[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Latina, 11 misure cautelari

Operazione Dirty Glass: ecco i nomi degli arrestati. Ci sono due Carabinieri

AGGIORNAMENTI - Le indagini hanno preso il via dalla denuncia resa nel dicembre 2017 al commissariato di Terracina da un uomo che dichiarava di aver trovato davanti alla porta del suo ufficio una busta con una scritta minatoria e delle munizioni.

Successivamente gli agenti hanno scoperto che il fatto era stato volutamente costruito dagli indagati, un gruppo di imprenditori della provincia di Latina e di origine campane che gestivano attività commerciali realizzando profitti illeciti con episodi di bancarotta fraudolenta realizzati allo scopo di subentrare nella gestione di aziende in dissesto in prossimità di fallimento.

L'operazione ha portato a undici arresti, quattro in carcere e sette ai domiciliari, un divieto di dimora nella provincia di Latina e il sequestro di quattro società attive nella commercializzazione del vetro. In carcere Luciano Iannotta, presidente del Terracina Calcio e imprenditore della provincia di Latina, Luigi De Gregoris, Natan Altomare (già coinvolto nella nota operazione Don't Touch) e Pasquale Pirolo. Ai domiciliari , i Carabinieri Alessandro Sessa e Michele Lettieri Carfora che è stato anche comandante della stazione di Sezze,  Franco Cifra, Antonio e Gennaro Festa e Thomas Iannotta. Divieto di dimora in provincia di Latina  e interdittiva dai pubblici uffici per Stefano Ivano Altobelli.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

A seguito di indagini dirette dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Roma e condotte dalla Squadra Mobile di Latina, è in corso un’operazione della Polizia di Stato, tesa all’esecuzione di 11 misure cautelari, ed il sequestro di 4 società, attive nella commercializzazione del vetro, per reati in materia fiscale e tributaria, violazioni della legge fallimentare, estorsione aggravata dal metodo mafioso, intestazione fittizia di beni, falso, corruzione, riciclaggio, accesso abusivo a sistema informatico, rivelazioni di segreto d’ufficio, favoreggiamento reale, turbativa d’asta, sequestro di persona e detenzione e porto d’armi da fuoco.

È stata disvelata una qualificata rete di relazioni attraverso cui gli indagati, in prevalenza imprenditori della provincia di Latina ed altri di origini campane, gestivano le proprie attività commerciali realizzando profitti illeciti derivanti dall'acquisizione di asset distratti da società commerciali in dissesto, dalla turbativa di procedimenti di esecuzione e da attività di riciclaggio di proventi di attività delittuose.

Le attività tecniche di intercettazione hanno anche consentito di accertare come il perseguimento di tali finalità illecite avveniva attraverso l'utilizzo sistematico di soggetti appartenenti alla pubblica amministrazione rivelatisi a disposizione degli indagati, nell'opera di acquisizione di informazioni coperte da segreto d'ufficio e strumentali a schermare le imprese criminali da eventuali indagini di polizia giudiziaria.

Un profilo particolarmente caratterizzante si è rivelato altresì quello relativo alla capacità di relazionarsi con appartenenti al mondo della criminalità organizzata, utilizzandone all’uopo i servizi laddove emergesse la necessità di risolvere contrasti con altri imprenditori, avvalendosi in tal caso della forza di intimidazione derivante dall'appartenenza di tali soggetti a clan autoctoni di natura mafiosa operanti sul territorio di Latina.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
29/09 1601409720 Caso covid all’Innocenzo XXII, nessuno avverte gli insegnanti: la denuncia
29/09 1601395080 Question time sulle scuole, l’assessore Ludovisi: “Oltre 200 interventi”
29/09 1601395020 Via dello Scopone a Nettuno dissestata, un cittadino: “Si rischia di morire”
29/09 1601394900 Forte inquinamento ai Marinaretti, prorogato il divieto di balneazione
29/09 1601392080 Covid, 19 nuovi casi a Latina e provincia. Deceduto un paziente di Cori
29/09 1601391180 37 casi positivi nella Asl Rm6: due casi di rientro da Sardegna e Toscana
29/09 1601390580 La Sagra dell'Uva di Marino quest'anno non si fa, ma gli eventi non mancheranno
29/09 1601390100 Controlli serrati durante la movida di Frascati: verificate oltre 20 attività
29/09 1601385900 Cisterna, due casi Covid: in quarantena classe della primaria e parte del nido
29/09 1601385840 39 casi positivi a Rocca di Papa: presidio di Polizia alla casa di riposo
29/09 1601385540 Giovane imprenditore dei Castelli vince l'Oscar Green per il vino biologico
29/09 1601384820 Cava dei Selci avrà una nuova scuola: il video del progetto da 1.600.000 €
29/09 1601384400 Chiude tratto di strada della via Appia Nord per abbattimento alberi
29/09 1601377200 Furto di una bici elettrica da 650 euro: denunciato per ricettazione un 38enne
29/09 1601377140 Forza il blocca sterzo di scooter per rubarlo, colto sul fatto dai Carabinieri
29/09 1601374380 A Velletri attivato lo Sportello del lavoro: presentato il nuovo progetto
29/09 1601373360 Quadro ispirato al lavoro di medici e infermieri donato all'ospedale di Velletri
29/09 1601372880 Genzano, partecipazione all'incontro sulla preservazione del territorio
29/09 1601372460 Genzano: maestre positive al covid19, chiuso l'asilo nido comunale
29/09 1601372460 Tor San Lorenzo, nell'istituto Ardea 2 lezioni sospese fino a data da destinarsi
29/09 1601371680 Omicidio sul lungomare di Ardea: imputato condannato a 16 anni di carcere
29/09 1601368980 Infermiere di farmacia a Sezze: ecco come funziona il progetto
29/09 1601368800 Albano: in classe col progetto "Entrata Veloce e Sicura" ideato dai genitori
29/09 1601367660 Ariccia: da giorni una perdita idrica su via Perlatura, ma nessuno interviene
29/09 1601366880 Sermoneta, i consiglieri rinunciano al gettone di presenza: andrà al sociale

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli