[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Imbrattate 5 giorni dopo l’affissione

Ripulite le Targhe, torna il decoro su Largo Mortara e via Carrara

Una settimana fa  Torrevecchia cambiava la sua toponomastica,  modificando Largo e via Arturo Donaggio in Largo Nella Mortara e via Mario Carrara per sostituire i nomi dei firmatari del “Manifesto della razza” con quelli delle vittime del razzismo e del regime fascista, inaugurate alla presenza della sindaca Raggi e del minisindaco del  Municipio XIV Campagna. Appena 5 giorni dopo spruzzi di vernice nera hanno cancellato in parte il bianco marmoreo delle targhe ed i nomi vergati, proprio vicino alle telecamere di sorveglianza. “I vigliacchi imbrattano, noi ripuliamo. Perché il nostro messaggio, oggi come ieri, è chiaro: noi non ci pieghiamo. – così ha commentato la prima cittadina della Capitale su Facebook ed anche con un tweet,  postando la foto del gesto vandalico il 27 novembre - Questa notte alcuni codardi hanno ‪imbrattato nel Municipio XIV le targhe delle strade di Roma intitolate la scorsa settimana a chi ha combattuto contro fascismo e razzismo, e che prima erano dedicate ai firmatari del Manifesto della razza”.

Una scelta

Quella dei nomi delle strade, partecipata con i giovani delle scuole, come ha ricordato la sindaca: “Sono certa che i ragazzi e le ragazze che hanno partecipato alla scelta dei nuovi intestatari delle strade trarranno giovamento da questo percorso impegnandosi per i valori di umanità e solidarietà contrapposti alle manifestazioni di odio, sopraffazione, razzismo e antisemitismo che purtroppo ancora sussistono”.

Un gesto vile

Da stigmatizzare per  Donatella Iorio,  presidente della Commissione Capitolina Urbanistica: “Solo venerdì scorso si era cambiato nome a queste strade sostituendo i nomi dei firmatari del Manifesto della Razza, base pseudo-scientifica con cui il fascismo giustificò le ignobili leggi razziali del 1938, con quelli di scienziati che hanno combattuto o subìto le persecuzioni e le violenze del fascismo e del nazismo. Cambiare nomi alle strade è stato un atto eccezionale che con questo gesto si vuole calpestare.  Se una cosa dobbiamo imparare da chi ha sacrificato se stesso per noi è non far finta di niente, non girarci dall’altra parte, mostrare il nostro sdegno davanti a questi gesti infami.”.  In un tweet Nicola Zingaretti denuncia “L'ennesimo atto vile e infamante di fascisti senza onore che agiscono nell'ombra. Non smetteremo mai di combattervi, mai”. Il pomeriggio stesso del 27 novembre le squadre del Dipartimento Decoro Urbano  hanno rimosso prontamente la vernice e ripulito le targhe, mentre – sottolinea la sindaca - il commissariato di Polizia di Primavalle ha subito aperto un'indagine. Un atto vandalico di giovani annoiati, un gesto di protesta da parte dell’estrema destra o semplicemente di rimostranza di alcuni residenti contrari al cambio della toponomastica?

Tutte le ipotesi

Sono aperte e sui social si scatenano i commenti e le congetture.  Secondo Julian Colabello, presidente della Commissione Trasparenza del Municipio XIV, bisogna “capire se possa essere stato per coprire le telecamere ivi presenti per quanto non credo. Circa gli autori se non sono ladri sono probabilmente tra i residenti che hanno protestato per i disagi conseguenti al cambio di nome delle strade, ma è solo un ipotesi.”.  Ipotesi accreditata in qualcuno dei tanti commenti dell’ignobile gesto  sul profilo della sindaca su Facebook: “è comunque un atto vandalico mirato, però mi chiedo perchè sono state tolte le targhe esistenti e messe queste che hanno creato un disagio ai residenti che si trovano costretti a rifare tutti i documenti nuovi.”,  scrive Giuseppe Donadei. “Speriamo che tutti gli abitanti proteggano queste targhe dai vandali. Ognuno deve sentirsi custode di quelle targhe. – così in un post, Luciana Mirtella - Custodiamo la memoria storica affinché ognuno si senta in dovere di prendere le distanze da atrocità inumane. Provo grande vergogna nei confronti dei sopravvissuti alla Shoah che hanno presenziato pochi giorni fa al cambio di targa.”. Un atto di inciviltà anche per il capogruppo  municipale  della lista civica Marino, Andrea Montanari: “A mio avviso la catastrofe del fascismo si deve studiare a scuola. Magari bastasse cambiare le targhe per Roma”.


ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
12:50 1600599000 Aggrediscono giovani con spray al peperoncino e un casco per derubarli, presi
12:46 1600598760 In auto con 105 gr. di cocaina nascosta sotto il sedile, 36enne ai domiciliari
12:38 1600598280 Sparano a un uomo in spiaggia a Torvaianica e scappano, caccia agli aggressori
10:47 1600591620 Settembre Grottaferratese: Simona Marchini in scena al parco Patmos
10:37 1600591020 Sistemazione idrogeologica a Cori: richieste di contributi per 2,5 milioni di €
10:19 1600589940 Fanno esplodere il bancomat di una banca, ma qualcosa va storto: ladri in fuga
10:11 1600589460 Castelli Romani al voto: seggi presi d'assalto già dalle prime ore del mattino
09:47 1600588020 Non solo referendum: 34 Comuni del Lazio andranno al voto tra oggi e domani
09:43 1600587780 Oggi e domani il referendum dei parlamentari: le info per i cittadini di Latina
19/09 1600526580 Nuova torre d’arrivo al centro sportivo remiero della Marina militare a Sabaudia
19/09 1600526040 Case trasformate in bordelli, arrestati coniugi insospettabili: lei era una prof
19/09 1600525380 "UndiciMetri-Storie di rigore", nuovo libro di Maurizio Targa e Cristian Vitali
19/09 1600525140 Freddindustria, secondo rogo in 7 giorni. Il problema resta sottovalutato
19/09 1600522680 Inaugurato all'ospedale di Anzio il Posto di Polizia, riaperto dopo 6 mesi
19/09 1600522200 Incinta e positiva, rifiutato il ricovero all'Umberto I dopo 2 ore in ambulanza
19/09 1600521780 Niente acqua a scuola, liceo costretto a tornare alla didattica a distanza
19/09 1600511460 Area cani invasa da pericolose buche: diffidato il Comune di Pomezia
19/09 1600508460 “Note dell’Arte”, ad Anzio in scena musica e beneficenza per l’Ospedale
19/09 1600508220 Sottopasso ancora chiuso a Casello 45, il grido di rabbia del Quartiere Sandalo
19/09 1600508160 Tenta furto a Parco Leonardo, 39enne di Anzio denunciata ed espulsa dal Comune
19/09 1600508040 Aggressione a Nettuno, 26enne ancora in coma con una frattura alla testa
19/09 1600505700 Dopo 21 anni, il depuratore di La Gogna è pronto ma non viene messo in funzione
19/09 1600503600 Confermata la confisca milionari al capo della 'ndrina del basso Lazio
19/09 1600502640 Fugge dai domiciliari, cercato per due giorni: trovato a Latina
18/09 1600444440 Inneggiava agli assassini di Willy: «Siete degli eroi». Denunciato un 23enne

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli