[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Latina, voluto da Lazio Pro Natura

Flash mob in difesa della biodiversità nel fiume Amaseno FOTO

Ieri, a Fossanova nel cuore dei Monti Volsci, vicino le sponde del mitologico Fiume Amaseno, ha avuto luogo un doppio evento entusiasmante e formativo sulla Biodiversità. Diverse decine di partecipanti e passanti si sono riuniti all'Abbazia di Fossanova in un flash-mob promosso da Lazio Pro Natura tenutosi in una pausa della Conferenza sulla Biodiversità dei Monti Lepini organizzata dalla Compagnia dei Lepini. Al Flash mob hanno aderito oltre la Compagnia dei Lepini e la Comunità montana Monti Lepini e Ausoni anche le associazioni Sempre Verde, Amici della Macrostigma nonché molti esponenti delle amministrazioni comunali lepine.

L’iniziativa è l’espressione locale della "Protesta dei pesci di fiume", giornata nazionale ricca di decine di flash-mob in tutta Italia per la conservazione degli ambienti fluviali e delle specie che vi abitano. Il progetto ha visto l’adesione di circa 18 associazioni che hanno lanciato un messaggio al ministro dell'Ambiente, Sergio Costa : salvare i nostri fiumi. Tra le richieste la sospensione di incentivi all’idroelettrico, il rispetto della direttiva quadro Acque dell’Unione Europea e la difesa della Biodiversità. Durante la conferenza La Biodiversità dei Monti Lepini oltre 12 interventi scientifici hanno parlato della biodiversità e geodiversità del nostro territorio e si è dimostrato nel dettaglio i problemi e le soluzioni possibili che interessano diversi ambienti acquatici del comprensorio, molti dei quali richiedono urgentemente interventi di conservazione e tutela. Nel nostro territorio, Il Fiume Amaseno rappresenta un caso emblematico di come un corso d'acqua possa essere distrutto dallo sfruttamento antropico.

L’opera di artificializzazione del fiume ha infatti distrutto l’originale ecosistema fluviale nel suo basso e medio corso, mentre nell’alto corso persiste ancora un ampio tratto naturale, con fondo ciottoloso e una fascia ripariale alberata. Qui era possibile trovare almeno 10 specie di pesci autoctone. Purtroppo a seguito di numerosi rilasci di pesci per supportare la pesca sportiva, sono state introdotte numerose specie aliene, ovvero non originarie del nostro territorio, che hanno invaso il fiume e che stanno scalzando le specie native, delle quali 4 sono scomparse come risultato dell’azione combinata di specie invasive e degrado ambientale. L’estinzione del Ghiozzo etrusco (Neogobius nigricans), che era relegato in una piccolissima area dell’alto corso del fiume, dopo l’invasione da parte dell’alieno e simile ghiozzo padano (Padogobius bonellii), ha del tragico. Dopo le prime esultanze per i buoni esiti della la Direttiva Europea Habitat 92/43/CEE che doveva garantire la conservazione della natura del Sito di Interesse Comunitario (SIC), il fiume infatti fu vittima di uno sfruttamento insostenibile da parte delle attività agro-zootecniche: lo scarico di reflui, il taglio abusivo della vegetazione riparale e la realizzazione di una centralina idroelettrica. Una devastazione tragica perpetrata in barba alla legge che nel 2017 ha portato al collasso dell’ecosistema acquatico con l’estinzione del ghiozzo etrusco, come denunciato dal Prof. Zerunian nel saggio “Storia di un’estinzione”.

"All’estinzione - spiega Lazio Pro Natura - non potremo rimediare ma con quest’iniziativa si è lanciato un forte messaggio di speranza e necessità di impegno alle istituzioni che non devono restare a guardare ma aiutare la conservazione e la rigenerazione degli ecosistemi naturali".

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
10:47 1600591620 Settembre Grottaferratese: Simona Marchini in scena al parco Patmos
10:37 1600591020 Sistemazione idrogeologica a Cori: richieste di contributi per 2,5 milioni di €
10:19 1600589940 Fanno esplodere il bancomat di una banca, ma qualcosa va storto: ladri in fuga
10:11 1600589460 Castelli Romani al voto: seggi presi d'assalto già dalle prime ore del mattino
09:47 1600588020 Non solo referendum: 34 Comuni del Lazio andranno al voto tra oggi e domani
09:43 1600587780 Oggi e domani il referendum dei parlamentari: le info per i cittadini di Latina
19/09 1600526580 Nuova torre d’arrivo al centro sportivo remiero della Marina militare a Sabaudia
19/09 1600526040 Case trasformate in bordelli, arrestati coniugi insospettabili: lei era una prof
19/09 1600525380 "UndiciMetri-Storie di rigore", nuovo libro di Maurizio Targa e Cristian Vitali
19/09 1600525140 Freddindustria, secondo rogo in 7 giorni. Il problema resta sottovalutato
19/09 1600522680 Inaugurato all'ospedale di Anzio il Posto di Polizia, riaperto dopo 6 mesi
19/09 1600522200 Incinta e positiva, rifiutato il ricovero all'Umberto I dopo 2 ore in ambulanza
19/09 1600521780 Niente acqua a scuola, liceo costretto a tornare alla didattica a distanza
19/09 1600511460 Area cani invasa da pericolose buche: diffidato il Comune di Pomezia
19/09 1600508460 “Note dell’Arte”, ad Anzio in scena musica e beneficenza per l’Ospedale
19/09 1600508220 Sottopasso ancora chiuso a Casello 45, il grido di rabbia del Quartiere Sandalo
19/09 1600508160 Tenta furto a Parco Leonardo, 39enne di Anzio denunciata ed espulsa dal Comune
19/09 1600508040 Aggressione a Nettuno, 26enne ancora in coma con una frattura alla testa
19/09 1600505700 Dopo 21 anni, il depuratore di La Gogna è pronto ma non viene messo in funzione
19/09 1600503600 Confermata la confisca milionari al capo della 'ndrina del basso Lazio
19/09 1600502640 Fugge dai domiciliari, cercato per due giorni: trovato a Latina
18/09 1600444440 Inneggiava agli assassini di Willy: «Siete degli eroi». Denunciato un 23enne
18/09 1600443660 San Felice Circeo abbassa del 40% la Tari per le utenze non domestiche
18/09 1600438680 Da giorni traffico insostenibile nel centro urbano di Pomezia: città paralizzata
18/09 1600435560 Mensa da pagare in anticipo, Mengozzi (PD) al M5S: «Tornare al vecchio metodo»

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli