[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

a cura di ITALIA SOLIDALE

2020, anno della paura. È tempo di rinascere FOTO

<
>
gemellaggi mondiali di vita e amore
Jisna Shaji nel giorno del matrimonio con Paolo. Sono entrambi missionari laici con Italia Solidale - Mondo Solidale in Italia e in India
gemellaggi mondiali di vita e amore Jisna Shaji nel giorno del matrimonio con Paolo. Sono entrambi missionari laici con Italia Solidale - Mondo Solidale in Italia e in India

Ogni anno i rapporti del Censis “fotografano” la condizione degli italiani con una parola. Negli ultimi anni le parole sono state: “Poltiglia e mucillagine”, “liquidità”, “rancore”. La parola del 2020 è: “Paura”. Abbiamo paura perché, in un attimo, un minuscolo virus ha abbattuto la nostra “onnipotente civiltà”. Non c’è lavoro, non c’è futuro, non ci sono più “certezze”. Secondo l’Istat, la comunità che più ha resistito e tenuto insieme il paese, è la famiglia. Ma davvero la famiglia resiste? Guardando la realtà viene piuttosto da chiedersi: la famiglia esiste?. Un dato spicca su tutti: non nascono più bambini. La denatalità non è colpa del Covid-19, è un processo inarrestabile, in atto da decenni. Nel 2018 ci sono stati 439.000 nati e 633.000 persone morte: un record demografico negativo uguale solo a quello della prima guerra mondiale. Secondo uno studio pubblicato da “The Lancet”, nel 2100 il popolo italiano sarà dimezzato rispetto ad oggi. Perché non nascono più bambini? Dove sono le famiglie? Non c’è più l’esperienza persona com’è, delle relazioni come sono e la Vita si spegne. Non è colpa nostra. Da millenni abbiamo una cultura che fa fuori Dio. Gli uomini sono sempre stati sempre sugli uomini, sui soldi o sul potere. Così, di generazione in generazione, siamo spariti come persone, nell’identità sessuale, nelle relazioni familiari. Nessuno ha mai visto, né risolto questa realtà. Oggi però possiamo uscire da questi errori secolari inconsci e ritrovare l’esperienza della Vita attraverso i 10 libri, i documenti e i video di Padre Angelo Benolli. In 90 anni di vita e 54 anni d’incontri quotidiani con moltissime persone, come sacerdote, missionario, antropologo e scienziato, ha sviluppato una nuova e completa antropologia che rimette al centro Dio e la persona creata con energie uniche ed irripetibili per l’amore. Padre Angelo ha fatto scoperte epocali, come l’Io potenziale, con cui cambia l’inconscio di Freud, o come i “giardini” e i “gemellaggi mondiali”. Nei giardini (comunità di 5 famiglie), le persone s’incontrano settimanalmente con i suoi libri, condividono, pregano e superano gli inganni secolari. Ognuno ritrova sé, Dio, la capacità di amare e lavorare bene e la spinta naturale ad essere “missionario” con le persone del proprio territorio e salvando, con un nuovo modo di fare adozione a distanza, i bambini e le famiglie bisognose di tutto il mondo. Questa è l’esperienza di più di 2 milioni di persone in Italia, Africa, India e Sudamerica. Tutte queste famiglie si relazionano continuamente tra loro con i “gemellaggi” mondiali. Con questa comunione intercontinentale si recupera ogni persona, ogni famiglia e il futuro dell’umanità.


“Solo chi sa ben lavorare e ben amare è ricco di spirito di vita”. P. Angelo Benolli

Vi è una grande confusione culturale sul servizio alle forze di base dell'uomo. Se da una parte si afferma che l'uomo è maturo se sa ben lavorare e ben amare, di fatto molta cultura, molte persone e molte relazioni non concepiscono e non sviluppano, nel tempo e nel modo dovuti, le forze che porteranno la persona ad essere ricca d'amore e di creatività. È evidente che la forza della libertà, della gioia, della salute e dell'amore, presuppone l'energia della libido (necessaria per poter ben amare) e quella dell'aggressività (necessaria per poter ben lavorare e creare). Ben difficilmente però si servono in forma autentica queste forze di base. Ben difficilmente si comprende che queste forze di base crescono solo nelle relazioni d'amore più che mature. Ben difficilmente si capisce che sia la libido, sia l'aggressività, sono principalmente energie dello spirito, si relazionano solo nello spirito e solo dopo irrorano la sfera psichico-mentale e poi quella corporale. La cultura corrente ed anche passata, ha molta difficoltà a sganciarsi dalla dimensione biologica; tutt'al più arriva a quella psichica. Ma quanta difficoltà ha nello scoprire che sia la libido sia l'aggressività, essenzialmente, radicalmente e primariamente, sono energie dello spirito! Ogni violenza di vita, ogni schiavitù, ogni perdita di libertà, ogni falsità culturale nascono da quest'errore di base. È comodo, per ogni potere, credere e far credere che l'aggressività sia finalizzata solo al lavoro materiale. Molti credono che il lavoro sia principalmente per far denaro. Nella storia, quante violenze, ingiustizie e latrocini hanno prodotto simili castrazioni dell'aggressività! Che dire poi della libido? Quante persone la riducono al sesso? Quante persone violentano altre persone vivendo il sesso senza lo spirito d'amore? Quanti bambini, per tale concetto di libido senza spirito, non saranno mai maschi o mai femmine? Le forze di libido e di aggressività non sono come l'uomo le concepisce o le sperimenta. Non dipendono né dalla cultura, né dalla prassi. Sono forze fondamentali della vita, che si trovano dentro ogni persona indipendentemente dalla sua mente o dalle forze di altre persone. Ogni persona ha queste forze di base (maschio o femmina): solo tutelandole, servendole, testimo­niandole così come sono, si avranno gioia, libertà, forza, amore e pace.

P. Angelo Benolli “Uscire da ogni inganno”


Nata nella foresta, poi schiava. Oggi missionaria

Mi chiamo Jisna. Sono nata e cresciuta in una foresta sulle montagne del Kerala (India). Come la maggior parte delle donne indiane, non mi era permesso decidere della mia vita. Sono stata allontanata dalla mia famiglia e sono cresciuta in un orfanotrofio. A 9 anni mi prendevo cura dei bambini appena nati. Soffrivo perché cercavo la relazione con mia madre, ma il dovermi prendere cura di quei piccoli me lo impediva. Così mi sono chiusa e ho iniziato a odiare i bambini. A 16 anni ho cominciato a lavorare. Venivo trattata come una schiava perché ero femmina, cristiana e scura di pelle. Volevo essere libera e rispettata, ma nessuno mi aiutava. Per questo non avevo fiducia in me e in Dio. Ho avuto molte malattie. A 20 anni il medico mi ha detto che non sarei potuta diventare madre per le tante malattie e per la forte depressione che avevo. Prendevo molti farmaci che non mi aiutavano, non avevo più speranza. Ma Dio era presente. Nel 2018 ho potuto partecipare al grande incontro di “India Solidale – Mondo Solidale” con la presenza di Padre Angelo. Lì ho visto il suo video sulla Creazione nel bambino intrauterino e ho colto per la prima volta la creazione di Dio viva in me. Ho iniziato a capire che non stavo vivendo la mia vita. Ho preso posizione, ho lasciato il lavoro e mi sono coinvolta nella missione di “Mondo solidale” che era presente nel mio territorio. Dopo 9 mesi ho sentito per la prima volta il forte bisogno di essere madre, ma vivevo un forte contrasto. Ho letto il libro di Padre Angelo e condiviso nella mia comunità questo fatto. Ho pregato molto e meditato e ho capito che dovevo recuperare la bambina Jisna e che, per risolvere le mancanza di amore in me, avevo bisogno dell’amore puro di un bambino. Così ho adottato a distanza una bimba indiana: Sanjana, una bellissima figlia di Dio. Il rapporto con lei mi ha aiutato a guarire nell’anima e mi ha spinto a uscire da ogni sofferenza. Ho iniziato a lavorare creativamente per sostenerla. Ho scoperto nuovi talenti dentro di me grazie a lei. La mia famiglia mi ha proposto ben 8 matrimoni combinati! Ma io ho rifiutato e, a febbraio scorso, ho sposato Paolo, un volontario missionario di Italia solidale che ho conosciuto nella missione. Lui, come me, ha cambiato la sua vita e si dedica alla cultura di “sviluppo di vita e missione” elaborata da Padre Angelo e alla missione di promuovere i “giardini” e salvare i bambini in Italia e nel mondo. Appena trasferita in Italia, ho iniziato la missione nel Nord del Paese. Non parlavo bene l’italiano, avevo un’altra cultura. Ma, grazie a Dio, sono riuscita a coinvolgere molte persone degne che hanno colto il valore universale dei libri di Padre Angelo, dei “giardini” e dei “gemellaggi mondiali”, per salvare i bambini e l’umanità. Ora sono incinta, aspettiamo un bambino, un’altra creatura di Dio, un altro missionario e un nuovo donatore di vita. Come dice Padre Angelo: “Salva un bambino, l’amore ti salverà”.

Jisna Shaji


I libri di P.A.Benolli
I libri di P. Angelo Benolli sono tradotti in 35 lingue e idiomi locali. Contengono una proposta culturale tutta da sperimentare, che rivoluziona la visione dell'inconscio e delle forze della persona. Per info chiama: 06.68.77.999 www.italiasolidale.org


Salva un bambino, l’amore ti salverà
Anche in questo momento, Italia Solidale è presente in ogni quartiere e città. Se vuoi approfondire la realtà dei “giardini” e salvare i bambini con il nuovo modo di fare adozione a distanza chiama lo 06.68.77.999 o scrivi a www.italiasolidale.org. Non avrai a che fare con un call center, ma direttamente con i volontari attivi nel territorio.


Il Movimento Italia Solidale Mondo Solidale
Italia Solidale – Mondo Solidale del Volontariato per lo sviluppo di vita e missione è un movimento laico grazie al quale moltissime persone, a Roma, in Italia e nel mondo, stanno uscendo da inganni secolari, ritrovano le loro energie personali, la loro sana spiritualità per ben amare e ben lavorare, fino ad essere sussistenti e solidali. Oggi questa esperienza è la prima necessità di ognuno. Alla base del movimento c’è “Il Carisma di sviluppo di Vita e Missione”: una nuova e completa cultura di vita sviluppata da P. Angelo Benolli O.M.V., fondatore e presidente di “Italia Solidale – Mondo Solidale”. Nei suoi 60 anni di esperienza come sacerdote scienziato, antropologo e missionario e sostenendo migliaia di persone di molte culture e religioni, ha sviluppato questa nuova cultura di vita e il nuovo modo di far missione e adozione a distanza. Sintetizzando il tutto nei suoi 10 libri e documenti tradotti in 35 lingue. Con questa base si sta salvando la vita di 2.500.000 di persone in tutta Italia e in 117 missioni di Africa, India e Sud America. Italia Solidale è in tutti i Municipi di Roma. Se vuoi saperne di più chiama lo 06.68.77.999 o invia una mail a [email protected] Entrerai in contatto con il volontario del tuo territorio.


 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
17:45 1606841100 Marino: presentazione del candidato sindaco Gianfranco Venanzoni
17:12 1606839120 Asl Rm6: 174 casi Covid19 nelle ultime 24h. 4 i decessi registrati
16:34 1606836840 245 nuovi positivi al Covid in provincia di Latina e cinque decessi
14:13 1606828380 Mengozzi (Pd): «A Natale comprate a Pomezia», e propone lo stop alle strisce blu
14:07 1606828020 Ardea, scioperi dei netturbini: la Commissione di garanzia vuole vederci chiaro
13:54 1606827240 Un consigliere di Sabaudia passa a Fratelli d'Italia: decisione formalizzata
13:27 1606825620 Strade nuove a Marino centro: traffico ripristinato sulle arterie principali
12:30 1606822200 Test Covid a prezzo più alto di quello stabilito: visita dei Nas in 5 laboratori
12:05 1606820700 «Ti taglio i tendini delle gambe così stai sulla sedia a rotelle»: arrestato
10:48 1606816080 Genzano: in corso il montaggio delle luminarie natalizie sul corso centrale
10:28 1606814880 Rocca di Papa: mucche al pascolo su via dei Laghi, situazione rischiosa
10:16 1606814160 Covid, laboratorio di Aprilia eseguiva test senza avere i requisiti: due denunce
09:18 1606810680 Velletri: dopo i lavori di pavimentazione in selciato romano riapre la piazza
09:13 1606810380 Lite per il carrello ad Anzio, 33enne aggredito con una bottiglia e quasi ucciso
08:57 1606809420 Lite per i carrelli ad Anzio, ferisce con una bottiglia rotta un 33enne e scappa
08:52 1606809120 Vasco de Gama, parco affidato ad una cooperativa. Lavori quasi finiti
08:51 1606809060 Castel Gandolfo: arrivano le luminarie natalizie e gli alberi natalizi
08:42 1606808520 Le strisce blu ad Aprilia restano a pagamento: No alla mozione dell'opposizione
08:41 1606808460 Velletri: clochard al freddo, la Polizia lo soccorre e gli offre un pasto caldo
08:28 1606807680 Doppio incidente su via Mura dei Francesi: coinvolta anche un'auto della Polizia
08:25 1606807500 Il Consiglio dei giovani di Aprilia boccia i circhi con gli animali
08:00 1606806000 Pedone investito e ucciso da un mezzo pesante sulla Pontina: strada chiusa
30/11 1606755420 Covid 19, Asl Roma 6: oggi 117 nuovi contagi. Tre persone decedute
30/11 1606755240 Coronavirus, Latina e provincia ancora sopra i 200 nuovi casi. Cinque decessi
30/11 1606754400 Albano, 2 palazzi residenziali nell'area artigianale: artigiani ricorrono al Tar

Appello dei medici per il pianeta

Vuoi tornare alla tua vera natura?

Appello dei medici per il pianeta

Oltre 40 milioni di medici e operatori sanitari di ogni continente scrivono ai leader del G20 chiedendo “una...

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli