[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

a cura di ITALIA SOLIDALE

Perché ripetiamo i mali anche se non vogliamo? FOTO

<
>
GEMELLAGGI MONDIALI DI VITA - In primo piano Anna, missionaria di Italia Solidale, a destra Rita e il loro "giardino"
GEMELLAGGI MONDIALI DI VITA - In primo piano Anna, missionaria di Italia Solidale, a destra Rita e il loro "giardino"

La religione tradizionale è in crisi. I fedeli diminuiscono, i preti sono sempre meno. Nella diocesi di Trento un solo sacerdote segue 19 parrocchie. La “domanda” di spiritualità però resta grande e crescono moltissimi “culti alternativi”. C’è gran confusione, le persone sono sempre più ferite nella fede, nell’identità, nella sessualità, nel lavoro. Una cosa appare chiara: la “Vita non s’inganna” e l’umanità si è sempre ingannata. Padre Angelo Benolli, nei suoi sessant’anni di incontri con tante persone, si è trovato davanti a questa realtà. Vedeva infatti che le ferite delle persone sono inconsce e vengono dall’infanzia. Decise allora di osservare scientificamente il bambino intrauterino. Vide che, per i primi 30 giorni dal concepimento, il bimbo non ha relazione con la madre, ma è sostenuto solo dalla forza “epigenica” (fuori dai geni). Qui colse la realtà di Dio e della persona che è l’essenza della Vita. Vide anche che, in questo momento, si formano le cellule germinali totipotenti, immortali e sessuali, senza il DNA dei genitori. Osservò poi che, quando si forma il cordone ombelicale, il bimbo soffre perché sente il fortissimo contrasto tra ciò che vive con Dio e ciò che sperimenta con la madre, portatrice incosciente dei condizionamenti secolari di non rispetto di Dio e della persona. Davanti a questa realtà, Padre Angelo, pose un fondamento antropologico nuovo, ripartendo dalla creazione: il bambino è una novità assoluta, con energie uniche e irripetibili, ma ha bisogno d’amore che è solo rispetto e scambio di rispetto di tutte le forze di Dio e di tutte le forze della persona, senza nessuna dipendenza. Non vivendo questa esperienza delle energie personali nell’amore, come nei primi 30 giorni, il bambino soffre, si sviluppano le “identificazioni negative”. Queste si ripetono continuamente perché le cellule nervose registrano tutto e non cambiano, quindi il passato è presente. Questa realtà non è stata mai vista fino ad oggi. Per questo abbiamo tanta confusione, violenza, sofferenza e malattie nel mondo. Nei suoi libri, P. Angelo ha sviluppato un’antropologia completa per risolve gli inganni secolari e ritrovare Dio, la propria identità di maschi o femmine per l’Amore. Questo cammino si sperimenta nei “giardini” (ossia comunità) e con il nuovo modo di relazionarsi nella carità, che sta salvando migliaia di bambini e “gemellando” migliaia di famiglie in Italia, Africa, India e Sud America. Così si ritrova la “vocazione” nella Vita e si vive una concreta comunione mondiale, trovando la propria identità nella libertà con Dio e nell’amore al prossimo.

LIBERA il tuo INCONSCIO
di Padre Angelo Benolli Fondatore e presidente di Italia Solidale

Ho studiato per quattro anni i bambini intrauterini e li ho studiati dopo aver incontrato quotidianamente migliaia di persone. Ho visto tutte le persone che non solo soffrivano, ma erano anche false nella fede, erano perse nell’anima, quindi deviate nella sessualità, ammalate nei nervi e nel corpo, e quindi insipienti nella mente. Vedevo anche che tutti questi condizionamenti venivano dall’infanzia, già dal periodo intrauterino. Per questo sono andato a cercare lo Spirito, che è vita, ma non lo trovavo nelle teorie “teologiche” e nemmeno nella storia o nella scienza corrente. Allora mi chiedevo: “Dov’è questo Spirito, dov’è questa pace, questa gioia, questa vita? Dov’è la Creazione, dov’è la Redenzione?”. Cercavo la verità, cercavo lo Spirito e l’ho trovato nei bambini intrauterini, ma nella realtà inquinata non lo trovavo. Ho trovato lo Spirito, che è vita, solo nei bambini nei primi trenta giorni dal concepimento, perché nei primi trenta giorni c’è soltanto Dio e la persona, senza nessun DNA del padre e della madre. Questa è scienza! Invece la scienza attuale ha molte difficoltà ad arrivare a questo, perché è integrata in una scienza mentale, che è presuntuosa e materialista. Anche nella falsa spiritualità non trovavo mai lo Spirito o verità della vita perché, non avendo base antropologica, non coglie mai la completezza e verità delle energie personali della vita, tanto più che le forze fondamentali della vita, così come le ha create Dio, sono inconsce. Ancora oggi molta spiritualità non sa cosa sia l’inconscio. Ma guardate cosa fa l’incompletezza dello Spirito: poiché Freud non aveva una base religiosa, non trattava Dio e non trattava l’anima, pur vedendo tutti i disastri sessuali, non ne poteva risolvere neanche uno, anzi, senza base antropologica, ne produceva di più. E cos’ha fatto la spiritualità dominante davanti a queste incompletezze? Ha detto che tutto l’inconscio è falso! Questo produce l’incompletezza e la rinuncia dello Spirito. L’uomo senza Spirito o “affida tutto” a Dio e rinuncia alla con-creazione, o rinuncia a Dio e confida solo nell’uomo.

Antonella Casini


Il mio valore, senza più sensi di colpa

Sono Rita un “fiore” del giardino di Misilmeri, in Sicilia. Due anni fa, piangendo, raccontai ad un’amica un sogno bellissimo dove Dio mi chiamava a seguirlo. Lei mi disse che voleva presentarmi Anna, una missionaria di Italia Solidale che veniva in Sicilia. Ero talmente alla ricerca di una strada che accettai subito d’incontrarla. Così abbiamo iniziato ad incontrarci, a leggere i libri. Un giorno Anna ci mostrò il video di P. Angelo sul bambino intrauterino e sulla creazione. Avvenne un’esplosione dentro di me, era come se già conoscessi quella realtà, ma mai nessuno me ne aveva parlato, la mia anima la ricordava; la gioia che provai e che provo ogni volta che lo rivedo è indescrivibile. Ringrazio tanto P. Angelo! Prima di conoscere i suoi libri e Italia Solidale ero molto collegata a Dio, ma non capivo niente del valore della mia persona. Anche tutti gli altri “fiori” che si sono coinvolti nel giardino erano molto collegati a Dio, ma tutti fatti a pezzi nel proprio valore, nella propria potenzialità e sacralità. Tutti amavamo la nostra famiglia, Dio e anche il prossimo. Ma tutti eravamo “mascherati”, chiusi, perché eravamo pieni di ferite, inganni, delusioni ed avevamo perso noi stessi. Io se non avessi trovato Dio sarei morta e così altre persone del mio giardino. Penso che Dio ci abbia portato i libri di P. Angelo e la missione per farci risorgere. Il Carisma di Vita di P. Angelo e la missione sono complementari, perché solo facendo missione questo Carisma di vita s’incarna, diventando parte della nostra persona. Nel nostro “giardino” con umiltà ci incontriamo settimanalmente, leggiamo i libri di P. Angelo e ci relazioniamo. Gradualmente facciamo passaggi di libertà e indipendenza, ma soprattutto di vero amore a noi stessi. Dio e la persona, la persona e Dio: questa è la base personale su cui stiamo costruendo il percorso. Leggiamo i libri e li sentiamo rispondenti al nostro vissuto. Li leggiamo da soli e poi condividiamo nel giardino. È una meravigliosa grazia! Sento e scambio su cose che da sola non avevo percepito ed è così anche per gli altri. Le relazioni sui contenuti ci hanno sanato da tanti sensi di colpa e con le adozioni a distanza abbiamo avuto modo di riparare. Siamo cambiati, abbiamo acquistato forza, consapevolezza, ci siamo dati un valore. Riusciamo a percepire meglio se si sta infilando un inganno diabolico e ci fermiamo subito appena ci sentiamo turbare da qualcosa e facciamo discernimento. Ma anche per i “diavoli” che invece si infilano non è più tanto facile che ci facciano soffrire come prima. Scambiamo anche su tutte queste esperienze di vita quotidiana, di superamento di difficoltà. Ma la cosa che ci dà più gioia è quando facciamo fare un’adozione ad un’altra persona: allora diventa una festa per tutti, perché sappiamo che si salva un bambino, ma anche la sua famiglia, che cresceranno con il Carisma di Vita come noi. Oggi il nostro giardino è pronto per aprirsi al giardino di un altro continente ed è una cosa bellissima! Vogliamo leggere i libri e scambiare insieme a loro. Cosa accadrà non lo sappiamo. Di certo saremo benedetti da Dio per questa unità tra popoli che scambiano relazioni per arrivare al Padre e al Figlio, attraverso la pienezza dello Spirito Santo che ci sarà donato con abbondanza.

Rita Costa


Giardini e bambini
L'esperienza di questa cultura si sviluppa nei “giardini”, comunità di 5 famiglie che s’incontrano tutte le settimane per esprimersi, condividere su questi contenuti e pregare. Le famiglie italiane coinvolte salvano un bambino nel Sud del mondo con un nuovo modo di fare adozione a distanza e invitano altre famiglie del loro territorio a fare questa esperienza. Anche le famiglie del Sud del mondo che ricevono l’aiuto fanno i “giardini” e salvano bambini, trovando ciascuna un donatore locale per un bambino di altri continenti. In questa comunione mondiale si recupera l’autentico Amore e si salva la Vita dei bambini, delle persone e del pianeta! 


Il Movimento Italia Solidale - Mondo Solidale
Italia Solidale – Mondo Solidale del Volontariato per lo sviluppo di vita e missione è un movimento laico grazie al quale moltissime persone, a Roma, in Italia e nel mondo, stanno uscendo da inganni secolari, ritrovano le loro energie personali, la loro sana spiritualità per ben amare e ben lavorare, fino ad essere sussistenti e solidali. Oggi questa esperienza è la prima necessità di ognuno. Alla base del movimento c’è “Il Carisma di sviluppo di Vita e Missione”: una nuova e completa cultura di vita sviluppata da P. Angelo Benolli O.M.V., fondatore e presidente di “Italia Solidale – Mondo Solidale”. Nei suoi 60 anni di esperienza come sacerdote scienziato, antropologo e missionario, ha incontrato ogni giorno per molte ore, persone di molte culture e religioni, per sviluppare questa nuova cultura di vita e il nuovo modo di far missione e adozione a distanza. Sintetizzando il tutto nei suoi 10 libri e documenti tradotti in 35 lingue. Con questa base si sta salvando la vita di 2.500.000 di persone in tutta Italia e in 117 missioni di Africa, India e Sud America. Italia Solidale è in tutti i municipi di Roma. Se vuoi saperne di più chiama lo 06.68.77.999 o invia una mail a [email protected], entrerai in contatto con il volontario del tuo territorio.


 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
17/02 1581965580 Tamponamento a catena sulla Nettunense. Coinvolto anche bus scolastico
17/02 1581962340 Pronta la terza pensilina-opera d'arte ad Aprilia
17/02 1581962160 Installate le telecamere di videosorveglianza davanti a tre scuole di Aprilia
17/02 1581957900 Femminile. Nuovo Latina Lady, “remuntada” in Coppa Italia
17/02 1581957180 Pallanuoto, Under 20 Nazionale. L’Antares Latina balza in vetta alla classifica
17/02 1581953700 Genzano, furgone del Comune trovato senza assicurazione dalla polizia
17/02 1581953640 Nemi, coppia di fidanzati si perde nei sentieri del lago, recuperati in serata
17/02 1581953400 Attività della Polizia di Stato presso le stazioni del Lazio: 6036 identificati
17/02 1581952860 Area metropolitana pota i pini sull’Acciarella, ma solo nel tratto di Latina
17/02 1581952800 Potature degli alberi in zona Zucchetti a Nettuno, strada chiusa il 19 febbraio
17/02 1581952680 Lavori urgenti sul tetto, il Nido di Nettuno chiuso dal 21 al 24 febbraio
17/02 1581952260 Serie C, Girone B. Pizzamore Onda, si interrompe la striscia positiva
17/02 1581951540 Serie C2, Girone C. Lele Nettuno, tutto facile con la Buenaonda
17/02 1581949500 Pomezia, rinominare le vie intitolate a razzisti? Ecco cosa ne pensa il sindaco
17/02 1581948840 Karate, Gran Prix d’Abruzzo, brilla la New Line Pomezia
17/02 1581947760 Rocca di Papa, consegnate le attrezzature sportive alla scuola Montanari
17/02 1581947220 Dalla Serie D ai giovani, il “modello” vincente Nuova Florida
17/02 1581937680 A Genzano presentato ‘Rinascere da vecchi’ di Gianfranco Lauretano
17/02 1581935160 Genzano, grande successo del Carnevale Genzanese senza carri
17/02 1581934320 Cinghiale spiaggiato a Sabaudia: da giorni è sulla riva
17/02 1581933180 Segnalazione di un suicidio dal ponte di Ariccia... ma era un falso allarme
17/02 1581932940 Vendevano alcolici ai minori. Controlli a tappeto nei locali di intrattenimento
17/02 1581930960 Assaltano le slot di un bar, ma i clienti di un altro locale li mettono in fuga
17/02 1581929580 Carnevale, torna la sfilata dei carri a Latina: appuntamento martedì grasso
17/02 1581929220 Ariccia, donna investita mentre attraversa la strada in via Rufelli

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli