[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Il sindacato: «Noi, strozzati dal Covid»

«Movida, sostegno per le riaperture». Parlano i protagonisti delle notti romane

Antonio Flamini - Presidente del sindacato dei locali di intrattenimento di Roma
Antonio Flamini - Presidente del sindacato dei locali di intrattenimento di Roma

Sono stati i primi a chiudere e saranno gli ultimi a poter riaprire. Ma non hanno nessuna intenzione di piegarsi di fronte al vortice del Covid. I protagonisti della nightlife romana abbandonano la rivalità e compatti chiedono la possibilità di tornare al piu presto in pista. Garantendo sicurezza, ovviamente.
Cento locali, duemila dipendenti escluso l'indotto, almeno 15 milioni di fatturato. Tutti chiusi, tutto fermo. 
Antonio Flamini presidente del Silb Roma, ossia il sindacato che rappresenta i locali dell’intrattenimento notturno da ballo e di spettacolo della capitale, e vicepresidente nazionale del settore, sta spingendo col Campidoglio, con la Pisana e col Governo.
“Cara sindaca, cara Virginia, Roma è una città troppo importante per tenere spente le luci che illuminano la notte”, ha scritto alla Raggi. 

Chiedete aiuti concreti?
«Chiediamo aiuti sì, ma soprattutto di poter tornare a lavorare».

Garantire il distaccamento sociale nei locali a grande afflusso sembra impossibile?
«Si può fare. Siamo gli unici professionisti capaci di monitorare e convogliare i giovani in totale sicurezza. Siamo stati e saremo responsabili. Da parte di tutti c'è stato un grande senso di accortezza. Ricordiamo che siamo stati i primi a chiudere a fine febbraio, ancor prima del lockdown. Puntavamo a riaprire solo quando c'erano le condizioni. E ora ci sono». 

E come?
«A livello nazionale è stato stilato un protocollo di sicurezza. Basterà rispettarlo. Aperture con partecipazioni calcolate, controllo della temperatura, tamponi per il personale, ingressi e uscite contingentate, igienizzazione degli spazi». 

Movida sotto controllo?
«Siamo l'alternativa alla movida disordinata, confusa e pericolosa». 

Per il 15 giugno è prevista la riapertura per i cinema, i teatri, non si parla però di locali della nightlife...
«In Veneto e Puglia sono pronti per le riaperture del 15 giugno, in Sicilia si parla dell'8. Noi speriamo di tornare a lavorare entro giugno, così salviamo almeno questa stagione». 

Nel frattempo?
«Gli imprenditori stanno stringendo i denti per non dichiarare fallimenti. Incombono le spese degli affitti, delle tasse e delle utenze. Ci sono migliaia di posti di lavoro in ballo e tutto l'indotto, a partire dalla sicurezza. Abbiamo chiesto al Comune di Roma l’annullamento dei tributi locali. Anche perché, faccio un esempio, con mesi di chiusura quali sono i rifiuti prodotti? Finanziamenti a fondo perduto, abbattimento dei costi delle utenze possono al massimo però mettere un freno alla chiusura. Ecco perché abbiamo chiesto e ottenuto  incontro con gli assessori capitolini al Commercio Cafarotti e alla Cultura Bergamo, ma anche regionali e con rappresentanti del governo. Alla Regione Lazio in particolare abbiamo chiesto un ulteriore finanziamento a fondo perduto, per diecimila euro ad azienda».

Anche perché il vostro poteva già considerarsi un settore in crisi?
«Non direi. Siamo solo un settore in evoluzione, e sempre al passo. Sono cambiate solo le formule dell'intrattenimento notturno». 

È ottimista?
«Sono realista. Vedo il bicchiere a metà. Ossia una riapertura non troppo in là».


ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
27/09 1601217720 Bufera di vento e pioggia su Nettuno: alberi divelti, auto e camper ribaltati
27/09 1601216160 Aprilia: 4 alunni di 4 scuole positivi al Covid. Avviato isolamento delle classi
27/09 1601209560 Semaforo per evitare che le auto si fermino nel sottopasso allagato: l'ordinanza
27/09 1601208480 Offese sotto casa del consigliere di Aprilia Zingaretti: la solidarietà del Pd
27/09 1601201160 Imprenditore agricolo di Aprilia denunciato per sfruttamento del lavoro
27/09 1601196180 Consegnato il Premio Città di Velletri al celebre attore Lando Buzzanca
27/09 1601194020 Mensa scolastica, a Pomezia parte a metà ottobre: problemi organizzativi
26/09 1601136180 Ariccia, rinviata l'Ecofesta al Parco Romano del Biodistretto causa maltempo
26/09 1601132940 Minacce anonime al deputato di Terracina: «Ti devi fermare, altrimenti...»
26/09 1601131320 Premio Letterario Sportivo Invictus, presentati i nomi dei 7 finalisti
26/09 1601122620 Arrestati gli autori della rapina al supermercato di Borgo Santa Maria
26/09 1601122380 Nonostante la separazione, continua a essere aggressivo coi familiari. Arrestato
26/09 1601121900 Albano, convention sulle bellezze e la storia del territorio dei Castelli
26/09 1601117760 Società Nazionale di Salvamento Sezione Nettuno-Anzio, il bilancio dell’estate
26/09 1601117400 Uova sull’auto del consigliere Mancini di Nettuno, la solidarietà della politica
26/09 1601117340 Rissa a bottigliate a Lavinio mare, locale devastato e clienti in fuga
26/09 1601104980 Atti vandalici all'ISS Copernico di Pomezia, arrivano 30mila euro dal Ministero
26/09 1601103720 Rapinato e malmenato per pochi euro ad Anzio, arrestato un 31enne
26/09 1601102640 Offese social all'Ente Parco del Circeo, 5 indagati: c'è anche un ex sindaco
26/09 1601101260 Perseguitava le ragazze tramite social network: 18enne spedito in una comunità
26/09 1601100360 Intimidazioni di fuoco per far cadere l'amministrazione di Sermoneta: 4 arresti
25/09 1601055300 Agente penitenziario aggredito da un detenuto nel carcere di Velletri: ferito
25/09 1601054880 Nuove grane per la Roma-Latina, si dimette il presidente cda Autostrade Lazio
25/09 1601049720 “Cambierai” e “L’ultima volta”, primi brani del giovane cantautore Fabio Casillo
25/09 1601048700 L'incendio della Loas sul tavolo della Commissione parlamentare Ecomafie

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli