[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Il cerchio si stringe sui complici

Arrestato il capobanda dell'efferata rapina in una villa di Velletri FOTO

Gli agenti della polizia di Stato del commissariato di Velletri, diretto dal vicequestore Liliana Galiani, hanno eseguito l'altro ieri sera un'ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Velletri – Ufficio GIP, nei confronti di H.M., 30enne cittadino albanese con numerosi precedenti di polizia, per reati predatori e contro la persona. Dopo un anno di incessanti indagini, è stato ritenuto responsabile con altri due soggetti in via di identificazione, della efferata rapina avvenuta nel giugno scorso poco prima della mezzanotte a Velletri, presso una villa in via Fontana Fiume alla periferia nord della cittadina dei Castelli Romani.

Le complesse attività di indagine, coordinate e dirette dalla Procura della Repubblica di Velletri, hanno consentito al personale della Squadra Investigativa del Commissariato di Velletri di individuare e arrestare il cittadino albanese nel centro cittadino di Santa Maria Capua Vetere, dopo mesi di intercettazioni ambientali. 

Ecco come si sarebbero svolti i fatti: Sono circa le 23 del 12 giugno 2018 quando gli agenti di una volante di Velletri intervengono in via Fontana Fiume, per una segnalazione di rapina in abitazione. Sul posto la proprietaria ha riferito di aver sorpreso poco prima tre persone, presumibilmente dell’Est Europa, a perpetrare un furto nella propria villa. La donna ha richiamato l’attenzione del padre e del fratello, presenti nell’abitazione attigua, che hanno tentato di bloccare i malviventi che nel frattempo stavano fuggendo. Il padre, nel tentativo di bloccare uno dei tre individui, è stato colpito in testa con un piede di porco mentre il fratello è stato colpito alla testa da un secondo individuo con una spranga di ferro. Nel tentativo di bloccarlo, inoltre, si è infortunato al piede destro. Gli autori, per non essere presi, sono saltati giù dal balcone al primo piano, abbandonando nel piazzale della villa una federa di un cuscino contenente numerosi oggetti in oro ed argento, nonché altri attrezzi utilizzati per poter entrare all’interno dell’abitazione, tra cui una radio ricetrasmittente.

Sul posto sono intervenuti anche gli agenti della Polizia Scientifica, che durante i rilievi tecnici hanno sequestrato diversi oggetti. All’epoca dei fatti, il padre della ragazza è stato soccorso e portato all’ospedale dei Castelli di Ariccia e successivamente trasferito presso il Policlinico Umberto I di Roma in prognosi riservata a seguito delle fratture al volto e al trauma cranico, con parziale perdita della vista da un occhio. Il fratello invece riportava la frattura della gamba e un trauma cranico giudicato guaribile in due mesi dai sanitari del Policlinico  Umberto I di Roma.

I reperti sequestrati sottoposti ad accertamenti biologici eseguiti dal Servizio Polizia Scientifica di Velletri e Roma permettevano di ottenere  un profilo genetico singolo riconducibile ad un individuo di sesso maschile, il cui genotipo era utile ai fini identificativi, evidenziando   una concordanza tra il profilo genetico  ottenuto con quello  proveniente da una diversa scena del crimine dove sempre il soggetto era stato censito dalla scientifica.

Nel corso della comparazione veniva accertata una concordanza positiva e totale tra il profilo genetico del cittadino albanese H.M., e il profilo genetico ottenuto dal reperto biologico. Identificato il rapinatore, il GIP presso il Tribunale di Velletri emetteva l’ordinanza di Applicazione della Misura Cautelare in Carcere, su richiesta della Procura della Repubblica di Velletri. Complessa l’attività di indagine per catturare il malvivente, che nel frattempo, si era reso irreperibile sul territorio nazionale essendo privo di una fissa dimora. In Italia senza fissa dimora, dopo alcuni spostamenti a Bologna e in provincia di Napoli, è stato catturato nella tarda serata dell'altro ieri grazie alla lunga attività investigativa della Squadra Anticrimine del Commissariato di Velletri, con la collaborazione dei colleghi di Santa Maria Capua Vetere, dove gravitava da alcuni mesi. L'uomo, intercettato grazie anche ad una utenza telefonica, è stato fermato e arrestato a bordo di un’autovettura con arnesi atti allo scasso, del tutto simili a quelli utilizzati nella rapina perpetrata presso l’abitazione di Velletri. Al termine delle formalità di rito è stato associato presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere per i reati di rapina aggravata e duplici lesioni personali gravissime .

 

 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
14:15 1573737300 'Cambiamo': il movimento arriva a Latina, apre un comitato locale
13:46 1573735560 Cori, manutenzione della scuola Radicchi: partita la gara per affidare i lavori
13:40 1573735200 Casa della Salute a Cisterna: convocato consiglio comunale straordinario
13:37 1573735020 Frana, la Regione: domani partono i lavori in via Norbana
13:28 1573734480 Latina, i Carabinieri trovano due giovani con dosi di eroina
11:00 1573725600 Continuano i danni del maltempo: Terracina è allagata
10:47 1573724820 Ariccia, costituita l'Associazione Europea dei Viaggi di Goethe
10:41 1573724460 Ariccia, sabato la mostra d'arte collettiva dedicata alla Terra all'Art Saloon
10:35 1573724100 Suicidio a Latina: 89enne si toglie la vita con un colpo di fucile
10:06 1573722360 Albano, lo studio del Commercialista Ferretti è il migliore d’Italia
09:24 1573719840 Torna l'incubo dei sassi sulla Pontina contro gli automobilisti
09:16 1573719360 Sette bambini compagni di classe con strane macchie sul volto: in ospedale
09:13 1573719180 Valori "sballati" al depuratore di Aprilia: la Regione multa Acqualatina
08:30 1573716600 Incidente sulla Pontina: traffico verso Roma e nelle strade di accesso a Aprilia
08:01 1573714860 Chiusure dei punti di primo intervento, la decisione al Tar il 2 dicembre
13/11 1573665960 Il Comune di Pomezia ferma i lavori all'interno del borgo di Pratica di Mare
13/11 1573664940 Madre e figlio in affari... con la droga: arrestati entrambi a Santa Palomba
13/11 1573664580 È ufficiale: l'ex sindaco M5S di Pomezia passa alla Lega
13/11 1573659480 Ponti malridotti, partono i bandi Anas: manutenzioni strutturali in tempi brevi
13/11 1573657920 Sciolta la commissione Speciale, Franchi: “Negato il dibattito democratico”
13/11 1573657860 Maltempo, oltre 120 interventi di soccorso sul Litorale: strade devastate
13/11 1573657740 Festa del cioccolato in piazza ad Anzio dal prossimo 29 novembre al 1 dicembre
13/11 1573657620 Maltempo, una cittadina ringrazia con una lettera la polizia locale di Nettuno
13/11 1573652460 Tigri portate da Latina alla Polonia, depositata una denuncia in Procura
13/11 1573650900 Autorizzati a costruire su un sito archeologico: via il processo d'appello

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli