[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Il sito di Albano a due passi da Ardea

Roncigliano, colpo di scena sulla riapertura della discarica: da Tmb a 'bio'gas?

Roncigliano - Foto aerea scattata nel mese di novembre scorso. Gli invasi appaiono allagati
Roncigliano - Foto aerea scattata nel mese di novembre scorso. Gli invasi appaiono allagati

Non più un impianto industriale Tmb (Trattamento Meccanico Biologico) per ricevere e sminuzzare 185mila tonnellate all’anno di rifiuti indifferenziati di Roma. Ma probabilmente un altro genere di impianto, forse un ‘bio’gas per trattare 60mila tonnellate all’anno di rifiuti umidi, ossia avanzi alimentari e sfalci erbacei e forse anche fanghi di fogna. Nuovo colpo di scena nella vicenda della discarica di Albano-Roncigliano, situata a due passi da Ardea e Pomezia.

Parliamo dell’immondezzaio classe 1979 chiuso dal misterioso incendio del 30 giugno 2016 dai contorni mai chiariti e riattivato alla chetichella dalla Regione Lazio il 30 ottobre scorso, senza nemmeno convocare i comuni di Albano, Ardea e Pomezia, la Asl Roma 6, l’Arpa Lazio, la Città Metropolitana di Roma e i comitati e le associazioni che da anni si battono per la chiusura e bonifica definitiva del sito.

La Colle Verde, società affittuaria di una parte della discarica, ha comunicato ai giudici del Tar lo scorso 16 dicembre la volontà di depositare in Regione una richiesta di ‘variante sostanziale’ al precedente progetto di Tmb: una sorta di cambio a 360 gradi, per trasformare il Tmb in qualcos’altro. Su tale vicenda il Caffè ha chiesto il parere al consigliere delegato ai rifiuti di Albano, Luca Andreassi.

Consigliere Andreassi, ricominciamo dall’inizio, come è andata l’udienza al Tar del Lazio del 10 gennaio contro Regione Lazio e Colle Verde? 
“Male direi. Nel senso che il TAR ha rigettato la nostra richiesta di sospensiva sostenendo si trattasse di una “mera volturazione””

Quali le prospettive giudiziarie del ricorso? 
“Il TAR si esprimerà, spero a breve, nel merito. Siamo convinti di aver addotto ottime ragioni perché venga riconosciuto il nostro diritto. Naturalmente si ricorrerà sin da subito al Consiglio di Stato”. 

La società Colle Verde ha preannunciato  la volontà di depositare in Regione una richiesta variante del progetto di ricostruzione del Tmb e tentare così di realizzare un biogas per l’umido: cosa pensa di questa ulteriore ipotesi? 
“Parto dal lontano. La Regione Lazio avviò nel 2015 la procedura di revisione/proroga dell’autorizzazione integrata dell’impianto TMB. A cui seguirono una serie di Conferenze di servizio, cui partecipò come Comune di Albano, in cui emersero decine di prescrizioni a cui la società proprietaria dell’impianto avrebbe dovuto adempiere pena la revoca dell’autorizzazione. Tali Conferenze di servizio si interruppero quando l’impianto andò a fuoco per evidenti motivi. Fino alla proroga di ufficio dell’autorizzazione avvenuta qualche settimana fa da parte della Regione Lazio. E quelle prescrizioni che fine hanno fatto? Come è possibile prorogare l’autorizzazione di un impianto che non esiste più, visto che è andato a fuoco, senza sapere quali saranno le caratteristiche del nuovo? Una lunga premessa per dire che ci sono delle cose che mi sono poco chiare. Ma, mi auguro, che se ColleVerde o chi per lei decida di proporre un nuovo impianto si avvii un chiaro e trasparente iter autorizzativo al cui interno il Comune di Albano possa far sentire la propria voce. Peraltro, mi fa sorridere questo progetto visto che la Volsca Ambiente e Servizi, società interamente pubblica e di proprietà dei comuni di Velletri, Albano e Lariano, è in attesa, da parte della Regione Lazio, di conoscere l’esito della richiesta di autorizzazione di un impianto di compostaggio a digestione aerobica da dieci anni. Dieci. Nel frattempo, il nostro umido viaggia ogni giorno per centinaia di km sulle autostrade italiane”.

Lei cosa vuole dirci a proposito della gestione dell’umido di Albano? 
“Siamo all’82% di raccolta differenziata. Abbiamo un progetto di installare delle macchine a digestione aerobica presso il centro di conferimento comunale a Cancelliera che consentano di trattare una parte della frazione organica raccolta con il porta a porta. Diminuendo così i costi per i cittadini ed aumentando la sostenibilità ambientale”.

Lei è professore universitario e si occupa di gestione dei rifiuti anche a livello scientifico e professionale. Qual è la sua opinione complessiva sulla situazione della Regione Lazio?
“Quanto accaduto sul sito industriale di Roncigliano è la conseguenza naturale della totale assenza di programmazione. Regione Lazio da una parte, Comune di Roma dall’altra sono, da anni ormai, impegnati in una inutile battaglia di retroguardia relativa all’ubicazione della discarica “per Roma”. Così dicono. Questo è esattamente quello che non ci serve. La discarica potrebbe, forse, e sicuramente in maniera parziale, essere utile a fronteggiare l’emergenza in cui versa la nostra Regione a causa della Città di Roma. Ma certamente non chiude il ciclo dei rifiuti e non rappresenta una soluzione a nulla. Va programmata, di concerto tra Enti, una soluzione che consenta a Roma di rispettare la legge e di raggiungere il 65% di raccolta differenziata. E a Comuni virtuosi come Albano di non dover gestire l’incapacità degli altri. Poi, certo, non c’è da stupirsi se i cittadini non capiscono le scelte e si oppongono ferocemente ad assurde idee. Peraltro neanche risolutive”.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
24/02 1582565400 Truffe con il Coronavirus, il Sindaco: “Non aprite e non andate in Ospedale”
24/02 1582562460 Auto finisce "a cavallo" dell'aiuola spartitraffico a Pomezia, danni notevoli
24/02 1582561920 Il Sindaco Coppola rassicura tutti: “I ragazzi di Nettuno stanno bene”
24/02 1582559100 Cisterna, incendio in casa: sopralluogo Ater. Il Comune incontrerà le famiglie
24/02 1582556340 Femminile. Nuovo Latina Lady, steso l'Academy Velletri
24/02 1582556160 Pallanuoto, Serie C. Antares Latina, preso Daniele Priori
24/02 1582555620 Negativa al Corona Virus la signora visitata al pronto soccorso di Velletri
24/02 1582554840 Girone C. Il Centro Sportivo Primavera riprende la corsa Play Off
24/02 1582554300 Coronavirus, vertice in Prefettura: situazione sotto controllo in Provincia
24/02 1582553400 Esplosione del Comune di Rocca di Papa: in corso un sopralluogo tecnico
24/02 1582553400 Serie C, Girone B. Rovescio interno per la Pizzamore Onda
24/02 1582552320 Rugby, Play Off Serie C1. Rugby Anzio, gara rinviata “per Coronavirus”
24/02 1582551360 Serie C2, Girone C. Il Lele Nettuno soffre ma sbanca Terracina
24/02 1582550760 Lavori in corso nell'area parcheggio di piazza San Benedetto a Pomezia
24/02 1582545120 Coppia di Nettuno allo Spallanzani, la Regione Lazio: "Negativi al coronavirus"
24/02 1582545060 Coronavirus, la donna di Pomezia ricoverata ad Aprilia è risultata negativa
24/02 1582544760 Serie A2, Girone B. Mirafin travolta dal Real San Giuseppe
24/02 1582541880 Zona 30 a Roma 2: il cdq chiede al Comune le nuove tempistiche per i lavori
24/02 1582538100 Canile, Tarantino: Comune paga ancora vecchie tariffe più alte. Sindaco replica
24/02 1582537620 Coronavirus, a Latina resta un caso sospetto. Perplessità sul protocollo seguito
24/02 1582537620 Scoperte 8 slot machine non registrate in una sala giochi ad Ariccia
24/02 1582535700 Albano, prendono servizio 4 nuovi scuolabus. Se ne attendono altri 3 a marzo
24/02 1582535280 Ciampino, controlli dei parchi e giardini pubblici per aumentare la sicurezza
24/02 1582534260 Frascati: record di Pulcinella al Carnevale. 400 presenti per la sfilata
24/02 1582532460 «Grazie per l'abbraccio enorme, orgoglioso di essere latinense»

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli