[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

I consiglieri prendono tempo

Ombre sulla vendita di 5mila case popolari dell’Ater di Roma

<
>
Marco Cacciatore
Presidente Commissione Urbanistica
Marco Cacciatore Presidente Commissione Urbanistica
Eugenio Patanè
Consigliere regionale (PD)
Eugenio Patanè Consigliere regionale (PD)
Gaia Pernarella
Consigliera regionale (M5S)
Gaia Pernarella Consigliera regionale (M5S)

Aleggia lo spettro dell’illegittimità sul provvedimento con il quale Regione Lazio e Ater si apprestano a vendere al prezzo di mercato quasi 5 mila case popolari della Capitale, per ripianare i conti in rosso dell’Azienda territoriale di edilizia residenziale pubblica del comune di Roma. La Commissione regionale Politiche Abitative, che avrebbe dovuto riunirsi il 9 gennaio per fornire un parere sui criteri di vendita prima del passaggio definitivo in Giunta, è stata rinviata, con i consiglieri M5s e Pd che hanno chiesto più tempo per depositare le proprie osservazioni. Per il quinquennio 2019-2023, l’Ater di Roma ha varato un piano per riemergere dalle sabbie mobili finanziarie in cui versa. Con la delibera n. 410 della scorsa estate, a firma dell’assessore alla Casa Massimiliano Valeriani, ha dato il via ad un piano di dismissione di 4.768 alloggi popolari di pregio, o meglio situati in zone di pregio come Garbatella, Testaccio, Villa Pamphili e San Saba. Vendite non a prezzi sociali, ma ai valori  fissati dall’Osservatorio del mercato immobiliare (Omi). Quindi a prezzi di mercato.

371 MILIONI PER RIPIANARE I BUCHI FINANZIARI

«Siamo proprio sicuri che la destinazione degli introiti (ossia dei soldi ricavati dalla vendita degli immobili, ndr) sia corretta?», hanno chiesto in coro i due consiglieri M5S Gaia Pernarella e Marco Cacciatore, in una seduta durata una manciata di minuti. «E cosa vuol dire, tecnicamente, immobili di pregio?», gli ha fatto eco Eugenio Patanè del Pd. La faccenda ha già sacatenato mesi di scontri e polemiche con i sindacati e i movimenti capitolini per la lotta alla casa.  Il problema di fondo sembra essere la destinazione degli introiti derivanti dalla maxi-vendita. Nel Piano di risanamento Ater stima di poter  vendere 3.200 alloggi, da cui verrà ricavato un tesoretto da 557 milioni di euro. Di questi, circa il 66% - ben 371 milioni – “potrà essere utilizzato per il ripiano disavanzi”, si legge nel documento.

NORME CALPESTATE?

Liquidità fresca nelle dissestate casse dell’ente romano delle case popolari, che però potrebbe scontrarsi con la legge in materia. In primis, con una vecchia norma del 1993 (la legge 560), che prevede che almeno l’80% dei proventi derivanti dall’alienazione degli alloggi di edilizia pubblica debba essere indirizzato su manutenzione straordinaria e nuove costruzioni. Una destinazione, quest’ultima, che invece un decreto legge del Governo Renzi del 2014 (il n.47) fissa come “esclusiva”: tradotto, significa che non si possono pagare i debiti con i guadagni delle vendite delle case popolari. Riferimento normativo sottolineato anche dalla Corte costituzionale in un passaggio di una sentenza del 2016, con cui ha dichiarato l’illegittimità costituzionale del Piano di dismissioni approvato dalla Regione Abruzzo, che spalmava il 20% del gruzzolo sulle partite debitorie della propria azienda erp. Insomma, una questione controversa quanto scottante, anche perché nel frattempo il Governo, il mese scorso, ha impugnato di fronte alla Consulta una legge delle Regione Sicilia che si è spinta a tamponare le voragini debitorie con l’80% degli incassi.

SCONTI DEL 50%, MA SONO SOSTENIBILI?

Su tutta la questione c’è poi la discussione sui dei destini degli attuali assegnatari che dovrebbero essere messi in grado di acquistare la casa dove vivono da anni. La volontà politica che porta avanti il Pd è quella di abbattere i prezzi fino al 50% del valore di mercato: “Con la bozza di partenza, arriviamo per ora al 45%», ci spiega Yuri Trombetti, responsabile Casa del Pd di Roma, che a margine della commissione è stato ricevuto dai consiglieri regionali assieme a una delegazione di cittadini, assegnatari di appartamenti interessati dalle procedure di vendita. Ma bisogna tener presente che, abbattendo i prezzi di cessione, si ridurrebbe anche la fetta da indirizzare ai rossi di bilancio. Insomma, una vicenda che si prospetta assai spinosa. E nel frattempo sono ancora pendenti al Tar due ricorsi, promossi da due sindacati, che impugnano l’atto regionale.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
28/03 1585422360 È ufficiale: la scuola non riprenderà il 6 aprile. L'annuncio del premier Conte
28/03 1585421520 Conte stanzia fondi per i Comuni: buoni spesa e cibo per chi è in difficoltà
28/03 1585421220 Ai Castelli continuano le donazioni per gli ospedali: ecco i primi materiali
28/03 1585418040 Donate 250 mascherine. La dedica: «Dal vostro concittadino Gabriele Orlandi»
28/03 1585417800 Coronavirus, presto nella rete dei laboratori anche l'ospedale di Genzano
28/03 1585415700 Oltre mille controlli sulle strade di Anzio e Nettuno, sanzionati in 5
28/03 1585412520 Campagna per acquistare un ventilatore polmonare per l'ospedale dei Castelli
28/03 1585411200 600 euro a marzo anche per gli autonomi iscritti a Ordini e casse private
28/03 1585409040 1000 mascherine al Comune di Lanuvio: ecco come ha scelto di distribuirle
28/03 1585405740 Asl Roma 6: 23 nuovi casi positivi. Deceduto un frate trappista
28/03 1585403640 Il Comune di Nettuno attiva la spesa solidale per le famiglie in difficoltà
28/03 1585403640 «Nessuno si salva da solo»: l'immagine storica del Papa e la preghiera per tutti
28/03 1585403520 La Polizia locale di Anzio in azione su ogni strada, posti di blocco ovunque
28/03 1585401600 Mascherine e gel a prezzi folli? Due ipotesi. Come segnalare le speculazioni
28/03 1585401420 «Aiutateci a mantenere gli animali dello Zoo delle Star di Aprilia»
28/03 1585400700 Covid19: Sindaco, consiglieri 5Stelle e assessori di Pomezia donano le indennità
28/03 1585400400 Coronavirus, Coletta: quanto è difficile 'gioire' perché la città è vuota
28/03 1585398840 Altri 14 casi in provincia di Latina: i positivi al Covid-19 salgono a 264
28/03 1585387860 Farmacie di Aprilia in modalità notturna: dopo le 18.30 non si entra più
28/03 1585386240 "Le aziende non chiudono ma noi non siamo cavie". La paura di un operaio pontino
28/03 1585385820 Le campane suonano a Pomezia per ricordare le vittime di coronavirus
28/03 1585385160 Un bonus extra di 100 euro in busta paga per ringraziare tutti i dipendenti
28/03 1585384620 "Ho sconfitto il Covid. Non scherzate con questa cosa, state a casa"
27/03 1585338660 Tentata occupazione di una casa ad Anzio, interviene la Polizia locale
27/03 1585334160 Taurelli: “L’emergenza deve unire, colletta alimentare a Nettuno”

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli