[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Anticipazioni shock Ecco chi ci guadagna

Discarica Montello: Sindaco incontra oggi i residenti su incubo riapertura

Discarica di Borgo Montello sul fiume Astura: si attendono bonifica e messa in sicurezza
Discarica di Borgo Montello sul fiume Astura: si attendono bonifica e messa in sicurezza

Il Sindaco e l'Assessore all'ambiente di Latina incontrano i residenti ammorbati dalla discarica di Borgo Montello e promettono rivelazioni a dir poco scabrose. Il faccia a faccia è fissato per oggi, martedì 21 gennaio, alle ore 17 presso il centro sociale di Borgo Bainsizza, in piazza Musco.

Sarà l'occasione per spiegare, ancora una volta, non solo le ragioni legali e amministrative che impediscono la riapertura dell'ecomostro, che peraltro è a due passi da Nettuno. Ma anche per rivelare alcune novità sull'accordo Stato-Ecoambiente. Sindaco e Assessore sono sicuri che ci sono tutti gli elementi per tenere chiusi i cancelli della discarica. A meno che i politici regionali coi loro tecno-burocrati non vogliano fare l'ennesimo golpe ambientale, come paventato dallo stesso Sindaco Damiano Coletta. Ma il vero cavallo di Troia starebbe qualche piano più in alto nelle istituzioni. «Illustreremo la nostra strategia per fermare questo ulteriore scempio - annuncia l'Assessore Lessio -, in particolare condivideremo con la gente i punti salienti del parere negativo che esprimeremo formalmente domani in Regione, durante la conferenza dei servizi sul tema. Contesteremo il contratto che Ecoambiente Srl dice di aver stipulato con l'Agenzia nazionale dei beni confiscati alla criminalità organizzata». Questo è un punto davvero "dolente". Infatti, secondo una delle prescrizioni imposte dalla Regione Lazio, Ecoambiente Srl per poter abbancare nuova immondizia a Montello deve diventare proprietaria di quei terreni. Ma così non è. La società cerronista vanta infatti non un titolo di proprietà ma un singolare contratto di affitto con l'Agenzia Nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata. Vale a dire con l'organismo pubblico che ha in mano quel lotto, sequestrato dalla Guardia di Finanza a un certo Giovanni De Pierro, considerato boss di un sodalizio criminale. «Da quello che ci risulta - affonda Lessio - non solo l'Agenzia dei beni confiscati alle mafie incassa il canone fisso d'affitto, ma addirittura è previsto che ci guadagni una canone variabile in base alle tonnellate di rifiuti sversati, se la Regione autorizzerà Ecoambiente a sversarli sul lotto sequestrato. Insomma, siamo all'assurdo: Comune, Provincia, Regione e Arpa Lazio bloccano l'iter per riaprire l'ecomostro perché inquina e non è mai stato risanato e pone rischi alla salute pubblica. Un altro pezzo dello Stato ha interesse a far riaprire la discarica perché ci guadagna!». Il primo cittadino ha reso noto che sarebbe volontà di “qualcuno” autorizzare la società Ecoambiente Srl a sversare altri rifiuti, senza che non sia stata completata l'obbligatoria bonifica né la messa in sicurezza del sito che continua ad inquinare la falda idrica. Coletta e Lessio promettono di rispondere punto su punto. Si tratta di chiarire alla popolazione molto preoccupata come su può smontare l'ennesimo tentativo di riaprire i cancelli della discarica. Su questo argomento si terrà domani, 22 gennaio, l'attesa conferenza dei servizi presso l'Area rifiuti della Regione Lazio, a Roma. I motivi per stroncare l'ipotesi riapertura sono insormontabili, secondo gli atti da tempo citati e snocciolati dall'Assessore Lessio. A cominciare dal fatto che la Ecoambiente traccheggiando di anno in anno, ancora non ha risanato il sito. Cosa ribadita dall'Agenzia regionale per la protezione ambientale lo scorso 28 novembre. I principali e probabilmente schiaccianti ostacoli all'autorizzazione chiesta da Ecoambiente per interrare a Montello 38mila metri cubi di immondizia, sono contenuti in particolare nella determina n. G 01217/2015 del 12 febbraio 2015, firmata dal capo del settore rifiuti regionale, l'ing. Flaminia Tosini in quota Pd. Tra l'altro, il provvedimento chiarisce che eventuali richieste per varianti sostanziali che superano i 25mila metri cubi devono essere prese in considerazione soltanto all'esito della verifica delle operazioni di bonifica. E siccome la bonifica non c'è, manca tale indispensabile presupposto. Un principio tanto elementare quanto finora ignorato: prima risani e metti in sicurezza e poi riprendi eventualmente a portare rifiuti. Per non parlare del “mistero” di certe sviste sulla particella catastale dei terreni della discarica sequestrati dalla Guardia di Finanza di Roma... Queste e altre dettagliate informazioni sono attese oggi pomeriggio dalla gente dei borghi Montello e Bainsizza, nel confronto con il Sindaco Coletta e l'Assessore Lessio. Poi toccherà alla Regione Lazio dimostrare da che parte sta e decidere.

Appuntamento oggi pomeriggio alle ore 17, al centro sociale di Borgo Bainsizza. 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
10:37 1594543020 Velletri, detenuto di Nettuno muore durante il sonno in carcere
10:12 1594541520 Gettone di presenza ai consiglieri solo se partecipano all'80% della seduta
10:08 1594541280 Aprilia, riapre la piscina comunale. Ingressi solo su prenotazioni
09:59 1594540740 Trovato con 12 involucri di cocaina durante un normale controllo: arrestato
09:56 1594540560 Albano, beccato dalla Polizia mentre vende hashish: arrestato
09:30 1594539000 Ciampino, sgomberato insediamento abusivo nella zona di Valle Copella
11/07 1594478520 Anzio, formalizzata la nomina di Gabriella Di Fraia alle politiche della scuola
11/07 1594478460 Basta inciviltà, i Sindaci di Anzio e Nettuno chiudono i locali alle 2 di notte
11/07 1594472580 In salvo cani abbandonati a loro stessi in una proprietà privata ad Aprilia
11/07 1594471740 19 nuovi casi positivi nel Lazio. 1 caso importato alla Asl Rm6, 4 a Latina
11/07 1594471440 Test sierologici ASL Roma 6 a tariffa concordata: indicazioni e numeri utili
11/07 1594464540 Al Parco San Marco di Latina inaugurata l'area fitness comunale
11/07 1594460340 Tragico frontale sull'Appia. Morto un 40enne, gravemente ferite altre 2 persone
11/07 1594458420 Un riconoscimento ai membri del Consiglio dei bambini e delle bambine di Latina
11/07 1594457280 29enne in carcere per scontare una condanna a 7 anni e 6 mesi per furti
11/07 1594454880 Esproprio mai pagato per il terreno trasformato in strada a Latina, la condanna
11/07 1594454340 Uccise il ladro che gli aveva appena svaligiato casa: le parti civili rinunciano
11/07 1594454280 Continuano i lavori di consolidamento di ponte Giovanni XXIII a Sabaudia
11/07 1594454100 L'incendio fa esplodere una bomba della seconda guerra mondiale
10/07 1594402440 Si ustiona mentre dà fuoco a un nido di calabroni: 70enne grave in ospedale
10/07 1594401840 Nonostante l'allontanamento continuava a vessare i genitori: 45enne in carcere
10/07 1594395900 A fuoco un garage in un palazzo a Pomezia: un ferito, edificio evacuato
10/07 1594391760 Ardea, sequestrati 9000 mq di terreni: sventate lottizzazioni abusive
10/07 1594388040 Violento incendio in via Roncigliano a Cecchina: strada chiusa al traffico
10/07 1594387680 TIM potenzia la banda ultralarga a Sermoneta: fibra anche nel centro storico

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli