[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Da uno studio dell’Eras Lazio

Discariche e inceneritori: le fabbriche dei tumori

Vicino ai siti in cui si trattano i rifiuti urbani del Lazio si muore, ci si ammala di tumore e di altre gravissime patologie, soprattutto respiratorie, e ci si ricovera di più che altrove, in particolare, entro un raggio di 7 chilometri in linea d’aria. Il problema non riguarda solo le discariche, ma anche i siti dedicati ‘esclusivamente’ allo smistamento dei rifiuti indifferenziati, ovvero degli impianti TMB (Trattamento meccanico biologico), dove la spazzatura indifferenziata viene suddivisa in “frazioni merceologiche minori” per poi essere bruciata o interrata. A confermare il gravissimo problema è un importantissimo studio epidemiologico pubblicato dall’Eras Lazio nel 2014 (e ‘perso’ in chissà quale cassetto) che solo Il Caffè continua a pubblicare. Si tratta d’un prestigioso ed accreditato programma di studio igienico-sanitario, coordinato dal Dipartimento di Epidemiologia della Regione Lazio del Servizio Sanitario Nazionale, che si è occupato di studiare le correlazioni dirette tra la gestione dei rifiuti indifferenziati e la salute umana e che dal 2015 è rimasto senza fondi, senza che nessun politico se ne preoccupasse.

MALATTIE, RICOVERI, TUMORI INTORNO A MALAGROTTA

La ricerca, risalente al 2014, punta il dito sulla discarica di Malagrotta, chiusa ad ottobre 2013. Intorno all’ex cimitero dei rifiuti della città Santa sono stati riscontrati dagli epidemiologi dell’Eras Lazio eccessi statistici nella frequenza di mortalità e di ospedalizzazioni sia per gli uomini che per le donne – così si legge nello studio Eras Lazio - in particolare per malattie respiratorie, cardiovascolari e malattie ischemiche al cuore (+60%) ”. Lo studio ha anche rilevato sui residenti che vivono entro un raggio di 7 km intorno alla zona dove è anche la discarica di Malagrotta una mortalità degna di nota, rispetto ai livelli medi regionali, di forme tumorali nelle donne: +56% di tumori alla laringe, +14 di tumori alla mammella, in modo particolare per tutte quelle esposte ad alte concentrazioni di PM10 (inceneritore). I residenti (uomini e donne) più prossimi agli impianti ricorrono più frequentemente alle cure ospedaliere per tutte le cause (+8%), ma in modo particolare per malattie circolatorie, urinarie e dell’apparato digerente. Solo tra gli uomini si è osservato un aumento significativo dei ricoveri per patologie della tiroide”.

DATI DRAMMATICI ANCHE NEL RESTO DEL LAZIO

Molto negativo anche lo stato della salute dei cittadini residenti nel raggio di 5 chilometri dalle altre discariche e impianti TMB sparsi un po’ ovunque nella Regione Lazio, visto e considerato che i dati epidemiologici rilevati anche negli altri siti regionali di trattamento sono tutt’altro che rassicuranti. A Latina, rispetto alla media regionale: i maschi muoiono di più per tumori all’encefalo (+61%), al rene (+60%), alla vescica (+40%); mentre le donne muoiono di più per tumori allo stomaco (+36%), e rivelano un +33% di malattie dell’apparato genito-urinario. Ad Albano le donne registrano un aumento dell'83% di ricoveri per tumore alla mammella, aumento del 69%di decessi per tumore ai polmoni e trachea. Numeri catastrofici anche per gli uomini: +71% di morti per linfomi non-Hogkin, +76% di malattie dell'apparato genito-urinario, +73% dell'apparato digerente, +44% di malattie respiratorie. Male anche presso gli altri siti di trattamento di rifiuti a Colfelice (Fr), Viterbo e Guidonia. Tumori di tutti i tipi con incidenze decisamente superiori all’atteso! Questo è ciò che provoca il sistema di raccolta indifferenziata con smaltimento in discarica, TMB e inceneritori.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
17:57 1580144220 Ricercato per l'omicidio della moglie in Pakistan, 31enne rintracciato a Latina
17:36 1580142960 Bloccarono un uomo in preda a raptus, premiati 8 agenti di polizia locale
17:23 1580142180 Alle Scuderie Aldobrandini la mostra "Segno di artisti poeti di scena"
17:19 1580141940 Al via il progetto Pegaso (modificato) contro la pesca a strascico a Torvaianica
16:51 1580140260 Femminile. Nuovo Latina Lady, steso l’Esercito Aprilia
16:41 1580139660 Alternativa per Anzio: “Il fascismo è un crimine, diciamo grazie a Borrometi”
16:39 1580139540 Passaggi al mare chiusi a Nettuno, i cittadini scrivono a Sindaco e Procura
16:38 1580139480 Pallanuoto, Serie B femminile. Colpaccio Latina Nuoto, presa Viktoria Sajben
16:37 1580139420 Marcello Fotia di Anzio, nel team che preparerà le pizze a Casa Sanremo
16:12 1580137920 Reddito solidale per donne abusate, ad Ardea la proposta di legge non piace
15:50 1580136600 Ladro di auto identificato dopo due anni grazie al DNA sul passamontagna
15:32 1580135520 Scuole, Anpi e associazioni di Genzano insieme per il Giorno della Memoria
15:30 1580135400 Girone A. L'Anzio ritrova il sorriso con la Corneto Tarquinia
15:21 1580134860 Girone A. Unipomezia, 2 punti persi contro la Vigor Perconti
15:13 1580134380 Serie C, Girone B. La Pizzamore Onda sbanca Aprilia
15:05 1580133900 Serie C2, Girone C. Lele Nettuno, un punto d’oro nel big match
14:06 1580130360 Giornata della Memoria, a Pomezia una targa per le vittime dell'olocausto
14:00 1580130000 Aprilia, nel giorno della Memoria medaglie d'onore ai sopravvissuti ai lager
12:26 1580124360 Desertificazione commerciale a Marina di Ardea: chiude il 5° negozio in un anno
12:25 1580124300 Sospensione idrica mercoledì 29 gennaio a Frascati: ecco le vie interessate
12:18 1580123880 Albano, danneggiato per la terza volta il box velox di via Olivella
12:07 1580123220 Fino a 50mila euro a fondo perduto per le imprese balneari di Torvaianica
11:35 1580121300 56enne trovato morto in una cunetta in via dei 5 Archi a Velletri, si indaga
11:09 1580119740 Studenti della scuola "Anna Frank" di Roccagorga ad Auschwitz
11:05 1580119500 Castel Gandolfo, trovati sacchi pieni di pane vecchio buttati a bordo lago

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli