[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Condanne totali scese da 17 a 10 anni

Ci fu estorsione, ma non fu mafia: pena ridotta ai fratelli Di Silvio

Quella dei Di Silvio non è mafia. Dopo che il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Roma, Annalisa Marzano, ha confermato l’ipotesi della Dda capitolina sulla costituzione di un’associazione per delinquere di stampo mafioso da parte della famiglia di origine nomade stabilitasi da tempo a Latina, formulata nell’inchiesta “Alba Pontina”, e condannato anche con tale accusa a 16 anni e 8 mesi di reclusione Samuele Di Silvio e a 16 anni e mezzo il fratello Ferdinando “Pupetto” Di Silvio, la Corte d’Appello di Roma ha ora ritenuto che nell’estorsione compiuta dagli stessi due imputati a carico di un ristoratore, una vicenda richiamata nella stessa “Alba Pontina”, non vi fossero tracce di mafia. Caduta l’aggravante, Samuele e Ferdinando “Pupetto” Di Silvio, che per l’estorsione appunto erano stati condannati in primo grado rispettivamente a 9 e 8 anni di reclusione, si sono visti ridurre la pena a 5 anni a testa. I due fratelli, difesi dall’avvocato Oreste Palmieri, secondo i giudici d’appello avrebbero insomma costretto la vittima a consegnare loro denaro, ma senza farlo con modalità mafiose. Un episodio inquadrato nell’ambito di alcuni problemi relativi all’affitto di un locale a Monticchio, nel Comune di Sermoneta, avuti dallo stesso ristoratore. I proprietari del locale, Valentina Riccio, 35enne di Sermoneta, e Victor Marcovecchio, 34enne di Ardea, secondo gli inquirenti si sarebbero rivolti ai nomadi. Il 48enne che aveva preso in locazione il locale si sarebbe così visto chiedere, il 19 settembre 2016, 15mila euro da Agostino Riccardo, 34 anni, pregiudicato del capoluogo pontino, poi diventato collaboratore di giustizia, per evitare di essere aggredito dai fratelli Ferdinando “Pupetto” e Samuele Di Silvio. Una richiesta scesa successivamente a cinquemila euro e che alla fine avrebbe visto il gruppo, di cui avrebbe fatto parte anche Renato Pugliese, a sua volta diventato collaboratore di giustizia, accontentarsi di duemila euro, non avendo il ristoratore altro denaro in quel momento. I pm Luigia Spinelli e Claudio De Lazzaro avevano ottenuto il giudizio per i fratelli Di Silvio e, con la sola accusa di tentata violenza privata, anche per i presunti mandanti, Riccio e Marcovecchio, ipotizzando che avrebbero anche tentato di far ritirare al ristoratore la denuncia per diffamazione presentata per Riccio, alla luce di alcuni post su Facebook scritti dalla donna. Con “Pupetto” che avrebbe detto alla presunta vittima: “Ma lo sai chi sono io? Io sono quello che ha sparato a Zof. E me la sto rischiando a parlare con te perché non potrei nemmeno uscire di casa”. Riccio e Marcovecchio, come chiesto alla fine dagli stessi pm, erano stati però poi assolti dal Tribunale di Latina, mentre Pupetto e Samuele Di Silvio erano stati condannati a un totale di 17 anni di reclusione, ora ridotti in appello a 10 cancellando l’accusa di mafia. Una sentenza che potrebbe incidere non poco sul processo “Alba Pontina”.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
18/11 1574096160 Il Sindacato: “Il Ministero lascia la scuola di Polizia di Nettuno nel degrado”
18/11 1574096040 Tagli all’Assistenza domiciliare ad Anzio e Nettuno, annunciata la protesta
18/11 1574095860 Alberi caduti e rami pericolanti, il Comune di Nettuno chiude il Parco 3 giorni
18/11 1574094540 Discarica di Albano, il sindaco a Regione e Prefetto: "stop all'autorizzazione"
18/11 1574093460 Investita da un'auto mentre attraversa sulle strisce pedonali su via Nettunense
18/11 1574093220 Girone G. Aprilia Racing a reti bianche contro il Cassino
18/11 1574092800 Superlega.La Top Volley Latina cede a Ravenna in 3 set
18/11 1574092080 Serie A. Lynx Latina, Ko di misura con il Real Rieti
18/11 1574091180 Grazie all'ass. Città Rocca di Papa nasce il fan club Simone Inzaghi
18/11 1574091180 Serie A2, Girone Ovest. Latina Basket straripante contro Treviglio
18/11 1574091060 Genzano, ripulite le scritte naziste in Comune, stasera sit-in dell'Anpi
18/11 1574089740 Rugby, Serie C1 Girone G. Rugby Anzio, Ko inatteso col Montevirginio
18/11 1574089020 Girone E. Christian Massella fa volare il Pomezia Calcio contro il Grassina
18/11 1574088540 Serie C Gold. Anzio Basket travolto dalla Basket Roma
18/11 1574088120 Girone A. Anzio Calcio di misura contro l’Unipomezia
18/11 1574087940 Lanuvio, firmata una convenzione con l'associazione Alzheimer Castelli Romani
18/11 1574087700 Danni dopo la tromba d'aria a Torvaianica: due scuole chiuse per lavori
18/11 1574087520 Serie C, Girone B. Pizzamore Onda, arriva il quarto stop consecutivo
18/11 1574086920 Serie A2, Girone B. La Mirafin torna (finalmente) a sorridere
18/11 1574086200 Serie C2, Girone C. Il Lene Nettuno sbanca Gaeta d’autorità
18/11 1574081280 Latina, consiglio straordinario sul clima davanti a centinaia di studenti
18/11 1574073720 Dipendenti Sts rischiano il licenziamento, protesta sotto il comune di Frascati
18/11 1574073480 Appia Bis riaperta in entrambe le direzioni, era allagata per le continue piogge
18/11 1574073180 Quattro consiglieri della Lega in Consiglio a Pomezia: siglato il passaggio
18/11 1574070420 Pericolo sul cavalcavia della Stazione di Nettuno, divieto assoluto di passaggio

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli