[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

I 5 stelle: "Si deve fare di più"

Pua e sicurezza delle coste, il Sindaco De Angelis sollecita la Regione

Le coste di Anzio
Le coste di Anzio

“Nei mesi scorsi avevo sollecitato la Regione Lazio a completare la realizzazione dei cosiddetti pennelli a protezione della costa, delle spiagge e delle aree di pregio del nostro litorale. Si tratta di un’opera fondamentale, ferma da tempo al primo lotto dei lavori, attesa da tutti gli operatori e dalla popolazione”. Lo dice il Sindaco di Anzio, Candido De Angelis, in riferimento alla messa in sicurezza della costa anziate ed all’ultimo incontro di Villa Corsini Sarsina, convocato per affrontare le criticità rispetto all’adozione del PUA. “Anche rispetto all’adozione del PUA, redatto in bozza – aggiunge il Sindaco – siamo in attesa, dalla Regione, dell’approvazione definitiva del piano degli arenili, strumento fondamentale che dovrebbe fornire nuove indicazioni alle quali, necessariamente, dovremo adeguarci. A breve, inoltre, partiranno i lavori, coordinati dal nostro Ufficio Tecnico, per la messa in sicurezza della falesia, in un tratto di costa ad Anzio Colonia”.

Immediata la replica del consigliere comunale del Moviumento 5 stelle maria teresa Russo.

“Apprendo da organi di stampa che per la “difesa della costa” ci siano diverse azioni in campo da parte dell’amministrazione…”. Lo scrive in una nota stampa il consigliere comunale del Movimento 5 stelle di Anzio Maria Teresa Russo.

“La prima è quella di chiedere alla Regione Lazio la ripresa delle installazione dei pennelli a completamento del progetto originario. In effetti i soldi per continuare questa mastodontica opera che ormai si trascina stanca attraverso i secoli (durante i quali pare che qualche altra soluzione più performante e meno invasiva sia stata adottata in qualche altra parte del mondo, e pare pure che funzioni) sono stati previsti nel “Programma generale per la difesa e la ricostruzione dei litorali e del quadro degli interventi prioritari per il 2019-2021” della Regione Lazio.
Precisamente 2.300.000 euro. Con cui difficilmente si chiuderà tutto il sistema di pennelli (scogliere) e non si sa nemmeno quando da qui al 2021 verranno erogati.
Opera fortemente criticata da diverse associazioni cittadine, da Goletta Verde, dal WWF e anche da noi del M5S. In campagna elettorale, quando noi esprimevano dubbi sia sull’annuncio della subitanea ripresa dei lavori (non completamento) i cittadini hanno storto il naso…preferendo le promesse elettorali dei Regionali…facili facili…e come si può notare sono passati due anni e dei lavori nemmeno l’ombra. Ma…. Questa opera non mette in sicurezza un bel niente. Al limite è un vano tentativo di fermare il consumo di arenile. Per sicurezza della costa occorre rivolgersi a terra. Non a mare. E a terra c’è il progetto di Acqua del Turco. E vedremo le opere che ne scaturiranno, partendo dai progetti presentati e approvati in Regione, come e cosa verrà realizzato con particolare attenzione vista la zona estremamente delicata…Estremamente delicata e con edifici fruiti da popolazione sensibile. Ma quel progetto è relativo ad una piccola porzione di litorale. E’ un intervento spot che se pur importante è una goccia nel mare (è il caso di dire). Occorre…come più volte il M5S ha chiesto una mappatura aggiornata delle acque sotterranee. Occorre comprendere se ci sono captazioni (ogni tanto se ne sente parlare…ma poi tutto magicamente sparisce.. ) e come sono state modificate le falde. Occorre conoscere lo stato di salute (diciamo cosi) delle falesie… defaticarle dal carico di manufatti che insistono su di esse e cercare di attuare lavori di ingegneria naturale che possano sostenerle. (I muri e le “dighe” spostano il problema. Lo peggiorano, persino, ma non lo risolvono di certo). Occorrono studi idrogeologici seri… affiancati ecco anche dal progetto di supervisione aerea di droni. Ma soprattutto considerare la zona R4 non come una formalità della Regione. Ma come uno stato effettivo della Costa con cui fare i conti.
Dal quale non si esce con qualche trucchetto o sostegno qua e là, anche perché passando ad R3 non si migliora certo la situazione.

Le concessioni sono un problema. Come le autorizzazioni a locali pubblici insistenti proprio in quei tratti di costa. Come le case private e gli edifici pubblici. Il lavoro da fare è immenso. Ancora più immenso perchè non si è fatto quasi nulla in passato trascurando la cura del territorio, il monitoraggio, il drenaggio delle acque piovane, la pulizia dei fossi, dei canali, delle cunette… E servono molte risorse. Invece di concentrarsi sui pennelli si chieda alla Regione aiuto per porre le basi di una cura del territorio seria. Che non c’è mai stata e di cui Anzio ha terribilmente bisogno. E’ una vergogna che in tutta la programmazione 2019-2021 per Anzio ci siano solo i soldi a completamento di un progetto stravecchio… con tutti i tratti di costa a rischio dissesto idrogeologico che abbiamo… Si pretenda di più. E si presentino progetti organici e a tutela di tutto il litorale”.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
22/09 1600800420 Sarà sfida interna al centrodestra per la poltrona di sindaco di Terracina
22/09 1600798500 Aprilia Film Festival, emozioni e risate per una seconda edizione col botto
22/09 1600798440 Esce Luna, il nuovo singolo della cantante apriliana Sharon Corini
22/09 1600791420 Ad Anzio è tutto pronto: il 24 settembre riaprono le scuole in sicurezza
22/09 1600791240 Prezzi poco trasparenti, multato il salone romano di Federico Fashion Style
22/09 1600791060 Rissa tra due donne alla Stazione di Nettuno, intervengono i Carabinieri
22/09 1600790820 Ariccia dovrà tornare alle urne: è ballottaggio tra Staccoli e Cianfanelli
22/09 1600790340 Rocca di Papa: è ballottaggio tra Veronica Cimino e Massimiliano Calcagni
22/09 1600787460 Genzano: è ballottaggio tra Carlo Zoccolotti e Piergiuseppe Rosatelli
22/09 1600783860 Albano Laziale ha scelto: il nuovo Sindaco è Massimiliano Borelli
22/09 1600783620 Terracina, quasi metà sezioni scrutinate: Tintari e Giuliani in testa
22/09 1600777560 Tpl, preoccupazione scuole e accordi non rispettati: scioperi in vista
22/09 1600776480 Altri 30 positivi in provincia di Latina. La Asl: usare mascherina sempre
22/09 1600775760 Approvata la tariffa Tari: riduzioni per imprese, famiglie e terzo settore
22/09 1600772460 La più bella del concorso Ragazza Ok Cat. Lady è Gabriella Ferrari di Lanuvio
22/09 1600768860 Primo evento di team building alla Bunker Porte Blindate di Latina
22/09 1600764000 Elezioni dei sindaci ai Castelli: il primo Sindaco già festeggia la vittoria
22/09 1600762980 Agguato in spiaggia a Torvaianica: il prefetto punta il faro sul litorale romano
22/09 1600762200 Nubifragio sui Castelli: strade travolte da fiumi d'acqua e fango
22/09 1600758420 Comunali ai Castelli: al via da questa mattina lo spoglio dei voti in 4 Comuni
22/09 1600757880 Tensione al seggio: rifiuta di mettere la mascherina e gira un video. Denunciato
22/09 1600757460 "A Latina pericolosi rapporti tra 007 e crimine, il Governo chiarisca"
22/09 1600756320 Operaio morì cadendo da un tetto, a processo i datori di lavoro
22/09 1600756200 Giornata della Pace a Latina dedicata a quattro protagonisti della cronaca
22/09 1600756020 No ufficiale della Regione: la discarica a nord di Casalazzara non si farà

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli