[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Il “Patto del popolo”si sta organizzando

L’altro centrodestra lancia la sfida al sindaco di Anzio (ed è pronto al voto)

Patrizio Placidi - Ex vice sindaco di Anzio, promotore del Patto del popolo
Patrizio Placidi - Ex vice sindaco di Anzio, promotore del Patto del popolo

Il Patto del Popolo fa sul serio. Prosegue la marcia del neo movimento civico di Anzio capeggiato da un nutrito gruppo di ex amministratori ed esponenti vari del centrodestra dell’ex sindaco Bruschini. Nelle ultime settimane, complice anche la crisi dell’assise comunale, il Patto ha accelerato le manovre con una serie di incontri ravvicinati, anche perché all’orizzonte non è da escludere l’ipotesi di tornare alle urne. A fare il punto della situazione è intervenuto l’ex vicesindaco Patrizio Placidi, che ha lanciato il guanto di sfida all’attuale sindaco Candido De Angelis. Placidi, nelle ultime settimane è sotto gli occhi di tutti l’involuzione dell’amministrazione comunale.

Che idea si è fatto della crisi e della scelta di De Angelis di azzerare le deleghe degli assessori? 
«Il Patto del Popolo prende atto della situazione e ravvisa una serie di evidenti errori politici da parte del sindaco. Ci sarebbe una presunta strategia in tutto questo, anche se si fa fatica a coglierla, togliere le deleghe a tutti tranne all’assessore Fontana è l’ennesima mossa che lede le aspettative altrui, così come è stato un errore evidente allargare la maggioranza a Roberta Cafà e Roberto Palomba. Non si mettono in giunta due ex candidati a sindaco che hanno fatto un’aspra campagna elettorale contro il centrodestra, sarebbe questa la strategia lungimirante? De Angelis dimentica che il 99% del Pdp l’ha votato nel 2018, detto questo a mio avviso la giunta deve andare avanti». 

Che idea ha maturato dello scontro tra il consigliere Vasoli e l’assessore ai Lavori Pubblici Ranucci? Si sta superando il limite della normale dialettica politica? 
«Ritengo che Vasoli abbia sbagliato l’approccio nella stesura del comunicato, dove emerge la difesa dell’interesse privato, mentre invece avrebbe dovuto tutelare le categorie del territorio. Capisco la reazione dell’imprenditore Ranucci, in questo caso non dell’assessore, che si è sentito toccato direttamente, lui è un animo caldo e ha reagito in modo veemente cercando di difendere il proprio operato». 

Vincenzo Capolei ha partecipato a una delle ultime cene organizzate dal Pdp. Ci risulta che ha provato in tutti a modi a ricompattare il centrodestra, quale è la vostra posizione a riguardo? 
«Una volta per tutte vorrei chiarire che il Pdp prende le distanze dall’attuale sindaco e non dal centrodestra in toto. Il nostro gruppo in ogni caso allargherà gli orizzonti guardando anche al centro dello schieramento politico, avremo il nostro candidato sindaco e non faremo accordi con nessuno, quindi rispediamo al mittente qualsiasi proposta di Capolei, che d’altronde è molto impegnato a Nettuno». 

Candidato sindaco Pdp che dovrebbe rispondere al nome di Stefano Bertollini, ce lo conferma? 
«Non abbiamo ancora deciso nulla, in questo momento fare un torto a tanti esponenti del gruppo. Sicuramente Bertollini è un profilo di spessore, ma potrebbero essere interessanti anche Del Giaccio, Buccolini e altri, anche se vale sempre la regola che il candidato sarà scelto in base alle scelte del centrodestra. Qualora dovesse ripresentarsi De Angelis dovremo puntare su un animale politico di provata esperienza, in caso contrario potremo valutare anche altre opzioni». 

Non si può non tenere conto del termometro dei social network nella politica 3.0. Quando compaiono le foto dei raduni del Pdp molte persone esprimono disappunto e vi indicano come sorpassati. Non avreste dovuto puntare su un ricambio generazionale della classe dirigente? 
«Intanto vorrei rimarcare che non si candideranno Placidi, Zucchini e altri della vecchia guardia, inoltre la futura squadra di governo conterà su un ampio rinnovamento. Ci sarà spazio per molti volti nuovi, per quanto concerne i social inoltre vorrei evidenziare che ogni volta che pubblichiamo una notizia otteniamo migliaia di visualizzazioni. Si tratta già di un successo». 

È solo un caso che mentre l’assise comunale va in difficoltà il Pdp comincia a decollare? Ci risulta che diversi esponenti dell’attuale amministrazione sono pronti ad approdare nel vostro raggruppamento. Ranucci è già dei vostri? 
«La giunta va in difficoltà per altri motivi, perché il sindaco pensa di essere un grande stratega e invece colleziona errori, perché non parlano più con i cittadini, non basta una stagione estiva per accontentare le esigenze degli elettori. Abbiamo stima di Ranucci e con lui c’è un fitto dialogo, per quanto concerne i numeri non va dimenticato che noi abbiamo già cinque consiglieri comunali in giunta, sono di più di quanti si possa immaginare». 

Roberta Cafà ha dichiarato al nostro giornale che in futuro non escluderebbe a priori un eventuale ritorno nel Pdp. Cosa pensa a tal proposito e in merito alla sua probabile nomina come presidente del consiglio comunale? 
«Sulla nomina ho già risposto in precedenza, lei e Palomba non avrebbero mai dovuto far parte di questa maggioranza, per quanto concerne il suo futuro politico posso dire con certezza che non farà mai parte del nostro gruppo politico. Una persona che parla di dignità, si dimette, poi si candida contro De Angelis e infine sale di nuovo sul carro dei vincitori, credo che una persona così la dignità l’abbia messa sotto le scarpe». 

I cittadini di Anzio vorrebbero sentir parlare soprattutto di programmi non solo delle vostre dispute nei confronti di De Angelis. Quali sono i punti programmatici su cui sta lavorando il Pdp? 
«C’è un gruppo che sta lavorando alacremente, innanzitutto daremo attuazione immediata al progetto del porto potendo contare sulla disponibilità di molti imprenditori pronti ad investire. Contiamo di dare un impulso forte al rilancio turistico della città recuperando anche il Paradiso sul mare che tornerà agli antichi splendori diventando una sala da gioco. Punteremo su nuove infrastrutture con un adeguato supporto al settore nautico e investiremo tramite i finanziamenti europei sulla città artigiana dando nuovi impulsi a un settore in crisi». 

Il Prefetto di Roma ha dichiarato che i fari della commissione antimafia sono puntati anche sul nostro litorale. Anzio sembrerebbe sotto osservazione. Potrebbe essere il momento idoneo per l’arrivo di una commissione d’accesso che possa far luce su eventuali infiltrazioni della criminalità nella sfera politica? 
«Mi limito a dir ben venga, nessun problema se l’intento è quello di fare chiarezza».

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
28/03 1585422360 È ufficiale: la scuola non riprenderà il 6 aprile. L'annuncio del premier Conte
28/03 1585421520 Conte stanzia fondi per i Comuni: buoni spesa e cibo per chi è in difficoltà
28/03 1585421220 Ai Castelli continuano le donazioni per gli ospedali: ecco i primi materiali
28/03 1585418040 Donate 250 mascherine. La dedica: «Dal vostro concittadino Gabriele Orlandi»
28/03 1585417800 Coronavirus, presto nella rete dei laboratori anche l'ospedale di Genzano
28/03 1585415700 Oltre mille controlli sulle strade di Anzio e Nettuno, sanzionati in 5
28/03 1585412520 Campagna per acquistare un ventilatore polmonare per l'ospedale dei Castelli
28/03 1585411200 600 euro a marzo anche per gli autonomi iscritti a Ordini e casse private
28/03 1585409040 1000 mascherine al Comune di Lanuvio: ecco come ha scelto di distribuirle
28/03 1585405740 Asl Roma 6: 23 nuovi casi positivi. Deceduto un frate trappista
28/03 1585403640 Il Comune di Nettuno attiva la spesa solidale per le famiglie in difficoltà
28/03 1585403640 «Nessuno si salva da solo»: l'immagine storica del Papa e la preghiera per tutti
28/03 1585403520 La Polizia locale di Anzio in azione su ogni strada, posti di blocco ovunque
28/03 1585401600 Mascherine e gel a prezzi folli? Due ipotesi. Come segnalare le speculazioni
28/03 1585401420 «Aiutateci a mantenere gli animali dello Zoo delle Star di Aprilia»
28/03 1585400700 Covid19: Sindaco, consiglieri 5Stelle e assessori di Pomezia donano le indennità
28/03 1585400400 Coronavirus, Coletta: quanto è difficile 'gioire' perché la città è vuota
28/03 1585398840 Altri 14 casi in provincia di Latina: i positivi al Covid-19 salgono a 264
28/03 1585387860 Farmacie di Aprilia in modalità notturna: dopo le 18.30 non si entra più
28/03 1585386240 "Le aziende non chiudono ma noi non siamo cavie". La paura di un operaio pontino
28/03 1585385820 Le campane suonano a Pomezia per ricordare le vittime di coronavirus
28/03 1585385160 Un bonus extra di 100 euro in busta paga per ringraziare tutti i dipendenti
28/03 1585384620 "Ho sconfitto il Covid. Non scherzate con questa cosa, state a casa"
27/03 1585338660 Tentata occupazione di una casa ad Anzio, interviene la Polizia locale
27/03 1585334160 Taurelli: “L’emergenza deve unire, colletta alimentare a Nettuno”

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli