[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Operazione certificato pazzo

Falsi certificati per avere pensioni e porto d’armi. L'appello: autodenunciatevi FOTO

<
>
La conferenza stampa - Al centro il procuratore Carlo Lasperanza e il comandante Gabriele Vitagliano
La conferenza stampa - Al centro il procuratore Carlo Lasperanza e il comandante Gabriele Vitagliano
104 armi sequestrate - A carico di 11 soggetti che avevano illecitamente preso il porto d?armi
104 armi sequestrate - A carico di 11 soggetti che avevano illecitamente preso il porto d?armi

Undici arresti e 70 denunce per corruzione di pubblico ufficiale. Tra gli arrestati, in carcere un medico di Fondi – fulcro del sistema corruttivo – un medico di Nettuno, una intermediaria per le pratiche per l’invalidità di Latina; altre due ai Fondi e Terracina; un’avvocatessa di Terracina e il comandante della polizia municipale di Monte San Biagio, ai domiciliari.

IN UN MESE 153 CASI
Questo il bilancio dell’operazione “Certificato Pazzo” dei carabinieri di Latina eseguita martedì 10 e che ha visto professionisti di varie categorie coinvolti in un giro di certificazioni false: 153 i casi accertati in un solo mese, su un panorama che gli investigatori ritengono molto più ampio perché radicato negli anni. Ecco perché il procuratore aggiunto Carlo Lasperanza, in conferenza stampa al comando provinciale dei carabinieri di Latina, ha detto: “Bisognerebbe ribattezzare l’operazione ‘Punta dell’iceberg’: era un sistema rodato, ben organizzato, sebbene di natura non associativa”. E che rende evidente una “cultura della furbizia” tutta italiana.

CERTIFICATI DAI 40 AI 120 EURO
Lo psichiatra dirigente in servizio presso il Centro di salute mentale di Fondi, dietro un pagamento tra i 40 e i 120 euro, rilasciava certificati attestanti condizioni di salute non corrispondenti al vero, per far ottenere ai pazienti benefici di legge – come la pensione di invalidità o la scarcerazione per incompatibilità di salute con il regime carcerario – di cui invece non avrebbero dovuto godere. Il tariffario prevedeva che, per un certificato per la caccia si partisse dai 40 euro più ticket; per l’invalidità, i pazienti (uno addirittura aveva ottenuto una intera cartella falsa) pagavano 100 cento euro più il ticket di 18. Proprio il ticket era usato come éscamotage per mascherare di legalità la corruzione. Molti anche i casi d’uso dei certificati per ottenere il porto d’armi per la caccia, pur in assenza dei requisiti. Sono state 104 le armi sequestrate nel corso dell’operazione, che ha visto impiegati 80 carabinieri del comando provinciale di Latina, di Roma e di Caserta, i Nas di Latina e il comando per la Tutela della Salute di Roma.

IL MEDICO NON VISITAVA NEANCHE
“Il medico arrestato non visitava nemmeno i pazienti per i quali rilasciava le certificazioni – è stato spiegato in conferenza stampa - Gli bastava che si pagasse il ticket sanitario, poi potevano essere addirittura altre le persone che venivano a portare documenti e ritirare certificazioni. Il ticket era un modo per eludere i controlli della Asl”.


I ruoli degli 11 arrestati
In carcere sono finiti il dottor Antonio Quadrino, 60 anni, originario di Gaeta ma residente a Fondi. È lui il medico infedele intorno al quale ruotava il giro di certificati falsi. In manette anche un altro medico legale, il dottor Antonio Di Fulvio di Nettuno, consulente nei contenziosi per il riconoscimento dell’invalidità,e una donna di Latina, Fausta Mancini, intermediaria per l’iter dell’invalidità: entrambi inviavano pazienti al medico di Fondi; arrestate anche altre due intermediarie: Tania Pannone di Fondi, e Silvana Centradi Terracina. In carcere è tornato Massimiliano Del Vecchio di Fondi, già coinvolto nell’inchiesta Astice e beneficiario di allontanamento dal carcere grazie a un falso certificato; Stefania Di Biagio avvocato di Terracina; Bruno Lauretti di Terracina, responsabile della Ferderazione Arci caccia, intermediario per numerosi aspiranti cacciatori in cerca di porto d’armi; Mary Lombardozzi titolare di un Caf a Fondi. Ai domiciliari Tommaso Rotunno, di Fondi, già coinvolto i per droga in altre operazioni, e il comandante della polizia locale di Monte San Biagio Aldo Filippi.


L’appello: autodenunciate
Saputo dell’operazione “Certificato Pazzo”, alcune persone si sono presentate spontaneamente dai Carabinieri per autodenunciare il conseguimento del porto d’armi e della pensione a pagamento. Durante la conferenza stampa è stato lanciato un importante appello da parte del comandante del Nas di Latina Felice Egidio, per chiudere il cerchio sulle indagini: ha apertamente chiesto ai cittadini finiti in questo sistema corruttivo di denunciare quanto accaduto alle forze dell’ordine.


 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
21/01 1579630260 Mancini e Sanetti: “Il centrodestra ancora il lite per spartirsi il potere”
21/01 1579630080 Sbarco di Anzio, oggi la commemorazione ai Cimiteri: tutto il programma
21/01 1579629960 Lega Nettuno, troppe liti e tensioni, tre consiglieri si autosospendono
21/01 1579629840 In auto con 30 kg di marijuana e hashish: arrestato un 36enne
21/01 1579626000 Velletri ha onorato Sant’Antonio Abate con la benedizione degli animali
21/01 1579624560 Gli studenti della scuola media Garibaldi di Genzano a lezione di giornalismo
21/01 1579614840 Discarica Latina: «Onore ai cittadini. Voci su riapertura? Spero siano smentite»
21/01 1579606440 Da Matera a Cisterna per vendere cocaina e hashish: arrestato pusher
21/01 1579606380 Ruba vestiti da un negozio del centro commerciale di Aprilia, arrestato
21/01 1579606200 Eroina in tasca: denunciato a Terracina un pusher 40enne
21/01 1579599780 Discarica Montello: Sindaco incontra oggi i residenti su incubo riapertura
21/01 1579599660 Festa del patrono della polizia locale: ad Ardea encomi agli agenti
21/01 1579598040 Nuovo asfalto sulla Pontina, restringimenti di carreggiata fino al 31 gennaio
21/01 1579597800 Rubò 50mila euro di preziosi in una gioielleria: 36enne rintracciata ad Aprilia
21/01 1579597740 Viabilità a Pomezia, è polemica. Mengozzi: «Rischiamo che la 167 vada in tilt»
21/01 1579596600 Fucci attacca la giunta M5S: «Cancellato il collegamento con la 148. Dilettanti»
21/01 1579594680 A fuoco per tutta la notte le colline tra Cori e Norma: bruciati 4 ettari
21/01 1579592040 Marijuana nascosta dentro la matrioska: denunciato un 30enne
21/01 1579591980 Rocca di Papa, premiati agenti di Polizia Locale e ricordato il sindaco Crestini
21/01 1579591440 Le indagini del Tribunale Amministrativo sull'isola ecologica di Grottaferrata
21/01 1579591080 Pavona, inaugurata la mostra dell'artista iraniana Bahar Hamzehpour
21/01 1579591020 Velletri,è ai domiciliari con braccialetto elettronico, lo danneggia ed esce
21/01 1579590960 Parte il progetto "Free Plastic" nelle scuole del territorio a Lariano
21/01 1579590660 La guerra tra avvocati pontini combattuta a suon di ricorsi
21/01 1579590540 Giornata di pulizia sul lungomare di Torvaianica, poi tocca a Lido delle Sirene

Sport


Inchieste
[+] Mostra altri articoli