[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

«Siamo intrappolati dai privati»

Discarica su falde di Carano, Coletta alla Regione: «Adesso impianti pubblici»

<
>
Damiano Coletta, Sindaco di Latina
Damiano Coletta, Sindaco di Latina
L'ex cava al confine con Aprilia e Cisterna, presso "5 Archi". Qui si vedono gli scavi avviati dopo un'inchiesta dal Caffè sui rifiuti illegalmente interrati nel sito in passato
L'ex cava al confine con Aprilia e Cisterna, presso "5 Archi". Qui si vedono gli scavi avviati dopo un'inchiesta dal Caffè sui rifiuti illegalmente interrati nel sito in passato
La vecchia cava di pozzolana sopra le falde che danno acqua a Latina nord, Aprilia, Cisterna, Anzio, Nettuno e oltre 4mila ettari di coltivazioni
La vecchia cava di pozzolana sopra le falde che danno acqua a Latina nord, Aprilia, Cisterna, Anzio, Nettuno e oltre 4mila ettari di coltivazioni

Il progetto di una mega-discarica sulle falde idriche di Carano presentato dalla Ecoparco Srl diventa l'occasione per un forte richiamo alla Regione Lazio, da parte del Sindaco di Latina, Damiano Coletta. Si tratta delle più importanti riserve che danno da bere a una grossa fetta di popolazione tra i Castelli Romani, l'Agro pontino e il litorale romano sud oltre che a 4mila ettari di coltivazioni e tanti pozzi privati. Il primo cittadino del capoluogo pontino, dove 4 Borghi (Santa Maria, Montello, Bainsizza e Sabotino) ricevono acqua da Carano, sollecita una seria pianificazione regionale per evitare altri rischi alla salute pubblica, all'agricoltura locale e magari liberarsi da ricatti e strapotere dei soliti privati che comandano ancora nel settore rifiuti.

COLETTA: «È L'ORA DEGLI IMPIANTI PUBBLICI»

Bollando come «inaccettabile» la proposta Ecoparco, Coletta senza  mezzi termini dichiara al giornale Il Caffè che «è arrivato il momento di dotarsi di impianti pubblici di smaltimento così come previsto dal nostro piano provinciale. Chiederemo alla Regione di essere coinvolti nella Conferenza dei Servizi che dovrà verificare la compatibilità ambientale del progetto. Per evitare questi sistematici interventi dei privati che, giustamente, intendono curare i loro interessi, ma per evitare di restare sempre e comunque “intrappolati” da questi interessi - avverte il Sindaco di Latina -, occorre una programmazione definitiva della Regione Lazio che includa anche impianti di proprietà pubblica». L'ATO, Ambito territoriale ottimale dei rifiuti di Latina e provincia ricomprende anche Anzio e Nettuno. Quindi questo orientamento riguarda anche loro.

IL MONITO ALLA REGIONE LAZIO

Poi l'affondo gentile verso la Giunta e il Consiglio regionale: «Auspico che si proceda celermente all’approvazione di un nuovo Piano Regionale dei Rifiuti che accolga integralmente le indicazioni fornire dal Piano approvato all’unanimità lo scorso anno dalla Conferenza dei Sindaci e dal Consiglio provinciale di Latina, con il quale è stato escluso Borgo Montello quale sito dove realizzare ulteriori impianti di smaltimento di rifiuti». Il monito per Zingaretti & co. è chiaro. Finora in Regione, però, tutti zitti, a cominciare dai tre Assessori a vario titolo competenti su queste vicende: Alessio D'Amato (salute), Enrica Onorati (ambiente e agricoltura) e Massimiliano Valeriani (rifiuti). Si stanno invece facendo sentire anche i Sindaci di Aprilia, Cisterna, Velletri, Anzio e Nettuno. Sono tutti contrari alla nuova bomba ecologica e sanitaria e annunciano battaglia per impedire il nuovo ecomostro. Inchiesta completa sulla nuova uscita dell'edizione cartacea del Caffè, in distribuzione da domani giovedì 7 novembre.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
13:27 1596540420 A cena con “Quelli della parolaccia” da Leolo Beach a Latina
12:59 1596538740 A settembre riaprono gli asili. Ecco le linee guida: giochi, educatori, ingressi
12:50 1596538200 Tentata violenza sessuale dopo le botte in piazza a Velletri: un arresto
11:26 1596533160 'La salute non è una merce': protesta davanti alla sede Asl Roma6 di Albano
10:36 1596530160 Intimidazione allo stabilimento balneare, 5 arresti. Ci sono anche 2 poliziotti
10:25 1596529500 Tragedia all'alba alle porte di Latina, 49enne si schianta contro un albero
08:56 1596524160 Trova in balcone un uomo che si masturba: chiama la polizia e lo fa arrestare
07:58 1596520680 Pomezia, chiuso il primo anello ciclabile: collegati più quartieri in sicurezza
03/08 1596472260 «Manzù non andrà via da Ardea: il Comune confermerà la sua decisione»
03/08 1596471900 Crisi kiwi in provincia di Latina, l'on.Procaccini chiede intervento dell'Europa
03/08 1596471600 Tentato furto ad Anzio a Lido delle Sirene, i carabinieri fermano due 25enni
03/08 1596471540 Rissa tra stranieri a Paradiso sul mare ad Anzio: un ferito soccorso in ospedale
03/08 1596470280 Due nuovi positivi in provincia di Latina: "Bisogna far rispettare le regole"
03/08 1596468600 Lavoratori San Raffaele in protesta: senza stipendi, cassa integrazione e lavoro
03/08 1596468000 Il candidato M5S di Ariccia si ritira: il mio potere decisionale non è libero
03/08 1596464640 Strepitoso esordio del pilota laziale Rinicella nel Campionato europeo CIK FIA
03/08 1596460740 Serie B. United Pomezia, "il segreto del nostro successo? lavoro e divertimento"
03/08 1596455820 Serie A2. Mirafin, Moira Mirra è il nuovo Direttore Generale
03/08 1596455460 Atto vandalico alla sede del Partito democratico di Terracina
03/08 1596455340 Arriva a Latina lo yacht da 10 mln di euro sequestrato a un faccendiere romano
03/08 1596445800 Sorpreso a scaricare rifiuti alle Salzare, sequestrato il furgone
03/08 1596445140 Rubano un'auto e speronano un'auto della Polizia. Un arresto, caccia al complice
03/08 1596444180 Legambiente monitora 8 laghi laziali: ecco i promossi e i bocciati
03/08 1596443340 Il Comune di Lanuvio vara il piano di abbattimento barriere architettoniche
03/08 1596439500 Ardea arruola gli steward per il controllo delle spiagge libere

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli