[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Se passano le nuove regole...

Via libera a “Malagrotta 2” a Monte Carnevale?

Basta cambiare in un testo una ‘e’ con una ‘o’ per mettere a rischio territori e comunità locali in tutto il Paese? A quanto pare sì. Parliamo dell’atto n.168 in discussione in Commissione Ambiente al Senato, che potrebbe di fatto superare le prescrizioni per la realizzazione di una discarica (previste nel d.lgs 36 del 2003) e per garantire la protezione del suolo e delle acque. Secondo la legge queste tutele vengono assicurate da una barriera geologica e un eventuale rivestimento artificiale, con la modifica che si andrebbe ad introdurre invece ‘la protezione del suolo, delle acque sotterranee e superficiali deve essere garantita da una barriera geologica o artificiale’, dando così il via libera alla costruzione di discariche un po’ ovunque, con il solo limite tecnico della realizzazione di una barriera artificiale.

La normativa europea e quella italiana – Questo atto promosso dal Ministro per i Rapporti con il Parlamento arriva all’interno del processo di attuazione della direttiva UE 850/2018 sull’economia circolare che non introduce però modifiche ai criteri di costruzione di questi siti (previsti dalla direttiva 31/1999). “Un vero e proprio colpo di mano che consentirebbe il proliferare di una serie di discariche in tutta Italia per nulla sicure e che causerebbero una serie di procedimenti di infrazione da parte della Commissione Europea con multe salate”, fanno notare il coordinatore nazionale dei Verdi Angelo Bonelli e il co-portavoce del Lazio Nando Bonessio. L’appello lanciato è al ministro Costa che recentemente ha dichiarato di volere recepire l’idea degli ambientalisti di inserire nella Costituzione il principio della tutela ambientale: “Passi dalle parole ai fatti”, concludono.

Via libera a Malagrotta 2? – Sul territorio romano questa vicenda ha infiammato gli animi di quanti (tecnici e attivisti) lottano per la salvaguardia della Valle Galeria e in particolare dell’area di Monte Carnevale. Qui, secondo le disposizioni del Comune e della Regione, potrebbe trovare posto la nuova discarica di RSU (Rifiuti Solidi Urbani) della Capitale. Al momento i lavori in atto sulla ex cava riguardano la realizzazione di un sito per lo smaltimento di inerti, ma il passaggio al conferimento dei rifiuti capitolini sembrerebbe essere solo questione di tempo. A fronte di queste possibili nuove regole, l’ex assessore all’ambiente del Municipio XI Giacomo Giujusa, ha richiesto l’intervento della Commissione per le Petizioni del Parlamento Europeo per ribadire il divieto di installazione di discariche in siti privi di barriera geologica naturale: “Questo atto sta rendendo superflua la presenza di questo tipo di barriera permettendo discariche in tutti i tipi di cave, anche quelle che fino a questo momento erano ritenute inidonee – aggiunge - Tutte le cave mai ripristinate diventerebbero possibili discariche, anche se hanno un lago dentro, basta realizzare una barriera artificiale”. La preoccupazione è molta e l’attesa è per l’intervento Ministero, anche se nonostante le dichiarazioni ancora non si è vista nessuna modifica al testo. Leonardo Mancini


ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
05/03 1614969960 Il Lazio resta in zona gialla. Ecco le regole da sapere
05/03 1614968220 A fuoco il tetto di una abitazione alla periferia di Aprilia: pesanti danni
05/03 1614963060 Ariccia verso la chiusura del ponte monumentale. In arrivo navette sostitutive
05/03 1614958440 Un etto di marijuana sotto la felpa: un altro arresto in centro a Pomezia
05/03 1614957840 Coronavirus, 147 nuovi contagi in provincia di Latina e 3 morti. Ecco i casi
05/03 1614957840 Coronavirus, altri 134 positivi in 24 ore nella Asl Roma 6. Due decessi
05/03 1614957000 Intitolazioni per i parchi di Aprilia, da Nilde Iotti ai Martiri delle Foibe
05/03 1614956640 Controlli di polizia allo Zodiaco, identificazioni tra puzza e degrado assoluto
05/03 1614956460 La Bcc dona apparecchi medici all’Ospedale di Anzio e Nettuno, oggi la consegna
05/03 1614956280 Corso Italia ad Anzio, la Polizia sfratta gli occupanti abusivi in subaffitto
05/03 1614953760 Fondi per la pista ciclabile di Grottaferrata: in arrivo 25mila euro
05/03 1614953760 Maxi frode fiscale scoperta a Pomezia: 30 denunce. Gestiva tutto un avvocato
05/03 1614949800 Parco senza direttore e ora anche senza presidente: si dimette Ricciardi
05/03 1614947100 Continuano i lavori per l'installazione del semaforo pedonale su via Garibaldi
05/03 1614946800 Iniziata a Rocca di Papa la consegna dei buoni spesa ai cittadini in difficoltà
05/03 1614946200 Via l'anidride carbonica dai pozzi, partiti lavori Acea all'impianto definitivo
05/03 1614945720 L'Ass. Frascati Scienza aderisce all'iniziativa per rilanciare i prodotti tipici
05/03 1614945660 Premio internazionale di poesia Masio Lauretti, ecco il bando della VI edizione
05/03 1614943500 In consiglio comunale botta e risposta sulle linee programmatiche della giunta
05/03 1614941580 Anche ad Ariccia iniziative per la festa della donna: in campo le consigliere
05/03 1614938520 Violenze su bimba di 22 mesi: arriva la condanna a 7 anni anche per la madre
05/03 1614938340 Raggiunte le 34mila vaccinazioni anticovid19 tra Castelli Romani e litorale
05/03 1614936480 A spasso tra i resti del Tempio di Giunone Sospita: sport e cultura si uniscono
05/03 1614930180 Attestato di Lode per i soci Anc di Cisterna: salvarono una giovane dal suicidio
05/03 1614929880 Grottaferrata, isola ecologica bloccata: il sindaco diffida la soprintendenza

"Nessun duro colpo per il M5S"

Eur, le precisazioni del IX Municipio sulla rottura con Alessandra Tallarico

Con riferimento all’articolo  https://www.ilcaffediroma.it/articolo/68560/in-ix-municipio-continuano-a-cadere-le-stelle-e-rottura-con-la-tallarico?fbclid=IwAR3PQ4NIljmv9uk1T-wwzUZC9I_0xC9i4Pt983g3id5Cui5BeP1M1TGowDs   pubblicato sul “Caffè di Roma”, si precisa quanto segue. La Cons. Tallarico ha dichiarato che conferma il...

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli