[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Latina, Lbc cederà gli assessorati

Rimpasto di giunta in vista, Coletta: entreranno assessori Pd FOTO

<
>
DAMIANO COLETTA - Sindaco di Latina
DAMIANO COLETTA - Sindaco di Latina

Latina, giugno 2021. Mancano ancora quasi due anni alle prossime elezioni comunali, ma nel capoluogo stanno già cominciando a definirsi gli schieramenti dello scacchiere politico. L’onda da arginare sembra essere quella del centro-destra a trazione leghista, che unito potrebbe tornare a incassare percentuali anche da vittoria al primo turno. Una cavalcata, quella della Lega, che ha spinto Pd e Lbc a correre ai ripari. Il movimento di Coletta non ha infatti problemi di numeri in maggioranza con un gruppo consiliare che, nonostante alcune frizioni e qualche defezione, appare ancora granitico. Ma potrebbe averne alle prossime urne, che quasi sicuramente non restituiranno l’exploit ottenuto nel 2016. Ed ecco che l’accordo tra i civici e dem, che ha iniziato a prendere corpo quest’estate, è ormai “in via di definizione”. Complice la “piazza grande” zingarettiana e il nuovo corso all’interno del Pd che guarda al civismo. A raccontarcelo è lo stesso sindaco Damiano Coletta, che parla anche di “un dialogo aperto con i meet up del movimento 5stelle”. Una doppia stampella che deve essere spiegata all’elettorato. Ma soprattutto metabolizzata. E propria in questa direzione va il rimpasto in giunta, che il Primo Cittadino promette che varerà per “dare un impulso positivo all’ultima fase di mandato”.  “Il Pd può portare energie positive ed essere un valore aggiunto”, continua, confermando la necessità di “cedere” degli assessorati ai dem. Anche perché, nella prossima campagna elettorale, sarebbe abbastanza arduo spiegare ai cittadini una coalizione tra due forze che fino al giorno prima si trovavano una al governo e l’altra all’opposizione. Ed ecco, così, sfornata l’intesa.  

Sindaco, durante le tappe elettorali delle scorse elezioni europee, voi di Italia in Comune, partito a cui ha aderito anche Lbc, avete spiegato che vi presentavate come un’alternativa al Pd. Nel 2018, però, sempre voi di Lbc avete sostenuto la candidatura di Zingaretti alla presidenza della Regione nonché, un anno dopo, la sua corsa alla segreteria Pd. Ecco, questo nuovo Pd di Zingaretti le piace?
«Andando per ordine. Quella di Italia in Comune è stata un’esperienza che ha messo in comune diverse forze civiche. Ma che non poteva rimanere isolata. A Latina abbiamo prodotto un’esperienza amministrativa importante, un percorso che ci ha consentito di arrivare al governo della città e di cambiare quello che ho definito il “sistema-Latina”. Ma siamo giunti in un momento politico in cui, in virtù delle dinamiche sia all’interno della città che sul piano nazionale, noi come movimento civico dobbiamo porci come punto di coesione tra le forze politiche, se vogliamo continuare a perseguire l’obiettivo che ci eravamo prefissati, ovvero quello di cambiare Latina in dieci anni. E con l’esperienza di Zingaretti in Regione c’è stato sempre un dialogo molto costruttivo». 

Pensa quindi che questo cambio ai vertici della segreteria e la nuova corrente all’interno del Pd possano cambiare gli equilibri anche a Latina e creare una sponda di dialogo dove prima non c’era?
«Credo di sì. Penso che il Pd di Latina abbia sentito la necessità di cambiare pelle, di aprirsi alle forze civiche. Proprio l’apertura al mondo civico è stata forse la chiave che ha consentito a Zingaretti di essere rieletto in Regione e di arrivare alla segreteria del partito. Proprio grazie a questo processo a Latina si è aperto un tavolo di confronto. Intendiamoci, io non ho problemi di maggioranza: questa amministrazione ha già numeri solidi per portare a termine la consiliatura. È un discorso, bensì, impostato sul costruire una forza politica comune, una colazione per andare avanti e arginare un passato che tenta di riciclarsi. Un’unica forza di governo che prenda le distanze da quel “sistema Latina”. E questo si traduce nella possibilità di far entrare il Pd in maggioranza».

E per “entrare in maggioranza” intende dei posti in giunta al Pd. Giusto?
«Si è aperto un tavolo sulla possibilità di fare entrare il Pd in giunta e creare una squadra di governo insieme. Fa parte, ovviamente, delle trattive del processo democratico. Deve esse visto come un valore aggiunto che il Pd può portare ad un’esperienza civica che, nonostante alcune difficoltà, ha prodotto dei risultati importanti. E soprattutto deve essere un’intesa impostata sui temi. Dobbiamo imporre dei paletti e mantenere ognuna la propria identità politica. Ma il confronto è aperto, e l’accordo è in via di definizione». 

Ecco, i temi. Ad oggi l’unico tema su cui è emersa una vera convergenza tra Pd e Lbc è quello della legalità. Come ad esempio è accaduto questa estate, quando il Pd si è rifiutato di firmare la mozione di sfiducia nei suoi confronti che il centro-destra voleva presentare: una delle motivazioni era che il Pd è incompatibile con partiti i cui esponenti hanno posizioni poco chiare all’interno di inchieste giudiziarie. Lei ha fatto della legalità quasi il suo cavallo di battaglia. Non le sembra, però, che impostare un accordo solamente su questo tema, oltre che rischioso, sia anche limitante in termini di dialogo politico?
«La legalità è solamente un imprescindibile punto di partenza. Da qui si passa a parlare di temi come urbanistica, consumo di suolo zero e rigenerazione urbana. E ancora mobilità: Latina negli ultimi anni ha portato a casa buoni risultati sui fronti del trasporto pubblico e del car sharing. Senza dimenticare le risorse e l’attenzione che stiamo mettendo sui servizi sociali. Questi sono gli argomenti su cui essere d’accordo e su cui convergere. Insieme all’aspetto della partecipazione, elemento su cui si sta fondando ad esempio il dialogo con alcuni meet up del Movimento 5stelle e con alcuni moderati di centro-destra che stanno prendendo le distanze dal passato».

Parlando di poltrone: lei ha in mano la delega alle Attività produttive dopo le dimissioni di Giulia Caprì; c’è poi l’assessore Proietti che è titolare di due deleghe importanti e abbastanza differenti, ossia Bilancio e Scuole; si parlava inoltre di un assessorato pesante come quello all’Urbanistica. Sono queste le tre pedine che si muoveranno nel rimpasto di giunta?
«Ci siamo ragionando sopra, anche in base agli obiettivi comuni. Sicuramente un rimpasto di giunta ci sarà, al fine di dare un impulso positivo all’ultima fase di mandato. Ora non faccio nomi per rispetto dei membri della mia squadra che lavorano quotidianamente. Stiamo cercando di definire il tutto. Soprattutto in base ad un visione di futuro. Latina nel 2032 compirà cento anni: ecco, come la vediamo Latina nel 2032?».

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
20:12 1573845120 Scuole di Torvaianica devastate dalla bufera: tetto scoperchiato alle elementari
19:48 1573843680 Maltempo, scuole chiuse ad Aprilia e Pomezia sabato 16 novembre
19:15 1573841700 Anche i carabinieri della stazione di Ariccia sul calendario storico dell'Arma
19:00 1573840800 Rapina un supermercato di Aprilia e fugge: rintracciato sulla Nettunense
18:34 1573839240 Castelli romani piegati dal maltempo: allagamenti e alberi caduti ovunque
18:26 1573838760 Crolla un albero su un'auto in centro a Latina: occupanti illesi per miracolo
17:38 1573835880 Maltempo, a Pomezia viabilità critica. Ancora allagato il sottopasso del Selene
17:07 1573834020 Ancora ascensori rotti all’Ospedale di Anzio, due mesi e nessuna soluzione
17:03 1573833780 Dimore storiche, la Regione sbaglia i depliant e ribattezza il Forte Sangallo
17:01 1573833660 Domani alla Palmolive di Anzio in mostra la tela dell’Annunciazione di Arquata
16:59 1573833540 Raffiche di vento e temporali: allerta arancione e allagamenti sul Litorale
15:27 1573828020 Esce di strada e si ribalta con l'auto: ferito militare 50enne di Pomezia
15:06 1573826760 Maltempo, cade un albero sulla via dei Laghi e centra un'auto: donna sotto shock
14:45 1573825500 Cade un albero sulla strada, boscaioli di passaggio rimuovono il pericolo
14:42 1573825320 Il vicepresidente del Parlamento europeo: «Sammontana non lasci Pomezia»
14:28 1573824480 Ritardi di ore sulla Roma-Napoli: «È il quinto episodio in un mese»
14:21 1573824060 Pomezia Calcio, Franco Salerno: “questo è il nostro anno zero”
14:15 1573823700 La polizia locale scopre una vendita abusiva di un'area sequestrata alle Salzare
14:10 1573823400 Ponte di Ariccia: due camionisti multati per 1.000 euro dalla Polizia Locale
13:59 1573822740 Frascati: avviato il tavolo permanente tra Comune, Sts e sindacati
13:46 1573821960 Sabaudia, dalla Regione 580mila euro per attivare la Casa della Salute
13:33 1573821180 Vuole buttarsi dal terzo piano del palazzo per solitudine: suicidio sventato
12:45 1573818300 Karate. La New Line Pomezia brilla al World Games 2019
12:31 1573817460 Torvaianica Rugby, il 17 Novembre il Primo Torneo delle Province per gli U8
10:42 1573810920 Cittadini ostaggio della 148: manifestanti occupano la rotonda di Borgo Piave

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli