[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Dopo le accuse ricevute in un post

Lariano, il sindaco Caliciotti scrive una lettera aperta ai cittadini

Il Sindaco Maurizio Caliciotti ha scritto una lunga lettera ai cittadini di Lariano, dopo alcune accuse che gli sono state rivolte da un consigliere comunale dell'opposizione : “Ben vengano le critiche, se costruttive. Ma le offese e le insinuazioni sono gravi e inaccettabili”, comincia cos' la nota del primo cittadino larianense. 
Cari cittadini, faccio molta difficoltà, nel pieno dell’emergenza epidemiologica – la peggiore crisi economica e sociale dal dopoguerra ad oggi – a dover replicare alle infamie rivolte alla mia persona da parte del consigliere di minoranza Gianluca Casagrande Raffi con un commento pubblicato sotto ad un post su Facebook.
 
Voglio rispondere per difendere il lavoro, la passione e l’impegno che quotidianamente, insieme all’intera macchina amministrativa, stiamo profondendo con grande sacrificio.
 
Lo faccio a nome di tutti i dipendenti comunali e di tutti i volontari che, senza sosta, stanno cercando di alleviare per quanto possibile gli effetti di questa terribile pandemia, al fianco dei più bisognosi fornendo supporto economico e sociale.
 
Chi mi conosce sa, quanto nella mia vita sia lavorativa sia amministrativa, non mi sia mai risparmiato, prestando, in qualsiasi ruolo ricoperto, il massimo dell’impegno e della dedizione.
 
Come Sindaco, non ho mai operato per la conquista dei “like”. Non ne ho bisogno, perché ritengo che gli effetti della buona amministrazione siano visibili agli occhi dei cittadini, e non vadano indotti tramite i social.
 
Ricoprire la carica di primo cittadino del proprio paese è un grande onore. Farlo in una situazione dalla drammaticità epocale, dove la priorità quotidiana è divenuta all’improvviso quella di fornire bollettini sanitari, di confortare le famiglie dei contagiati e di tutti coloro che si trovano in quarantena precauzionale, condividere con loro le sofferenze per la perdita di un proprio caro, posso assicurarvi che è un compito molto difficile e certamente il meno invidiato in questo frangente.
 
Giorni duri, come non mai!
 
Ma quando dalla critica politica, anche la più aspra, si passa alle offese personali, sia alla mia persona sia all’Istituzione che ho l’onore di rappresentare, non si può far finta di nulla.
 
Non ci si può voltare dall’altra parte.
 
È vero che le parole definiscono chi le pronuncia, ma in questo caso si è andati ben oltre.
 
Con un commento al di fuori del contesto del post in cui è stato pubblicato, che aveva l’intento di sottoporre alla mia attenzione alcune proposte volte ad elaborare soluzioni per incentivare la ripartenza dell’economia locale, il capogruppo Casagrande Raffi – tra l’altro, uno dei firmatari del post medesimo –, forse con la mente offuscata dalla stanchezza, vista anche l’ora tarda in cui è stato pubblicato il commento in questione, si è preso la briga di offendere tutti i consiglieri comunali che compongono la maggioranza di Prima Lariano, definendoli “SUDDITI”, ha messo in discussione la mia moralità e la mia onestà insinuando, tra l’altro, che “…l’emergenza sanitaria e tutta questa storia hanno dimostrato che il sistema basato su uomo solo al comando con tanti sudditi incapaci intorno è fallimentare!!!”.
 
Vorrei ricordare al Consigliere Casagrande Raffi, che non meno di un mese fa, nell’unica telefonata fatta al sottoscritto nel corso dell’emergenza Coronavirus, l’unica proposta rivendicata è stata quella di essere nominato “commissario straordinario dell’emergenza di Lariano”, per non so quali meglio specificate competenze, omettendo tra l’altro che detta figura non risulta essere contemplata nelle amministrazioni locali, se non previa nomina delle istituzioni superiori e competenti in materia. Se allora c’è qualcuno che vuole essere l’uomo al comando, certamente non sono io, che il ruolo di guida del paese mi è stato riaffidato in una competizione elettorale democratica, bensì chi inventa cariche per poter dire finalmente “ci sono anch’io”.
 
Questa mattina, il consigliere Casagrande Raffi ha modificato il suo commento cambiando la parola “Caliciotti” in “Camiciotti”, forse con l’intento subdolo di rendere equivoca la persona offesa, magari messo in guardia da qualche “amico” di fronte al rischio di trovarsi travolto in un procedimento giudiziario per diffamazione.
 
Praticamente come a dire che “la toppa è peggio del buco” e confessare di aver commesso un reato di portata rilevante, offendendo l’altrui reputazione e ledendo l’immagine e l’onorabilità personale e pubblica.
 
Come si può permettere di affermare che “…i direttori di banca, come Caliciotti ed altri, quali alcuni partiti (ad esempio il PD) nelle crisi economiche e sulle difficoltà dei cittadini, ci guadagnano alla grande”?
 
A tempo debito, e di fronte alle autorità competenti, sarò curioso di conoscere quali sarebbero tali asseriti guadagni da me conseguiti, insieme ai direttori di banca – ruolo che tra l’altro non ricopro da moltissimi anni –, nel corso di questa crisi epidemiologica.
 
Concludo chiudendo questa bassa pagina di attacchi personali dicendo che di questa vicenda se ne occuperanno le autorità competenti. Allo stesso modo auspico che il dibattito pubblico sulla nostra comunità e sulle misure da intraprendere per superare tutti insieme questa grave situazione, torni alla normalità e soprattutto con contenuti ben più elevati rispetto alle offese e alle insinuazioni, non degne del ruolo cui i cittadini lo hanno relegato da 8 anni, quello di opposizione. Un ruolo, sia chiaro, che ritengo di fondamentale importanza per un proficuo confronto democratico.
 
 

 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
16:42 1594737720 Furgone prende fuoco in piazza Kennedy a Ciampino, paura tra i passanti
16:29 1594736940 Mare di plastica sulle spiagge di Anzio e Ostia, il dossier di Legambiente Lazio
16:27 1594736820 Sosta selvaggia sulla via Ardeatina ad Anzio Colonia, raffica di multe
15:27 1594733220 Tutto andrà bene… disse Gesù: il film della regista di Aprilia stasera in Tv
15:26 1594733160 La comandante di Polizia Locale Barbara Luciani dirige l'Ufficio Emergenza Rom
15:21 1594732860 Aprilia, trovato con 500 gr di hashish e 830 euro in contanti. Arrestato 32enne
15:20 1594732800 Quattro termoscanner per riaprire i centri anziani di Pomezia e Torvaianica
14:47 1594730820 Aprilia, due giovanissimi beccati dai carabinieri a rubare da un'auto in sosta
14:47 1594730820 San Felice, rinvenuta anfora romana a nove metri di profondità sott'acqua
14:25 1594729500 Beatrice Ion sindaco per un giorno: «Indossare la fascia tricolore è un onore»
14:22 1594729320 Crolla palazzina oggetto di ristrutturazione: muore operaio di Pontinia
14:06 1594728360 Uccise il cane Lucky: confermata in Appello la condanna a 8 anni
14:00 1594728000 Con il Suv ubriaco e contromano: il 113 lo ferma con lo spray al peperoncino
11:53 1594720380 Serie C2. L'Ardea Calcio a 5 piazza il colpaccio: preso Manuel Maccarinelli
10:58 1594717080 Rifiuti ad Anzio, l’assessore Ranucci: “I cittadini facciano la loro parte”
09:29 1594711740 Perde il controllo dell'auto e finisce in una scarpata: 52enne in ospedale
09:24 1594711440 Florovivaismo pontino in crisi, allo studio una legge e un fondo straordinario
08:33 1594708380 Ripartono gli screening oncologici gratuiti per i cittadini di Marino e Ciampino
08:25 1594707900 Botte alla fidanzata, condanna in Appello ridotta da 4 a 2 anni
08:17 1594707420 Imbarcazione da diporto si riempie d'acqua e sta per affondare: coppia salvata
07:54 1594706040 Ritrovata carbonizzata l'auto usata per la rapina in villa a Campo di Carne
07:50 1594705800 Per evitare l'arresto si lanciò nel fosso e si spezzò le gambe: ora la condanna
07:46 1594705560 Strisce blu a Latina, invariata la gestione dei 6.760 posti auto
13/07 1594655820 Una studentessa di Velletri realizza la scultura del Premio Strega 2020
13/07 1594648920 Scontro tra auto e moto. Centauro vola per diversi metri sull'asfalto, è grave

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli