[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

San Felice Circeo, richieste di adozione

Il Presidente del Parco: «Nessuno vuole arrivare ad abbattere i daini» FOTO

<
>
Antonio Ricciardi - Presidente del Parco Nazionale del Circeo
Antonio Ricciardi - Presidente del Parco Nazionale del Circeo

Continua a tenere banco il piano di gestione del daino nel Parco Nazionale del Circeo, il documento che prevede l’abbattimento degli animali in soprannumero quale possibile azione attuativa. Al riguardo Il Caffè ha chiesto al presidente Antonio Ricciardi dettagli sull’argomento.

Presidente, si aspettava che la questione arrivasse in parlamento?
«Onestamente no. Non pensavo che il tema potesse riscuotere un’attenzione così elevata, ma ben venga. Questo ci permette di ragionare tutti insieme su un problema che esiste. I riflettori nazionali si sono accesi in quanto oggi si ragiona in termini globali sull’intero ecosistema Italia, anche se il numero dei daini considerati in eccesso (350 esemplari), sono poca cosa rispetto al panorama nazionale. Il piano del Circeo deriva dalle direttive in vigore che regolano la presenza degli ungulati sul territorio nazionale, il documento non fa altro che applicare le linee guida già individuate». 

Perché gli abbattimenti sono realtà accettate altrove mentre al Circeo hanno generato scalpore?
«Ogni cosa va rapportata alla realtà sociale in cui si vive. Il Parco del Circeo non è un parco alpino, ha anche una vocazione turistica. L’idea che si preveda l’abbattimento degli animali non è accettata. Ma siamo noi stessi i primi ad impegnarci per evitare provvedimenti che poi vanno contro un sentimento comune. Al riguardo, lo stesso piano daini risulta ben fatto perché propone una gamma di opzioni prima di arrivare a quella meno gradita a tutti. In ogni caso la decisione finale sugli interventi spetterà all’Ispra, ente che detiene la gestione della fauna selvatica in Italia».

In passato al Circeo sono stati messi in atto altri piani di contenimenti per daini?
«Prima d’ora non mi risultano interventi di questo tipo sui daini anche se il fenomeno è sempre stato monitorato. Va detto che comunque non parliamo di criticità né emergenza. È un fenomeno che va osservato e contenuto. Se però oggi ci chiediamo cosa era possibile fare 10 anni fa per arginarlo, dobbiamo evitare che tra 10 anni ci si chieda perché nel 2020 non si è fatto nulla. Mi auguro che la sensibilità mostrata per il daino si manifestasse anche nei confronti di altre specie, in particolare quelle a rischio estinzione». 

Qualora si arrivasse all’abbattimento è già definita la procedura per la “filiera” delle carni?
«Di questo non ne parliamo, è un aspetto che ritengo non sia necessario affrontare. Però, per fugare dubbi in merito a manovre o interessi economici, specifichiamo che essendo fauna selvatica, un ipotetico utile andrebbe all’erario e quindi alla collettività».    

Si è parlato di richieste di adozioni. Quante ne sono arrivate?
«Ne stiamo ricevendo davvero tante sia da privati sia da enti pubblici. Tutte queste richieste verranno comunque raccolte ed analizzate insieme all’Ispra. Verrà fatto un esame complessivo. Essendo un animale selvatico, coloro che eventualmente lo riceveranno in affidamento in maniera atipica, dovranno garantire i principi di benessere generale in termini di spazio e sicurezza, di mantenimento e attenzione per evitare la ripetizione della problematica altrove».

Nei giorni scorsi si è riunito il consiglio direttivo. Cosa è stato deciso?
«Il direttivo ha effettuato un punto di situazione delle azioni da intraprendere a livello strategico, compreso il piano daini (confermandone la validità n.d.r.). Il consiglio è l’organo di vertice, collegiale e rappresentativo con all’interno personalità nominate dai ministeri e dall’Ispra. I temi sono stati tanti, tra l’altro ci troviamo in una fase in cui sta per partire l’approvazione del piano del Parco in cui ci sono delle ambizioni che vogliamo porre al rialzo, per un ente proteso al bene della natura, all’amore degli animali e all’educazione ambientale che viene espletata anche attraverso la conoscenza di questi fenomeni». 


Ecco i daini del Circeo per cui si è mobilitata l’Italia intera
Al momento non ci sono  termini perentori precisi per attuare tale piano di contenimento. Come ha spiegato il presidente Ricciardi nell'intervista, in questo momento non si parla ancora di emergenza. A breve prenderanno il via gli incontri con tutte le parti interessate per valutare la situazione migliore. Il 12 febbraio ci sarà anche il rinnovo del consiglio direttivo del parco e ci sarà una parziale rimodifica delle cariche che saranno interessate nelle decisioni future. Nelle foto si vedono alcuni esemplari di daini presenti nella riserva di Cerasella, all'interno del parco del Circeo.


 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
19/01 1611075780 A Nettuno sei nuovi casi positivi al Coronavirus, muore una donna di 83 anni
19/01 1611075720 77° dello Sbarco di Anzio: gigantografia permanente dedicata ai Caduti
19/01 1611075600 La vita di Gabriele chiuso in una stanza e la speranza di tornare camminare
19/01 1611075420 Petizione nazionale per il ritorno della musica live: aderisce anche COOP ART
19/01 1611074460 Al bar in centro con fare sospetto e un coltello lungo 30 cm nel borsello
19/01 1611074160 Covid 19: oggi tra Castelli Romani e litorale altri 94 casi e 8 decessi
19/01 1611072840 Lariano: la protezione civile locale cerca due nuovi giovani volontari
19/01 1611070140 Coronavirus, Latina e provincia ancora sopra i 200 nuovi casi: oggi sono 221
19/01 1611067200 Entrò in un forno armato di piccozza per rubare l'incasso: arrestato 2 mesi dopo
19/01 1611066840 Strage nella casa di riposo: le titolari indagate per omicidio colposo plurimo
19/01 1611062880 Zaccheo e la Metro che «può ancora offrire una grande opportunità»
19/01 1611059340 Non sente l'anziana madre da ore e chiama i pompieri: era morta in casa
19/01 1611058260 Ardea, tributi evasi: attivato un indirizzo e-mail a disposizione dei cittadini
19/01 1611054960 Albano, i cittadini: “Asl e comuni confinanti blocchino riavvio della discarica”
19/01 1611053640 La nuova mensa dell’Istituto Scolastico Bernini di Ariccia si rifà il look
19/01 1611052980 Nuovi uffici pubblici e caserma: al via bando per l'ex convento di San Francesco
19/01 1611052500 Rocca di Papa: investe pedone, poi scappa. Bloccato e denunciato un 47enne
19/01 1611046440 Dà in escandescenza e butta oggetti in strada, poi aggredisce i poliziotti
19/01 1611043440 Slitta la riapertura della biblioteca di Latina: lavori fino a maggio
19/01 1611042600 Boutique del falso, 300 vestiti sequestrati e donati a un centro religioso
19/01 1611042000 12 consiglieri comunali firmano la mozione di sfiducia al sindaco di Cisterna
19/01 1611039540 Sarà un commissario a decidere i siti per le nuove discariche nel Lazio
19/01 1611038940 In libreria “Quel sole e quel cielo”, ultimo libro di Geraldina Colotti
19/01 1611038640 Tutto da rifare a Terracina per il trasporto pubblico: gara annullata dal Tar
19/01 1611038280 Il vicesindaco di Rocca Massima Angelo Tomei entra in consiglio provinciale

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli