[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Invasi gonfi di percolati affioranti

Discarica Albano, a due passi da Ardea e Aprilia: cresce la palude di percolati

<
>
Almeno 2 vasche colme di rifiuti diventano palude. Non dovrebbe succedere. Là sotto la falda idrica è già contaminata. 26/11/2019
Almeno 2 vasche colme di rifiuti diventano palude. Non dovrebbe succedere. Là sotto la falda idrica è già contaminata. 26/11/2019
Il 7° invaso, lasciato a cielo aperto: sopra i rifiuti lo stagno occupa ormai metà della buca
Il 7° invaso, lasciato a cielo aperto: sopra i rifiuti lo stagno occupa ormai metà della buca
7° invaso-palude il 26 novembre scorso
7° invaso-palude il 26 novembre scorso
10 novembre: lo stagno è ben più piccolo rispetto al 26/11
10 novembre: lo stagno è ben più piccolo rispetto al 26/11
L'incredibile aumento della palude sui rifiuti del 7° invaso, in pochi giorni
L'incredibile aumento della palude sui rifiuti del 7° invaso, in pochi giorni

Non uno, ma almeno due invasi sono in condizioni agghiaccianti: due putride paludi di acqua piovana,melma e rifiuti in un sito dove la falda idrica è già stata contaminata dalla discarica. È il “nuovo”, inquietante scenario che offre il mega-immondezzaio di Roncigliano, in territorio di Albano, presso l'Ardeatina. Finora, le immagini esclusive del Caffè – poi riprese da altri organi di stampa – avevano documentato il 7° invaso, grande due volte lo stadio Olimpico di Roma, trasformato in acquitrinio. Purtroppo anche la sesta maxi-buca si mostra nelle stesse condizioni: una palude di inquietanti liquidi. La discarica si trova esattamente a due passi da Villaggio Ardeatino, Montagnano e Montagnanello, in territorio di Ardea. Ma pure a due passi dal confine con Aprilia. E le sue puzze sono accusate anche nel quartiere Roma 2, a Pomezia.

Le nuove immagini che qui pubblichiamo mostrano non più soltanto almeno due gigantesche vasche piene di rifiuti con veri e propri stagni d'acqua sulla sommità. E questo non dovrebbe verificarsi. Perché invece accade? Chi controlla?

ACQUITRINIO A 9 MT DAL SUOLO: È GONFIA DI PERCOLATI ANCHE SOTTO?

Non finisce qui. A stupire ancor più è il fatto che il pestilenziale stagno ben visibile sul 6° invaso non si trova in una pozza o in avvallamento. Cioè l'acqua non arriva lì perché c'è un dislivello verso il basso. No. Quel liquido si trova a circa 9 metri di altezza. Questo è in fatti il livello della collina di rifiuti indicato dai carabinieri del Nucleo operativo ecologico nel 2009, quando rilevarono una anomala sopraelevazione del 6° invaso. Cioè uno strato aggiuntivo di 9 metri di rifiuti in più rispetto a quanto previsto, dichiarato e autorizzato, ammucchiati là sopra. L'acquitrinio superficiale significa che anche sotto l'immondezzaio è saturo di liquidi? E dove vanno a finire? Che ne sarà del suolo e delle riserve idriche?

INTERO SITO FUORI CONTROLLO?

Il 7° invaso è ancora aperto, esposto agli agenti atmosferici. È fermo da quando il 30 giugno un terribile incendio ha devastato l'impianto Tmb ad esso adiacente, la fabbrica di balle da bruciare negli inceneritori e scarti da smaltire in discarica. Le immagini che pubblica qui Il Caffè, per la prima volta suggeriscono che però potrebbe esserci un problema strutturale all'intero sito, che si articola in 7 invasi. Siamo ovviamente nel campo delle ipotesi. Dovrebbero essere gli Enti di controllo ad appurare cosa sia accaduto, cosa sta succedendo e cosa potrebbe succedere ancora se gli invasi continuano a imbarcare acqua e tale acqua non viene adeguatamente raccolta, drenata e trattata in appositi centri di trattamento dei percolati. Attività che per legge deve essere documentata in appositi registri di carico e scarico, con tanto di fatture contabili. Da quello che riferiscono alcuni residenti presso l'ecomostro, non si vedono più quelle autocisterne che andavano e venivano per spillare i percolati e portarli via. Cosa che ad esempio si è verificata anche sulle falde idriche di Carano, con l'ex discarica comunale di Velletri in contrada Lazzaria, anch'essa mai realmente messa in sicurezza (con il capping, cioè la copertura a tenuta stagna) né bonificata. A parte un tentativo di far risultare che tutto ciò fosse stato fatto, con tanto di relazione tecnica, timbri e firme. E con la benedizione della solita Regione Lazio che ci ha pure messo i soldi!Bufala politico-burocratica poi sbugiardata dal nostro giornale e finita al Consiglio comunale veliterno.

COME TRATTANO I PERCOLATI?

I camion per il prelievo e trasporto dei percolati a Roncigliano – da quel che riferisce la gente del posto - non si vedono più da dopo l'incendio del giugno 2016. Chiediamo ovviamente al gestore della discarica se è così o se magari può documentare il contrario. Questo farebbe sentire tutti più tranquilli. Intanto, un agguerrito gruppo di una ventina di cittadini del posto ha chiesto ai propri avvocati di preparare una diffida amministrativa nei confronti della dirigente regionale dell'Area rifiuti. Non solo, stanno preparando anche una denuncia penale sulla vicenda, che intendono presentare alle Procure della Repubblica di Roma e di Velletri. c'è poi l'invaso zero dimenticato: realizzato senza nemmeno uno straccio di membrana tra la nuda terra e l'immondizia. E Dio solo sa cosa possano aver sversato là, a cominciare dal 1979. Queste e altre immagini sono a disposizione della Magistratura, della Regione Lazio, dell'Agenzia regionale per la protezione ambientale, dei Comuni di Albano nel cui territorio sorge il sito, dei Comuni di Ardea, Pomezia e Aprilia che sono attaccati al sito stesso. Ma pure della Asl, della Città Metropolitana e di qualunque altra istituzione e organismo che ritenga di potere e voler ancora esercitare funzione di controllo e verifica a tutela dell'ambiente, della salute pubblica e della legalità. Gli unici che sembrano averle prese in considerazione sembrano finora i cittadini.

PS: Per chi copia notizie e foto: citare la fonte porta bene e aiuta la salute

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
16:39 1601476740 Aveva 39 dosi di coca negli slip, 22enne arrestato dai Carabinieri ad Anzio
15:20 1601472000 Coronavirus, quattro i nuovi casi e cinque le guarigioni nel comune di Anzio
15:19 1601471940 Bando della Asl di Latina per l'acquisto di parrucche per i malati oncologici
14:39 1601469540 Tammone di FI si dimette da assessore a Nettuno, il Sindaco: "Grazie di tutto"
14:36 1601469360 Mancini diffida il Comune di Nettuno: Nessuno guardi chi mi ha tirato le uova
14:27 1601468820 Nuovo Cos Latina, Agostino Tucciarone per puntare ancora più in alto
13:13 1601464380 Incendio Loas, i risultati delle analisi sull'acqua del fosso: c'è diossina
12:49 1601462940 Albano, gira senza patente e poi ne presenta una falsa alla Polstrada
12:29 1601461740 Ariccia, la biblioteca presenta: Mitiche, storie di donne della mitologia greca
12:26 1601461560 Aule più grandi all'istituto agrario di Velletri. Ora si attendono nuovi banchi
12:11 1601460660 Ciampino: l'artista di strada Georgij ridà luce al murales di Edoardo Sforna
11:26 1601457960 Genzano: caos alla Garibaldi, in mille per un posto da collaboratore scolastico
11:25 1601457900 Positivo uno studente in una scuola di Aprilia: compagni e prof in isolamento
11:22 1601457720 Trasporto bus a Frascati: anticipata alle 7.20 la corsa da piazza Vanvitelli
10:45 1601455500 Acquista un'auto via web, versa l'acconto e... il venditore sparisce
10:23 1601454180 Sgombero Castel Romano, a Pomezia bagarre Lega-M5S sul ricollocamento dei rom
10:17 1601453820 I bus Cotral arrivano già pieni e non caricano a bordo gli studenti
09:57 1601452620 Trasferito d'autorità da Formia ad Aprilia: finanziere porta il ministero al Tar
09:40 1601451600 Scuole Ciampino: dal 5 ottobre al via il servizio mensa con i lunch box
09:40 1601451600 Scuole chiuse a Tor San Lorenzo, sindaco e assessore: «Scriveremo al Miur»
09:38 1601451480 Tamponi, fila chilometrica per il nuovo drive-in. La prenotazione non funziona
09:11 1601449860 100 anni di Confagricoltura: i vertici di Latina ricevuti dal prefetto
09:10 1601449800 Lanuvio, cade sulle inferriate in ferro della sua recinzione e muore
09:06 1601449560 Pomezia, nuova udienza al Tar sul secondo cancello che blocca l’accesso al Borgo
09:03 1601449380 Incendi alle auto di sindaco e vice di Sermoneta, arrestati in silenzio dal Gip

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli