[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Aprilia, "colpito" Sergio Gangemi

Sequestro milionario al 45enne già in carcere per tentato omicidio e usura

È stato eseguito il sequestro preventivo dell’ingente patrimonio - costituito da imprese commerciali, beni immobili e disponibilità finanziarie - riconducibile a Sergio Gangemi, 45 anni di Reggio Calabria, operante principalmente nel settore dell’edilizia, immobiliare e del commercio di prodotti elettronici. Il provvedimento, emesso dalla sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Roma ed eseguito dalla Guardia di Finanza in collaborazione con il Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica - Direzione Distrettuale Antimafia di Roma.

I beni sottoposti a vincolo (53 immobili, tra appartamenti e terreni, un edificio industriale, cinque auto e una imbarcazione, conti correnti, quote societarie e l’intero patrimonio aziendale di 10 società) nelle province di Roma, Milano, Reggio Calabria e Latina, sono risultati, a vario titolo, nella disponibilità del 45enne, da anni residente ad Aprilia e gravato, a partire dagli anni ‘90, da numerosi precedenti penali e sentenze definitive di condanna per reati contro il patrimonio, di bancarotta fraudolenta ed evasione fiscale.

“Le attività investigative condotte dal Nucleo di Polizia economico-finanziaria di Latina hanno consentito di accertare il rilevante spessore criminale del soggetto – si legge in una nota della Guardia di Finanza – identificandolo quale appartenente a una famiglia vicina a note cosche malavitose facenti parte dell'organizzazione criminale calabrese della 'ndrangheta, nonché la sua raffinata e pervicace capacità delinquenziale, testimoniata dalle attività di riciclaggio dei capitali illeciti dallo stesso poste in essere mediante la creazione di numerose società, anche all’estero, intestate a prestanomi”.

Gli approfondimenti patrimoniali, condotti con il continuo supporto operativo del Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata, hanno permesso, mediante l’interrogazione massiva delle banche dati in uso al Corpo, l’esame di copiosa documentazione bancaria e lo sviluppo di segnalazioni per operazioni sospette di elaborare schede globali molecola afferenti l’accumulazione illecita di un ingente patrimonio. Il 45enne, infatti, poteva disporre, direttamente o indirettamente, di un compendio di beni il cui valore è risultato decisamente sproporzionato rispetto ai redditi dichiarati.

Le tesi investigative avrebbero trovato pieno riscontro nelle dichiarazioni rese da alcuni collaboratori di giustizia “i quali confermavano che Sergio Gangemi, al fine di tenere sotto traccia i propri affari, si avvaleva di prestanomi incensurati apparentemente operanti nella legalità”.

Sergio Gangemi nel 2018 è stato tratto in arresto, insieme al fratello e ad altri due soggetti, in quanto ritenuto responsabile di tentato omicidio (commesso ai danni di due imprenditori romani con l’utilizzo di bombe a mano e fucili automatici tipo kalashnikov), estorsione e usura, reati commessi con l’aggravante del metodo mafioso.

I finanzieri parlano di “qualificata e permanente pericolosità sociale”, riferita a Gangemi, “che si è manifestata con gravi episodi delittuosi commessi anche nel periodo in cui il medesimo era sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale”.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
18:43 1620319380 Schiuma sospetta sul mare di Nettuno, sopralluogo dell’assessore Dell’Uomo
18:40 1620319200 La Corte d’appello respinge i ricorsi di Marinedi, la Capo d’Anzio è del comune
17:08 1620313680 Casi di coronavirus: a Latina e provincia oggi sono 116. I dati delle città
17:04 1620313440 Covid, 126 casi nella Asl Roma 6. Quattro morti nelle ultime 24 ore
16:59 1620313140 Vittorio Sgarbi a Nemi per la Biennale internazionale d'Arte dei Castelli Romani
16:31 1620311460 Monumento naturale Monticchio all'asta: SOS d'Italia Nostra e del PD in Regione
16:27 1620311220 Genzano, grave incidente sull'Appia Nuova. Motociclista in codice rosso
15:46 1620308760 Discarica Aprilia-Ardea vicino Lido dei Pini: tavolo tecnico il 17 maggio
15:07 1620306420 Vaccino Covid: al via prenotazione per insegnanti. Lazio: da martedì i richiami
14:36 1620304560 L'ex Rossi Sud diventa hub vaccinale: pronto tra qualche settimana
14:13 1620303180 Al lavoro senza autorizzazione ambientale, chiuso autolavaggio a Lavinio mare
14:09 1620302940 Camionisti trasportano rifiuti su strada non autorizzata: denunciati
13:10 1620299400 Genzano: alla scuola Garibaldi incontro e premiazione su storia e archeologia
13:07 1620299220 Multe sulle revisioni, Polizia Locale e Comune chiedono lumi al Governo
12:29 1620296940 Pomezia: al via il progetto di abbattimento delle barriere architettoniche
12:25 1620296700 Latina, via del Lido: c’è l’ok alla maxi struttura commerciale
12:01 1620295260 Maison Valentino, Pierpaolo Piccioli disegna e fotografa la nuova collezione
11:59 1620295140 Il Circolo Legambiente Le Rondini raccoglie fondi per i percorsi di Tor Caldara
11:27 1620293220 Spiagge pulite a Torvaianica: una domenica ecologica con Care the Oceans
11:01 1620291660 Pusher confonde il poliziotto per un amico e gli consegna oltre 1 kg di droga
10:57 1620291420 Agevolazioni e sconti per i commercianti del centro storico di Lanuvio
10:48 1620290880 Investe una 17enne e se ne va in sella alla sua moto, rintracciato il centauro
08:29 1620282540 Di nuovo al mare: quando, dove e come in provincia di Latina
08:16 1620281760 Cavallo della famiglia Di Silvio in un terreno privato: scatta la denuncia
05/05 1620237840 Discarica ad Aprilia, il no di Arpa Lazio: problemi e criticità ambientali

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli