[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Ciò che non dicono comunicati ufficiali

Nube tossica Loas: le domande che tutti possiamo inviare a chi di dovere

<
>
LA NUBE VERSO LATINA, POI APRILIA E OVUNQUE Vista dalla Pontina, il 9 agosto alle ore 20: diretta verso sud ovest (Latina nord - Nettuno). Chi ha avvisato le popolazioni?
LA NUBE VERSO LATINA, POI APRILIA E OVUNQUE Vista dalla Pontina, il 9 agosto alle ore 20: diretta verso sud ovest (Latina nord - Nettuno). Chi ha avvisato le popolazioni?
La Loas Italia vista dal drone del Caffè a maggio 2017
La Loas Italia vista dal drone del Caffè a maggio 2017
Il disastro ambientale esploso il 9 agosto e continua ad ammorbare una vasta area intorno ad Aprilia. Il rogo è partito proprio dal "cuore" della Loas, immortalato dall'alto a maggio 2017 dal Caffè
Il disastro ambientale esploso il 9 agosto e continua ad ammorbare una vasta area intorno ad Aprilia. Il rogo è partito proprio dal "cuore" della Loas, immortalato dall'alto a maggio 2017 dal Caffè
Piazzali Loas Italia a maggio 2017
Piazzali Loas Italia a maggio 2017

Prima che altri incendi avvelenino ulteriormente l'ambiente e la popolazione, prima che il biocidio in corso prosegua indisturbato tra le province di Roma e Latina, qualcosa possono fare i cittadini. Alcuni, ben pochi finora, si informano e fanno domande alle Istituzioni sull'incendio che ha sprigionato la terribile nube tossica targata Loas Italia Srl di Aprilia. E ci sarebbe inoltre il deposito di pneumatici andate a fuoco il 20 agosto ad Ardea. 

La passività fa male. È un veleno anche ingoiare i soprusi dei professionisti dell'inquinamento, magari affiancati da silenzi e “sviste” dei tecno-burocrati e notabili politico-affaristici. Molti lettori si sono sentiti ulteriormente mortificati dal silenzio quasi totale dei Tg nazionali sul disastro Loas. Il Caffè è da maggio 2017 ha monitorato, anche dall'alto, il sito Loas. A luglio di quell'anno, divulgammo alcune inequivocabili foto dal drone: tre grossi capannoni e ampi piazzali con cataste di rifiuti. Aspettammo luglio perché in quel mese scattò finalmente il sequestro della ex cava trasformata in discarica tossica a ridosso della Pontina direzione nord, in via del Tufetto, sempre ad Aprilia. In quella ex cava, il giudice per le indagini preliminari Monica Ciancio scrisse che vi erano “rifiuti provenienti dalla società Loas Italia Srl”. La dottoressa Ciancio, della Direzione distrettuale antimafia di Roma, fece perciò arrestare e portare in cella anche il signor Antonio Martino, titolare della Loas Italia. L'eventuale processo per il rogo Loas, se mai ci sarà, potrebbe concludersi con altro fumo, come è stato per il “misterioso” incendio che il 30 giugno 2016 distrusse l'impianto di trattamento meccanico cosiddetto biologico (TMB) a Roncigliano, sotto Albano, e poi per l'EcoX di Pomezia, per i Tmb romani del nuovo Salario e Rocca Cencia. Durante il famigerato lockdown, le ditte dei rifiuti sono state autorizzate ad accumulare fino alla metà in più dei rifiuti per cui sono già autorizzate. Basta una semplice autocertificazione sui sistemi anticendio, senza obbligo di potenziarli. Lo dice la circolare numero 22276 del 30 marzo firmata dal Ministro dell'ambiente, Sergio Costa, e recepita il giorno dopo dal vicepresidente del Lazio, Daniele Leodori. Se ne è subito avvalso, ad esempio, il megaimpianto per rifiuti non differenziato Rida Ambiente ad Aprilia, il più grande TMB del Lazio che prepara le balle da bruciare negli inceneritori. Anche su tale impianto si è posata la lente dell’Antimafia romana, che a fine luglio ha concluso le indagini su Rida per traffico illecito di rifiuti. Da notare: finito il lockdown, motivo ufficiale della scelta del Ministro Costa, nessun adeguamento antincendio è stato previsto in questi casi. 

Pubblichiamo qui alcune domande e i nomi dei referenti degli organismi pubblici ai quali inviarle. I lettori ci riferiranno se e come gli hanno risposto oppure no. 

Fino a quando controllerete le ricadute della nube Loas su acqua e suolo, in quali territori esattamente e con quali sistemi? 

Possiamo mangiare adesso frutta e ortaggi coltivati in tale area? 

Farete controlli sulle uve (in raccolta ora) e sugli altri prodotti agricoli coltivati e sugli animali allevati (e sul loro latte) nei territori intorno all'epicentro Loas (Aprilia, Anzio, Nettuno, Latina, Lanuvio, Velletri, Ardea, Pomezia)? 

Chi ha l'orto, come deve comportarsi? L'aria viene monitorata nelle 4 direzioni dei venti? 

State verificando o verificherete a tappeto, in modo puntuale e continuo i sistemi antincendio e l'osservanza della normativa antincendio in tutte le società e siti che lavorano rifiuti di vostra competenza? 

Sui terreni e sulle acque che controlli state facendo e/o farete?
Inviare le domande a:

ARPA LAZIO
> Capo del Dipartimento stato dell'ambiente

Marco Le Foche, che dirige anche i Servizi monitoraggio delle risorse idriche - Suolo e bonifiche: [email protected]

> Dirigente del Servizio qualità dell'aria e monitoraggio ambientale degli agenti fisici: 
[email protected]

> Dirigente del Dipartimento pressioni sull'ambiente e Servizio attività produttive e controlli: [email protected]

> Dirigente Arpa Lazio, sezione provinciale di Latina [email protected] 

ASL LATINA
> Direttore generale, Giorgio Casati: 
[email protected] 

> Direttore Dipartimento di prevenzione, Igino Mendico:

[email protected]
[email protected]


REGIONE LAZIO
- Presidente Nicola Zingaretti: 
[email protected] 

> Assessore regionale ai rifiuti, Mauro Valeriani:  [email protected]

> Assessore alla salute, Alessio D'Amato: 
[email protected]

> Assessore all’ambiente e all’agricoltura, Enrica Onorati: 
[email protected]

 

MINISTRO dell'AMBIENTE Sergio Costa
> [email protected]

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
17:53 1618329180 Genzano piange il dipendente comunale Elio Cesaroni: "Era un uomo molto stimato"
17:47 1618328820 Ai domiciliari va al bar, ma incontra proprio l'agente che lo aveva arrestato
17:38 1618328280 Prende di mira un negoziante, segnala finte violazioni Covid e lo fa chiudere
17:23 1618327380 Crolla la strada mentre si asfalta a Nettuno intervento immediato di Acqualatina
17:17 1618327020 Rinvenuti otto ordigni bellici ad Anzio, nella macchia in zona Lido dei Pini
17:17 1618327020 "Amministrazione allo sbando, incapace di amministrare il bene comune"
17:11 1618326660 Coronavirus, nella Asl Roma 6 altri 70 contagi e 6 decessi nelle ultime 24 ore
17:05 1618326300 Pallanuoto, Under 16 Nazionale. L'Antares Latina travolge il Maniampama
16:46 1618325160 Addio a Massimo Cuttitta: amici e compagni di rugby ai funerali del campione
16:23 1618323780 Asl di Latina: 48 casi Covid positivi nelle ultime 24 ore, 4 i decessi
16:15 1618323300 Covid, Pomezia piange altri 4 cittadini deceduti. Il cordoglio del Comune
15:28 1618320480 Ciampino: approvati atti per la valorizzazione del Parco Aldo Moro
15:23 1618320180 Lavori sulla Pontina ad Aprilia e Latina: dureranno quattro mesi
14:46 1618317960 E’ Walter Di Carlo il nuovo assessore all’Ambiente del comune di Anzio
14:36 1618317360 Di Carlo assessore alle politiche ambientali. Arriva un nuovo consigliere
13:24 1618313040 Vaccino Johnson & Johnson: oggi arrivano le prime 184mila dosi a Pratica di Mare
12:57 1618311420 Colpo in banca: entrano da un buco nel muro e minacciano gli impiegati
12:54 1618311240 Castelli Romani, via al 'contratto di falda' per salvare le riserve idriche
12:51 1618311060 Aggredisce la compagna incinta al secondo mese: arrestato a Pomezia
12:08 1618308480 Castelli Romani, via al ‘contratto di falda acquifera’
11:54 1618307640 Mitreo di Marino: si pensa a lavori per le murature originali e nuovi punti luce
11:38 1618306680 Case popolari, Ardea: aperto bando per formare la graduatoria. Come partecipare
11:36 1618306560 È arrivata la nuova Tac all'ospedale di Terracina: in funzione entro fine mese
10:48 1618303680 Denunciato per aver fatto lavorare un connazionale senza permesso di soggiorno
10:03 1618300980 Grave incidente frontale a Lariano, auto si cappotta. Tre feriti gravi

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli