[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Clima, plastica e pesca illegale

Quando il mare uccide delfini e tartarughe: i casi a Anzio, Latina e Torvaianica FOTO

<
>
Marina di Ardea - Stenella striata impigliata a un probabile attrezzo da pesca illegale. Foto V. Manfrini
Marina di Ardea - Stenella striata impigliata a un probabile attrezzo da pesca illegale. Foto V. Manfrini
L'ultima tartaruga - È uno degli esemplari fortunati: è tornata nel mare di Anzio dopo le cure
L'ultima tartaruga - È uno degli esemplari fortunati: è tornata nel mare di Anzio dopo le cure
Carmencita in libertà - Liberata a Latina
Carmencita in libertà - Liberata a Latina
Delfino a latina - Trovato senza vita sulla spiaggia
Delfino a latina - Trovato senza vita sulla spiaggia
Ardea
Ardea

Settimane nere in questo ultimo scorcio di 2019 per quanto riguarda i rinvenimenti di fauna marina sulle coste del litorale. I casi di tartarughe e delfini spiaggiati tra Latina, Anzio e Pomezia hanno acceso i riflettori sul fenomeno. Dal mese di novembre sono tre i delfini ritrovati senza vita e otto le tartarughe spiaggiate, alcune tratte in salvo grazie alle cure delle autorità competenti ed altre decedute.

CAOS CLIMA, PAGANO LE TARTARUGHE
«I rinvenimenti delle tartarughe sulle coste laziali fanno registrare una situazione di anomalia rispetto agli ultimi tre anni. Luca Marini, coordinatore della rete Tartalazio ha spiegato alcune delle cause. «Parliamo di una situazione molto particolare, risultante da condizioni climatiche anomale persistenti; a partire da un maggio molto freddo con la tarda risalita delle temperature delle acque, rimaste poi elevate. Questi fenomeni hanno incidenza diretta sulla nidificazione delle tartarughe con un ritardo di oltre un mese sulla schiusa dei nidi. A livello locale, le mareggiate del mese di novembre si sono unite ad una temperatura dell’acqua marina sopra media e vicina ai 20°. Per i decessi le cause sono varie, le principali sono il nylon delle lenze o delle reti e gli ami da pesca. Va considerato poi che per le tartarughe può rappresentare una causa di morte anche lo stress da condizioni climatiche anomale».

DELFINI SPIAGGIATI, IL GAP DELLE ANALISI
Tre sono gli esemplari di delfini morti spiaggiati a novembre sulle nostre coste, due nel comune di Latina ed uno ad Ardea. «È possibile definire le cause dei decessi solo dopo gli accertamenti dell’istituto zooprofilattico di Ciampino – spiega Valentina Braccia dell’associazione Creature del mare di Roma –. I cetacei sono tra gli animali marini che risentono maggiormente degli effetti dell’inquinamento ed è quindi importante conoscere se lo spiaggiamento è avvenuto dopo il decesso», come è presumibile per la stenella striata di 178 cm rinvenuta ad Ardea il 29 novembre. «L’inquinamento delle acque indebolisce il sistema immunitario dei cetacei esponendoli ai virus. La quantità di rifiuti arrivati a riva con le mareggiate ci raccontano comunque lo stato di salute del mare e, di conseguenza, quella dei suoi abitanti». Hanno destato clamore i due casi ravvicinati a Latina. Esemplari che sono rimasti “in mostra” ai passanti nonostante la procedura preveda la rimozione celere, anche per motivi sanitari. Qualora il tempo trascorso risulti eccessivo, i risultati delle analisi volte a comprendere le cause della morte dell'animale potrebbero essere compromessi. Al momento, infatti, ancora non è noto sapere quali sono le cause della morte di questi due delfini. «Oltre al rinvenimento, sono molto importanti le attività successive – dice Franca Maragoni del gruppo WWF Litorale laziale –. Qui ci siamo trovati in una situazione emblematica per cui la trafila era stata avviata correttamente per poi incappare in problemi logistici. Sono situazioni spiacevoli che denotano la necessità di una maggiore sensibilità e collaborazione istituzionale». 

Una situazione da monitorare 
Visti gli episodi e gli spiaggiamenti registrati, possiamo ritenere ci sia una situazione di allarme? «Non parlerei assolutamente di moria di delfini nel Lazio nonostante i tre recenti spiaggiamenti – dichiara il biologo Valerio Manfrini del consiglio direttivo del centro studi cetacei onlus –. Dall’inizio dell’anno i cetacei che si sono spiaggiati lungo la costa laziale o le carcasse segnalate nelle acque regionali, sono 23 ovvero in linea con la media degli ultimi 3/4 anni per il Lazio. Di questi una 15ina sono stati trovati a sud di Roma. Mancano ancora una ventina di giorni alla fine del 2019 perciò il numero potrebbe salire ma speriamo che ciò non accada. Quest’anno è stata riscontrata la presenza del morbillivirus dei cetacei in diversi esemplari spiaggiatisi in Toscana. La vicinanza di questa regione al Lazio, ha imposto di prestare una particolare attenzione ma allo stato attuale non c’è alcun allarme. In ogni caso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale Lazio e Toscana sta indagando le cause di morte dei delfini ritrovati nel Lazio ed essendo ormai a fine anno, i veterinari dell’istituto potranno avere un quadro più completo della situazione». 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
16:04 1594303440 Al via la formazione con Vaudi e Pezzolla per la Polizia locale di Nettuno
16:01 1594303260 Massimiliano Sollazzo di Anzio secondo a Mr Italia di bodybuilding negli over 45
15:58 1594303080 Spara un colpo in pizzeria ad Anzio per tentare la rapina, malvivente in fuga
15:06 1594299960 Il sindaco di Pomezia con Raggi al campo rom: «Nostro territorio il più esposto»
14:47 1594298820 Riparte il presidio medico comunale a Torvaianica: aperto tutti i pomeriggi
14:43 1594298580 Castel Romano, Campidoglio: «A settembre prima parte del superamento del campo»
14:03 1594296180 Pusher ai domiciliari sorpreso di nuovo a spacciare, arrestato
13:08 1594292880 La 18esima edizione di Cinemadamare riparte da Pomezia: domani il primo evento
13:05 1594292700 “Piccolo mondo di Sermoneta”: souvenir e prodotti tipici in festa nel weekend
12:59 1594292340 Circola in via del Lido su un motociclo senza patente e con documento falso
12:52 1594291920 Una nuova ambulanza per la Cri grazie alla donazione dei dipendenti Sigma-Tau
12:34 1594290840 Spiaggia dei Castellani ad Ardea invasa dai rifiuti, villeggianti furiosi
12:27 1594290420 Strada della Rosa chiusa da maggio: partono oggi i lavori di abbattimento pini
11:57 1594288620 "Togliere l'accreditamento al S. Raffaele non è la soluzione, si pensi ad altro"
11:51 1594288260 Ciampino: Ottenuto un importante finanziamento scolastico da 200mila euro
11:50 1594288200 Abitanti 0 - 17 anni: record nel Lazio. Bene Latina, Aprilia. Boom a Marino
11:18 1594286280 Grottaferrata: i MiniCrypters raccontano la loro quarantena con un video
11:11 1594285860 Frascati: al via il centro estivo comunale per bambini dai 3 mesi agli 8 anni
11:05 1594285500 Dopo Azzolina, anche Mattarella si congratula con la scuola Giuliano
11:00 1594285200 Salvate due cucciole abbandonate a Colle Rosso, ora cercano una nuova casa
10:02 1594281720 Genzano: Luca Iommi rinuncia alla candidatura e appoggia Carlo Zoccolotti
10:01 1594281660 Il candidato di centrosinistra Massimiliano Borelli si presenta oggi ad Albano
09:42 1594280520 La Polizia locale sequestra un terreno comunale dove stava sorgendo un campo rom
08:52 1594277520 Parchimetri non funzionanti sul lungomare di Latina, ma per Atral è tutto ok
08:40 1594276800 Scende a 30 km orari il limite di velocità su via Nazario Sauro ad Anzio

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli