[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Opposizione all'attacco

Ariccia, scontro sull’abbattimento 'anticipato' delle villette abusive FOTO

<
>
Ariccia,  località villa franca - Gli scheletri delle villette abusive, sullo sfondo la frazione di Cecchina di Albano
Ariccia, località villa franca - Gli scheletri delle villette abusive, sullo sfondo la frazione di Cecchina di Albano

Il dirigente dell’area tecnica del comune di Ariccia, Claudio Fortini, avrebbe avviato l’abbattimento degli scheletri delle villette abusive mai ultimate dalla società Ace srl in località Villa Franca, al confine con la frazione di Cecchina, senza prima chiedere un parere formale agli avvocati Vito Bellini e Maurizio Dell’Unto che difendendo il municipio ariccino nella causa giudiziaria con annessa maxi richiesta di risarcimento danni da 40 milioni di € - oltre 2mila e 100 euro per ognuno dei 19mila residenti del comune di Ariccia - avviata contro il municipio da questa stessa società e, quindi, esponendo l’intera città ad un rischio di condanna che si sarebbe dovuto e potuto evitare. 

L’ATTACCO DELLA MINORANZA
È l’accusa rivolta al dirigente della città della porchetta e alla Giunta municipale dai sei consiglieri di minoranza ariccina: Emilio Cianfanelli, Mauro Serra Bellini, Cora Fontana Arnaldi, Renata Giannusa, Andrea Sonaglioni ed Ermanno Bravetti. I sei politici hanno inviato un dettagliato esposto alla Corte dei Conti del Lazio, con allegate tutte le carte scritte e sottoscritte dal dirigente ariccino tra novembre 2019 e maggio 2020 che autorizzano l’abbattimento tra l’altro solo di una piccola parte degli immobili abusivi. Inoltre, i sei politici hanno anche notificato una diffida formale ad Elisa Refrigeri, vicesindaca-reggente dopo la morte dell’ex sindaco Roberto Di Felice, ed Elisa Ruvo, segretaria comunale, affinché revochino l’appalto di abbattimento delle villette abusive, già affidato, fino a quando non venga acquisito il parere formale dei legali.

LE DIMENTICANZE DEL CURATORE FALLIMENTARE
A trascinare in giudizio il Municipio a metà 2018 è stato il curatore fallimentare della società Ace srl, dottor Sandro Carrubbi, nominato dal Tribunale di Firenze, che ha deciso di chiedere un risarcimento solo al municipio, senza chiamare in causa la società Gessica 90 srl, riconducibile alla nota famiglia di costruttori Ramacci di Albano. Nel 2004, Gessica 90 srl aveva venduto ad Ace srl quei terreni dichiarando espressamente che “non erano mai stati interessati da incendi”. Dichiarazione che poi si è rivelata essere infondata. Carrubbi non ha trascinato in giudizio e chiesto i danni nemmeno alla Regione Lazio e all’ex Provincia di Roma, che pure avevano dato il via libera alla lottizzazione. Il curatore, contattato in passato da il Caffè, ha preferito non rispondere alle nostre domande. 

LA LOTTIZZAZIONE 'ABORTITA'
Il contenzioso nasce da una grossa lottizzazione promossa da Ace srl nel 2005 su un terreno privato di oltre 8 ettari, l’equivalente di 16 campi di calcio di serie A, proprio al confine con la frazione di Cecchina di Albano. Il piano di urbanizzazione, approvato con il via libera della Regione Lazio e della ex Provincia di Roma, prevedeva la costruzione di 27 ville e due palazzi a 3 piani. Ma anche case popolari, uffici pubblici e privati, un centro commerciale e un centro sportivo. La lottizzazione fu avviata dall’ex sindaco di centro-destra, Vittorioso Frappelli, ma saltò dopo tre anni, quando il cantiere era già in corso anche se appena partito, poiché il terreno prescelto su cui si ergeva uno storico uliveto il 9 agosto 2003 era stato colpito da un violento incendio. Evento che la società Ace srl aveva sottaciuto nelle proprie richieste di edificazione. Mentre l’avvio di attività edilizia su terreni percorsi dal fuoco è vietato per 15 anni. A stoppare i lavori fu la giunta capitanata dall’ex sindaco e attuale consigliere di minoranza, Emilio Cianfanelli. L’intera area è tornata edificabile lo scorso 10 agosto 2018. Poco prima di tale data, la società Ace è tornata alla carica, per il tramite del suo curatore. A marzo 2019 si è tenuta la prima udienza che si è conclusa con un nulla di fatto. La sentenza di primo grado è attesa entro l’anno: i giudici dovranno stabilire se il comune dovrà pagare o meno la maxi richiesta di risarcimento di Ace srl in liquidazione, avviata tra l’altro con un ritardo inaudito.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
16:42 1601217720 Bufera di vento e pioggia su Nettuno: alberi divelti, auto e camper ribaltati
16:16 1601216160 Aprilia: 4 alunni di 4 scuole positivi al Covid. Avviato isolamento delle classi
14:26 1601209560 Semaforo per evitare che le auto si fermino nel sottopasso allagato: l'ordinanza
14:08 1601208480 Offese sotto casa del consigliere di Aprilia Zingaretti: la solidarietà del Pd
12:06 1601201160 Imprenditore agricolo di Aprilia denunciato per sfruttamento del lavoro
10:43 1601196180 Consegnato il Premio Città di Velletri al celebre attore Lando Buzzanca
10:07 1601194020 Mensa scolastica, a Pomezia parte a metà ottobre: problemi organizzativi
26/09 1601136180 Ariccia, rinviata l'Ecofesta al Parco Romano del Biodistretto causa maltempo
26/09 1601132940 Minacce anonime al deputato di Terracina: «Ti devi fermare, altrimenti...»
26/09 1601131320 Premio Letterario Sportivo Invictus, presentati i nomi dei 7 finalisti
26/09 1601122620 Arrestati gli autori della rapina al supermercato di Borgo Santa Maria
26/09 1601122380 Nonostante la separazione, continua a essere aggressivo coi familiari. Arrestato
26/09 1601121900 Albano, convention sulle bellezze e la storia del territorio dei Castelli
26/09 1601117760 Società Nazionale di Salvamento Sezione Nettuno-Anzio, il bilancio dell’estate
26/09 1601117400 Uova sull’auto del consigliere Mancini di Nettuno, la solidarietà della politica
26/09 1601117340 Rissa a bottigliate a Lavinio mare, locale devastato e clienti in fuga
26/09 1601104980 Atti vandalici all'ISS Copernico di Pomezia, arrivano 30mila euro dal Ministero
26/09 1601103720 Rapinato e malmenato per pochi euro ad Anzio, arrestato un 31enne
26/09 1601102640 Offese social all'Ente Parco del Circeo, 5 indagati: c'è anche un ex sindaco
26/09 1601101260 Perseguitava le ragazze tramite social network: 18enne spedito in una comunità
26/09 1601100360 Intimidazioni di fuoco per far cadere l'amministrazione di Sermoneta: 4 arresti
25/09 1601055300 Agente penitenziario aggredito da un detenuto nel carcere di Velletri: ferito
25/09 1601054880 Nuove grane per la Roma-Latina, si dimette il presidente cda Autostrade Lazio
25/09 1601049720 “Cambierai” e “L’ultima volta”, primi brani del giovane cantautore Fabio Casillo
25/09 1601048700 L'incendio della Loas sul tavolo della Commissione parlamentare Ecomafie

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli