[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Annullata la determina dirigenziale

Assistenza scolastica ai bimbi disabili, il Tar boccia la linea del Campidoglio FOTO

<
>
Veronica Mammì - Assessora alla Scuola
Veronica Mammì - Assessora alla Scuola
Assessora e Sindaca - Veronica Mammì con Virginia Raggi
Assessora e Sindaca - Veronica Mammì con Virginia Raggi

Non si può continuare a tenere alla fame gli assistenti che nelle scuole si occupano degli alunni disabili. E soprattutto non può essere negata loro quella retribuzione minima prevista dai contratti nazionali. Ma proprio questo avrebbe invece fatto il Campidoglio con il cosiddetto bandone, l'appalto unico con cui gestire da settembre l'integrazione degli alunni disabili nelle scuole di Roma, affidati ai cosiddetti assistenti educativi culturali che li aiutano a sviluppare le capacità pratiche e relazionali. Accolto su tale punto il ricorso presentato da 12 cooperative contro l'appalto da 152 milioni di euro in tre anni, suddiviso in 30 lotti, il Tar del Lazio ha annullato la determina dirigenziale di Roma Capitale con cui è stata approvata la progettazione a base di gara e la determina dirigenziale con la quale sono stati approvati i capitolati descrittivi. 

ALUNNI DISABILI HANNO DIRITTO A INSEGNANTE DEDICATO
In ogni scuola gli alunni disabili, oltre a un insegnante a loro dedicato, hanno diritto a un assistente educativo culturale, il cosiddetto AEC, gli unici in ambito scolastico ad essere a contatto con i ragazzi e a non essere assunti dal Ministero dell'Istruzione, lavorando tramite cooperative che vengono pagate dagli enti locali. Fino a circa venti anni fa tali figure erano in carico al Campidoglio. Poi è stata scelta la via della esternalizzazione e sono arrivate le coop. 

UN ‘BUSINESS’ DA 60 MILIONI L’ANNO
Una cinquantina di cooperative che si dividono nella capitale un business stimato in 50-60 milioni di euro l'anno, che fino ad oggi per ogni ora di assistenza a un alunno disabile hanno ricevuto dall'ente locale tra i 20 e i 21 euro, facendo però scivolare nelle tasche degli assistenti solo circa 7 euro. Gli AEC vengono solitamente pagati solo per le ore di lavoro svolte e se ad esempio il bambino loro assegnato non va per un periodo a scuola non percepiscono neppure un centesimo. Una situazione che coinvolge a Roma circa 2.400 AEC e novemila famiglie di bambini disabili.

INAPPLICATO IL CONTRATTO NAZIONALE
Togliendo la gestione degli appalti ai Municipi e ricorrendo al bandone, il Campidoglio ha lasciato gli assistenti alla fame, non applicando il contratto nazionale di lavoro del maggio 2019 per la determinazione del costo orario degli operatori e basandosi sulle vecchie tabelle ministeriali del 2013. Il risultato? Previsti 17,70 euro per un operatore C1 e 18,80 per un D1, che in base al contratto hanno invece diritto rispettivamente a 19,06 e 21,01 euro l'ora. Le cooperative hanno specificato che loro devono pagare quelle somme e con le previsioni fatte per l'appalto non sarebbero riuscite a sostenere la spesa. Una tesi accolta dal Tar. 

AMMINISTRAZIONE IRRAGIONEVOLE
"Contraddittoria ed irragionevole è stata  la scelta dell’amministrazione laddove - specificano i giudici nella sentenza emessa - nel congegnare la legge di gara per un affidamento di così rilevante impatto dal punto di vista sociale ed economico ha sottostimato i costi del personale, determinandoli in base a parametri non solo non più attuali, ma addirittura superati, come detto, già prima della indizione della procedura, dalle nuove pattuizioni del nuovo contratto collettivo". Soddisfatto il Comitato romano AEC, che da tempo si sta battendo per far tornare gli assistenti alle dipendenze di Roma Capitale e che scattata l'emergenza coronavirus sta lottando affinché venga concesso un minimo di sostegno anche agli AEC, rimasti senza reddito a causa della chiusura delle scuole per frenare i contagi da Covid-19. "Il Tar del Lazio - sostiene il Coordinamento - ha di fatto, annullato il maxi-bando per l’affidamento dell’assistenza scolastica agli alunni disabili. Un bando nato male e finito peggio. Era nato male, dopo una gestazione lunghissima, ignorando il dissenso dei lavoratori, dei sindacati e di gran parte delle cooperative che da anni gestiscono il servizio e che hanno proposto ricorso al Tar, principalmente perché l’Amministrazione non ha tenuto conto, nella determinazione dei compensi, del costo del lavoro degli operatori". Le spese per le retribuzioni degli assistenti previste nel bandone sono ora da rivedere.


ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
24/02 1614190260 Il 25 febbraio si riunisce il Consiglio comunale di Sermoneta in videoconferenza
24/02 1614189720 Record italiano nel 200 dorso per Daniele Del Signore (Rari Nantes Aprilia)
24/02 1614188760 Silvia Cavalli nuovo direttore generale della Asl di Latina
24/02 1614187560 “Chiamo dal Comune di Nettuno”: tentata truffa per cambiare Gestore elettrico
24/02 1614186660 Agente fuori servizio sorprende due baby topi d’appartamento e li fa arrestare
24/02 1614186180 Il consigliere di Aprilia Domenico Vulcano neo vice presidente della Provincia
24/02 1614185940 Torna il commissario prefettizio a Cisterna: è la seconda volta in tre settimane
24/02 1614185220 Ciampino, ok dall'Anas e prefettura al raddoppio dell'autovelox di via Appia
24/02 1614180000 Acea inizia i lavori a Lanuvio, via Gramsci chiusa a senso unico alternato
24/02 1614179760 Porta a porta a Latina, kit consegnati a oltre il 50% delle famiglie dei borghi
24/02 1614179220 125 nuovi casi e due vittime in provincia di Latina. La mappa dei contagi
24/02 1614175620 Muore di Coronavirus dipendente della Camassa, cordoglio del Sindaco di Anzio
24/02 1614175500 Risse al mare a Nettuno anche con martelli e spranghe, ragazzine scatenate
24/02 1614173580 Dopo il coprifuoco girano in auto con una mazza da baseball: scoperti
24/02 1614169860 Compostiere di comunità, si parte dal quartiere Querceto
24/02 1614166740 Ad Anzio 5 milioni di euro per i lavori sulle condotte tra Lavinio e Cincinnato
24/02 1614163500 Covid, morta un'altra pometina. I dati aggiornati dei contagi a Pomezia e Ardea
24/02 1614162960 Lavori in corso su viale Mazzini a Genzano: strada chiusa per due giorni
24/02 1614162600 Fiammante Ferrari rossa senza revisione: proprietario della fuoriserie multato
24/02 1614162240 Investito da auto pirata e lasciato in strada a morire: Velletri piange "Bocco"
24/02 1614161100 Rischio idrogeologico, ad Aprilia 5 milioni dal Ministero per opere pubbliche
24/02 1614160980 Ponti e ponticelli della provincia, verifica sullo stato manutentivo in corso
24/02 1614158640 Grosso incendio in un'azienda a Sabaudia: distrutti mezzi agricoli e un fienile
24/02 1614158400 Discarica di Albano, i cittadini: “Giudici, serve un nuovo processo Cerroni”
24/02 1614153780 La scomparsa dell'artista Anna Gana: Pomezia la ricorda

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli