[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Nell'area della Doganella a Rocca Priora

Parco dei Castelli, riparte il monitoraggio dello scarafaggio Osmoderna Eremita FOTO

Nella creazione e nella natura si scoprono sempre nuovi mondi, nuovi meravigliosi animaletti, dove ognuno ha il suo ruolo e la sua identità, e anche il Parco Regionale dei Castelli Romani è sempre pieno di nuove scoperte. Come comunicano dal sito dell'Ente, i tecnici del Settore ambientale del Parco dei Casteli Romani hanno ripreso il monitoraggio dell’Osmoderma eremita, relativo al progetto “ InNat”, presso il bosco del Cerquone che insieme all’adiacente area della Doganella costituisce una delle ZSC (Zone Speciali di Conservazione) della Rete europea Natura 2000, all’interno del Parco. Il Parco dei Castelli Romani è impegnato nel monitoraggio dal 2019, con l’obiettivo di accertare la presenza di alcune specie di coleotteri saproxilici nella nostra area naturale protetta e di controllare l’andamento e la variazione della popolazione nel tempo. Il rilevamento su scala nazionale, è finanziato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e coordinato dall’Arma dei Carabinieri, con lo scopo di promuovere la conoscenza delle specie di insetti protetti inseriti nella Direttiva Habitat 92/43 /CEE. L’Osmoderma eremita, è un insetto della famiglia degli scarabeidi, di dimensioni che vanno dai 24 ai 30 millimetri, di colore marrone nerastro con riflessi metallici verdi o ramati, i maschi si distinguono dalle femmine per la presenza di un solco longitudinale mediano del pronoto maggiormente pronunciato.

È una specie saproxilofaga che si nutre di legno marcescente, il cui ciclo vitale si compie nelle sostanze organiche degli alberi antichi, la pianta che predilige è la quercia, ma anche castagni, tigli, salici, faggi e alberi da frutto, e si rinviene dalla pianura fino a 1400 m di quota. Proprio per questo si tratta si una specie minacciata di estinzione, in quanto occupa un habitat in costante riduzione. L’indagine si svolge nei mesi estivi e si effettua posizionando le trappole a forma di imbuto caricate con feromone (una sostanza che serve ad intercettare ed attrarre i Coleotteri). Una volta disposte secondo linee guida prestabilite, vengono attuati controlli settimanali per un totale di circa 5 settimane, ad ogni controllo devono essere annotati sull’apposita scheda gli individui catturati e fotografati, che vanno in seguito rilasciati. Alla fine di ogni sessione i dati rilevati devono essere riportati in un apposito file, dal quale al termine dell’indagine, si potrà calcolare il valore medio di avvistamenti annuali. I monitoraggi nei Parchi sono uno strumento di tutela fondamentale, che forniscono un quadro chiaro in merito allo stato di conservazione delle diverse specie di fauna e flora e dei cambiamenti, imputabili a svariati fattori, che possono subire con il passare del tempo.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
24/02 1614190260 Il 25 febbraio si riunisce il Consiglio comunale di Sermoneta in videoconferenza
24/02 1614189720 Record italiano nel 200 dorso per Daniele Del Signore (Rari Nantes Aprilia)
24/02 1614188760 Silvia Cavalli nuovo direttore generale della Asl di Latina
24/02 1614187560 “Chiamo dal Comune di Nettuno”: tentata truffa per cambiare Gestore elettrico
24/02 1614186660 Agente fuori servizio sorprende due baby topi d’appartamento e li fa arrestare
24/02 1614186180 Il consigliere di Aprilia Domenico Vulcano neo vice presidente della Provincia
24/02 1614185940 Torna il commissario prefettizio a Cisterna: è la seconda volta in tre settimane
24/02 1614185220 Ciampino, ok dall'Anas e prefettura al raddoppio dell'autovelox di via Appia
24/02 1614180000 Acea inizia i lavori a Lanuvio, via Gramsci chiusa a senso unico alternato
24/02 1614179760 Porta a porta a Latina, kit consegnati a oltre il 50% delle famiglie dei borghi
24/02 1614179220 125 nuovi casi e due vittime in provincia di Latina. La mappa dei contagi
24/02 1614175620 Muore di Coronavirus dipendente della Camassa, cordoglio del Sindaco di Anzio
24/02 1614175500 Risse al mare a Nettuno anche con martelli e spranghe, ragazzine scatenate
24/02 1614173580 Dopo il coprifuoco girano in auto con una mazza da baseball: scoperti
24/02 1614169860 Compostiere di comunità, si parte dal quartiere Querceto
24/02 1614166740 Ad Anzio 5 milioni di euro per i lavori sulle condotte tra Lavinio e Cincinnato
24/02 1614163500 Covid, morta un'altra pometina. I dati aggiornati dei contagi a Pomezia e Ardea
24/02 1614162960 Lavori in corso su viale Mazzini a Genzano: strada chiusa per due giorni
24/02 1614162600 Fiammante Ferrari rossa senza revisione: proprietario della fuoriserie multato
24/02 1614162240 Investito da auto pirata e lasciato in strada a morire: Velletri piange "Bocco"
24/02 1614161100 Rischio idrogeologico, ad Aprilia 5 milioni dal Ministero per opere pubbliche
24/02 1614160980 Ponti e ponticelli della provincia, verifica sullo stato manutentivo in corso
24/02 1614158640 Grosso incendio in un'azienda a Sabaudia: distrutti mezzi agricoli e un fienile
24/02 1614158400 Discarica di Albano, i cittadini: “Giudici, serve un nuovo processo Cerroni”
24/02 1614153780 La scomparsa dell'artista Anna Gana: Pomezia la ricorda

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli