[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Clima, plastica e pesca illegale

Quando il mare uccide delfini e tartarughe: i casi a Anzio, Latina e Torvaianica FOTO

<
>
Marina di Ardea - Stenella striata impigliata a un probabile attrezzo da pesca illegale. Foto V. Manfrini
Marina di Ardea - Stenella striata impigliata a un probabile attrezzo da pesca illegale. Foto V. Manfrini
L'ultima tartaruga - È uno degli esemplari fortunati: è tornata nel mare di Anzio dopo le cure
L'ultima tartaruga - È uno degli esemplari fortunati: è tornata nel mare di Anzio dopo le cure
Carmencita in libertà - Liberata a Latina
Carmencita in libertà - Liberata a Latina
Delfino a latina - Trovato senza vita sulla spiaggia
Delfino a latina - Trovato senza vita sulla spiaggia
Ardea
Ardea

Settimane nere in questo ultimo scorcio di 2019 per quanto riguarda i rinvenimenti di fauna marina sulle coste del litorale. I casi di tartarughe e delfini spiaggiati tra Latina, Anzio e Pomezia hanno acceso i riflettori sul fenomeno. Dal mese di novembre sono tre i delfini ritrovati senza vita e otto le tartarughe spiaggiate, alcune tratte in salvo grazie alle cure delle autorità competenti ed altre decedute.

CAOS CLIMA, PAGANO LE TARTARUGHE
«I rinvenimenti delle tartarughe sulle coste laziali fanno registrare una situazione di anomalia rispetto agli ultimi tre anni. Luca Marini, coordinatore della rete Tartalazio ha spiegato alcune delle cause. «Parliamo di una situazione molto particolare, risultante da condizioni climatiche anomale persistenti; a partire da un maggio molto freddo con la tarda risalita delle temperature delle acque, rimaste poi elevate. Questi fenomeni hanno incidenza diretta sulla nidificazione delle tartarughe con un ritardo di oltre un mese sulla schiusa dei nidi. A livello locale, le mareggiate del mese di novembre si sono unite ad una temperatura dell’acqua marina sopra media e vicina ai 20°. Per i decessi le cause sono varie, le principali sono il nylon delle lenze o delle reti e gli ami da pesca. Va considerato poi che per le tartarughe può rappresentare una causa di morte anche lo stress da condizioni climatiche anomale».

DELFINI SPIAGGIATI, IL GAP DELLE ANALISI
Tre sono gli esemplari di delfini morti spiaggiati a novembre sulle nostre coste, due nel comune di Latina ed uno ad Ardea. «È possibile definire le cause dei decessi solo dopo gli accertamenti dell’istituto zooprofilattico di Ciampino – spiega Valentina Braccia dell’associazione Creature del mare di Roma –. I cetacei sono tra gli animali marini che risentono maggiormente degli effetti dell’inquinamento ed è quindi importante conoscere se lo spiaggiamento è avvenuto dopo il decesso», come è presumibile per la stenella striata di 178 cm rinvenuta ad Ardea il 29 novembre. «L’inquinamento delle acque indebolisce il sistema immunitario dei cetacei esponendoli ai virus. La quantità di rifiuti arrivati a riva con le mareggiate ci raccontano comunque lo stato di salute del mare e, di conseguenza, quella dei suoi abitanti». Hanno destato clamore i due casi ravvicinati a Latina. Esemplari che sono rimasti “in mostra” ai passanti nonostante la procedura preveda la rimozione celere, anche per motivi sanitari. Qualora il tempo trascorso risulti eccessivo, i risultati delle analisi volte a comprendere le cause della morte dell'animale potrebbero essere compromessi. Al momento, infatti, ancora non è noto sapere quali sono le cause della morte di questi due delfini. «Oltre al rinvenimento, sono molto importanti le attività successive – dice Franca Maragoni del gruppo WWF Litorale laziale –. Qui ci siamo trovati in una situazione emblematica per cui la trafila era stata avviata correttamente per poi incappare in problemi logistici. Sono situazioni spiacevoli che denotano la necessità di una maggiore sensibilità e collaborazione istituzionale». 

Una situazione da monitorare 
Visti gli episodi e gli spiaggiamenti registrati, possiamo ritenere ci sia una situazione di allarme? «Non parlerei assolutamente di moria di delfini nel Lazio nonostante i tre recenti spiaggiamenti – dichiara il biologo Valerio Manfrini del consiglio direttivo del centro studi cetacei onlus –. Dall’inizio dell’anno i cetacei che si sono spiaggiati lungo la costa laziale o le carcasse segnalate nelle acque regionali, sono 23 ovvero in linea con la media degli ultimi 3/4 anni per il Lazio. Di questi una 15ina sono stati trovati a sud di Roma. Mancano ancora una ventina di giorni alla fine del 2019 perciò il numero potrebbe salire ma speriamo che ciò non accada. Quest’anno è stata riscontrata la presenza del morbillivirus dei cetacei in diversi esemplari spiaggiatisi in Toscana. La vicinanza di questa regione al Lazio, ha imposto di prestare una particolare attenzione ma allo stato attuale non c’è alcun allarme. In ogni caso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale Lazio e Toscana sta indagando le cause di morte dei delfini ritrovati nel Lazio ed essendo ormai a fine anno, i veterinari dell’istituto potranno avere un quadro più completo della situazione». 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
17:57 1580144220 Ricercato per l'omicidio della moglie in Pakistan, 31enne rintracciato a Latina
17:36 1580142960 Bloccarono un uomo in preda a raptus, premiati 8 agenti di polizia locale
17:23 1580142180 Alle Scuderie Aldobrandini la mostra "Segno di artisti poeti di scena"
17:19 1580141940 Al via il progetto Pegaso (modificato) contro la pesca a strascico a Torvaianica
16:51 1580140260 Femminile. Nuovo Latina Lady, steso l’Esercito Aprilia
16:41 1580139660 Alternativa per Anzio: “Il fascismo è un crimine, diciamo grazie a Borrometi”
16:39 1580139540 Passaggi al mare chiusi a Nettuno, i cittadini scrivono a Sindaco e Procura
16:38 1580139480 Pallanuoto, Serie B femminile. Colpaccio Latina Nuoto, presa Viktoria Sajben
16:37 1580139420 Marcello Fotia di Anzio, nel team che preparerà le pizze a Casa Sanremo
16:12 1580137920 Reddito solidale per donne abusate, ad Ardea la proposta di legge non piace
15:50 1580136600 Ladro di auto identificato dopo due anni grazie al DNA sul passamontagna
15:32 1580135520 Scuole, Anpi e associazioni di Genzano insieme per il Giorno della Memoria
15:30 1580135400 Girone A. L'Anzio ritrova il sorriso con la Corneto Tarquinia
15:21 1580134860 Girone A. Unipomezia, 2 punti persi contro la Vigor Perconti
15:13 1580134380 Serie C, Girone B. La Pizzamore Onda sbanca Aprilia
15:05 1580133900 Serie C2, Girone C. Lele Nettuno, un punto d’oro nel big match
14:06 1580130360 Giornata della Memoria, a Pomezia una targa per le vittime dell'olocausto
14:00 1580130000 Aprilia, nel giorno della Memoria medaglie d'onore ai sopravvissuti ai lager
12:26 1580124360 Desertificazione commerciale a Marina di Ardea: chiude il 5° negozio in un anno
12:25 1580124300 Sospensione idrica mercoledì 29 gennaio a Frascati: ecco le vie interessate
12:18 1580123880 Albano, danneggiato per la terza volta il box velox di via Olivella
12:07 1580123220 Fino a 50mila euro a fondo perduto per le imprese balneari di Torvaianica
11:35 1580121300 56enne trovato morto in una cunetta in via dei 5 Archi a Velletri, si indaga
11:09 1580119740 Studenti della scuola "Anna Frank" di Roccagorga ad Auschwitz
11:05 1580119500 Castel Gandolfo, trovati sacchi pieni di pane vecchio buttati a bordo lago

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli