[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

punta ad avere uno sconto di pena

Stadio della Roma, per Parnasi lo ‘scandalo’ vale 35mila euro

<
>
Paola Roja, Presidente del Collegio penale del processo stadio
Paola Roja, Presidente del Collegio penale del processo stadio
Luca Parnasi, l?imprenditore al centro dell?inchiesta
Luca Parnasi, l?imprenditore al centro dell?inchiesta

Il prezzo dello scandalo-stadio per Luca Parnasi vale trentacinquemila euro. È questa la somma che il potente costruttore romano, protagonista dell'affaire, ha destinato per Roma Capitale come risarcimento danni. Parnasi, infatti, punta al riconoscimento delle attenuanti, allo sconto di pena. Deve essere stata questa la chiave che ha spinto l'immobiliarista romano a calcolare (secondo una sua interpretazione, all'apparenza alquanto riduttiva) l'ipotetico profitto delle corruzioni che gli sono state contestate per oleare il progetto stadio e quindi risarcire di pari somma il Campidoglio, senza calcolare minimamente il danno all'immagine per la città.

SOLDI GIÀ NELLA MANI DEL NOTAIO

I trentacinquemila euro sono stati già depositati presso lo studio di un notaio di fiducia che, ai fini difensivi, almeno nelle intenzioni, dovrebbero garantire all'imputato una attenuante processuale, per i danni generati dall’intero affaire stadio. La somma è stata comunque depositata dall’imputato in vista dell'imminente apertura del processo a carico dell'immobiliarista e di altri quindici imputati davanti alla corte penale presieduta dal giudice Paola Roja. E potrà essere riversata a Roma Capitale solo in caso di condanna.

25MILA € PER PALOZZI, 7MILA PER LANZALONE

II difensori di Parnasi – gli avvocati Emilio Ricci e Giorgio Tamburrino - hanno usato una linea guida per calcolare la somma: prendere in considerazione solo le ipotesi di corruzione (e non pure di concussione o induzione) ed esclusivamente le somme che, secondo la procura, sarebbero state non promesse ma effettivamente versate anche se solo a titolo di consulenze. Ipotesi che, con questa scrematura, tirano in ballo solo tre coimputati: Luca Lanzalone, il delegato dalla sindaca Raggi a curare il progetto stadio (per 7.295 euro); Daniele Leoni il funzionario del dipartimento Urbanistica (1.500 euro), e per finire Adriano Palozzi, il consigliere regionale del Lazio allora vicepresidente d'Aula della Pisana (25.010 euro).

ZERO EURO PER LE PARTI CIVILI

Nessuna proposta risarcitoria per le altre parti civili. E non solo per l'Assoconsum e l'avvocatura dello Stato per il Ministero per i Beni e le attività culturali, ma anche per Regione Lazio, Codacons e Cittadinanza Attiva che l'avevano formalizzata assieme al Campidoglio.

LE ACCUSE DEI PM

Rivedendo le contestazioni in particolare a Parnasi era stato contestato “di aver elargito in favore di Adriano Palozzi, consigliere della Regione Lazio, candidato alle elezioni regionali di marzo 2018 per il Pdl un contributo economico di 25.010 euro versato con un bonifico nel febbraio 2018 in favore della Pixe Social Media, società riconducibile a Palozzi”. Palozzi, accusato per questo di finanziamento illecito, corruzione per aver asservito la sua funzione pubblica al privato, non avrebbe inoltre annotato l'elargizione nel bilancio di esercizio. Parnasi, Palozzi e Vanessa Aznar Abbabire (amministratore formale della società di Palozzi), in concorso, avrebbero camuffato la somma “formando una fattura relativa ad attività di servizi (mai eseguite) della Pixe per Euronova”, aprendo il fronte anche al reato di dichiarazioni infedeli. La Corte di cassazione, va però specificato, ha poi alleggerito la posizione del consigliere regionale indagato riconoscendo al posto della corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio la corruzione per l’esercizio della funzione.

CONTESTAZIONI ANCHE CONTRO I VERTICI DEL CAMPIDOGLIO

Le contestazioni - prese in considerazione risarcitoria - riguarderebbero anche Daniele Leoni, funzionario del dipartimento di attuazione urbanistica del Campidoglio a cui il patron di Euronova ha versato, in base all'accusa, 1.500 euro con un bonifico. La difesa di Parnasi ha preso atto anche dei presunti reati corruttivi che sarebbero stati gestiti con Luca Lanzalone. Parnasi, scrive il magistrato, avrebbe promesso ed effettivamente erogato delle somme al ”publico ufficiale in quanto consulente di fatto del Comune di Roma per le questioni relative allo stadio”. “Per lo svolgimento della sua funzione o di singoli atti riconducbili a essa (e in particolare rilasciando informazioni sullo stato delle pratiche amministrative in corso, partecipando alla delibera di conferma della dichiarazione di pubbblico interesse e all'intero iter procedurale relativo allo stadio, interessandosi per l'acquiiszione di un immoble presso il Business Park dello stadio ove trasferire la sede Acea)” - ricostruisce il capo di imputazione - “Parnasi prometteva a Lanzalone lucrosi incarichi in favore dello studio Lanzalone & partmers (per oltre 70.000 euro)”. E tra questi “un incarico in ordine alla ristrutturazione di fondi legati alla realizzazione presso la vecchia fiera di Roma di un polo di intrattenimento con uffici e un palazzetto da utilizzare per incontri di basket ed eventi musicali”. Parnasi però nel suo calcolo ha tenuto conto solo dei soldi effettivamente ritenuti elargiti, ossia 7.295 euro, che sarebbe la cifra dell'anticipo di 12.500 euro per far verificare allo studio Lanzalone eventuali responsabilità ''in relazione alla mala gestiodei fondi di investimento denominati Upside e per la quantificazione dell'eventuale danno reclamabile''. 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
17:12 1582733520 I consiglieri 5 stelle Anzio: “Assurda la commissione Ambiente sul coronavirus”
17:08 1582733280 La Asl non dispone cautele per gli studenti in gita, sollievo delle famiglie
17:06 1582733160 Volontari di Care The Oceans puliscono la spiaggia a Lido delle Sirene ad Anzio
17:05 1582733100 L’allegria del Carnevale invade la Scuola Primaria e dell’Infanzia Miglioramento
16:04 1582729440 Scontro sulla Pontina verso Latina, traffico deviato
14:34 1582724040 Gazzella dei Carabinieri si scontra con un'auto: ferite tre persone
13:55 1582721700 Rifacimento di piazza Caetani in meno di 60 giorni: riapre nel weekend
13:29 1582720140 Morde Carabiniere perché non vuole lasciare il centro di accoglienza: arrestata
13:26 1582719960 Con attrezzi da scasso vicino a un supermercato: denunciato dai Carabinieri
12:31 1582716660 Truffa del falso oro, attenzione alle offerte in strada. Denunciato un rom
12:09 1582715340 Borgo di Pratica di Mare, il Comune ordina ai Borghese: «Rimuovere il cancello»
10:56 1582710960 Usura ed estorsione, per ottenere i soldi vantavano legami con il clan Gallace
09:06 1582704360 Discarica a fuoco in via della Falcognana, paura per il fumo sprigionato
08:50 1582703400 Tiero capo di gabinetto della Provincia: insorge il Movimento Cinque Stelle
08:40 1582702800 Calcio, politica e affari: slitta la decisione del giudice sul processo Olimpia
08:29 1582702140 L'Armata Brancaleone vince il palio del carnevale 2020 ad Aprilia
08:29 1582702140 Due ore di ritardo sui treni per Roma a causa di un inconveniente tecnico
08:24 1582701840 Comune e associazioni: firmato patto per informare i cittadini
25/02 1582653240 Il giardino di Ninfa apre in anticipo le prenotazioni on line
25/02 1582652280 Centinaia di bambini in strada a Latina per la tradizionale sfilata dei carri
25/02 1582652040 Beccato a rubare in un minimarket non fa in tempo a fuggire in bici: preso
25/02 1582651860 Allerta meteo per mercoledì 26 febbraio: previste forti raffiche di vento
25/02 1582651740 Carnevale 2020, a Pomezia il falò di Re Carnevale chiude i festeggiamenti
25/02 1582649760 Muore all’improvviso l’imprenditore Andrea Flamini, disposta l’autopsia
25/02 1582649580 Anzio e Nettuno, stop al viaggio della memoria, studenti a casa per 15 giorni

Sport
< <

Eventi

Il governo cambia le tasse

Piano cartelloni, tutto da rifare

Il governo cambia le tasse

Lo stop definitivo alle affissioni selvagge, grazie al nuovo ‘Piano cartelloni’, sembrava finalmente realtà. Ma la cosiddetta ‘riforma...


Inchieste
[+] Mostra altri articoli