[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Annullata la determina dirigenziale

Assistenza scolastica ai bimbi disabili, il Tar boccia la linea del Campidoglio FOTO

<
>
Veronica Mammì - Assessora alla Scuola
Veronica Mammì - Assessora alla Scuola
Assessora e Sindaca - Veronica Mammì con Virginia Raggi
Assessora e Sindaca - Veronica Mammì con Virginia Raggi

Non si può continuare a tenere alla fame gli assistenti che nelle scuole si occupano degli alunni disabili. E soprattutto non può essere negata loro quella retribuzione minima prevista dai contratti nazionali. Ma proprio questo avrebbe invece fatto il Campidoglio con il cosiddetto bandone, l'appalto unico con cui gestire da settembre l'integrazione degli alunni disabili nelle scuole di Roma, affidati ai cosiddetti assistenti educativi culturali che li aiutano a sviluppare le capacità pratiche e relazionali. Accolto su tale punto il ricorso presentato da 12 cooperative contro l'appalto da 152 milioni di euro in tre anni, suddiviso in 30 lotti, il Tar del Lazio ha annullato la determina dirigenziale di Roma Capitale con cui è stata approvata la progettazione a base di gara e la determina dirigenziale con la quale sono stati approvati i capitolati descrittivi. 

ALUNNI DISABILI HANNO DIRITTO A INSEGNANTE DEDICATO
In ogni scuola gli alunni disabili, oltre a un insegnante a loro dedicato, hanno diritto a un assistente educativo culturale, il cosiddetto AEC, gli unici in ambito scolastico ad essere a contatto con i ragazzi e a non essere assunti dal Ministero dell'Istruzione, lavorando tramite cooperative che vengono pagate dagli enti locali. Fino a circa venti anni fa tali figure erano in carico al Campidoglio. Poi è stata scelta la via della esternalizzazione e sono arrivate le coop. 

UN ‘BUSINESS’ DA 60 MILIONI L’ANNO
Una cinquantina di cooperative che si dividono nella capitale un business stimato in 50-60 milioni di euro l'anno, che fino ad oggi per ogni ora di assistenza a un alunno disabile hanno ricevuto dall'ente locale tra i 20 e i 21 euro, facendo però scivolare nelle tasche degli assistenti solo circa 7 euro. Gli AEC vengono solitamente pagati solo per le ore di lavoro svolte e se ad esempio il bambino loro assegnato non va per un periodo a scuola non percepiscono neppure un centesimo. Una situazione che coinvolge a Roma circa 2.400 AEC e novemila famiglie di bambini disabili.

INAPPLICATO IL CONTRATTO NAZIONALE
Togliendo la gestione degli appalti ai Municipi e ricorrendo al bandone, il Campidoglio ha lasciato gli assistenti alla fame, non applicando il contratto nazionale di lavoro del maggio 2019 per la determinazione del costo orario degli operatori e basandosi sulle vecchie tabelle ministeriali del 2013. Il risultato? Previsti 17,70 euro per un operatore C1 e 18,80 per un D1, che in base al contratto hanno invece diritto rispettivamente a 19,06 e 21,01 euro l'ora. Le cooperative hanno specificato che loro devono pagare quelle somme e con le previsioni fatte per l'appalto non sarebbero riuscite a sostenere la spesa. Una tesi accolta dal Tar. 

AMMINISTRAZIONE IRRAGIONEVOLE
"Contraddittoria ed irragionevole è stata  la scelta dell’amministrazione laddove - specificano i giudici nella sentenza emessa - nel congegnare la legge di gara per un affidamento di così rilevante impatto dal punto di vista sociale ed economico ha sottostimato i costi del personale, determinandoli in base a parametri non solo non più attuali, ma addirittura superati, come detto, già prima della indizione della procedura, dalle nuove pattuizioni del nuovo contratto collettivo". Soddisfatto il Comitato romano AEC, che da tempo si sta battendo per far tornare gli assistenti alle dipendenze di Roma Capitale e che scattata l'emergenza coronavirus sta lottando affinché venga concesso un minimo di sostegno anche agli AEC, rimasti senza reddito a causa della chiusura delle scuole per frenare i contagi da Covid-19. "Il Tar del Lazio - sostiene il Coordinamento - ha di fatto, annullato il maxi-bando per l’affidamento dell’assistenza scolastica agli alunni disabili. Un bando nato male e finito peggio. Era nato male, dopo una gestazione lunghissima, ignorando il dissenso dei lavoratori, dei sindacati e di gran parte delle cooperative che da anni gestiscono il servizio e che hanno proposto ricorso al Tar, principalmente perché l’Amministrazione non ha tenuto conto, nella determinazione dei compensi, del costo del lavoro degli operatori". Le spese per le retribuzioni degli assistenti previste nel bandone sono ora da rivedere.


ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
27/09 1601217720 Bufera di vento e pioggia su Nettuno: alberi divelti, auto e camper ribaltati
27/09 1601216160 Aprilia: 4 alunni di 4 scuole positivi al Covid. Avviato isolamento delle classi
27/09 1601209560 Semaforo per evitare che le auto si fermino nel sottopasso allagato: l'ordinanza
27/09 1601208480 Offese sotto casa del consigliere di Aprilia Zingaretti: la solidarietà del Pd
27/09 1601201160 Imprenditore agricolo di Aprilia denunciato per sfruttamento del lavoro
27/09 1601196180 Consegnato il Premio Città di Velletri al celebre attore Lando Buzzanca
27/09 1601194020 Mensa scolastica, a Pomezia parte a metà ottobre: problemi organizzativi
26/09 1601136180 Ariccia, rinviata l'Ecofesta al Parco Romano del Biodistretto causa maltempo
26/09 1601132940 Minacce anonime al deputato di Terracina: «Ti devi fermare, altrimenti...»
26/09 1601131320 Premio Letterario Sportivo Invictus, presentati i nomi dei 7 finalisti
26/09 1601122620 Arrestati gli autori della rapina al supermercato di Borgo Santa Maria
26/09 1601122380 Nonostante la separazione, continua a essere aggressivo coi familiari. Arrestato
26/09 1601121900 Albano, convention sulle bellezze e la storia del territorio dei Castelli
26/09 1601117760 Società Nazionale di Salvamento Sezione Nettuno-Anzio, il bilancio dell’estate
26/09 1601117400 Uova sull’auto del consigliere Mancini di Nettuno, la solidarietà della politica
26/09 1601117340 Rissa a bottigliate a Lavinio mare, locale devastato e clienti in fuga
26/09 1601104980 Atti vandalici all'ISS Copernico di Pomezia, arrivano 30mila euro dal Ministero
26/09 1601103720 Rapinato e malmenato per pochi euro ad Anzio, arrestato un 31enne
26/09 1601102640 Offese social all'Ente Parco del Circeo, 5 indagati: c'è anche un ex sindaco
26/09 1601101260 Perseguitava le ragazze tramite social network: 18enne spedito in una comunità
26/09 1601100360 Intimidazioni di fuoco per far cadere l'amministrazione di Sermoneta: 4 arresti
25/09 1601055300 Agente penitenziario aggredito da un detenuto nel carcere di Velletri: ferito
25/09 1601054880 Nuove grane per la Roma-Latina, si dimette il presidente cda Autostrade Lazio
25/09 1601049720 “Cambierai” e “L’ultima volta”, primi brani del giovane cantautore Fabio Casillo
25/09 1601048700 L'incendio della Loas sul tavolo della Commissione parlamentare Ecomafie

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli