[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Latina, nei guai il figlio

Beni intestati a una società di comodo, sequestrati i 5 immobili di un 75enne

Confermato dalla Corte di Cassazione il sequestro disposto a carico di un 75enne di Latina, Lino C., legale rappresentante della Andale srl, terzo estraneo in un'indagine a carico, tra gli altri, del figlio Gianluca, un professionista del capoluogo pontino, accusato di omesso versamento di ritenute dovute o certificate e di dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti.

L'anziano, che invece non è indagato, si è visto mettere i sigilli a un appartamento in via Vincenzo Monti, al altri quattro immobili di proprietà della Andale e a un conto corrente. Un sequestro finalizzato alla confisca, già avallato dal Tribunale del Riesame di Latina. Per il 75enne, i giudici hanno ritenuto che gli immobili sequestrati appartenessero al figlio senza dimostrare che la società Andale, che ne è titolare, sia uno schermo fittizio attraverso cui l'indagato ha cercato di occultare i beni a lui riferibili. L'anziano imprenditore ha inoltre specificato di aver già provato, con la documentazione depositata, che gli acquisti sarebbero stati regolari e dunque che la srl di cui è legale rappresentante non è una "mera società immobiliare di comodo" utile per delle intestazioni fittizie di immobili. Il ricorso è stato però dichiarato inammissibile dalla Cassazione. Per la Suprema Corte, il Riesame, alla luce delle indagini svolte dalla Guardia di finanza, ha "logicamente spiegato" le ragioni per cui ha ritenuto la disponibilità in capo al figlio del ricorrente dei beni immobili in questione. Le Fiamme gialle avrebbero infatti accertato il coinvolgimento del professionista all'interno della società Andale, proprietaria degli immobili, considerando che la sede legale della srl è in via Monti, nell'appartamento sul quale il figlio del ricorrente vanta il diritto di abitazione, che la pec riportata sulla visura della società corrisponde all'indirizzo riferibile allo studio del quale l'imputato è legale rappresentante, che sul conto corrente bancario intestato al ricorrente è stata accreditata la somma di 100.500 euro da una provvista "riconducibile all'imputato e al suocero del medesimo", somma poi girata proprio alla Andale, e che sul conto corrente intestato alla Andale è stata accreditata la somma di 20.000 euro proveniente da un conto corrente cointestato a Lino e a Gianluca C.. I giudici hanno poi specificato che la Andale, "società dotata di notevole capitale e proprietaria di diversi immobili acquistati con risorse finanziarie di cui non è certa né nota la provenienza", a far data dalla sua costituzione ha presentato dichiarazioni annuali in perdita, né risulta che abbia mai prodotto reddito, "da ciò desumendo che trattasi di una società immobiliare di comodo". E a tal fine è stato evidenziato che dalle ricevute di bonifico attestanti il versamento dei canoni di locazione degli immobili in via Doria, a Nettuno, emerge come il corrispettivo della locazione sia stato versato non sul conto corrente della Andale ma su quello che risulta intestato a Gianluca C., "da ciò traendo conferma del carattere simulato dei contratti e dell'intestazione solo fittizia dei beni, in quanto, nella sostanza, il versamento del canone è avvenuto da C. in favore di se stesso". Una situazione analoga, sempre per i giudici, è stata poi riscontrata con riguardo "all'asserito versamento dei canoni relativi all'immobile sito in via Nervi", a Latina. Sigilli dunque confermati e Lino C. condannato anche a pagare le spese processuali e e a versare tremila euro alla Cassa delle Ammende.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
16:58 1606665480 Asl di Latina: 231 nuovi contagi da Covid-19 e nessun decesso
16:05 1606662300 Covid-19, nella Asl Roma 6 188 casi nelle ultime 24 ore. Nessun decesso
15:04 1606658640 Il Vescovo Marcello Semeraro nominato Cardinale, Francesco: “Comportati bene”
12:49 1606650540 Ardea II, lezioni sospese per 4 classi. La scuola invita studenti a fare test
11:14 1606644840 Anche Roberta Tintari, Sindaco di Terracina, positiva al Covid-19
09:47 1606639620 Codici chiede al Prefetto di Latina un tavolo tecnico su Rio Martino
09:41 1606639260 Centrodestra: «Stabilito un metodo. Si parte dal candidato e non dai partiti»
09:09 1606637340 Convocato il Consiglio comunale di Sermoneta in videoconferenza
28/11 1606598940 Dipendenti positivi, da lunedì ad Anzio chiusi l’Ufficio Anagrafe e Protocollo
28/11 1606598880 Controlli di Polizia nel retroporto e ai Marinaretti, identificate 100 persone
28/11 1606598700 Silvia Coluzzi di Nettuno campionessa assoluta di Trampolino Elastico
28/11 1606584060 Piccolo bulldog francese vagava sull'Appia Vecchia, salvato dalla Polizia
28/11 1606583520 Rocca di Papa, premio ambientale "Io Faccio la Mia Parte" ai Focolarini
28/11 1606583400 A Lanuvio pugno duro contro l'abbandono dei rifiuti grazie alle fototrappole
28/11 1606580940 Coronavirus, il sindaco di Latina ricoverato in ospedale: principio di polmonite
28/11 1606580700 Consiglio comunale a Ciampino, la maggioranza perde pezzi
28/11 1606580580 169 nuovi positivi in provincia di Latina e 3 decessi. Ecco le città coinvolte
28/11 1606573380 Giornata mondiale di lotta Hiv/Aids: la prevenzione non si ferma
28/11 1606562700 Anziano aggredisce con una zappa i parenti che non volevano salisse sul trattore
28/11 1606558140 «Rio Martino, il dragaggio del canale verrà fatto in tempi brevissimi»
28/11 1606557840 A La Gogna anche il comitato di quartiere contrario alla discarica
28/11 1606557000 L'ennesimo annuncio di dimissioni del sindaco di Cisterna
27/11 1606501680 Un nuovo parco pubblico ad Aprilia nella zona del mercato settimanale
27/11 1606496460 Sabaudia, approvato il piano dell'arredo urbano: decoro e valorizzazione
27/11 1606494900 Covid, nella Asl Roma 6 altri 165 casi e 7 decessi. Regione: «Virus rallenta»

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli