrica Onorati, alla salute Alessio D'Amato e ai rifiuti Mauro Valeriani. Tutta gente che non risponde, almeno per ora.

Le domande sono quelle pubblicate dal Caffè nella nostra inchiesta lo scorso 27 agosto (LEGGI QUI e QUI), con gli indirizzi e-mail dei vari personaggi istituzionali di riferimento ai quali inviarle.

Ma a questo punto sorge un'ulteriore domanda, poiché la Asl dice che si attendono gli esiti delle analisi da parte dell'Arpa Lazio – l'Agenzia regionale per la protezione ambientale. Ebbene, visto che la vendemmia è in corso, se dovesse emergere qualcosa di “strano” sulle uve, butteremo il vino? 

Di seguito le domande e poi la risposta della Asl di Latina, nella persona del dottor Antonio Sabatucci

E poi, tutti i nomi, cognomi e indirizzi mail dei vari personaggi ai quali inviare le domande. 

***

LE DOMANDE DEL CAFFÈ E DEI CITTADINI

Salve,

siamo residenti in Aprilia (LT), via [...], e vogliamo sapere con urgenza quale è la salute dei nostri terreni, della nostra acqua, della nostra aria e dei nostri ortaggi, e quindi quella nostra e dei nostri figli, a seguito dell'incendio del deposito di rifiuti Loas avvenuto il 9 agosto 2020.

Nello specifico noi siamo ad una distanza di poco più di 2 km, ad est rispetto al sito incendiato. Vogliamo sapere fino a quando controllerete le ricadute della nube Loas su acqua e suolo, in quali territori esattamente e con quali sistemi.

Possiamo mangiare adesso frutta e ortaggi da noi coltivati?

Farete controlli sulle uve, sulle olive e sugli altri prodotti agricoli coltivati e sugli animali allevati (e sul loro latte) nei territori intorno all'epicentro Loas: Aprilia, Latina, Anzio, Nettuno, Lanuvio, Ardea, Velletri, Pomezia?

Chi ha l'orto come deve comportarsi?

L'aria viene monitorata nelle 4 direzioni dei venti?

State verificando o verificherete a tappeto, in modo puntuale e continuo, i sistemi antincendio e l'osservanza della normativa antincendio in tutte le società e siti che lavorano i rifiuti di vostra competenza?

Sulle acque e sui terreni che controlli state facendo e farete? Quando avremo i risultati?

Vi auguriamo un buon lavoro ed attendiamo vostra risposta.

Grazie

***

LA RISPOSTA DELLA ASL

In risposta alla vostra richiesta pervenutaci in data 17/09/2020 si rappresenta quanto segue:

l'evento inquinante relativo alla nube tossica sprigionatasi dalla Loas ad Aprilia è stato oggetto di impegno e studio che ha visto coinvolti i vari Enti preposti alla verifica delle condizioni ambientali e dello stato igienico sanitario delle colture presenti nei terreni limitrofi all'area coinvolta nell'incendio: ASL, Arpa Lazio, Istituto zooprofilattico di Roma e della Regione Lazio.

Si precisa che sono stati eseguiti per un piano di monitoraggio condiviso fra gli Enti coinvolti, vari tipi campionamenti: dell'aria, dei terreni, dell'acqua dei pozzi ivi presenti 2 privati ed uno pubblico e di vegetali ( fogliame) di diverse tipologie di colture olivo, basilico e vite come da indicazioni fornite dall'Ist. zooprofilattico.

I campionamenti sono stati poi ripetuti a distanza di circa una settimana e poi si sono allargati su altre tipologie di colture sempre coprendo l'area di ricaduta dei contaminanti secondo l'ipotesi prodotta dall'Arpa Lazio e cioè sia nei 200-800 metri dalla Loas che nel raggio dai 2 ai 5 km. A tutt'oggi siamo in attesa dei risultati analitici completi che ci possano fornire precise indicazioni sulla necessità-opportunità di continuare il monitoraggio sui vegetali al fine di fornire informazioni precise all'Amministrazione Comunale ed ai cittadini che si trovano nelle aree più colpite dall'evento disastroso.

In raccordo con la Prefettura, stiamo controllando anche le altre attività produttive e di stoccaggio rifiuti presenti sul territorio provinciale.

Distinti saluti

Il Vice Direttore del Dipartimento di Prevenzione - Dottor Antonio Sabatucci

*** * ***

Nomi, cognomi e indirizzi ai quali inviare le domande

ARPA LAZIO

> Capo del Dipartimento stato dell'ambiente

Marco Le Foche, che dirige anche i Servizi monitoraggio delle risorse idriche - Suolo e bonifiche: [email protected]

> Dirigente del Servizio qualità dell'aria e monitoraggio ambientale degli agenti fisici: 
[email protected]

> Dirigente del Dipartimento pressioni sull'ambiente e Servizio attività produttive e controlli: [email protected]

> Dirigente Arpa Lazio, sezione provinciale di Latina [email protected] 

ASL LATINA
> Direttore generale, Giorgio Casati: 
[email protected] 

> Direttore Dipartimento di prevenzione, Igino Mendico:

[email protected] - 
[email protected]


REGIONE LAZIO
- Presidente Nicola Zingaretti: 
[email protected] 

> Assessore regionale ai rifiuti, Mauro Valeriani:  [email protected]

> Assessore alla salute, Alessio D'Amato: 
[email protected]

> Assessore all’ambiente e all’agricoltura, Enrica Onorati: 
[email protected]

 

MINISTRO dell'AMBIENTE Sergio Costa
[email protected]

 

 

 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
17:23 1618327380 Crolla la strada mentre si asfalta a Nettuno intervento immediato di Acqualatina
17:17 1618327020 "Amministrazione allo sbando, incapace di amministrare il bene comune"
17:17 1618327020 Rinvenuti otto ordigni bellici ad Anzio, nella macchia in zona Lido dei Pini
17:11 1618326660 Coronavirus, nella Asl Roma 6 altri 70 contagi e 6 decessi nelle ultime 24 ore
17:05 1618326300 Pallanuoto, Under 16 Nazionale. L'Antares Latina travolge il Maniampama
16:46 1618325160 Addio a Massimo Cuttitta: amici e compagni di rugby ai funerali del campione
16:23 1618323780 Asl di Latina: 48 casi Covid positivi nelle ultime 24 ore, 4 i decessi
16:15 1618323300 Covid, Pomezia piange altri 4 cittadini deceduti. Il cordoglio del Comune
15:28 1618320480 Ciampino: approvati atti per la valorizzazione del Parco Aldo Moro
15:23 1618320180 Lavori sulla Pontina ad Aprilia e Latina: dureranno quattro mesi
14:46 1618317960 E’ Walter Di Carlo il nuovo assessore all’Ambiente del comune di Anzio
14:36 1618317360 Di Carlo assessore alle politiche ambientali. Arriva un nuovo consigliere
13:24 1618313040 Vaccino Johnson & Johnson: oggi arrivano le prime 184mila dosi a Pratica di Mare
12:57 1618311420 Colpo in banca: entrano da un buco nel muro e minacciano gli impiegati
12:54 1618311240 Castelli Romani, via al 'contratto di falda' per salvare le riserve idriche
12:51 1618311060 Aggredisce la compagna incinta al secondo mese: arrestato a Pomezia
12:08 1618308480 Castelli Romani, via al ‘contratto di falda acquifera’
11:54 1618307640 Mitreo di Marino: si pensa a lavori per le murature originali e nuovi punti luce
11:38 1618306680 Case popolari, Ardea: aperto bando per formare la graduatoria. Come partecipare
11:36 1618306560 È arrivata la nuova Tac all'ospedale di Terracina: in funzione entro fine mese
10:48 1618303680 Denunciato per aver fatto lavorare un connazionale senza permesso di soggiorno
10:03 1618300980 Grave incidente frontale a Lariano, auto si cappotta. Tre feriti gravi
09:36 1618299360 Grottaferrata: i produttori del mercato contadino contestano il sindaco
09:36 1618299360 Ryanair contesta la riduzione dei voli all'aeroporto di Ciampino
09:26 1618298760 A Lanuvio torna in funzione l’Ufficio del Benessere degli Animali

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli