[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Amministrazione in Regione a protestare

Rocca di Papa, i rifiuti di Roma nel bunker e sull'eliporto dell'Aeronautica FOTO

<
>
In rosso, l'ex eliporto. In giallo, l'ingresso dell'ex bunker dell'Aeronautica Militare.
In rosso, l'ex eliporto. In giallo, l'ingresso dell'ex bunker dell'Aeronautica Militare.
A DUE PASSI DALLE CASE - Sullo sfondo di Monte Cavo, veduta dei Campi d'Annibale, intensamente abitati
A DUE PASSI DALLE CASE - Sullo sfondo di Monte Cavo, veduta dei Campi d'Annibale, intensamente abitati
LE ZONE PRESCELTE AI CASTELLI - I due siti che dovrebbero ricevere i rifiuti di Roma sono in corrispondenza della 
ex base militare aeronautica, sulla cima del monte Cavo e dell'eliporto, poco distante
LE ZONE PRESCELTE AI CASTELLI - I due siti che dovrebbero ricevere i rifiuti di Roma sono in corrispondenza della ex base militare aeronautica, sulla cima del monte Cavo e dell'eliporto, poco distante

I rifiuti di Roma potrebbero finire nell’ex bunker militare di Monte Cavo, chiuso e abbandonato dal 2015, ossia nel cuore della montagna che domina Roma e i Castelli Romani, a ridosso del centro storico rocchigiano, zona su cui sono già installate da decenni antenne militari e civili oggetto di fortissime contestazioni popolari. Ma anche nel vicino ex eliporto dell’Aeronautica, situato in località Campi d'Annibale, molto vicino a un importante centro abitato e praticamente sulle falde idriche che alimentano gli acquedotti pubblici di 10 comuni castellani (campo pozzi Acea). Siamo anche a due passi dal centro equestre federale del Coni da poco riaperto e che nel 2022 ospiterà i mondiali di equitazione.

Sarebbero queste, il condizionale è d’obbligo, le due aree prescelte dal Ministero della Difesa per ospitare almeno una parte della spazzatura della Capitale ed evitare, nelle prossime settimane e mesi, che la città eterna venga sommersa dai sacchetti di spazzatura, per di più in periodo natalizio. I due siti sono situati entrambi nel cuore del Parco dei Castelli, quindi in zona super protetta, ma non è chiaro quale sarà la loro funzione: il documento redatto il 5 dicembre in maniera congiunta da Regione Lazio, Comune di Roma e Città Metropolitana parla di generiche “infrastrutture necessarie al ciclo di gestione dei rifiuti di Roma”. Potrebbe trattarsi di impianti di trattamento dei rifiuti, fino anche a un inceneritore. 

Usare il condizionale è d'obbligo, perché sull'argomento è praticamente impossibile avere notizie ufficiali per informare i cittadini. I documenti contenenti le località prescelte per ‘salvare’ Roma dall’emergenza rifiuti non sono ancora stati resi pubblici, per questo il Caffè è stato costretto ad affidarsi ad altre fonti. Inoltre, abbiamo chiesto lumi anche al Ministro della Difesa, onorevole Lorenzo Guerini: restiamo in attesa delle sue risposte. 

ROCCA DI PAPA PRONTA ALLE BARRICATE
È pronta alle barricate Veronica Cimino, vicesindaca nonché attuale reggente del comune di Rocca di Papa. Pronto a sostenere la vicesindaca e chiunque voglia opporsi a tale scellerata decisione è anche Gianluigi Peduto, Presidente dell’Ente Parco dei Castelli Romani. La comunità di Rocca di Papa è ancora scossa dalla tragica esplosione di gas che lo scorso 10 giugno ha devastato il Municipio, ucciso l’ex sindaco Emanuele Crestini ed un dipendente comunale e messo in ginocchio il commercio del centro storico.

LA CIMINO ‘DICHIARA GUERRA’ AL MINISTERO DELLA DIFESA
“È una decisione inaccettabile – attacca la vicesindaca di Rocca di Papa, Veronica Cimino -. Rocca di Papa si trova al centro del Parco Regionale dei Castelli Romani, su cui vigono una serie di vincoli ambientali che non possono essere ignorati […]. Rocca di Papa – aggiunge la Cimino - sta già attraversando un periodo di forte crisi, dovuta all’incidente del 10 giugno, che ha comportato la morte del Sindaco Crestini e di Vincenzo Eleuteri, nonché il sequestro del Municipio, della Scuola del Centro Urbano, di Corso della Costituente, acuendo una situazione disastrosa per le attività commerciali. Per questi motivi, a nome dell’intera Amministrazione Comunale che rappresento, annuncio pubblicamente che Rocca di Papa non diventerà la discarica di nessuno. Ci stiamo già attivando per fare di tutto per impedire che venga adottato un provvedimento tanto scellerato e noncurante dei residenti di un paese già in difficoltà. Ci muoveremo a tutti i livelli (Roma Capitale, Città Metropolitana, Regione, Governo e se necessario anche Unione Europea) per scongiurare uno scenario disastroso per il nostro amato paese. Sono certa che gli enti sovracomunali, con i quali abbiamo un ottimo dialogo, con spirito di collaborazione e solidarietà non consentiranno un simile scempio. Non dubitiamo del senso di responsabilità del Ministero della Difesa nei confronti della tutela del nostro splendido territorio. In tutti i casi, con i roccheggiani difenderemo con tutte le nostre forze la dignità e l’integrità di Rocca di Papa, una città unita contro una simile decisione! Siamo pronti a rivolgersi presso tutte le sedi politico-isituzionali non solo italiane, ma anche della Ue ”.

ENTE PARCO:  “FAREMO DI TUTTO PER SALVARE IL PARCO”
“Siamo assolutamente contrari all’ipotesi che parte del parco si trasformi in discarica – rincara la dose Gianluigi Peduto, presidente dell’Ente Parco dei Castelli Romani -. Faremo tutto quanto in nostra facoltà per contrastare questa ipotesi della sindaca Raggi. Abbiamo apprezzato le parole e l’azione annunciata dalla reggente Veronica Cimino. Siamo pronti a sostenere lei e qualunque altra istanza portata avanti da altre forze politico-istituzionali che avrà lo stesso obiettivo. Il problema non riguarderebbe tra l’altro solo il comune di Rocca di Papa, che dovrebbe ospitare i due siti per i rifiuti di Roma, ma anche tutti gli altri comuni della zona per l’andirivieni dei camion Ama in arrivo e ripartenza, notte e giorno”.

POMEZIA OSPITERÀ L’INCENERITORE DI CERRONI
Una discarica per la Capitale in zona Roma-nord, nel XIV Municipio, località Tragliatella. Un inceneritore nel quadrante di Roma-sud, per la precisione nel comune di Pomezia, all’interno di un sito militare, nei pressi di via Tor Maggiore. Sarebbero queste – il condizionale è d’obbligo – le aree prescelte dalla Giunta Raggi e dal nuovo Amministratore Unico di Ama, Stefano Zaghis, per ‘risolvere’ il problema rifiuti che sta rischiando di portare la città eterna sull’orlo del Commissariamento. È quanto il Caffè apprende da fonti istituzionali del M5S che preferiscono non comparire, ma sono certamente contrariati dal fatto che le parole d’ordine dei grillini in Campidoglio non sono ormai più “differenziata” e “riciclo”. Anziché puntare sul Porta a porta, la modalità di raccolta domiciliare della spazzatura urbana - ma soprattutto unica vera alternativa al business mortale delle discariche e degli inceneritori –, la maggioranza a 5 Stelle sarebbe pronta a calpestare le promesse elettorali fatte agli elettori romani nel 2016 e ad imporre un ritorno al passato. I siti provvisori, militari e civili, situati sia a Roma che in provincia servirebbero quindi solo ad evitare a breve-medio termine che Roma venga sommersa dal pattume. Ma poi la sindaca Raggi, che guida l’Urbe da 3 anni e mezzo, per uscire dall’empasse, preferirebbe puntare sui grandi ‘classsici’: una discarica costruita e gestita dall’Ama; e un inceneritore, costruito tra l’altro da Manlio Cerroni, il monopolista del settore di Roma e dintorni, ex 'grande nemico' del M5S. Il 10 dicembre la vicesindaca Cimino, accompagnata dauna nutrita delegazione rocchigiana, si è racata in Regione per protestare contro tale ipotesi. 


Le domande de Il Caffè al Ministro della Difesa Lorenzo Guerini
Conferma o smentisce la volontà del Ministero di realizzare due centri per i rifiuti di Roma nell’ex bunker di Rocca di Papa, a Monte Cavo, e nell’ex eliporto dell’areonautica ai Pratoni del Vivaro? Si parla di un nuovo inceneritore del Gruppo Cerroni in un sito militare di Pomezia, nei pressi di via Tor Maggiore, conferma o smentisce tale ipotesi? Perchè l’elenco dei siti militari contenente i siti prescelti per ospitare i rifiuti di Roma non è stato reso pubblico? Può fornircene copia? Il Ministero della Difesa è forse esentato dall’obbligo di informare tempestivamente e in modo completo i cittadini e la stampa? Ha altro da aggiungere su tali vicende?


 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
09:09 1585724940 Troppo poco personale per controllarli, ridotti a 4 i varchi fissi ad Ardea
08:45 1585723500 Comune e Croce Rossa consegnano 88 pacchi alimentari donati da aziende locali
08:35 1585722900 «Non ci rinnoveranno il contratto. Ma fino all'ultimo farò il mio lavoro»
08:20 1585722000 Farmaci pediatrici e pannolini a casa: protocollo per la provincia di Roma
08:10 1585721400 Coronavirus, Viminale: sì a passeggiate vicino a casa genitore-figli
08:01 1585720860 Pomezia, fino a 500 euro a famiglia per i buoni spesa. Come ottenerli
31/03 1585682880 Il Comune offre bonus scuola da 170 euro per gli studenti del Comune di Anzio
31/03 1585682700 Primo giorno senza nuovi casi di Covid 19 a Nettuno, guarito uno dei contagiati
31/03 1585682580 Nettuno rende omaggio ai caduti, il Sindaco: “Abbraccio a chi soffre”
31/03 1585673100 Epidemia: «Possiamo ben sperare». L'infettivologo spiega i dati (e le sviste)
31/03 1585671600 360mila mascherine dalla Cina sono atterrate all'aeroporto di Pratica di Mare
31/03 1585670040 Pomezia: slitta al 30 giugno la rata Tari. Ridotti o sospesi i costi dei servizi
31/03 1585669320 Coronavirus, lo studio londinese: il 9,8% degli italiani lo ha già contratto
31/03 1585668900 Rocca di Papa: Calcagni devolve metà della sua indennità per l'emergenza
31/03 1585667340 Generi di prima necessità: 400€ massimo a nucleo. Chi, come e quanto potrà avere
31/03 1585667160 Albano, oggi va in pensione lo storico Vigile Urbano Mario Gabriele
31/03 1585665360 Coronavirus: 12 nuovi casi in provincia di Latina. 8 i pazienti guariti
31/03 1585665180 Coronavirus, Roma e Provincia: salgono a 117 i nuovi contagiati, oggi 6 decessi
31/03 1585665060 17 nuovi casi di Covid 19 nella Asl Roma 6. 210 persone escono dalla quarantena
31/03 1585664280 E-mail per rimborsi fiscali? Attenzione alle truffe: vogliono solo i dati
31/03 1585664160 Agenzia delle Entrate: "Gira una e-mail su falsi rimborsi fiscali, cancellatela"
31/03 1585661880 Ospedale dei Castelli, pazienti covid mischiati ai non covid. È scontro feroce
31/03 1585661280 Anche nel Lazio stop al pagamento del bollo auto: il termine slitta al 30 giugno
31/03 1585659720 Monitoraggio di chi ha sintomi dagli alberghi: l'annuncio della Regione
31/03 1585659660 Raccolta di beni di prima necessità con protezione civile e "Sei di Pomezia se"

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli