[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Marco Cacciatore, consigliere regionale

“Il M5S sta facendo troppi passi falsi”

Marco Cacciatore
Consigliere regionale M5s, ora sospeso
Marco Cacciatore Consigliere regionale M5s, ora sospeso

Ancora tempi duri per il Movimento Cinque Stelle in Regione Lazio. L’ultima notizia arrivata a minare la già precaria stabilità politica del gruppo regionale grillino è la recente sospensione per trenta giorni dal gruppo pentastellato del consigliere regionale Marco Cacciatore. È lui stesso a raccontare a Il Caffè di Roma cosa è accaduto e cosa sta accadendo.

Consigliere Cacciatore, i probiviri M5S le hanno notificato l'esito del provvedimento disciplinare avviato nei suoi confronti che si conclude con una sospensione dal M5S per trenta giorni per due contestazioni. Quali?
“Il mio voto alla legge di Collegato, per approvare tra i molti provvedimenti di quella legge omnibus la regolarizzazione erp, e un esposto depositato per la tutela del territorio limitrofo a Malagrotta-Valle Galeria (Loc. Monte Carnevale), che rischia fortemente di subire l'ennesimo insediamento di una discarica monster, considerato - si legge sul provvedimento - contro le decisioni della Giunta Capitolina. In particolare, sulla Regolarizzazione Erp per un anno e oltre è andato avanti un tavolo con i consiglieri municipali M5S, cui Roma Capitale ha partecipato di rado, nella cui sede si è discussa e condivisa l'ipotesi di una regolarizzazione erp a misura di persone in condizioni di necessità: primo di una serie di strumenti per tentare di risolvere l'annosa questione dell'emergenza abitativa, che solo a Roma conta circa 20.000 persone interessate. Sul provvedimento mi si contesta che la regolarizzazione sarebbe contro gli indirizzi programmatici, ma sul programma in base al quale sono stato eletto non si parla affatto di regolarizzazione. In questi casi, quando il programma non prevede esplicitamente una fattispecie, il M5S ha sempre deciso a maggioranza con i territori interessati. Quei consiglieri municipali coi quali ho condiviso la scelta, lamentavano piuttosto di non essere stati minimamente coinvolti dal Campidoglio, quando dal 2016 ha adottato un Piano sfratti per 8000 famiglie, costato caro ai territori colpiti dall'emergenza abitativa, che di recente ho letto sia stato revocato ma tramite un odg in Assemblea Capitolina: mi risulta però che per revocare un atto della Giunta, serve un atto della stessa natura e non basta un odg in Aula. A pochi giorni dal voto, fu convocato un tavolo di confronto in Regione: visto che molte voci da Roma esprimevano scetticismo sulla Regolarizzazione. Da Roma venne solo un consigliere del VI Mun, ma la maggioranza di quel tavolo, cui parteciparono consiglieri di altri comuni e attivisti, si espresse favorevolmente al testo della regolarizzazione proposto. Sul caso Monte Carnevale invece, dopo due anni di tentativi di condivisione e iniziative rivolte al Campidoglio in tema Rifiuti, anche collaborando con alcuni colleghi consiglieri Capitolini, viste le proposte di tutela avanzate anche in Regione, ma che si fermano sempre prima della fase attuativa, senza considerare nel testo dell'esposto la contraddizione della Giunta romana rispetto al proprio Programma (che recita "mai più discariche a Malagrotta", mentre una delibera di giunta capitolina ha scelto il sito a ridosso della discarica più grande d'Italia), ho piuttosto sottolineato la confusione e contraddizione di alcuni atti amministrativi. Queste fasi, viste alla luce dell'accordo tra Roma e Regione sulla metodologia di scelta che ha condotto alla decisione capitolina ricaduta su Monte Carnevale, insieme al fatto, uscito sulle cronache e successivamente confermato, che quel sito fosse intanto passato nelle disponibilità di un soggetto economico già quasi-monopolista delle discariche nel Lazio, mi ha portato, considerata la chiusura politica rispetto alle proposte avanzate in direzione della salvaguardia, a sottoporre all'attenzione dei Magistrati la cosa. Non era contro qualcuno, ma in difesa di territorio che merita tutela. Va poi ricordato che, a seguito dell'esposto, si è saputo - sempre da fonti di stampa mai smentite - che sembrerebbe sia stato aperto un filone di indagine sul caso”.

Dunque, il suo voto sul Collegato al Bilancio e il suo esposto, sulla dinamica della discarica di Monte Carnevale. Consigliere Cacciatore, la valuta una sospensione sostanzialmente giusta o una piccola sentenza “politica”?
“Non credo. Piuttosto credo che i probiviri debbano per proprio ruolo dare seguito alle procedure, che come da Statuto vengono richieste da altri portavoce o attivisti: chi mi ha segnalato, invece, dovrebbe chiarire la sua posizione, innanzitutto ai cittadini che vivono i problemi oggetto delle mie iniziative. Mi adeguo alla decisione ma ho presentato ricorso, sempre ai sensi dello Statuto M5S: non ritengo che, come è scritto nel provvedimento, io abbia omesso di condividere le mie decisioni, o che abbia agito in violazione del Programma elettorale M5S Lazio”.

Magari lei non lo dice apertamente, ma quanto accaduto può considerarsi l’apertura del vaso di pandora dei contrasti all’interno del gruppo grillino? Rimarrà al suo posto?
“Dedico al Movimento Cinque Stelle parte importante della mia vita - anche privata - dal 2010. Sinceramente ho visto negli ultimi anni serie contraddizioni, rispetto ai programmi così come alla natura stessa di movimento democratico dal basso che il 5Stelle deve incarnare, da parte di Portavoce a diversi livelli istituzionali. Sinceramente se avessi cercato lo spunto per andare via, come hanno fatto alcuni colleghi anche di recente, lo avrei fatto tempo fa. Ma non sono queste le mie intenzioni. È necessario che il M5S si guardi indietro e valuti la strada fatta fino ad ora: molte sono le conquiste, ma anche molti i passi falsi. È necessario che si torni a coinvolgere i territori, che lamentano a ragione poco coinvolgimento. Se per la regolarizzazione Erp, io partecipo a tavolo con i Municipali 5Stelle, che invece non vengono coinvolti dal Campidoglio, credo sia evidente che qualcosa non vada”. 

Immagino che quanto successo abbia scatenato rumors sul suo futuro: ha ricevuto corteggiamenti, magari dal centrosinistra?
“No e non ne cerco. Io sono dalla parte dei cittadini e chi vuole condividere le proposte avanzate nell'interesse di comunità e territori, per come gli stessi cittadini le avanzano e non spacciano per tali interessi di natura privatistica - come purtroppo in Italia siamo abituati a vedere da decenni a questa parte - sarà mio compagno di viaggio”.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
19/01 1611075780 A Nettuno sei nuovi casi positivi al Coronavirus, muore una donna di 83 anni
19/01 1611075720 77° dello Sbarco di Anzio: gigantografia permanente dedicata ai Caduti
19/01 1611075600 La vita di Gabriele chiuso in una stanza e la speranza di tornare camminare
19/01 1611075420 Petizione nazionale per il ritorno della musica live: aderisce anche COOP ART
19/01 1611074460 Al bar in centro con fare sospetto e un coltello lungo 30 cm nel borsello
19/01 1611074160 Covid 19: oggi tra Castelli Romani e litorale altri 94 casi e 8 decessi
19/01 1611072840 Lariano: la protezione civile locale cerca due nuovi giovani volontari
19/01 1611070140 Coronavirus, Latina e provincia ancora sopra i 200 nuovi casi: oggi sono 221
19/01 1611067200 Entrò in un forno armato di piccozza per rubare l'incasso: arrestato 2 mesi dopo
19/01 1611066840 Strage nella casa di riposo: le titolari indagate per omicidio colposo plurimo
19/01 1611062880 Zaccheo e la Metro che «può ancora offrire una grande opportunità»
19/01 1611059340 Non sente l'anziana madre da ore e chiama i pompieri: era morta in casa
19/01 1611058260 Ardea, tributi evasi: attivato un indirizzo e-mail a disposizione dei cittadini
19/01 1611054960 Albano, i cittadini: “Asl e comuni confinanti blocchino riavvio della discarica”
19/01 1611053640 La nuova mensa dell’Istituto Scolastico Bernini di Ariccia si rifà il look
19/01 1611052980 Nuovi uffici pubblici e caserma: al via bando per l'ex convento di San Francesco
19/01 1611052500 Rocca di Papa: investe pedone, poi scappa. Bloccato e denunciato un 47enne
19/01 1611046440 Dà in escandescenza e butta oggetti in strada, poi aggredisce i poliziotti
19/01 1611043440 Slitta la riapertura della biblioteca di Latina: lavori fino a maggio
19/01 1611042600 Boutique del falso, 300 vestiti sequestrati e donati a un centro religioso
19/01 1611042000 12 consiglieri comunali firmano la mozione di sfiducia al sindaco di Cisterna
19/01 1611039540 Sarà un commissario a decidere i siti per le nuove discariche nel Lazio
19/01 1611038940 In libreria “Quel sole e quel cielo”, ultimo libro di Geraldina Colotti
19/01 1611038640 Tutto da rifare a Terracina per il trasporto pubblico: gara annullata dal Tar
19/01 1611038280 Il vicesindaco di Rocca Massima Angelo Tomei entra in consiglio provinciale

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli