[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Dopo la regolarizzazione del Governo

Omizzolo: «Senza controlli a Latina i braccianti saranno ancora sfruttati»

«Certo, sicuramente è un passo in avanti. Ma in provincia di Latina c’è una situazione particolare e i braccianti agricoli continueranno ad essere sfruttati». A parlare è uno dei più strenui difensori in Italia dei diritti dei lavoratori nei campi, Marco Omizzolo. Che commenta al Caffè la nuova regolarizzazione di braccianti impegnati nel settore agricolo, inserita nel Decreto Rilancio varato dal Governo. Sindacalista, ricercatore Eurispes e giornalista, Omizzolo ci spiega i reali effetti della sanatoria, che riguarda anche i lavoratori italiani, su un territorio simbolo del caporalato come l’Agro pontino. Quello ottenuto e annunciato in lacrime dal ministro dell’Agricoltura Teresa Bellanova, è un provvedimento che punta all’emersione del lavoro nero e dei cosiddetti ‘invisibili’. «Ma che non entusiasma – dice il sindacalista –, in quanto di natura temporanea e direi anche estemporanea. Anche se è comunque un’opportunità che deve essere colta». L’art.110bis del testo del decreto-legge licenziato dal consiglio dei ministri coinvolge più settori: oltre all’agricoltura, anche allevamento, zootecnia, pesca, acquacoltura, lavori domestici (colf) e di assistenza alla persona (badanti). I datori di lavoro, dal 1 giugno al 15 luglio 2020, potranno dichiarare la sussistenza di un rapporto lavorativo in nero, senza incorrere in procedimenti penali e amministrativi, e mettere così in regola il proprio dipendente. Se il lavoratore in nero è un immigrato clandestino (che possa attestare di essere in Italia da prima dell’8 marzo 2020, senza successivamente aver lasciato il Paese), la firma su un contratto di lavoro gli permetterà di ottenere un permesso di soggiorno per motivi lavorativi. «Ciò consente a queste persone di acquisire, anche se a tempo determinato, dei diritti fondamentali. – spiega Omizzolo – Possono denuciare, recarsi in ospedale. Insomma, possono uscire da uno stato di emarginazione». Chi invece un lavoro non ce l’ha nemmeno in nero? Può chiedere in prima persona un permesso di soggiorno di sei mesi per cercare un impiego. Ma per accedere a tale canale, si deve dimostrare di avere un permesso di soggiorno di tipo lavorativo, turistico, provvisorio per richiesta di asilo o ancora per protezione internazionale, in scadenza o scaduto dal 31 ottobre 2019. E di aver lavorato nei settori interessati prima di tale data. «È necessario porre l’accento su una questione di fondo – precisa Omizzolo –  Soprattutto in agricoltura, un contratto di lavoro e un permesso di soggiorno non implicano la fuoriuscita automatica da una condizione di sfruttamento. La provincia di Latina è tipica in questo senso: nei campi ci sono lavoratori che hanno appunto sia un permesso che un contratto, ma sono ugualmente sfruttati. Per dire, anche i braccianti italiani vengono sfruttati. Con salari da 300 euro al mese per 28 giorni di lavoro, che sulla basta paga diventano un quinto. Per sottrarre dal giogo del caporalato queste persone, serve togliere dalle mani dell’imprenditore e del caporale la centralità di questa dinamica. E, ovviamente, controlli più severi». Difficile dare una stima dell’esercito di stranieri ‘invisibili’ che sarà interessato dal provvedimento. A livello nazionale, si parla di circa 200 mila regolarizzazioni su 600mila persone senza permesso di soggiorno che potrebbero essere presenti attualmente in Italia. «Ed è ancora più difficile fornire una stima per la sola provincia pontina. Oltre che invisibili, questi soggetti si spostano con frequenza su tutto il territorio nazionale». «Si tratta di una misura, nel complesso, insufficiente – conclude – Ma che può comunque essere migliorata nella conversione in legge del Decreto».


I PALETTI PENALI
Se il lavoratore straniero è stato destinatario di un decreto di espulsione o è stato condannato per una serie di reati gravi, non può accedere alla sanatoria. Vale lo stesso per il datore di lavoro. Niente ‘scudo penale’ infatti nel caso negli ultimi 5 anni sia stato condannato, anche con sentenza non definitiva, per reati come favoreggiamento dell’immigrazione clandestina  o ‘caporalato’. 


 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
10:02 1594281720 Genzano: Luca Iommi rinuncia alla candidatura e appoggia Carlo Zoccolotti
10:01 1594281660 Il candidato di centrosinistra Massimiliano Borelli si presenta oggi ad Albano
09:42 1594280520 La Polizia locale sequestra un terreno comunale dove stava sorgendo un campo rom
08:52 1594277520 Parchimetri non funzionanti sul lungomare di Latina, ma per Atral è tutto ok
08:40 1594276800 Scende a 30 km orari il limite di velocità su via Nazario Sauro ad Anzio
08:33 1594276380 Lavori in biblioteca: termineranno dopo l'estate. Sopralluogo del Sindaco
08:17 1594275420 Incidente nelle campagne di Aprilia: si ribalta col trattore, agricoltore muore
08/07 1594227720 I carabinieri recuperano un rosario da 5mila euro rubato in chiesa a Terracina
08/07 1594227180 Ricercato per una rapina in villa a Pistoia, rintracciato e arrestato ad Ardea
08/07 1594222140 La Regione ordina al Campidoglio: campo rom Castel Romano sia presidiato h24
08/07 1594220460 La Polstrada potenzia i controlli su Pontina, Appia, Monti Lepini e Flacca
08/07 1594219080 Domato dopo quasi 24 ore l'incendio al fienile su via Ardeatina
08/07 1594218420 Contributo a fondo perduto: nel Lazio presentate 105mila richieste
08/07 1594218180 14 nuovi casi nella regione, 9 sono di importazione. Un positivo alla Asl Latina
08/07 1594217940 Possesso di documenti falsi e droga, la Polizia arresta una donna di Anzio
08/07 1594215960 Anzio, pronta la nomina ad assessore alla cultura per Gabriella Di Fraia
08/07 1594215900 Porto di Anzio, a breve i lavori di ripascimento e pennelli antierosione
08/07 1594215780 L’11 luglio parte la stagione a Torre Astura, ecco gli orari delle navette
08/07 1594214520 Pomezia, centri estivi: Sindaco e Assessore in visita alle strutture pubbliche
08/07 1594210740 Ordinanza per regolare l'uso di liquami e fertilizzanti organici in agricoltura
08/07 1594208940 È ai domiciliari, ma si prostituisce ricevendo i clienti a casa: arrestata
08/07 1594204620 Tenta di gettarsi dal ponte di Ariccia, salvato dalla polizia 21enne di Aprilia
08/07 1594201620 Senza patente, causa incidente con danni e fugge: multa da 5mila euro
08/07 1594201320 Quarto furto in biblioteca a Pavona in pochi giorni: allertata la Polizia
08/07 1594200660 Parte la messa in sicurezza del campo rom di Castel Romano: 70 agenti sul posto

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli