[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

1421 firme raccolte finora

Puzze in zona industriale ad Aprilia, gli imprenditori promettono battaglia FOTO

<
>
Ecco in che condizioni è costretta a lavorare alla Marcellini la signora Enrica
Ecco in che condizioni è costretta a lavorare alla Marcellini la signora Enrica

Un altro anno si appresta ad andare in archivio, ma lo stesso – con gran disappunto degli apriliani e, in particolare, dei residenti nell’area Caffarelli – non può dirsi per le problematiche che continuano a tormentare la zona industriale. Il lavoro ai fianchi del Consorzio Industriale di Aprilia è costante ma, suo malgrado, ancora alla ricerca dell’impulso decisivo che, in assenza di sostegno degli organi competenti, non consente di sanare la questione. A inizio dicembre lo stesso CIAP ha protocollato e inviato una formale pec di richiamo all’attenzione, indirizzata a tutti gli enti coinvolti nell’allarme miasmi: Comune, Asl, Arpa (Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale), provincia e Regione Lazio. In allegato una nota che rendiconta le 1421 firme raccolte, tra persone che abitano o lavorano nella città pontina, chiedendo chiarezza al Primo Cittadino e alle autorità competenti. «Siamo ancora in attesa di sapere cosa stiamo respirando tutti i giorni nella più grande zona industriale di Aprilia – ribadisce il presidente del CIAP, Marco Braccini – Abbiamo deciso di raccogliere queste firme perché non riteniamo giusto vivere con il dubbio e con una molestia olfattiva continua e assillante. È diritto di ogni cittadino vivere e lavorare in un ambiente salubre, tuttavia ad oggi è proprio la condizione del benessere sul lavoro a non essere garantita». Il Consorzio fa sapere di essere orgoglioso del risultato raggiunto e determinato a portare avanti questa battaglia in ogni luogo deputato, forte di tutti coloro che hanno siglato con fiducia la petizione e delle altre firme che si aggiungeranno nelle prossime settimane. «Se non si avranno risposte dagli enti locali, andremo più avanti – minaccia Braccini – fino a esporre il problema in Parlamento italiano ed, eventualmente, a rivolgerci al Parlamento europeo. Useremo ogni mezzo lecito per raggiungere l’obiettivo di garantire salute e benessere ai lavoratori della zona industriale e, in generale, a tutti i cittadini di Aprilia». Dopo aver ringraziato le 1421 «che hanno dato fiducia alla nostra battaglia», Braccini conclude: «Resto comunque fiducioso che il sindaco Terra, spronato dalle 1421 persone che gli chiedono di vivere in un ambiente sano, farà tutto ciò che è in suo potere per dare le garanzie ai firmatari e ai cittadini tutti, nella speranza che le aziende coinvolte si mettano immediatamente in moto per risolvere i problemi dei miasmi. Come ribadito più volte non chiediamo la chiusura di nessuna attività, ma chi opera in quello che si sta rivelando il settore del futuro, e cioè l’economia circolare, deve mettere indiscutibilmente la persona e l’ambiente al centro del proprio progetto».

Manuel Gavini

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
20:08 1611256080 Castello Pratica di Mare: Latium Vetus chiede al Catasto di fare una "rettifica"
17:36 1611246960 Covid 19, Asl Roma 6: altri 138 casi nelle ultime 24 ore. Deceduti tre anziani
16:38 1611243480 Coronavirus, Latina e provincia altri 167 contagi e 5 morti. I dati delle città
15:23 1611238980 Abbandoni abusivi di rifiuti: trovati elementi per risalire all'autore del reato
14:59 1611237540 Asfaltate le strade di Viceré. I cittadini mettono i soldi per la parte privata
14:34 1611236040 Si cappotta con l’auto a Cretarossa a Nettuno, ferito un operaio di 65 anni
14:23 1611235380 Aprilia, Anzio, Nettuno e Lanuvio celebrano i 77 anni dello Sbarco degli Alleati
14:16 1611234960 Cori proclama lutto cittadino per la morte di Don Ottaviano Maurizi
13:19 1611231540 Rocca di Papa: conclusi i lavori di messa in sicurezza della scuola centrale
12:57 1611230220 Pazienti dell’emodialisi di Anzio al freddo, la segnalazione di una cittadina
12:54 1611230040 Impianto di riscaldamento rotto, la scuola di via Cavour chiusa oggi e domani
12:52 1611229920 Stradale denuncia 26enne di Anzio: coca e sconfinamento in cerca di prostitute
12:34 1611228840 Continua la protesta davanti alle scuole, in pochi sono rientrati in classe
12:08 1611227280 Col fucile in auto beccato a perlustrare ville: inseguito sulla 148 e arrestato
11:05 1611223500 Albano, affittuari della discarica: "Condivisibile preoccupazione sulla salute"
10:47 1611222420 Laboratorio di 'ingegneria fiscale' a servizio di evasori: 47 mln di Iva evasa
09:50 1611219000 Nella lista delle opere da commissariare c'è anche la Cisterna-Valmontone
09:37 1611218220 Incendio in un edificio a Velletri: intervento notturno dei vigili del fuoco
09:15 1611216900 Al Tar per avere la cartella clinica della mamma morta in ospedale: la Asl perde
08:50 1611215400 Ritardi Pfizer, la vaccinazione agli over 80 dal 1° febbraio rischia di saltare
08:39 1611214740 Il Tar annulla la gara per i servizi cimiteriali. Ma l'appalto è già concluso
08:25 1611213900 Latina, indagine di gradimento sul cibo servito a mensa nelle scuole
08:12 1611213120 Nuova discarica tra Latina e Sabaudia, un'altra a Fondi: i sindaci hanno scelto
01:02 1611187320 E-distribuzione: avviso di interruzione energia elettrica il giorno 26 gennaio
20/01 1611157620 Zaccheo: «Un uomo ferito gravemente e non ucciso, ha voglia di riscatto»

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli