[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

La giunta preferisce una strada urbana

Pomezia, non si farà la nuova strada di collegamento tra 148 e via del Mare FOTO

<
>
La strada che non si farà: una "bretella" tra Pontina e via del Mare passando per Monte d'Oro (prevista dalla giunta Fucci nell'ambito del progetto Petromarine)
La strada che non si farà: una "bretella" tra Pontina e via del Mare passando per Monte d'Oro (prevista dalla giunta Fucci nell'ambito del progetto Petromarine)
La strada prevista dalla giunta Zuccalà al posto della precedente: un collegamento via Gronchi-via del Mare
La strada prevista dalla giunta Zuccalà al posto della precedente: un collegamento via Gronchi-via del Mare

Il progetto edilizio di riconversione dell'ex stabilimento industriale Tacconi, in località Campo Selva a Pomezia, si avvia verso l'ok definitivo dopo le modifiche apportate al programma integrato della società Petromarine. Ma alcuni dubbi sono stati sollevati sulle scelte fatte dalla giunta Zuccalà per alleggerire il traffico in vista della nascita di un nuovo quartiere, l'ennesimo a ridosso della via del Mare. Il Caffè ha intervistato in merito l'assessore all'Urbanistica Luca Tovalieri.

La proposta di rimodulazione del programma integrato Petromarine che vi accingete a portare in Consiglio comunale prevede una nuova strada di collegamento tra via del Mare e via Gronchi. Il precedente atto di indirizzo, che risale al 2018, prevedeva invece una strada che avrebbe collegato via Monte d'Oro e la via del Mare, nell'ottica di alleggerire il traffico in entrata dalla Pontina e lungo la via del Mare stessa, già oggi pesantemente congestionata. Per quale motivo è stata depennata questa infrastruttura? Rispetto al precedente progetto, quali sarebbero invece i vantaggi del collegamento via del Mare-via Gronchi?

«Le opere da realizzarsi all’interno di un piano come quello in esame devono essere orientate all’integrazione del nuovo quartiere all’interno della città, oltre che alla soluzione di problemi di urbanizzazione eventualmente presenti nelle aree limitrofe. Questo approccio consente di evitare il sorgere di ulteriori quartieri scollegati e isolati dall’agglomerato urbano e a integrare quelli presenti laddove non lo fossero. Abbiamo pertanto optato per questa scelta sulla base di dati scientifici oggettivi piuttosto che su percezioni e sensazioni. L’identificazione delle opere del piano finalizzate alla riduzione del traffico è basata sugli studi commissionati dal Comune, che identificano la causa principale del traffico sulle arterie come la via del Mare nell’esigenza dei cittadini di raggiungere il centro della città piuttosto che la Capitale. In particolare, tale traffico risulta per la maggior parte legato a chi accompagna bambini o ragazzi presso gli edifici scolastici, che inoltre vedono un incremento delle iscrizioni, e in scarsa parte in uscita ed attraversamento della città. In forza dei dati illustrati, abbiamo ritenuto indispensabile dover pianificare l’assetto del territorio con la realizzazione di nuovi edifici scolastici al di fuori del centro urbano. Tale soluzione permette la riduzione del peso del centro come polo attrattore del traffico e alleggerire i flussi di spostamento rilevati dalle analisi. Nel caso in esame, viene prevista una nuova scuola nell’ambito del piano integrato che deve essere collegata, insieme al nuovo edificato, al centro città con l’asse viario verso via Gronchi. Tale arteria consentirà, inoltre, il collegamento del nuovo quartiere con la città e il ricongiungimento di un quadrante molto più ampio che comprende Viceré, Torvaianica Alta, Parco della Minerva e 16 Pini e Macchiozza. Si fa notare che l’idea precedente della strada di collegamento con Monte D’Oro, che avrebbe assorbito totalmente i capitali a disposizione, risulti ridondante rispetto al collegamento verso la via di Pratica di Mare già previsto con due possibilità: attraverso via Arno provenendo da Torvaianica e attraverso la rotonda di via di Pratica di Mare (2km oltre l’accesso previsto) provenendo dalla via del Mare».
«La strada precedentemente prevista verso Monte D’Oro, inoltre, avrebbe intercettato la via di Pratica di Mare prima dell’aeroporto (direzione Roma) che, come noto, genera ostruzioni al traffico essendo previste immissioni a raso senza rotatoria e un numero di accessi davvero consistente. Pertanto la strada avrebbe peggiorato di fatto la viabilità da e verso Roma. In termini di pianificazione generale, quindi, si sta lavorando alla integrazione della rete stradale per renderla più capillare e ad integrare i servizi pubblici (come le scuole) verso le aree periferiche; questo approccio consentirà di ridurre il traffico sulle arterie come la via del Mare per gran parte generato dall’esigenza di raggiungere il centro città, e dirottare il traffico cittadino verso l’esterno e verso nuovi sistemi di mobilità sostenibile».

Qual è l'importo complessivo delle opere di urbanizzazione richieste al costruttore e a fronte di quale impatto ambientale e demografico?

«L’importo previsto è di 6 milioni di euro. L’intervento viene ereditato da un vecchio piano integrato, poi modificato a seguito di alcune azioni giudiziarie portate avanti dall’Ente. Questo ha permesso di aggiornare il progetto originale rendendolo sostenibile, andando ad occupare poco più della sede già impegnata con lo stabilimento storico ed ottenere importanti opere compensative per la città. L’insediamento abitativo dovrebbe aggirarsi sulle 1750 persone nell’arco temporale di 10 anni».

Come si intendono valorizzare i laghetti artificiali della ex cava Tacconi?

«Verrà garantita la cessione di aree che permettano la realizzazione di percorsi sul perimetro a monte dei laghetti. La gestione dei laghetti con la relativa manutenzione, verrà lasciata al proponente del piano».

A ridosso della via del Mare sono previste diverse lottizzazioni, a partire da Petromarine fino a Gilgamesh, per arrivare - anche se si tratta ancora di una proposta - al maxi progetto della società Nova Lavinium nei pressi del borgo di Pratica di Mare. Le edificazioni si aggiungono a quartieri residenziali già presenti (Colli di Enea, Sedici Pini), alle aree commerciali e alle ripercussioni sul centro di Pomezia. La via del Mare resta però tuttora l'unica arteria importante su cui si riversa il traffico dell'intera zona. Come si intende affrontare questo problema?

«Ad oggi gli interventi concreti sono quello di Gilgamesh (area ex Mc Donald) e Petromarine (piano in esame), progetti edilizi che solo tramite un serrato confronto con i proponenti siamo riusciti a rimodulare a beneficio della città, andando a considerare l’impatto degli stessi sul tessuto urbano. La possibilità che si ha nel medio periodo, in base ai dati a disposizione, è quella di ridurre l’importanza del centro città come polo attrattore di traffico, attraverso interventi di realizzazione di nuovi edifici scolastici all’esterno del perimetro urbano come illustrato precedentemente. Considerando quanto premesso, stiamo lavorando ad altri interventi per riuscire a rendere più scorrevole la viabilità delle arterie principali e dirottare il traffico cittadino verso sistemi di mobilità sostenibile, il tutto accompagnato da una revisione del trasporto pubblico locale che possa permettere di raggiungere i principali attrattori extra-comunali».

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
21:05 1582488300 Due casi sospetti di Coronavirus all'ospedale di Latina, domani i risultati
18:56 1582480560 Coppia di Nettuno negativa al Coronavirus: notizia falsa. Test ancora in corso
17:36 1582475760 Sindaco di Nettuno: pronte le ordinanze se la coppia dovesse essere positiva
17:18 1582474680 Carnevale2020, a Torvaianica la sfilata dei carri e dei gruppi mascherati
17:14 1582474440 Incidente a Marino, 37enne centra guardrail e si ferisce gravemente
16:49 1582472940 Coronavirus, pullman partiti da Venezia in arrivo a Sezze. Controlli in corso
15:53 1582469580 Serie C Gold. L’Anzio Basket si “suicida” a Civitavecchia
15:36 1582468560 Pallanuoto, Serie A2. L’Anzio Waterpolis sbanca Pescara e mantiene la vetta
14:58 1582466280 Albano, sospese le partenze del progetto “Il viaggio della Memoria”
14:00 1582462800 Due casi sospetti di Coronavirus a Nettuno, coppia trasportata allo Spallanzani
12:23 1582456980 Tentata rapina al supermercato di Velletri: arrestato 42enne
12:00 1582455600 Tribunale: arretrato impossibile da smaltire. 1 processo su 2 in prescrizione
10:19 1582449540 Coronavirus, stop a gite scolastiche dentro e fuori l'Italia
09:37 1582447020 Percepivano il reddito di cittadinanza e spacciavano: coniugi pusher in carcere
09:00 1582444800 Scuola del centro storico verso la chiusura, ipotesi plesso unico
09:00 1582444800 Buche sull’asfalto nuovo della Pontina. Anas: lo rifaremo
22/02 1582393680 Elezioni 2020 a Genzano: estesa coalizione per Michele Savini sindaco
22/02 1582385400 Anziano ottiene dal Comune l’attestazione di estraneità affettiva dai figli
22/02 1582385280 Boris Johnson scrive al reduce dello Sbarco di Anzio: “Ti faremo votare”
22/02 1582385220 Esce di strada e si ribalta sulla via Nettuno – Velletri, ferito un ragazzo
22/02 1582380540 Ciclocross. Team Folcarelli, presentato l’organico 2020
22/02 1582371780 Da Latina l'on. Adinolfi rappresenta l'Europa al meeting in Medio Oriente
22/02 1582371600 Potenziata la raccolta differenziata nell'ospedale Goretti di Latina
22/02 1582368540 Arrestata sul Raccordo una banda di ladri in trasferta da Ardea alla Capitale
22/02 1582366380 Riduzione dei voli all'aeroporto di Ciampino, il Tar deciderà l'8 aprile

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli