[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Marco Cacciatore, consigliere regionale

“Il M5S sta facendo troppi passi falsi”

Marco Cacciatore
Consigliere regionale M5s, ora sospeso
Marco Cacciatore Consigliere regionale M5s, ora sospeso

Ancora tempi duri per il Movimento Cinque Stelle in Regione Lazio. L’ultima notizia arrivata a minare la già precaria stabilità politica del gruppo regionale grillino è la recente sospensione per trenta giorni dal gruppo pentastellato del consigliere regionale Marco Cacciatore. È lui stesso a raccontare a Il Caffè di Roma cosa è accaduto e cosa sta accadendo.

Consigliere Cacciatore, i probiviri M5S le hanno notificato l'esito del provvedimento disciplinare avviato nei suoi confronti che si conclude con una sospensione dal M5S per trenta giorni per due contestazioni. Quali?
“Il mio voto alla legge di Collegato, per approvare tra i molti provvedimenti di quella legge omnibus la regolarizzazione erp, e un esposto depositato per la tutela del territorio limitrofo a Malagrotta-Valle Galeria (Loc. Monte Carnevale), che rischia fortemente di subire l'ennesimo insediamento di una discarica monster, considerato - si legge sul provvedimento - contro le decisioni della Giunta Capitolina. In particolare, sulla Regolarizzazione Erp per un anno e oltre è andato avanti un tavolo con i consiglieri municipali M5S, cui Roma Capitale ha partecipato di rado, nella cui sede si è discussa e condivisa l'ipotesi di una regolarizzazione erp a misura di persone in condizioni di necessità: primo di una serie di strumenti per tentare di risolvere l'annosa questione dell'emergenza abitativa, che solo a Roma conta circa 20.000 persone interessate. Sul provvedimento mi si contesta che la regolarizzazione sarebbe contro gli indirizzi programmatici, ma sul programma in base al quale sono stato eletto non si parla affatto di regolarizzazione. In questi casi, quando il programma non prevede esplicitamente una fattispecie, il M5S ha sempre deciso a maggioranza con i territori interessati. Quei consiglieri municipali coi quali ho condiviso la scelta, lamentavano piuttosto di non essere stati minimamente coinvolti dal Campidoglio, quando dal 2016 ha adottato un Piano sfratti per 8000 famiglie, costato caro ai territori colpiti dall'emergenza abitativa, che di recente ho letto sia stato revocato ma tramite un odg in Assemblea Capitolina: mi risulta però che per revocare un atto della Giunta, serve un atto della stessa natura e non basta un odg in Aula. A pochi giorni dal voto, fu convocato un tavolo di confronto in Regione: visto che molte voci da Roma esprimevano scetticismo sulla Regolarizzazione. Da Roma venne solo un consigliere del VI Mun, ma la maggioranza di quel tavolo, cui parteciparono consiglieri di altri comuni e attivisti, si espresse favorevolmente al testo della regolarizzazione proposto. Sul caso Monte Carnevale invece, dopo due anni di tentativi di condivisione e iniziative rivolte al Campidoglio in tema Rifiuti, anche collaborando con alcuni colleghi consiglieri Capitolini, viste le proposte di tutela avanzate anche in Regione, ma che si fermano sempre prima della fase attuativa, senza considerare nel testo dell'esposto la contraddizione della Giunta romana rispetto al proprio Programma (che recita "mai più discariche a Malagrotta", mentre una delibera di giunta capitolina ha scelto il sito a ridosso della discarica più grande d'Italia), ho piuttosto sottolineato la confusione e contraddizione di alcuni atti amministrativi. Queste fasi, viste alla luce dell'accordo tra Roma e Regione sulla metodologia di scelta che ha condotto alla decisione capitolina ricaduta su Monte Carnevale, insieme al fatto, uscito sulle cronache e successivamente confermato, che quel sito fosse intanto passato nelle disponibilità di un soggetto economico già quasi-monopolista delle discariche nel Lazio, mi ha portato, considerata la chiusura politica rispetto alle proposte avanzate in direzione della salvaguardia, a sottoporre all'attenzione dei Magistrati la cosa. Non era contro qualcuno, ma in difesa di territorio che merita tutela. Va poi ricordato che, a seguito dell'esposto, si è saputo - sempre da fonti di stampa mai smentite - che sembrerebbe sia stato aperto un filone di indagine sul caso”.

Dunque, il suo voto sul Collegato al Bilancio e il suo esposto, sulla dinamica della discarica di Monte Carnevale. Consigliere Cacciatore, la valuta una sospensione sostanzialmente giusta o una piccola sentenza “politica”?
“Non credo. Piuttosto credo che i probiviri debbano per proprio ruolo dare seguito alle procedure, che come da Statuto vengono richieste da altri portavoce o attivisti: chi mi ha segnalato, invece, dovrebbe chiarire la sua posizione, innanzitutto ai cittadini che vivono i problemi oggetto delle mie iniziative. Mi adeguo alla decisione ma ho presentato ricorso, sempre ai sensi dello Statuto M5S: non ritengo che, come è scritto nel provvedimento, io abbia omesso di condividere le mie decisioni, o che abbia agito in violazione del Programma elettorale M5S Lazio”.

Magari lei non lo dice apertamente, ma quanto accaduto può considerarsi l’apertura del vaso di pandora dei contrasti all’interno del gruppo grillino? Rimarrà al suo posto?
“Dedico al Movimento Cinque Stelle parte importante della mia vita - anche privata - dal 2010. Sinceramente ho visto negli ultimi anni serie contraddizioni, rispetto ai programmi così come alla natura stessa di movimento democratico dal basso che il 5Stelle deve incarnare, da parte di Portavoce a diversi livelli istituzionali. Sinceramente se avessi cercato lo spunto per andare via, come hanno fatto alcuni colleghi anche di recente, lo avrei fatto tempo fa. Ma non sono queste le mie intenzioni. È necessario che il M5S si guardi indietro e valuti la strada fatta fino ad ora: molte sono le conquiste, ma anche molti i passi falsi. È necessario che si torni a coinvolgere i territori, che lamentano a ragione poco coinvolgimento. Se per la regolarizzazione Erp, io partecipo a tavolo con i Municipali 5Stelle, che invece non vengono coinvolti dal Campidoglio, credo sia evidente che qualcosa non vada”. 

Immagino che quanto successo abbia scatenato rumors sul suo futuro: ha ricevuto corteggiamenti, magari dal centrosinistra?
“No e non ne cerco. Io sono dalla parte dei cittadini e chi vuole condividere le proposte avanzate nell'interesse di comunità e territori, per come gli stessi cittadini le avanzano e non spacciano per tali interessi di natura privatistica - come purtroppo in Italia siamo abituati a vedere da decenni a questa parte - sarà mio compagno di viaggio”.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
15/04 1618503300 Reti di Giustizia: “Sentenza Appia, ecco le motivazioni della condanna”
15/04 1618503180 All’ex comando dei Vigili sorgerà il nuovissimo Museo dello Sbarco di Anzio
15/04 1618502940 1000 firme per chiedere al Comune di Anzio di occuparsi delle strade vicinali
15/04 1618499280 Da carrozzeria a fabbrica di ogive per proiettili: la scoperta ai Castelli
15/04 1618497360 Covid, Latina e provincia: altri 161 casi, due decessi. I dati di tutte le città
15/04 1618496940 Coronavirus, nella Asl Roma 6 altri 184 contagi. Quattro persone decedute
15/04 1618493520 «La città non può subire un'altra stagione di incampacità amministrativa»
15/04 1618490700 Vaccino Astrazeneca sospeso nel Lazio? È una fake news
15/04 1618489680 La Virtus Pomezia Basket vuol tornare a stupire
15/04 1618489500 Elezioni a Latina, il giallo delle due liste con lo stesso nome
15/04 1618487160 Più dosi Astrazeneca negli hub vaccinali della provincia di Latina
15/04 1618475700 Anzio, il consigliere Gatti: “Onorato di rappresentare i Consiglieri di FdI”
15/04 1618475580 Alicandri, Pd Nettuno: “Basta discriminazioni, subito si alla legge Zan”
15/04 1618474500 La Polizia Locale revoca 35 autorizzazioni per posto disabili irregolari
15/04 1618474140 1.300 mascherine anti-Covid irregolari sequestrate dai banchi del mercato
15/04 1618473780 3kg di droga spediti per posta: pacco intercettato all’aeroporto di Ciampino
15/04 1618473420 Fermata auto sportiva con documenti irregolari: a bordo c'era anche uno scooter
15/04 1618471020 Genzano, auto prende fuoco in strada. Donna di Aprilia salvata dai Carabinieri
15/04 1618470180 Allieva pilota "discriminata e umiliata": il caso all'attenzione del parlamento
15/04 1618470180 Castel Gandolfo: “Giunta rinunci a ricorso contro le tutele paesaggistiche”
15/04 1618468980 Arrestato il ladro intenditore di cibo: rubava salmone e formaggi costosi
15/04 1618468680 Latina, sfratto dalla casa del combattente: anche Medici si mobilita
15/04 1618468680 I cittadini di Aprilia potranno chiedere i certificati anagrafici in tabaccheria
15/04 1618468140 Il 'nudino' torna a Latina: il dipinto fu rubato dopo l'armistizio del 1943
15/04 1618467180 Non fu un incidente ma un tentato omicidio: chiesta la condanna a 10 anni

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli